Home in evidenza Mezzogiorno in Famiglia: Naxos in semifinale! In palio uno scuola-bus

Mezzogiorno in Famiglia: Naxos in semifinale! In palio uno scuola-bus

0 1095

Giardini Naxos (Me) – Dove eravamo rimasti? Inizierebbe così Enzo Tortora, il gentleman della tivù italiana. Ebbene, ci siamo ritrovati tutti belli carichi sabato 5 e domenica 6 maggio sempre in diretta su RaiDue dal Lungomare Calcide Eubea, ancora sotto gli auspici della statua bronzea della Nike, simbolo di Naxos. E così, allietati dalla bellezza e dalla bravura della conduttrice Claudia Andreatti, tornata in Sicilia più energica ed appassionata che mai, e dalla gustosa “cartolina” di Valentina Piazza, sabato mattina è stato dato il via al terzo quarto di finale tra Naxos (Me) e Orte (Vt). Una gara condotta un po’ in affanno qui a Naxos ma ben recuperata in studio a Roma con la prova di danza svolta dai bravissimi Christian e Maria Garofalo e con la gara di Calcetto svolta da Emanuele Principato e Alfio Spadaro. Il tutto è stato condito, poi, dall’intervento dei carri floreali allestiti dai Fratelli Sardo, protagonisti della tradizionale “infiorata” di primavera di Acireale (Ct). Graziano Sardo, in particolare, ha illustrato al pubblico nazionale la preparazione di una “Penelope” rivestita di garofani bianchi e rossi. A condire ancor di più i momenti di cultura locale, Maurizio Caruso, in collegamento da Naxos, ha presentato una spettacolare tavolata con tutta la varietà di pesce presente nella riviera ionica (mupi, orate, saraghi, gamberi, etc.), gentilmente offerto dai Fratelli Lo Re e qui sapientemente riproposto dallo chef Michelangelo, del noto locale L’Angolo DiVino, che ha presentato in diretta la preparazione di un gustoso piatto di linguine con crema di fave e gambero rosso di Mazara.

La giornata di domenica è stata aperta dal Gruppo Folk Naxos che ha presentato una rievocazione storica, mettendo in scena la tipica domenica di un borgo marinaro siciliano ai primi del novecento con donne e mariti che escono dalla chiesa con passo lento indulgendo a qualche pettegolezzo, mentre, più in là, il pescatore Nino leva la leggia della sua barca e tira la rete del pescato. Una apertura più che mai azzeccata, dai toni e colori sfavillanti, risaltati da una splendida giornata di sole. E mentre la rimonta, sia a Naxos con la gara della Corsa sui mattoni, sia a Roma con le gare Prendi una matita e Quante ne so, diventava realtà, qui abbiamo avuto modo di apprezzare l’intervento degli chef Carmelo e Nico che hanno presentato alcune sculture di frutta intarsiata con la tecnica dello stiletto tailandese: ananas, mele e quant’altro decorati e riproposti anche in versione “quadri di frutta”. Davvero molto scenografici! Subito dopo, ancora un altro momento di cultura e arte con la presentazione delle ceramiche e maioliche dell’artista Amedeo Forlin di Taormina (Me) che ha illustrato i suoi lavori: ceramiche, maioliche e complementi d’arredo appunto, ispirati dai motivi della tradizione siciliana, la mezzaruota di carretto ed i fichi d’india, ma rivisitati, a nostro parere, in chiave “pop” tramite l’uso di un tratto essenziale, morbido e curvilineo e di colori particolarmente vivaci ed eccentrici che impreziosiscono queste opere di un gusto e di una espressività decisamente contemporanei. Un artista celebre, tra l’altro, per aver arricchito con le sue ceramiche decorate con motivi marinari uno degli scorci più belli e caratteristici di Naxos.

E la vittoria prendeva consistenza. Abbiamo cominciato a crederci dopo la performance di canto del nostro Francesco Cubito, che ha fatto suo il brano “Dedicato a te” delle Vibrazioni. Una interpretazione brillante che ha restituito le medesime modulazioni di voce di Sarcina ma con il valore aggiunto della reinterpretazione personale, cioè con le variazioni alti-bassi proprie dell’esperienza vocale jazz di Francesco.

Dopo la gara dei Mulini ad acqua, eseguita “militarmente” dai bravi Alfio, Antonino, Davide ed Emanuele, il sogno ha preso forma ed è diventato realtà. Una realtà possibile costruita sul binomio cuore-volontà. Una realtà arrivata a Naxos fra la gioia di tutti i presenti, non ultima quella evidente e sincera della troupe Rai e nei sorrisi di Claudia Andreatti e della regista Patrizia Casale, ormai praticamente “adottate” da tutti i giardinesi. Bè, cos’altro aggiungere se non ringraziare Davide Amoroso, Antonino Brunetto, Giuliana Cannizzaro, Francesco Cubito, Marzia Gagliano, Christian e Maria Garofalo, Fabiana Ponturo, Emanuele Principato, Doriana Rapisardi, Martina Siligato e Alfio Spadaro del gruppo di Roma e Carmelo Anselmi, Vanessa Ferrante, Maria Concetta Florio, Luca Galeani, Gabriele Pafumi, Valentina Piazza, Antonio Raneri, Katia Russo e Matteo Sciacca della squadra di Naxos. Ce la giochiamo ragazzi, ce la giochiamo tutta. Il prossimo fine settimana, fra Breno (Bs) e Castelfranco Pindiscò (Ar) che giocano l’ultimo dei quarti, conosceremo il nome dei prossimi avversari. Ma importa poco saperlo. La semifinale si è materializzata sabato 26 e domenica 27 maggio ed è lì davanti a noi. Lo sguardo è dritto e consapevole su un orizzonte alla portata. Ancora tre settimane di preparazione, i sogni sono frammenti di realtà. Per televotare basta chiamare il fisso 894433 o inviare un SMS al numero 4784784 e digitare il codice 1.  Forza ragazzi! Evviva Naxos! Che spettacolo!

                    Sergio Denaro

Le foto di Rosario Messina

La Penelope fiorata

La Penelope fiorata

Claudia Andreatta e il carro in fiori

Claudia Andreatta e il carro in fiori

Maurizio Caruso spiega al pubblico le specialità culinarie

Maurizio Caruso spiega al pubblico le specialità culinarie

L'artista Cristina Russo

L’artista Cristina Russo

La prova della corda

La prova della corda

Giovani concorrenti e lo staff organizzativo

Giovani concorrenti e lo staff organizzativo

  • Print
Computer Hope