Home Arte e Cultura Apprezzato l’incontro promosso dal Rotary Club Messina su “Insidie del web e...

Apprezzato l’incontro promosso dal Rotary Club Messina su “Insidie del web e tutela dell’identità digitale”. Relatori il Prof. Francesco Pira e l’Avv. Silvana Paratore

0 95

Ha suscitato interesse l’incontro promosso dal Rotary Club Messina presieduto dal prof. Edoardo Spina nella suggestiva location della sala convegni del Rotary Club sul tema di scottante attualità: Insidie del web e tutela dell’identità digitale.

Dopo i saluti del Presidente Spina, ha preso la parola l’avv. Silvana Paratore volto noto nel territorio per il suo impegno nel volontariato sociale insignita di recente dell’Onorificenza di Cavaliere dell’Ordine al merito della Repubblica italiana la quale, dopo una accurata disamina delle insidie che gravitano nei meandri della rete informatica ha affermato come non vada lasciata a internet la licenza di uccidere. Alla Rete vanno posti dei limiti, sia con il diritto sia con l’educazione che con il buon senso perché solo così si salva la democrazia. Internet ha aggiunto è un far west che suggerisce ad ognuno di noi quali primi difensori dei nostri dati e della nostra personalità, di astenerci dal pubblicare con leggerezza informazioni o immagini intime che difficilmente si possiamo poi rimuovere del tutto dal mare magnum della Rete che rimane purtuttavia una grande conquista perché consente alle persone di interagire, di crescere e anche di fare del bene. Incisivo il riferimento della Paratore alle diverse catene di solidarietà messe in piedi all’indomani di eventi tragici mediante l’apporto dei social network e dei nuovi strumenti tecnologici ed alle tante vite che vengono salvate ogni giorno nel mondo grazie alla tempestività assicurata dall’ambiente 2.0.

A seguire è intervenuto il prof. Francesco Pira professore di comunicazione e giornalismo presso il Dipartimento di Civiltà Antiche e Moderne dell’Università degli Studi di Messina, che ha attirato l’attenzione dei presenti con la sua relazione sui social network quali luoghi prevalenti di costruzione identitaria dove definire anche la propria intimità, sessualità, genere. Nuove definizioni emergono ogni giorno per catalogare fenomeni, comportamenti, devianze che stanno assumendo un ruolo sempre più centrale nel modo di utilizzare le reti social. La costruzione di relazione, ha sostenuto il prof. Pira, è stata sopraffatta dalla ricerca ossessiva di connessione. Curiosità ha suscitato il ritratto della generazione social, della nuova emergenza sexting, delle nuove forme di cyberbullismo e della prevaricazione che si sostanziano con l’utilizzo di whatshapp, la formazione dei gruppi e con i commenti a link e/o condivisioni di notizie e di immagini. L’incontro è poi proseguito con delle simulazioni in tempo reale del fenomeno del phishing a cura del tecnico informatico Lorenzo Malara e con una curiosa dimostrazione dell’applicazione di un APP denominata SPY a cura dell’ing. Informatico Roberto Consalvi. Vivace il dibattito accesosi a conclusione dell’evento con domande, quesiti, dubbi, curiosità che hanno coinvolto i numerosi presenti in sala che hanno richiesto al presidente Edoardo Spina di riproporre un altro momento di incontro stante il peculiare trasporto, coinvolgimento e passione dettata dal tema di peculiare interesse. 

I relatori del convegno

I relatori del convegno

Il Prof. Francesco Pira e l'Avv. Silvana Paratore

Il Prof. Francesco Pira e l’Avv. Silvana Paratore

Il tavolo dei relatori

Il tavolo dei relatori

  • Print
Computer Hope