LUGLIO 2020
Home Tags Posts tagged with "Francia"

Francia

0 1582

Il 27 maggio 2016, il 41° Stormo Antisom dell’Aeronautica Militare (AM) di Sigonella ha partecipato alla manifestazione organizzata della componente Aeronavale della Marina Francese sulla base di Lann-Bihoué a Lorient in Francia che ha festeggiato il prestigioso traguardo dei 50 anni d’attività della flotta Atlantic (ATL1 e ATL2).

Il Paese Transalpino, che a tutt’oggi continua a supportare l’Italia nella gestione tecnico-logistica della Flotta ATL tramite il consorzio NATO Breguet-Atlantic, ha fortemente caldeggiato la partecipazione del Reparto per il forte spirito di collaborazione tra le due Nazioni e l’alto senso d’appartenenza che contraddistingue tutte le componenti MPA delle Nazioni del Patto Atlantico.

Come si attendeva, a Lann-Bihoué grande è stata l’ospitalità dei Francesi nei confronti dell’equipaggio Siciliano. La partecipazione della delegazione italiana è stata accolta con forte entusiasmo da parte del Contrammiraglio Bruno Thouvenin, Comandante dell’Aéronautique Navale della Marine Nationale Francese e del personale tutto, a tal punto che il velivolo del 41° Stormo è stato parcheggiato accanto all’ATL2 francese quale “ospite d’onore” in sfondo alla suggestiva cerimonia. La presenza dell’ATL1 ha inoltre suscitato un immensa commozione tra quel personale, ancora in servizio e non, che in passato aveva volato sulla versione francese. Innumerevoli sono state le manifestazioni di affetto e simpatia dei partecipanti nei confronti del nostro equipaggio.

Il significativo evento in Terra di Francia è stato una delle ultime occasioni per ammirare entrambi i velivoli fianco a fianco, a dimostrazione dell’efficacia di un lunghissimo sodalizio. Nell’ambito di questi consolidati rapporti, è già stata anticipata l’intenzione di estendere l’invito alla flotta Francese ed agli appartenenti alla componente MPA (maritime patrol) della NATO, all’evento che il 41° Stormo intende organizzare in occasione del phase-out della Flotta Atlantic, ad oggi previsto nel 2017.

 

L’Atlantic, nella sua prima versione, è al servizio dell’Italia dal 28 giugno 1972. 44 anni e ben oltre 250 mila ore di volo che suscitano tuttora fascino, ammirazione e gratitudine.

L’Atlantic è un velivolo da pattugliamento marittimo “ognitempo”, prodotto in Francia, caratterizzato da elevate autonomia e raggio d’azione e atto a condurre la lotta sopra e sotto la superficie del mare con il massimo dell’efficacia. La sua peculiarità è che è l’unico velivolo al mondo non derivato da velivolo civile, ma concepito e progettato specificatamente per l’attività “antisom” – viva testimonianza della “guerra fredda”. L’Atlantic è organico dell’Aeronautica Militare ma è impiegato dalla Marina Militare, per questo l’equipaggio, che è il più numeroso in AM, è formato da 13 militari appartenenti ad entrambe le Forze Armate. Di recente è iniziata per il 41° Stormo la fase di transizione al nuovo sistema d’arma: il velivolo ATR-72 nella versione militarizzata “maritime patrol” P-72A. Intanto, seppur datato e vicino alla dismissione, l’Atlantic – il bimotore più “anziano” dell’AM – continua a rappresentare un eccellente binomio di operatività ed efficacia per la Difesa.

Equipaggio del 41° Stormo che ha partecipato evento francese

Equipaggio del 41° Stormo che ha partecipato evento francese

Contr Bruno Thouvenin passa in rassegna schieramento

Contr Bruno Thouvenin passa in rassegna schieramento

Atlantic del 41° Stormo

Atlantic del 41° Stormo

Atlantic del 41° Stormo in mostra statica a Lorient

Atlantic del 41° Stormo in mostra statica a Lorient

Atlantic del 41° Stormo in mostra statica a Lorient

Atlantic del 41° Stormo in mostra statica a Lorient

Atlantic del 41° Stormo in mostra statica a Lorient

Atlantic del 41° Stormo in mostra statica a Lorient

Atlantic del 41° Stormo in mostra statica a Lorient

Atlantic del 41° Stormo in mostra statica a Lorient

 

 

0 1013

Si è conclusa la prima sessione italiana di conferenze europee sul fenomeno dell'Immigrazione

Si è appena conclusa la I sessione italiana di Conferenze Europee sul fenomeno dell’Immigrazione, tenutasi dal 9 al 12 ottobre nei territori dell’Unione dei Comuni del Comprensorio Naxos – Taormina nell’ambito del progetto “Welcoming Network for Migrant’ Rights and European Citizenship – WELCOME Project”. Promosso dall’ Unione dei Comuni del Comprensorio di Naxos e Taormina e finanziato dall’Unione Europea all’interno del programma “Europa per i Cittadini, strand 2 – Impegno democratico e partecipazione civica – Misura 2.2 Reti fra Città”, il progetto ha visto coinvolti come partner di progetto, organizzazioni ed enti pubblici stranieri provenienti da Spagna, Malta, Grecia, Lettonia, Francia, Estonia, Cipro, Ungheria, Slovacchia, Bulgaria, Romania e Italia. Il progetto Welcome, prevede la realizzazione di altre quattro sessioni di conferenze in Spagna, Malta, Lettonia e Francia, durante le quali saranno approfonditi, sviluppati e discussi altri aspetti specifici delle tematiche trattate e che si concluderanno ad ottobre del 2016.

Il progetto ha lo scopo di creare una rete solida e duratura fra le Municipalità e le organizzazioni Europee coinvolte, per approfondire argomenti di grande attualità come l’Immigrazione, i Diritti Umani e il Principio di Cittadinanza Attiva e partecipativa, animando il dibattito europeo, incoraggiando i cittadini a riflettere su quale di Europa si vuole contribuire a costruire.
La scelta della tematica è rientrata nell’ambito del 2015 Anno Europeo dello Sviluppo, dell’azione esterna dell’UE e al suo ruolo leader nel mondo, e specificamente dell’Immigrazione e delle tematiche di grande attualità ad essa correlate. L’Unione Europea, con l’Italia, e la Sicilia soprattutto, nel cuore del Mediterraneo, sta mobilitando uomini e mezzi per arginare questa terribile tragedia che si consuma quotidianamente.

Gli interventi susseguitisi nelle 4 giornate dei lavori hanno visto avvicendarsi come relatori, accanto ai rappresentanti delle delegazioni straniere, amministratori, tecnici ed esperti, nella trattazione delle varie tematiche legate al fenomeno della Migrazione.
La prima giornata di apertura dei lavori, con la presentazione del Progetto, del Partenariato e delle attività, si è tenuta a Mongiuffi Melia. Moderata da Beatrice Briguglio, Project manager, ha visto la partecipazione di Filippo Alfio Currenti, sindaco di Gallodoro e Presidente dell’Unione dei Comuni del Comprensorio di Naxos Taormina, per il benvenuto ufficiale e apertura dei lavori della I Sessione, i Saluti del Sindaco di Mongiuffi Melia, Rosario D’Amore, del Presidente del Consiglio dell’Unione Mario Amoroso, l’intervento dell’On. Giuseppe Picciolo, deputato del Parlamento Regionale e la presentazione del Progetto e delle attività da parte di Agatino Celisi, Progect manager.
Nella seconda giornata di conferenze, svoltasi presso il Palazzo della Cultura del Comune di Catania, che gestisce l’Operazione di Salvataggio in mare Triton, si è parlato di “Europa protagonista del Mediterraneo: da Mare Nostrum a Triton”. In questa sessione, moderata da Beatrice Briguglio, sono intervenuti come relatori d’eccezione: l’Assessore alla Cultura del Comune di Catania Orazio Licandro, l’On. Europarlamentare Giovanni La Via, Il Capitano di Vascello Rosario Capodicasa della direzione Marittima della Sicilia Orientale, il Colonnello Pilota Vincenzo Sicuso, Comandante del 41 Stormo ANTISOM della base Aerea di Sigonella, i quali attraverso i filmati e le loro testimonianze hanno fornito una visione d’insieme dell’azione congiunta della Marina Militare e dell’Aeronautica nelle operazioni di salvataggio dei Migranti nel Mare Mediterraneo. Le delegazioni straniere hanno, inoltre, assistito ad uno sbarco di Migranti al molo 11 del Porto di Catania.
La terza giornata di lavori, si è svolta a Gallodoro. Moderata da Ylenia Olivo, Project Manager, il tema affrontato è stato quello dei “Fondi Europei per la Migrazione: FSE- Fondo Migrazione e Asilo, Strumento Europeo per la Democrazia e i Diritti Umani – programma “Diritti e Cittadinanza”, alla presenza di Filippo Alfio Currenti, sindaco di Gallodoro e Presidente dell’Unione dei Comuni del Comprensorio di Naxos Taormina e del Presidente del Consiglio dell’Unione dei Comuni Mario Amoroso. Insieme ai relatori delle delegazioni straniere, hanno portato il loro importante contributo l’On. Pippo Currenti, Deputato del Parlamento Siciliano, e il Dott. Giacomo D’Arrigo, Direttore dell’Agenzia Nazionale Giovani.
L’ultima sessione, moderata dalla Dott.ssa Maria Giambruno, addetta stampa dell’Assessorato Agricoltura della Regione Sicilia, si è svolta presso la Sala Convegni dell’Hotel Naxos Beach, a Giardini Naxos, alla presenza del Sindaco di Giardini Naxos, Pancrazio Lo Turco, e dell’Ass. Sandra Sanfilippo, del Console Greco a Catania, e dei rappresentanti istituzionali dell’Unione dei Comuni. All’ultima giornata di lavori, dedicata alla tematica relativa a “Minori non accompagnati, con l’esperienza diretta e le testimonianze delle Case Famiglia e dei Centri d’Accoglienza”, hanno portato la loro testimonianza diretta il Presidente della Coop. Soc. “S. Antonio” di Geraci Siculo, Damiano Lo Cicero, insieme con uno dei minori non accompagnati che risiede nella struttura e Maurizio Artale, Presidente del Centro d’Accoglienza “Padre Nostro” di Palermo.
Al termine della conferenza si è svolta la Cerimonia per la Firma del Patto di Gemellaggio fra tutti i paesi Partners del progetto. Il patto segna l’inizio di una cooperazione proficua e duratura, nel solco della fratellanza fra i popoli e della reciproca collaborazione, garantendo il prosieguo della Rete. Scambiandosi e valutando insieme esperienze e buone prassi nelle tematiche e sotto tematiche trattate, le delegazioni straniere, durante la I sessione italiana di Conferenze Europee, hanno gettato le basi per una collaborazione non solo in campo progettuale, ma anche in campo economico, culturale e sociale, impegnandosi a garantire la continuità dei progetti e delle attività per non interrompere il percorso intrapreso.

RIMANI IN CONTATTO