MARZO 2019
Home Tags Posts tagged with "Giardini Naxos"

Giardini Naxos

0 28

La prematura e tragica scomparsa del Prof. Sebastiano Tusa nell’incidente aereo dell’Ethiopian Airlines in Etiopia ci ha lasciato tutti sconvolti. Personalmente conoscevo l’emerito archeologo fin da quando diede vita al GIAS (Gruppo Intervento di Archeologia Subacquea). Mi ricordo una sua visita al Comune di Giardini Naxos per presentare il Gruppo di Intervento. Di li a poco fu creata, in Sicilia, la prima Soprintendenza del Mare e lui nominato Soprintendente (il primo). Ha fatto tanto per l’archeologia subacquea della nostra terra che ora piange uno dei suoi figli eccellenti che ha dato lustro alla Sicilia e ai suoi tesori sottomarini. Un grave lutto per tutta la famiglia ed una grave perdita per la cultura siciliana e italiana. Persona perbene e gentile che ricorderemo sempre con tanto affetto e stima. Per tutti noi e per la nostra Isola un lutto incomprensibile ed un vuoto incolmabile.

Il Direttore di Sicilia Felix

 La Redazione di Sicilia Felix esprime le più sentite condoglianze alla famiglia del Prof. Tusa e riporta di seguito alcune delle tante esternazioni di cordoglio che sono state espresse a seguito della tragica notizia:    

 

 

Il Prof. Tusa in un recente convegno al Museo Archeologico di Naxos

Il Prof. Tusa in un recente convegno al Museo Archeologico di Naxos

SOPRINTENDENZA DEL MARE – Regione Siciliana

 Scomparsa di Sebastiano Tusa

Abbiamo appreso con sgomento la morte di Sebastiano Tusa, da circa un anno Assessore regionale ai Beni Culturali. Ma al di là della carica politica per noi è rimasto il Soprintendente del mare, struttura da lui creata dopo aver dato vita al GIAS (Gruppo Intervento Archeologia Subacquea) e successsivamento allo SCRAS (Servizio di Coordinamento Ricerca archeologia Sottomarina). A Sebastiano ci legano ricordi bellissimi, un lungo impegno quasi ad inseguire, tra mille difficoltà, il sogno di una Sicilia diversa e bellissima. Per lui che aveva il cuore rivolto al passato ma la mente proiettata al futuro, il lavoro era una forma di impegno civile, totale e totatilizante, a cui si dedicava interamente senza mai fermarsi o abbattersi. Con un entusiasmo che non cessava mai di colpirti e di coinvolgerti.

Sebastiano Tusa ci lascia il 10 marzo, il giorno che la storia ricorda come la data della celebre Battaglia della Egadi, che tra tutte le scoperte della sua lunga carriera, era quella di cui andava più orgoglioso: avere ricostruito con precisione lo svolgersi della giornata e il luogo preciso dove avvenne lo scontro, fino ad allora ancora incerto.

Ma molti lo hanno conosciuto come archeologo preistorico, settore a cui ha dedicato buona parte della sua vita. Indimenticabile il suo libro “La Sicilia nella preistoria”, scritto quando aveva appena trent’anni. Alla luce delle sue ricerche, i suoi studi in vari siti dell’Isola, la sua visione innovativa dell’evoluzione delle prime comunità di cacciatori e raccoglitori che popolavano la Sicilia, si può affermare che con lui scompare anche l’ultimo grande maestro della preistoria siciliana.

Per noi è imprescindibile ricordare il suo tratto umano, il suo sorriso, la sua leggiadra ironia. In lui non trovavi mai un ostacolo alle proposte, spesso anche innovative, ma anzi stimoli ed incoraggiamenti ad andare avanti, consigli su come procedere. Generoso e di grande umiltà era disponibile con chiunque, senza guardare cariche o titoli di studio, pronto all’ascolto al dialogo con tutti, a raccogliere e fare proprie idee e progetti e a riconoscere e valorizzare il lavoro altrui.

Con lui scompare uno studioso di fama internazionale che dava prestigio alla Sicila, e rappresentava l’anima più bella della nostra terra, che sapeva mettere al centro il recupero della memoria storica e l’orgoglio delle sue radici pur sentendosi contemporaneamente e con lucidità cittadino del mondo.

Da oggi la Sicilia perde una dei suoi uomini migliori di cui si sentirà la mancanza man mano che passeranno i giorni e gli anni.

Per noi è stato un grande onore, conoscerlo, averlo vicino, lavorare fianco a fianco. Con lui se ne va anche una parte di noi. A tanti mancherà lo studioso prestigioso, il ricercatore instancabile, il funzionario brillante, a noi mancherà il carissimo amico, il fratello maggiore con cui abbiamo condiviso anni di passione e di lavoro avendo insieme nel cuore una speranza in una Sicilia più bella e più giusta.

L’auspicio è che si possa far tesoro della sua eccezionale conoscenza, del suo stile, della sua competenza, del suo entusiamo, della sua umiltà: un modello da seguire ed imitare. Solo in questa maniera può trovare senso una tragedia incomprensibile e una scomparsa inaccettabile.

Alfonso Lo Cascio Tel. 335.7957310

 

VITTORIO SGARBI 

Il prof. Sebastiano Tusa era stato nominato assessore dal Presidente Musumeci nel mese di aprile del 2018 a seguito delle dimissioni del critico d’arte Vittorio Sgarbi il quale nell’apprende la tragica notizia ha detto:“Resta il suo pensiero, l’intelligenza, la disponibilità ad ascoltare, la gentilezza, e tanti studi, tante ricerche sospese, tanti sospiri di conoscenza”. In pochi casi l’archeologo, lo scienziato si era fatto politico con tanta naturalezza, continuando a vedere le cose, la storia e il mondo senza calcoli e strategia, per amore della bellezza, per la certezza che il mondo antico in Sicilia era ancora vivo. Potevano risorgere sculture, rinascere kouroi, uscire Venere dall’acqua. E come vive la storia con noi, vive anche lui oltre la sua apparente fine”.

 

Deputato Danilo Lo Giudice

“Una notizia tragica che lascia senza parole. La Sicilia e l’Italia
intera perdono un uomo di grandissimo spessore culturale che aveva
messo a servizio della collettività la sua competenza e
professionalità.
Un professionista ed accademico che nonostante la fama mondiale nel
suo settore, mantenuto forti le radici e il legame con la Sicilia, al
cui patrimonio ha dedicato la propria vita.”

Lo ha dichiarato il Presidente del Gruppo Misto all’Assemblea
Regionale Siciliana Danilo Lo Giudice.

 

Deputato Claudio Fava

“Una notizia drammatica. In pochi mesi abbiamo imparato ad apprezzare
la capacità dell’Assessore Tusa di imprimere un taglio di
straordinaria professionalità alla gestione dei beni culturali della
Sicilia. Un’opera in continuità con il suo infaticabile lavoro di
studio e di ricerca. Per tutti noi una perdita grave.”

Lo ha dichiarato il Presidente della Commissione Parlamentare
Antimafia Regionale, Claudio Fava

 

Deputato Tony Rizzotto

“A nome mio personale e della Lega per Salvini Premier esprimo alla
famiglia il più profondo cordoglio per la scomparsa di Sebastiano
Tusa. Un professionista ed uomo di cultura di spessore internazionale
che aveva scelto di dedicare alla Sicilia la propria passione e le
proprie competenze.”

Lo ha dichiarato Tony Rizzotto, deputato della Lega all’Assemblea
Regionale Siciliana

 

Il Sindaco Pancrazio Lo Turco   e il Presidente del Consiglio Danilo Bevacqua del Comune di Giardini Naxos (Me)

A seguito dell’incidente aereo avvenuto in Etiopia dove ha perso la vita anche l’archeologo di fama internazionale Prof.  Sebastiano Tusa il Sindaco Pancrazio Lo Turco assieme al Presidente del Consiglio Danilo Bevacqua del Comune di Giardini Naxos apprendendo la notizia nel manifestare il loro cordoglio e quello dell’amministrazione hanno detto: “La Città di Giardini Naxos e noi tutti abbiamo appreso con costernazione ed incredulità la notizia dell’enorme tragedia in cui ha perso la vita, tra gli altri, il Prof. Sebastiano Tusa, archeologo di fama internazionale, attuale Assessore Regionale ai Beni Culturali. A nome di tutti i Giardinesi e dell’amministrazione comunale ci uniamo al dolore dei familiari del compianto Prof. Tusa, esternando il più sincero sentimento di gratitudine. Persona perbene e grande amico tra gli assessori regionali. Amico anche di Giardini Naxos, non a caso quest’anno avremmo dovuto organizzare una rassegna di archeologia sottomarina di livello mondiale”.

Il Prof. Tusa al Parco Archeologico di Naxos

Il Prof. Tusa al Parco Archeologico di Naxos

 

Mario Bolognari Sindaco del Comune di Taormina

Viene a mancare un autorità a livello internazionale del mondo dell’archeologia ed in particolare dell’archeologia subacquea. Era una persona amabile e perbene che tutti ricorderanno con rispetto e dolore. Sono personalmente colpito da questa brutta notizia e rivolgo un abbraccio sentito alla moglie Valeria e a tutti i familiari. In qualità di assessore regionale ha dimostrato amicizia e simpatia per la nostra Taormina, interessandosi delle sorti del Teatro Antico e del Palazzo Ciampoli. La Città intera si inchina di fronte al politico, allo studioso, all’uomo.”

 

 

0 144

Si sono astenuti dal lavoro per tre  giorni in segno di protesta per chiedere la stabilizzazione.  Stiamo parlano dei cinquemila lavoratori Asu siciliani che hanno proclamato la prima azione di sciopero generale regionale il 26, 27 e 28 febbraio. Numerosi  sindaci hanno sostenuto la protesta. Tra i socialmente utili c’è chi non riceve l’assegno da ottobre. In sintesi, le motivazioni della protesta sono quelle elencate in occasione dell’indizione dello stato d’agitazione lo scorso 26 gennaio, a partire dai sistemi di pagamento degli assegni di utilizzazione insicuri e non puntuali da parte dell’assessorato al Lavoro. E poi la mancata applicazione delle norme vigenti da parte dello stesso assessorato e la mancata stabilizzazione, come prevista dalle norme vigenti.

Alcuni scioperanti Asu del Comune di Giardini Naxos assieme (al centro) il Presidente del Consiglio Danilo Bevacqua

Alcuni scioperanti Asu del Comune di Giardini Naxos assieme (al centro) il Presidente del Consiglio Danilo Bevacqua

 

0 130

CONCORSO DI IDEE PER LA REALIZZAZIONE GRAFICA E LA CREAZIONE DEL LOGO RAPPRESENTATIVO DEL TRECENTESIMO ANNIVERSARIO DALLA ISTITUZIONE DEL LIBER BAPTIZATORUM DELLA PARROCCHIA SANTA MARIA RACCOMANDATA IN GIARDINI NAXOS

Giardini Naxos – La Comunità parrocchiale della chiesa madre di Giardini Naxos, si prepara a vivere un appuntamento importante che caratterizzerà un intero anno a partire da giorno 23 aprile prossimo e sino al 14 aprile 2020: i 300 anni dalla registrazione di un battesimo in libri propri della Parrocchia “S. Maria Raccomandata”.Per meglio organizzare l’avvio di un percorso di festeggiamenti, è stata istituita una “Commissione Artistico-Culturale, composta da don Giuseppe Di Mauro, Marlisa Russo, Carla Buda, Giancarlo Moschella e Sergio Visconti. La Commissione ha redatto un bando di concorso di idee per la realizzazione grafica e la creazione del logo rappresentativo del Trecentesimo anniversario di cui sopra. L’art. 3 del predetto Concorsoprecisa che “La partecipazione al concorso di idee è gratuita ed è riservata principalmente a grafici, creativi, studenti di Università e Accademie, artisti, società di grafica e comunicazione. La partecipazione, tuttavia, è aperta a tutti, senza nessun limite di età o di requisito. E’ ammessa la partecipazione singola o collettiva”. Gli elaborati dovranno pervenire entro le ore 18.00 del 15 Marzo 2019 a mano presso l’ufficio parrocchiale, in busta chiusa intestata alla:Parrocchia Santa Maria Raccomandata, Corso Umberto I, 97 -98035 Giardini Naxos Tel./fax 0942 51582 -e-mail: info@santamariaraccomandata.itUna Commissione giudicatrice valuterà gli elaborati e proclamerà il vincitore del Concorso di idee. La Commissione giudicatrice sarà composta da:Il Parroco pro-tempore Don Giuseppe Di MauroIl Direttore dell’Ufficio diocesano Beni Culturali ed EcclesiasticiIl Sindaco di Giardini Naxos o suo delegatoLa dott.ssa Maria Teresa Di Blasi, storica dell’arteL’Arch. Vera Greco, direttrice del Parco Archeologico Naxos-TaorminaN. 4 Componenti della Commissione artistico-culturale del Comitato organizzatoreGiorno 24 marzo, alle ore 19.00, presso la Chiesa “S. Maria Raccomandata” si svolgerà la cerimonia di premiazione. Il Bando del “Concorso di idee” potrà essere scaricato dal sito web della Parrocchia www.santamariaracomandata.it, edalla pagina facebook ufficiale della Parrocchia; potrà, inoltre, essere ritirato in cartaceo presso l’Ufficio parrocchiale.

La Chiesa Madre

La Chiesa Madre

0 567

Taormina – Tutto è pronto per il Carnevale di Trappitello in Taormina edizione 2019 che inizierà ufficialmente sabato  2 marzo alle ore 16 con sette  carri che sfileranno portando allegria e spensieratezza. Il Carnevale di Trappitello si concluderà con la seconda e ultima sfilata giorno 9 marzo con la partecipazione di ulteriori tre carri per la terza edizione del  “Trofeo Valle Alcantara” con la partecipazione della rinominata location di Giardini Naxos rappresentata dal Jaaneta Beach di Silvio Angrisani  che interverrà con il suo staff.  Ricordiamo che da anni il noto locale giardinese Jaaneta Beach è promotore di importanti eventi musicali e di moda che animano la movida del comprensorio turistico taorminese.

Buon Carnevale a tutti !

La locandina del carnevale Jaaneta

La locandina del carnevale Jaaneta

0 41

RomaAiace (Associazione italiana assistenza consumatori europei), che vanta sedi anche nello stivale, si muoverà a difesa dei milioni di spettatori che hanno effettuato una telefonata per votare canzoni ed artisti del Festival di Sanremo e poi hanno visto disattesa la propria votazione. Il sodalizio si sta attivando, appunto, presso le sedi competenti per ottenere, almeno, il rimborso dei soldi spesi, 51 centesimi a telefonata, che hanno contribuito alla classifica. Quest’azione viene effettuata per segnalare, ulteriormente, quanto accaduto nel corso della parte finale della seguitissima manifestazione. Stando a quanto emerso, infatti, l’indicazione del voto popolare era stato chiaro conferendo un’altissima percentuale di preferenza al cantante Ultimo. La seconda piazza era stata ottenuta dal Volo mentre terzo sarebbe risultato essere Mahmood. Poi, in maniera incredibile, il risultato è stato modificato dalle altre giurie in maniera che fa suscitare qualche perplessità. “Il sodalizio non vuole entrare nel merito della gara canorasostiene il segretario nazionale, Giuseppe Spartàma è apparso assolutamente ininfluente il voto espresso da tanti utenti che sono rimasti delusi ed hanno percepito l’inutilità del proprio e, tra l’altro, costoso intervento. A tal proposito Aiace effettuerà una richiesta ufficiale per quanti vorranno il rimborso di soldi spesi per nulla“. Il sodalizio consiglierà, inoltre, all’organizzazione di Sanremo di verificare le modalità d’espressione delle varie giurie anche per evitare verdetti che hanno lasciato tanto amaro in bocca a quanti hanno espresso una preferenza che poi non ha avuto effetto.

images

0 107

Grande giornata di Sport e di festa sabato 2 febbraio al Dusmet di Catania, dove si è svolto il 1°TROFEO SANT’AGATA di Hockey Under 12 Maschile e femminile,  al quale hanno partecipato le società CusUnime, Don Bosco, Galatea, Katane, Raccomandata, San Pietro Clarenza e Valverde. Il girone maschile è stato vinto dal Don Bosco mentre quello femminile dal San Pietro Clarenza. Momento emozionante l’esordio assoluto per la formazione del GSRaccomandata femminile. Un folto e caloroso pubblico ha fatto da cornice alla manifestazione che ha visto scendere in campo circa 90 hockeisti in erba. Dopo la premiazione, presenziata  dal Vice Commissario Regionale FIH Enzo Falzone,  tutti i partecipanti si sono ritrovati nella club house per il terzo tempo dove sono stati raggiunti dall’Assessore allo Sport di Catania Sergio Parisi.

I giovani atleti del GS Raccomandata

I giovani atleti del GS Raccomandata

I piccoli atleti di Hockey

I piccoli atleti di Hockey

La squadra maschile e femminile del GS Raccomandata

La squadra maschile e femminile del GS Raccomandata

La squadra femminile del GS Raccomandata con l'allenatore Massimo Brunetto

La squadra femminile del GS Raccomandata con l’allenatore Massimo Brunetto

0 73

La dr.ssa Maria Teresa D’Agostino ha effettuato visite e valutazioni clinico- nutrizionali con tanti consigli per uno stile di vita sano. Il prossimo appuntamento sabato 23 febbraio con la prevenzione in ambito geriatrico

 

Continuano gli appuntamenti con le “Le Giornate delle Salute”, ideate dalla dr.ssa Daria Caminiti, medico – chirurgo specialista in otorinolaringoiatria ed esperta in allergologia, e organizzata nei locali della Casa di Soggiorno per Anziani “Carlo Zuccaro” di Taormina. Un’iniziativa rivolta principalmente alla prevenzione delle patologie che riguardano da vicino la terza età, che ha visto l’entusiastica adesione della cittadinanza, oltre quella di numerosi specialisti, dell’associazione Misericordia “San Giuseppe” di Letojanni e gli Enti locali del comprensorio. Nella seconda Giornata il focus è stato sulla prevenzione in ambito nutrizionale con la biologa nutrizionista clinica Maria Teresa D’Agostino.

«Una giornata dedicata alla salute dei cittadini - spiega la dr.ssa Maria Teresa D’Agostino in una perfetta integrazione tra la medicina preventiva abbinata alla promozione di uno stile di vita sano. Ho aderito con entusiasmo all’iniziativa della dr.ssa Caminiti perché ritengo che la prevenzione è uno degli strumenti più importanti che abbiamo per rimanere in salute. E la prevenzione comincia dall’alimentazione». La dr.ssa Maria Teresa D’Agostino, specialista in nutrizione clinica, con il supporto dei volontari della Misericordia “San Giuseppe” di Letojanni ha effettuato visite e valutazioni clinico- nutrizionali ai tanti cittadini provenienti da tutto il comprensorio, da Mojo Alcantara a Santa Teresa di Riva, e agli ospiti della Casa di Soggiorno per anziani “Carlo Zuccaro” di Taormina. Dopo una attenta anamnesi del paziente ha fornito dei consigli utili per una corretta alimentazione e uno stile di vita sano. «Mangiare in modo corretto   sottolinea la nutrizionista – può aiutare non solo a mantenersi in forma ma anche a prevenire e curare, soprattutto negli anziani, alcune patologie quali obesità, diabete, malattie metaboliche e cardiovascolari».

Il prossimo appuntamento con le “Giornate della Salute” è previsto per sabato 23 febbraio. I medici Francesco Lo Giudice, specialista in medicina interna, Monica Mazza e Santi Di Stefano, specialisti in geriatria, dalle 8.30 alle 13.30 nei locali della Casa di Soggiorno per anziani “Carlo Zuccaro” di Taormina, effettueranno una valutazione clinica delle patologie metaboliche e dell’età geriatrica (diabete ipertensione, vasculopatie generali, ipercolesteroleia). Mentre la giornata di prevenzione in ambito oncologico e chirurgico con il dr. Alessandro D’Angelo, specialista in oncologia, e la dr.ssa Antonella Gallodoro, specialista in chirurgia plastica, è stata spostata a sabato 30 marzo. (Vedi nuova locandina allegata).

Le Giornate della Salute hanno ottenuto il patrocinio della Fraternita Misericordia “San Giuseppe” di Letojanni e dei comuni di Taormina, Antillo, Castelmola, Francavilla di Sicilia, Gaggi, Gallodoro, Giardini Naxos, Graniti, Forza d’Agrò, Letojanni, Mojo Alcantara, Mongiuffi Melia, Randazzo, Roccella Valdemone, San Teodoro, Santa Teresa di Riva, Sant’Alessio Siculo. Media partner delle “Giornate della Salute” è la Maurfix Srl, agenzia di comunicazione e strategia digitale di Roma, con sede operativa anche a Taormina (www.maurfix.it).

Giornata della Salute con la dott. Maria Teresa D'Agostino

Giornata della Salute con la dott. Maria Teresa D’Agostino

0 495

Taormina (Me) – Proprio così. Con l’emozionante e suggestiva novena di Natale eseguita dal Gruppo Folk Taormina nella magnifica cornice della Chiesa Madre di San Nicola domenica 23 dicembre, davanti ad un folto pubblico entusiasta. Introdotto dal suono delle zampogne e dai declami del cantastorie (“vogghiu cantari cu lu cori in manu l’antica e vera storia di Natali”), lo spettacolo “A novena di Natali” si è aperto col brano “A la notti di Natali”, una antica novena che descrive il richiamo ai pastori (“susi pasturi non dormiri chiu, lu vidi chi è natu u bambinu Gesù”).

Prologo del primo di quattro episodi che hanno rievocato l’avvento della buona novella: l’annunciazione, col brano “L’annunciazioni” (“vergini e casta fusti Maria, li megghiu sogni fusti di  già”).  Il secondo episodio ha presentato il viaggio di Giuseppe e Maria a Betlemme con il brano“L’editto”. Il terzo episodio ha presentato la nascita di Gesù, un evento che ha letteralmente fatto impazzire di gioia tutte le genti vicine, qui rappresentato con ben sei canti: “Nasciu lu bambineddu” (“nasciu lu bambineddu in menzu a un boi e all’asineddu”), una tarantella pastorale condita dall’allegria del fischietto siciliano. Seguita da “Palummedda”, una bellissima ninna nanna cantata da Cesare Ponturo. Ritorna la zampogna, strumento tradizionale di pelle di pecora, protagonista di un’altra ninna nanna pastorale dal titolo “A ciaramedda”, cantata da Felice Curro’.

Poi il canto “Bambineddu beddu beddu” interpretato da Carmelo Pellitteri e accompagnato dalla coreografia delle ballerine Francesca, Giusy, Mariella, Mariella, Paola e Rosanna, esibitesi in una vivace tarantella eseguita coi tradizionali cesti intrecciati recanti doni per il bambinello.

Ed ancora, la visita dei pastori con il brano “Sutta un pedi di lumia” (“e susi pasturi, nun dormiri chiu’, lu vidi chi è natu u bambinu Gesù”), cantato da Felice Curro’. Per i siciliani Gesù nasce proprio sutta un pedi di lumia, quasi a rimarcare l’identità geografica dell’evento. L’episodio della Natività’ si è quindi chiuso con un brano d’atmosfera, una ballata originale scritta e cantata da Carmelo Pellitteri dal sapone decisamente cantautoriale, intitolata “ Un cantu divinu”.

Il quarto episodio ha presentato l’arrivo dei Magi lungo la rotta indicata dalla stella cometa, con la danza veloce dal gusto orientale “I re Magi” (“arrivaru nta’ na rutta unni c’era lu bambinu”). Seguita dal brano più emozionante della serata: l’antica ballata in re maggiore “Maria lavava”, una ballata dolce e ammaliante mirabilmente interpretata dalla vibrante voce di Mariella Ponturo.

Maria e Giuseppe diventano così, nell’immaginario popolare siciliano, autentici protagonisti dell’Avvento, compagni della vita di tutti i giorni, in tutte le case, una compagnia di cui non si può fare a meno.

Infine, Felice Curro’ ha cantato un’antica filastrocca siciliana “La madunnuzza quannu iu a la fera”, accompagnata da una tarantella pastorale dei bastoni, coreografata dai ballerini Alessandro, Carlo, Carmelo, Federico e Salvatore.

Lo spettacolo si è concluso con un brano originale, scritto e cantato da Carmelo Pellitteri, dal titolo “Buon Natali e buon anno”. Così, fra gli applausi e la gioia dei presenti, l’ensemble coreutico-musicale Gruppo Folk Taormina (Carmelo Pellitteri, chitarra, fischietto e voce; Cesare Ponturo, tamburello e voce, Christine Perrotta, violino; Felice Curro’, zampogna e voce; Nuccio Perrotta, tamburo; Paolo Buemi, fisarmonica; ed i ballerini Alessandra Tadduni, Francesca Siracusano, Giusy Ruberto, Loredana Catalano, Mariella Ponturo, Mariella Mandracchia, Paola Mobilia, Rosanna Lo Iacono, Alessandro Calcagno, Carlo Annetta, Carmelo Calcagno, Federico Santoro e Salvatore Mandracchia) si è congedato dal pubblico chiudendo il concerto nel migliore dei modi, in modo augurale. E regalandoci quell’emozione speciale e quell’allegria tipica dei suoni del Natale, quei suoni che ti scaldano il cuore e che ci fanno raccogliere tutti attorno alla famiglia di Betlemme, a testimoniare che facciamo parte di un’unica grande famiglia: la famiglia umana.

Sergio Denaro

Il Duomo di Taormina

Il Duomo di Taormina

L'esecuzione del brano "A la notti di Natali"

L’esecuzione del brano “A la notti di Natali”

La tarantella  "A lu bambinu"

La tarantella “A lu bambinu”

Momento del terzo episodio: tarantella  "A lu bambinu"

Momento del terzo episodio: tarantella “A lu bambinu”

Le ballerine eseguono la tarantella sul brano "Bambineddu beddu beddu"

Le ballerine eseguono la tarantella sul brano “Bambineddu beddu beddu”

I ballerini eseguono la tarantella pastorale dei bastoni sul brano  "La Madunnuzza quannu iu a la fera"

I ballerini eseguono la tarantella pastorale dei bastoni sul brano “La Madunnuzza quannu iu a la fera”

0 266

Il Maestro d’arte Turi Azzolina (e la sua bottega), attuale custode del retaggio culturale del nostro territorio che si manifesta nei suoi capolavori sabato 28 dicembre inaugura nel suo atelier in via Nazionale – Villagonia Taormina alle ore 18,00 un interessante mostra dedicata al Natale. Tante le opere che sarà possibile ammirare in un atmosfera d’altri tempi nel suggestivo atelier  che si affaccia sull’incantevole baia di Naxos dove lo scultore giardinese concepisce i suoi raffinati ed originali capolavori.

Di recente il Maestro Azzolina ha scritto una pagina memorabile della sua carriera artistica. L’occasione è stata la realizzazione di una scultura per la sede del Tribunale Amministrativo (TAR) di Catania  dove qualche giorno fa si è svolta la cerimonia di intitolazione di un aula giudiziaria al Gen.le C.A. Carlo Alberto Dalla Chiesa  trucidato barbaramente dalla mafia il 3 settembre del 1982 quando era Prefetto a Palermo. Nel corso della cerimonia inaugurale dell’aula è stato posto in opera un busto del Generale realizzato in terracotta patinata dal maestro scultore di Giardini Naxos Turi Azzolina che da oltre 50 anni opera nel Comprensorio di Taormina/Giardini Naxos. L’opera di fine manifattura è stata inaugurata alla presenza delle massime autorità Civili, Militari e Religiose della città Etnea tra le quali: il Presidente del TAR Catania Dott. Pancrazio Savasta, il Segretario Generale della Giustizia Amministrativa Dott. Gabriele Carlotti, il Prefetto di Catania Claudio Sammartino, il Sindaco Salvo Pogliese, il Presidente della Corte d’Appello di Catania Dott. Giuseppe Meliadò, il Rettore dell’Università di Catania Francesco Basile, il Generale di Brigada Giovanni Cataldo, il Presidente di Sezione del TAR Catania Dott. Francesco Brugaletta.

Il busto del Generale Dalla Chiesa è l’ennesima raffinata opera che si aggiunge al lungo elenco di sculture realizzate dall’artista siciliano che è possibile ammirare in chiese, piazze e luoghi pubblici non solo dell’Isola ma anche in altre parti d’Italia e pure all’estero dove il maestro Azzolina ha realizzato numerose opere. L’ingresso è gratuito.

                   ROSARIO MESSINA

La locandina dell'evento

La locandina dell’evento

Maestro Azzolina  con una della sue opere:  la statua di Papa Giovanni Paolo Secondo

Maestro Azzolina con una della sue opere: la statua di Papa Giovanni Paolo Secondo

Lo scultore Azzolna nel suo atelier

Lo scultore Azzolina nel suo atelier

Il Maestro Azzolina con una delle sue sculture

Il Maestro Azzolina con una delle sue sculture

Il Maestro Azzolina a lavoro

Il Maestro Azzolina a lavoro

Il Presidente del TAR Catania Pancrazio Savasta e il Maestro Turi Azzolina con il busto del Generale Dalla Chiesa

Il Presidente del TAR Catania Pancrazio Savasta e il Maestro Turi Azzolina con il busto del Generale Dalla Chiesa

 

0 101

Taormina - “Cucina di ieri e di oggi con i prodotti del territorio” è il titolo di una singolare iniziativa, realizzata, in collaborazione del Comune, da parte dell’associazione “Aiace”, sodalizio che si occupa della difesa dei consumatori, e la Pro Loco di Taormina. Il momento è in programma al Palazzo dei Duchi di Santo Stefano, sabato, 29 dicembre 2018, a partire dalle ore 18.
Nel corso dell’evento sarà presentato il libro “Nonno Giovanni l’ultimo carbonaio di Taormina” di Giovanni Cannavò
Interverranno:
Mario Bolognari Sindaco di Taormina
Andrea Carpita Assessore al Turismo
Francesca Gullotta Assessore alla Cultura
Gaetano Caliri Presidente della Pro Loco Taormina
Franz Buda Presidente Aiace
Alberto Maugeri vice Presidente Aiace
Giovanni Cannavo’ Chef Onorario della Federazione Italiana Cuochi  e Maestro di Cucina
È annunciata la partecipazione straordinaria della giornalista, esperta del settore, Angela Amoroso.
Nel corso della manifestazione è prevista la proiezione del cortometraggio dal titolo, “Lassù dove volano le aquile il silenzio è assordante”. Modererà  l’incontro il giornalista, Mauro Romano

Lo Chef Giovanni Cannavò

Lo Chef Giovanni Cannavò

RIMANI IN CONTATTO