Home Area di Confine Le Rocche dell’Argimusco la Stonehenge siciliana formata da misteriosi megaliti

Le Rocche dell’Argimusco la Stonehenge siciliana formata da misteriosi megaliti

0 2988

2x MenhirMontalbano Elicona, la Stonehenge siciliana, è stato eletto il borgo più bello d’Italia nella trasmissione televisiva di Rai3 “Alle falde del Kilimangiaro” condotta da Dario Vergassola e Camila Raznovic. Dietro il borgo messinese al secondo posto si è classificato Monteverde un piccolo comune in provincia di Avellino e, al terzo posto, Castel Sardo un piccolo borgo a picco sul mare della Sardegna. L’ambito riconoscimento è maturato dopo una lunga e complessa fase eliminatoria che ha visto gareggiare numerosi e suggestivi borghi di tutta la penisola. Montalbano Elicona è un borgo medievale che vanta un patrimonio artistico, culturale e storico invidiabile. Il borgo montanaro messinese è salito alla ribalta delle cronache per un luogo suggestivo, le Rocche dell’Argimusco, i megalitici che sovrastano il territorio di Montalbano, pietre giganti che da una parte dominano l’Etna e dall’altra le Isole Eolie. In questa zona sorgono numerosi roccioni di arenaria quarzosa modellati in forma curiosa. Secondo la tradizione popolare questi megaliti, sarebbero l’opera di popolazioni preistoriche: sarebbero antichi menhir o dolmen. Diversi geomorfologi ed archeologi attribuiscono ritengono invece che l’origine di queste forme è assolutamente naturale, dovut, in particolare all’erosione eolica.
Tra i megaliti più notevoli, nei pressi della Portella Cerasa si ergono maestosi due grandi massi di forma allungata, mentre un altro megalite poco distante avrebbe aspetto di aquila e vi sarebbe stato inciso il simbolo del sole. Più ad ovest, in località Portella Zilla, una costruzione pastorale ingloba i resti di un dolmen con davanti un gran masso, che sarebbe quanto resta di un menhir rovinato al suolo. Il sito naturalistico è diventato tanto famoso da diventare uno dei luoghi prediletti dai cultori dell’archeoastronomia. Nel 2014 in occasione della terza edizione del festival internazionale di archeoastronomia “Pietre & Stelle” (Andrea Orlando astronomo e ricercatore astrofisico nucleare dell’università di Catania è il direttore artistico) tra gli ospiti illustri vi fù il maestro Franco Battiato il quale  il giorno del solstizio d’estate, il 21 giugno, presentò il suo ultimo documentario intitolato “Attraversando il Bardo” incentrato sul tema della morte e di come essa è concepita nelle diverse tradizioni spirituali sia occidentali che orientali. Alcune riprese del video sono state girate sull’altopiano dell’Argimusco. Mistero, Spettacolo e Spiritualità sembrano caratterizzare sempre più questo luogo incantevole. Qualunque sia la verità sulle origine dei megaliti, certo è che le Rocche dell’Argimusco sono diventate oltre che meta di appassionati di archeoastrea Orlando, ronomia,  anche di numerosi visitatori. Sul posto si respira comunque un atmosfera mistica, spirituale e naturale da mozzafiato che certamente ha contribuito a far si che il piccolo borgo fosse eletto il più bello d’Italia.
ROSARIO MESSINA

Stonehenge  1X Banner Battiato

  • Print
Computer Hope