SETTEMBRE 2019
Home Tags Posts tagged with "messina"

messina

0 15

Si è svolta, alla presenza di Autorità civili e militari, nell’incantevole cornice del country resort Borgo Musolino la tavola rotonda su: Paesaggio, natura e biodiversità nel Grand Tour”. A coordinare e moderare la tavola rotonda l’avv. Silvana Paratore che ha sottolineato come la bellezza di un paesaggio è un valore importante che aggiunge qualità alla vita. Ad accogliere il numeroso pubblico presente il Movimento adulti scout Cattolici Italiani Masci Messina 1 Il Faro.  Presenti nel Salone eventi,  il Ten. Col. Arturo Sciarrone della Brigata Meccanizzata Aosta, il Ten. Alessandro Chierighini del Gruppo Aeronavale della Guardia di Finanza di Messina, il 1°maresciallo Pietro Valenti Marisuplog Messina. A porgere i saluti iniziali l’event manager di Borgo Musolino  dott.ssa Denise Siclari che ha ribadito l’importanza di un uso sostenibile delle risorse naturali come patrimonio e beneficio per le generazioni future . A seguire gli interventi dell’ispettore Ripartimentale Corpo Forestale Regione Sicilia dott. Giovanni Cavallaro,  di Nuccio Zanghi’ Presidente del club alpino italiano sez.  Messina  che ha sostenuto come sia nello spirito del CAI l’attenzione all’ambiente, la conoscenza del proprio territorio e la condivisione della stessa. Contributi all’incontro sono stati resi da Mariella Di Giorgi Presidente del Kiwanis Club Messina, dalla Past President Maria Luisa Pino del Soroptimist Spadafora Gallo Niceto, da Pippo Previti Pres. della Fondazione di Partecipazione Antonello da Messina. Sulla necessita’ di una concreta educazione ambientale si è soffermata la biologa naturalista dott. Ssa Domenica Lucchesi dell’agenzia Regionale per la protezione dell’ambiente Arpa Sicilia. Incisivo l’intervento del prof. Antonino Rindone  che ha affermato come l’area dello Stretto di Messina, si può considerare nel suo insieme, un ecosistema unico al mondo e rappresenta un bene inestimabile dell’umanità che dobbiamo proteggere, tutelare e salvaguardare per poterlo lasciare integralmente, come ci è stato donato dai nostri avi, alle generazioni future. La Sicilia riesce ad offrire ancora oggi una varietà di paesaggi ed habitat rilevante ha esordito il prof. Vincenzo Piccione già docente dell’Ateneo catanese. La Sicilia ha aggiunto, vanta una storia umana lunga e complessa e per lungo tempo ha rappresentato un punto nevralgico del mondo mediterraneo, crocevia di popoli dai quali ha mutuato e conservato aspetti culturali, sociali, linguistici. Riflessioni ha suscitato la relazione del professore di ecologia Giuseppe Lo Paro attualmente componente del Dipartimento di scienze chimiche, biologiche, farmaceutiche ed ambientali dell’Università degli Studi di Messina che ha affermato come occorra cogliere nel paesaggio una interpretazione scientifica. Il paesaggio concepito come un mosaico fatto di tessere costituite da tutto quello che gli studiosi chiamano ecotessuto. Il paesaggio ha concluso Lo Paro, è la risultante di tutti i processi che avvengono nel territorio oggetto di studio e di valutazione. Sulla Biodiversità nel Grand Tour si è ampiamente soffermato lo storico Franz Riccobono affermando come la Sicilia è una sorta di continente variegato nella Natura che è stato descritto dai viaggiatori già nell’antichita ‘ e ancor di più dai viaggiatori del cosiddetto Grand Tour, il viaggio esperienziale che le élite europee compirono tra il XXIII ed il XIX secolo. Interesse ha suscitato l’esposizione di foto di Avifauna dello Stretto curata dal fotografo Rosario Sardella che ha dimostrato il suo costante impegno per la salvaguardia dell’ambiente  e delle specie che lo popolano. Presenti tra gli altri,  in sala,  il Direttore del Museo Etnoantropologico di Castanea i ferri du misteri Cav. Domenico Gerbasi, lo scrittore Lorenzo Porretta, l’artista Giovanni Gulletta, il chitarrista Mimmo americano Apprezzatissima la mostra Insecta a cura del Centro di educazione ambientale CEA Messina Onlus presieduto dall’ing.Francesco Cancellieri che ha illustrato ai presenti la collezione di insetti raccolti nel corso del decennio dal giudice Vittorio Aliquo’ e collocati in bacheche munite di spiegazioni illustrate. Presente alla tavola rotonda l’assessore all’Ambiente Dafne Musolino che ha descritto nel dettaglio l’impegnativa attività svolta dell’amministrazione comunale in tema di prevenzione, salvaguardia e tutela dell’ambiente e del paesaggio indicando le azioni portate a termine anche sul versante della regressione di condotte nocive per la salute collettiva. Soddisfatta l’event manager di Borgo Musolino che ha ringraziato tutti i relatori, il Pubblico presente, i promotori dell’evento l’ing. Cancellieri e l’avv. Paratore. Un commovente ed emozionato ringraziamento lo ha rivolto al padre che ha valorizzato l’antipasto dimora feudale di Borgo Musolino che racchiude in sé la storia, la cultura, i paesaggi, le tradizioni della vera Sicilia. La giornata è proseguita con un ricco buffet.

La Conferenza Stampa

La Conferenza Stampa

I relatori della Conferenza Stampa

I relatori della Conferenza Stampa

L'Avvocato Silvana Paratore

L’Avvocato Silvana Paratore

Il tavolo dei relatori alla conferenza

 

Un omaggio alla relatrice

Un omaggio alla relatrice

Il tavolo dei relatori

Il tavolo dei relatori

0 18

Aci Castello (Ct) – Si è svolto presso la sala Einaudi nell’incantevole cornice del Presidential Park Hotel di Aci Castello il convegno medico scientifico sul tema: “l’importanza di una sana postura ed i danni da esposizione inconsapevole all’inquinamento elettromagnetico”. L’evento promosso dalla giovane e dinamica azienda Domus Line Italia nell’ambito del Progetto Salute volto a fornire informazioni utili per la tutela del benessere psico-fisico ed il miglioramento della qualità della vita, ha registrato la presenza di autorevoli relatori. A moderare i lavori del convegno l’avv. Silvana Paratore impegnata con la Domus Line Italia in attività di solidarietà sociale a sostegno dei meno fortunati. Dopo i saluti della Presidente di Domus Line Italia, Giovanna Russello e del funzionario nazionale Santo Ielo, attenzione ha suscitato l’intervento del dott. Carmelo Pecora neurochirurgo specializzato in chirurgia vertebrale che si è soffermato su Patologia della modernità, postura corretta e postura viziata sottolineando come le trasformazioni socio-economiche dei paesi industrializzati nel corso del XX secolo abbiano mutato il quadro delle malattie alterando i pilastri su cui si fonda la salute del nostro organismo. Incisivo il suo monito ad adottare stili di vita corretti e dettagliati i dati sull’aumento di casi di osteoporosi : patologia caratterizzata da una diminuzione della massa ossea tale da indurre ad una maggiore fragilità e conseguente rischio di fratture. A seguire è intervenuto il Dott. Domenico Siclari posturologo che ha posto l’accento sulla necessità di avere un buon sonno come uno degli accorgimenti più importanti per il mantenimento della salute psico-fisica. Sulla magnetoterapia come  trattamento non invasivo usato sia dalla medicina ufficiale che dalla medicina alternativa che sfrutta l’azione dei campi elettromagnetici per curare diversi disturbi si è soffermata la fisioterapista dott.ssa Roberta Vozza. Interesse e spunti di riflessione sono stati infine suscitati dall’intervento dell’ing. Antonino Greco il cui intervento si è basato su elettrosmog e patologie associate. Il recente sviluppo del settore delle telecomunicazioni, ha affermato, ha prodotto un consistente aumento delle fonti di inquinamento elettromagnetico. Importante è sensibilizzare la popolazione spiegando la correlazione dimostrata da alcuni studi scientifici, tra determinate patologie e l’esposizione a fonti di inquinamento elettromagnetico. Diversi sono i campi magnetici all’interno delle nostre case con cui ci interfacciamo nel quotidiano che possono determinare dei danni alla salute di vario genere. Fondamentale diviene educare alla prevenzione.

Il mantenimento di uno stile di vita che sia al massimo salutare sia per il fisico che per la mente è fondamentale ha concluso Giovanna Russello Presidente di Domus Line. L’ azienda  si occupa da anni di sistemi di riposo per patologie posturali, di dispositivi elettromedicali per la prevenzione dei danni da elettrosmog e inquinamento elettromagnetico  e di magnetoterapia come precisato dal consulente Domus Messina, Nazareno Romeo .

L'Avvocato Silvana Paratore presenta il convegno

L’Avvocato Silvana Paratore presenta il convegno

Convegno

Interventi del Convegno

I lavori del convegno

I lavori del convegno

Il pubblico presente

Il pubblico presente

I lavori del convegno

I lavori del convegno

La foto con i relatori del convegno

La foto con i relatori del convegno

0 32

21 settembre 2019 ore 17

via I settembre  117-Palazzo Arcivescovile, Messina

Presentazione del catalogo: “Medicina e Farmacia nelle raccolte della Biblioteca Regionale Universitaria di Messina (1497 –1830)”  – Sala Lettura (1°piano)

A seguire…

Inaugurazione esposizione bibliografica a tema

-Salone Eventi (piano terra)

 

 

 

Le malattie,la sofferenza e i dolori hanno sempre accompagnato il percorso di vita dell’uomo che, nel ricercarne le cause, ha guardato ora alla natura, ora a forze occulte, ora ad un’entità superiore per interventi divini e questo fino alla concezione razionalistica di Ippocrate che rintracciò le origini nelle umane condizioni individuali.

L’uomo non si è lasciato sopraffare dall’ineluttabilità delle conseguenze delle tante infermità ma, nel corso degli anni, ha cercato di arginarle e di sconfiggerle, con studi volti ad approfondire, in misura crescente, la conoscenza del corpo umano e la sperimentazione di preparati, di rimedi terapeutici, inizialmente a base di erbe medicinali e di sostanze naturali, come ad esempio l’allume, minerale molto diffuso nel messinese.

Forse è stata la casualità a far trovare la prima cura e ad aprire la strada a maghi e sciamani, sapienti e scienziati, cerusici e speziali, medici e farmacisti. E’ appena il caso di precisare che per lungo tempo,attraverso i secoli, la figura del medico non era mai stata specialistica, ma era sommata a conoscenze scientifiche diversificate. L’evoluzione del pensiero in ambito sanitario, soprattutto per patologie e trattamenti terapeutici,però, è ancora oggi una frontiera aperta e, pur se a piccoli e grandi passi si sono ottenute importanti vittorie, il cammino per la sconfitta di alcune patologie è ancora irto di ostacoli.  

Le pubblicazioni in argomento hanno attraversato i secoli e costituiscono oggi beni bibliografici di inestimabile valore custoditi nelle biblioteche più importanti a livello mondiale.

La Biblioteca regionale di Messina, in occasione delle Giornate Europee del Patrimonio, promosse dal Mibac anche per l’edizione 2019,  inaugurerà un’esposizione bibliografica titolata:”Medicina e Farmacia dal 1497 al 1830 nel prezioso patrimonio dei Fondi Antichi della Biblioteca Regionale “Giacomo Longo”.

L’iniziativa culturale si aprirà il 21 settembre 2019, alle ore 17,00  presso la Sala Lettura della Biblioteca con la presentazione del catalogo “Medicina e Farmacia nelle raccolte della Biblioteca Regionale Universitaria di Messina (1497 – 1830)”, curato dalla dott.ssa Maria Teresa Rodriquez, già Dirigente Responsabile di questo Istituto, con note di presentazione a cura del Presidente dell’Ordine dei Medici di Messina, dott. Giacomo Caudo e del Presidente della “Fondazione Crimi”, dott. Rocco Crimi, e schede catalografiche  redatte dai dipendenti regionali, dott. Luigi Sturniolo e dott.ssa Carmen Puglisi, arricchite da brevi note  bio-bibliografiche. Introducono il testo tre saggi dei professori Rosamaria Alibrandi, Giuseppe Lipari e Rosario Moscheo.

Il Dirigente Responsabile della Biblioteca regionale,dott.ssa Tommasa Siragusa,dopo i saluti istituzionali,introdurrà la presentazione del testo fungendo da moderatore, e parteciperanno alla stessa a vario titolo: la dott.ssa Maria Teresa Rodriquez, curatrice del catalogo – che si avvarrà anche di immagini in proiezione – il Presidente dell’Ordine dei Farmacisti di Messina, dott. Sergio Papisca, il Vicepresidente dell’Ordine Provinciale dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Messina, prof. Renato Palmieri, e un rappresentate della “Fondazione Crimi” di Galati Mamertino (Messina), intervenendo con brevi contributi all’iniziativa culturale stessa, che si svolgerà sotto l’egida dei predetti Ordini e Fondazione. Presenzierà l’editore.

 

Seguirà l’inaugurazione della mostra tematica presso il Salone Eventi della stessa Biblioteca. I volumi in esposizione, a stampa e manoscritti, presenti nel catalogo suddetto e ordinati cronologicamente seguendo l’evoluzione della storia della medicina, della farmacologia e della botanica farmacologica in quei secoli, sono opera di eminenti scienziati, quali, e solo a titolo esemplificativo, Ippocrate, Avicenna  e Galeno. Moltissimi sono legati alla storia della stessa città peloritana. Si segnala, ad esempio Giovanni Battista Cortesi, con la sua  “Pharmacopoeia seu Antidotarium Messanense” del 1629 e, inoltre, “Hortus Messanensis”,una pubblicazione del 1640 del famoso botanico e medico Pietro Castelli, fondatore dell’attuale Orto Botanico, a lui titolato dopo la sua morte.

Dopo la giornata inaugurale, sarà possibile, poi, visitare la mostra delle rare e importanti pubblicazioni, dal 23 settembre al 4  ottobre, dal lunedì al venerdì, dalle 10 alle 13.

Si è pensato, altresì, di ampliare l’offerta ai potenziali fruitori con aperture straordinarie: domenica 22 settembre e sabato 5 ottobre e, ancora, domenica 6 ottobre, dalle ore 17 alle 20.

 L’ingresso è libero e non occorre prenotazione.

0x  Medicina e Farmacia - locandina

 

0 15

Sì terrà giorno 19 settembre 2019 alle ore 10 presso la Sala Ovale del Comune di Messina, alla presenza dell’Assessore all’Ambiente e Rifiuti Dafne Musolino e della Cultura Vincenzo Trimarchi, la conferenza stampa di presentazione dell’evento sul tema “Paesaggio, Natura e Biodiversità nel Grand Tour”.

I dettagli dell”evento che si svolgerà il 21 settembre 2019 ore 10:00 presso la Sala eventi di Borgo Musolino, saranno illustrati  dall’avv. Silvana Paratore che moderera’ la Tavola Rotonda alla quale interverranno i prof.ri Giuseppe Lo Paro del Dipartimento ChiBioFarAm dell’Università degli Studi di Messina, Vincenzo Piccione biologo naturalistiche e generalista ambientale e  lo storico Franz Roccobono.

Previste la Mostra Insecta Mini a cura dell’ Associazione Centro Educazione Ambientale (CEA) Messina onlus, una esposizione di foto di Avifauna dello Stretto a cura di Rosario Sardella ed un Estratto della Mostra del Grand Tour di Franz Riccobono.

L'Avv. Silvana Paratore

L’Avv. Silvana Paratore

0 47
Messina – Si è svolta al Salone degli Specchi della Città Metropolitana di Messina,  la Giornata della Consapevolezza ambientale promossa in occasione del XII Anniversario della strage provocata dal rogo che investi’ il rifugio del Falco di Patti il 22 agosto 2007 e che causo’ la morte di sei persone. L’evento promosso dall’Osservatorio sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza Lucia Natoli in collaborazione col C. E. A.(Centro educazione ambientale) , é stato moderato dall’avv. Silvana Paratore che ha ricordato la figura di Lucia Natoli donna sensibile ed attenta ai temi dell’infanzia e dei minori, ponendo l’accento sui rischi legati ai disastri ambientali. A seguire i saluti del Presidente dell’Osservatorio Saro Visicaro che ha sottolineato lo scopo della giornata mirante a rinnovare la memoria ed a sollecitare le pubbliche amministrazioni ad intervenire per quanto riguarda prevenzione e salvaguardia del territorio. Incisivo il Monito volto a realizzare la proposta di utilizzo del cortile interno all’isolato 88.
Determinato l’intervento del Presidente del C. E. A. ING. Francesco Cancellieri che ha ricordato che oggi come allora vige l’impegno di ciascuno a svolgere il proprio ruolo e dovere, dai Cittadini alle Istituzioni. Indispensabile è modificare la Legge 353 del 2000 e applicare in pieno la Legge 10 del 2013.
È ora di acquisire consapevolezza della grande crisi ambientale e climatica che stiamo vivendo  ha affermato il prof. Vincenzo Piccione già docente dell’Università degli Studi di Catania. La definizione e gli obiettivi dell’educazione ambientale sono cambiati nel corso del tempo. Nell’accezione più ampia l’educazione ambientale può essere definita come uno strumento per responsabilizzare il cittadino e aiutarlo a modificare il proprio comportamento.L’educazione ambientale, come altri ambiti inerenti alla formazione civica dell’individuo, con le sue peculiarità e i suoi obiettivi va rapportata a un contesto particolare: si è evoluta in rapporto al cambiamento degli scenari globali e locali, ai profondi sconvolgimenti ambientali, spesso caratterizzati da vere e proprie emergenze, che hanno interessato tutto il Pianeta soprattutto negli ultimi decenni. Essa nasce come educazione alla tutela e alla conservazione della natura (1970 – Conferenza dell’Unione internazionale per la conservazione della natura) e, nel corso degli anni ’70, si amplia spostando l’attenzione sulle attività antropiche, sul rapporto di causalità tra salute e qualità dell’ambiente, sul progresso tecnologico: l’ambiente non è solo quello naturale ma anche quello costruito e quello sociale. “Utilizzando le scoperte della scienza e della tecnologia, l’educazione deve assolvere un compito di primo piano per destare una chiara presa di coscienza e una migliore comprensione dei problemi ambientali, ha concluso il prof. Piccione. Concreto l’intervento del dott. Matteo Allone Presidente dell’Associazione il Centauro Onlus che ha sostenuto come l’incontro di consapevolezza ambientale debba essere un richiamo ad una vera e propria costante azione di educazione e di  prevenzione. Il tema della prevenzione incendi, ha aggiunto, deve divenire un modo di essere e di fare. Trascurare l’ambiente significa morire. Essenziale è cominciare dalle proprie abitudini, da noi stessi. Emozione ha suscitato l’interpretazione a cura della prof. Ssa Rosà Maria Guarino di una poesia dedicata a Lucia Natoli intitolata” Parlarsi oltre la vita”. Commovente il ricordo di Lucia a cura della sorella Rita Natoli. Presente all’incontro anche il Garante dell’infanzia e dell’adolescenza del Comune di Messina dott. Fabio Costantino che ha ricordato come Lucia Natoli non fosse solo il Direttore dell’USMM di Messina ma era un faro ed un punto di riferimento per tanti giovani professionisti. Lucia, ha sostenutoCostantino, ha lasciato agli operatori del sociale la necessità di coniugare la ricerca scientifica con l’attività Istituzionale. Indispensabile è lavorare sulla organizzazione del servizio sociale.   Presenti alla giornata della Consapevolezza ambientale anche la vicepresidente dell’Osservatorio Maria Luisa Pino  ed il consigliere Ennio Marino con una rappresentanza dell’associazione Centro Faro , il già presidente del consiglio comunale Pippo Previti, lo scrittore Lorenzo Porretta, l’artista Giovanni Gulletta, il Cav. Angela Rizzo di Cittadinanza Attiva, la dott. Ssa Eliana Torri dell’Ufficio servizi sociali minorili.  Momenti Musicali a cura del chitarrista Mimmo Ambriano. La giornata è proseguita con una escursione sui Colli S.Rizzo ed un momento conviviale a Zirio.
Il tavolo dei relatori

Il tavolo dei relatori

Al centro l'avv. Silvana Paratore

Al centro l’avv. Silvana Paratore

Un momento dell'incontro

Un momento dell’incontro

La foto con i partecipanti all'incontro

La foto con i partecipanti all’incontro

 

0 66

Taormina - “La V edizione del  Festival del “Taormina Opera Stars” sarà un momento di musica e spettacolo internazionale da non perdere”. Lo assicura il direttore artistico del Festival, Davide Dellisanti, che si appresta a coordinare quello che è ormai diventato l’appuntamento clou della musica classica al Teatro Antico. Una produzione questa dell’Associazione “Aldebaran”, presieduta da Antonio Lombardo.  “Quest’anno si è registrato – prosegue Dellisanti – uno sforzo organizzativo notevole. Il risultato è stato un programma di altissima qualità che sicuramente susciterà il gradimento da parte degli spettatori”. Ed infatti si annuncia una cavalcata di musica che prenderà il via il 18 e si concluderà il 25 agosto. “Si inizia, appunto, il 18 agosto  – prosegue il direttore artistico del Festival - con “Song of the Mermaid” liberamente ispirato alla favola della Sirenetta di Hans Christian Andersen. In scena, al Teatro Antico, “K-Arts“, quella che può essere considerata la più importante compagnia di danza della Corea del Sud, applaudita nei teatri di tutto il mondo. Si annuncia uno spettacolo fantastico, un’ esclusiva destinata al pubblico internazionale di Taormina. Il tutto sarà impreziosito da costumi e coreografie spettacolari che narreranno le vicende della Sirenetta in una storia d’amore adatta agli spettatori di ogni età”. Vi sarà spazio, poi, per la grande opera, come da tradizione del Festival. “Anche questa volta – dice il Direttore Artistico –  la grande lirica targata Taormina Opera Stars, sarà protagonista il 21 e 24 agosto, con uno dei capolavori più rappresentati e amati al mondo: Carmen di Georges Bizet. Tutto è stato predisposto nel migliore dei modi. Gianna Fratta, dirigerà l’orchestra del Taormina Opera Stars, la regia è di Antonio De Lucia, il coro sarà diretto da Carmelo Pappalardo. E non poteva mancare neanche un cast di livello internazionale.  Il mezzosoprano, Sanja Anastasia, interpreterà Carmen che si affiancherà al tenore che darà vita a Don José, Dario Di Vietri”. Si prospetta, infine, un momento di musica di altissimo livello. “Prestigiosa – conclude Dellisanti – sarà la serata finale del festival che prevede il concerto di Martha Argerich e Daniel Rivera. Il 25 agosto sarà, infatti, avremo l’onore di ospitare la pianista migliore al mondo. Eseguirà, accompagnata dall’orchestra del “Taormina opera stars”, il “Concerto numero 1″, di Franz Liszt.  Assieme a lei si esibirà il suo grande amico e pianista di fama internazionale, Daniel Rivera, che proporrà il Concerto per pianoforte ed orchestra di Edvard Grieg. Ho scelto di non dirigere personalmente l’orchestra perché gli impegni della direzione artistica di un Festival così importante mi hanno tenuto occupato più del previsto. Pertanto anche per questo appuntamento l’Orchestra del “Taormina Opera Stars” sarà diretta dal M° Gianna Fratta”. 

Davide Dellisanti

Davide Dellisanti

0 224

TaorminaTutto pronto per l’avvio del festival internazionale della grande musica di cui saranno resi noti dettagli, novità e tema delle giornate dedicate alla musica, venerdì, alle ore 11, negli storici locali del ristorante “La Baronessa”, alla presenza dell’assessore regionale al Turismo e Spettacolo, Manlio Messina, il sindaco di Taormina, Mario Bolognari ed il direttore d’orchestra, Gianna Fratta e gran parte dello staff. “Song of the Mermaid”, balletto coreano, “Carmen” di George Bizet e Marta Argerich (pianista di fama internazionale per la prima volta in Sicilia), sono gli ingredienti di un festival da non perdere. In arrivo, dunque, la vera musica internazionale al Teatro Antico. È grande attesa, appunto, per l’avvio del festival del “Taormina Opera Stars” che avrà come fulcro una splendida rappresentazione di “Carmen”, capolavoro di George Bizet, che andrà in scena il 21 e 24 agosto, nello splendido scenario della cavea. E’ questa una delle parti importanti della manifestazione che si annuncia una “cavalcata di musica dal respiro internazionale”. Il tutto nasce da un’idea del direttore artistico del festival, Davide Dellisanti. Il 18 agosto si inaugurerà il Festival 2019, con un balletto classico: “Song of the Mermaid”, liberamente ispirato all’affascinante favola della Sirenetta di Hans Christian Andersen. In scena al Teatro Antico “K-Arts”, la più importante compagnia Coreana, applaudita nei teatri di tutto il mondo dal “Kennedy Center” di New York ai teatri di San Francisco, Tokyo, Pechino, Parigi e Londra. Lo spettacolo, per la prima volta in Italia, sarà in esclusiva nazionale a Taormina.  Il “Taormina Opera Stars” concluderà il suo Festival con una serata di musica da non perdere. Sul palcoscenico si esibirà il 25 Agosto, Marta Argerich, un’autentica superstar della musica che si esibirà per la prima volta in Sicilia. Considerata la regina del pianoforte, la più grande pianista al mondo, per la prima volta al Teatro Antico, eseguirà il “Concerto numero 1, in Mi bemolle maggiore” di Franz Liszt. Artista assoluta e poliedrica, sarà protagonista di un evento unico. Accanto a lei si esibirà il suo grande amico e pianista di fama internazionale, Daniel Rivera che proporrà il “Concerto in La minore” di Edvard Grieg. Il mezzo soprano, Sanja Anastasia, sarà Carmen. Si affiancherà al tenore che impersonerà Don José, Dario Di Vietri. Il cast completo prevede inoltre: Micaela: Cristina Park (21 agosto) – Maria Tomassi (24 agosto); Escamillo: Shi Zong (21 agosto) – Cristian Barone (24 agosto); Frasquita: Ripalta Bufo; Mercedes: Angelica di Francesco (21 agosto) – Sabrina Messina (24 agosto); il Dancaire: Hata Shinnosuke; il Remendado Fabio Perillo; Zuniga: Ogai Michio (21 agosto) e Graziano D’Urso (24 agosto); Morales: Alessandro Vargetto. La quinta edizione del “Taormina Opera Star” prevede la direzione d’orchestra del maestro, Gianna Fratta, che è stata applauditissima in Tosca dello scorso anno. La regia sarà curata da Antonio de Lucia. Aiuto Regista sarà Francesco Briguglio. Orchestra e Coro del “Taormina Opera Stars”. Il Maestro del coro sarà, Carmelo Pappalardo. Il Coro delle voci Bianche “Vincenzo Bellini” avrà come direttore: Daniela Giambra. Il corpo di ballo è di “Danza Taormina” della coreografa, Alessandra Scalambrino. Maurizio Gullotta, tra gli artefici dell’iniziativa culturale, svolgerà il ruolo di direttore musicale. Un’iniziativa questa del presidente dell’Associazione “Aldebaran”, Antonio Lombardo. Assolutamente spettacolari, come da tradizione del Festival, saranno, infine, le scene de “La bottega Fantastica” diretta da Davide Barbera. Insomma una rappresentazione all’insegna della qualità che cercherà di impreziosire una delle serate di agosto di Taormina.

La locandina

La locandina

Martha Argerich

Martha Argerich

0 47

TaorminaUn alba magica, uno scenario suggestivo un’estasi di colori, profumi e suoni ci aspettano il 10 agosto nel meraviglioso Teatro Antico di Taormina, per la prima e unica volta aperto al pubblico per l’evento Dall’inferno… all’infinito,  promosso dalla Fondazione Taormina Arte Sicilia, con protagonista assoluta Monica Guerritore,

Sarà un risveglio suggestivo e unico, un’alba incantevole che unisce cielo e mare in una delle più belle aree archeologiche siciliane che si affaccia sulla baia di Giardini-Naxos e ha di fronte la potenza del Vulcano Etna. Sul palco una luminosa Monica Guerritore dentro il buio di una scenografia essenziale condurrà il pubblico in un viaggio spirituale nell’io interiore di ciascun individuo, una performance che racconta una discesa (e un ritorno) nell’animo umano compiuto attraverso i versi di autori immortali.

Un viaggio letterario nell’animo umano compiuto attraverso le parole di grandi autori, che con forza e passione si sono interrogati sul senso dell’esistenza. Tutto rende la ricerca e il racconto interiore e poetico di Maestri lontani tra loro per epoca, Pasolini, Morante, Valduga, Pavese, Hugo, Valery, Flaubert, un’unica grande Anima che racconta le infinite vie  della ricerca interiore degli uomini. E poi tutta la forza espressiva di Monica Guerritore e la forza della musica da Wagner a Sakamoto, Barber/Bernstein, Craig Armstrong, Eleny Karaindrou che accompagnano la performance.

Dall’inferno … all’infinito” è un racconto magico scritto e diretto da Monica Guerritore, messo in scena grazie alla regia di Lucilla Mininno, al disegno luci di Paolo Meglio, organizzato dalla Fondazione Taormina Arte Sicilia. La partitura musicale spazia da Giya Kancheli ad Alberto Iglesias, da Ryuichi Sakamoto a Samuel Barber, da Amalia Rodriguez a Eleni Karaindrou e Craig Armstrong.

Come la Guerritore ha dichiarato, parlando di questo intenso spettacolo:

Nella mia intenzione, il desiderio forte di sradicare parole, testi, versi altissimi dalla loro collocazione “conosciuta”, per restituirgli un “senso” originario e potente”.

La locandina

La locandina

0 197

Gioiosa Marea (Me) – Tutto pronto per la decima edizione del Festival canoro nazionale “Diventerò una stella – premio Lorena Mangano” la cui finale si svolverà Mercoledì 07 Agosto 2019 presso  l’auditorium Franco Borà di Gioiosa Marea. Sono 24 i giovani cantanti selezionati in tutta la Sicilia e la Penisola che calcheranno il prestigioso palco del Festival e che si contenderanno la prestigiosa borsa di Studio messa in palio con Anteros Produzioni, nella persona di Nazzareno Nazziconi che è da trent’anni una importante Agenzia Spettacoli, tra le più rinomate aziende nel settore dello spettacolo e della produzione musicale. Su progetti specifici, si occupa di discografia e di televisione, in ambito discografico ha fatto approdare diversi artisti al festival della canzone italiana di Sanremo ma anche a Castrocaro, Festivalbar e a tante altre manifestazioni come Vota la Voce, Disco per l’estate, Disco Ring, Super Classifica Show, CD Live, Top of the Pop e su reti come MTV, Mach Music, Video Italia ecc. e che dal 2016 cura, su progetto dello stesso Nazziconi,  il concorso “Area Sanremo Tour”,  finalizzato alla ricerca di giovani talenti musicali che avranno accesso ad AREA SANREMO.  Ecco di seguito i nomi dei giovani selezionati: Falzone Simona (San Cataldo -CL-), Lodato Beatrice e Messana Manuela (Favara -AG-), Rotondo Riccardo (San Pier Niceto -ME-) Sorbello Sabrina (Aci Catena -CT-) Spadaro Rosangela (Ali’ Terme -ME-) Ventura Alessia (Caltanissetta), Viviano Martina (Palermo) Voddo Desiree (Gela), Bollo Lucia e D’ Avola Federica (Caltanissetta), Bruzzese Martina (Mammola -RC-), Contino Danny (Agrigento), Gatto Michele (Parma), Giovenco Veronica (Palermo) Ignazitto Marta (Sant’ Agata M.llo -ME-), Stivala Marika ( Catania), Curatolo Angelica (Caltanissetta), Lopes Ketty (Monreale -PA-), Maccarrone Greta (Caltanissetta), Nicolosi Diego (Sant’ Agata Militello -ME-), Piromalli Angelica (Reggio Calabria), Sottile Noemi (Falcone -ME-), Tumbarello Gloria (     Mazzara del Vallo -TP-), Vitrano Lidia (Caltanissetta).

Anche per quest’anno in festival si avvale di una giuria qualificata. Tra i nomi di rilievo: il giovane e talentuoso maestro Marco Vito, di Gioiosa Marea  che dopo aver interpretato Romeo nel musical di Riccardo Cocciante e aver lavorato alla Rai come vocal coach, è reduce dall’esperienza di direttore dell’orchestra di Amici, popolare programma di Maria De Filippi, Francesco Baccini cantautore italiano di grande di indiscussa fama nazionale ed internazionale, Gaia Barlocco dai corpi di ballo delle più note trasmissioni RAI, Nazareno Nazziconi e Giuseppe Sturiano, produttori della Anteros Produzioni.

La conduzione della serata è affidata ai giornalisti Maria Vitale (Patron del Festival) e a Francesco Mazzullo (Attore e Regista) e non mancherà la simpatia e il divertimento con il duo dei cabarettisti siciliani Cric e Croc.

Il festival sposa anche tematiche sociali molto importanti. Si cerca di trasmettere ai giovani in un contesto musicale anche momenti di sensibilizzazione, riflessione e prevenzione. Per questo, da tre anni il festival è dedicato a Lorena Mangano, una giovane ragazza la cui vita è stata spezzata da un incidente stradale nel 2016. L’organizzazione del Festival vuole lanciare un messaggio diretto ai giovani nella prevenzione contro la guida in stato di ebrezza e sulla solidarietà, attraverso il Convegno di Sensibilizzazione sulla Sicurezza Stradale e l’altruismo “Sicurezza e Solidarietà” che si svolgerà sempre Mercoledì 07 Agosto alle ore 18,00 prima del Festival, di concerto con l’ Associazione Nazionale Familiari Vittime della Strada, nella persona del Presidente la D.ssa Pina Cassaniti e l’ Associazione “Donare e Vita” con il Presidente Gaetano Alessandro. Al Convegno Televisivo prenderanno parte esponenti delle Forze dell’Ordine, Carabinieri e Polizia Stradale, della Diocesi di Patti, dell’ordine dei giornalisti di Sicilia, rappresentanti Regionali e Amministrazione di Gioiosa Marea. Moderatori saranno i giornalisti Roberta Fonti e Valerio Barghini.

Durante la serata verranno assegnati due riconoscimenti sociali, uno da parte della Famiglia di Lorena Mangano ai genitori del giovane Urologo Attilio Manca e l’altro da parte della Associazione “Donare e Vita” a Carol Lazzaro moglie del Giornalista Sergio Granata al quale verrà intitolato da quest’ anno il premio della stampa che verrà assegnato ad uno dei concorrenti da una giuria prettamente composta da giornalisti.

locandina Diventerò una stella 2019 ufficiale CORRETTA

 

 

0 90

La quarta edizione della Traversata Solidale dello Stretto di Messina “Tancrede Swim Challenge… la sfida di un giorno la sfida per la vita” e la  prima edizione “Swim for Parkinson”

All’evento solidale presenti le telecamere di Linea Blu e della Rai

La sfida della traversata dello Stretto di Messina è stata ancora  vinta da Cecilia Ferrari, ma questa volta non era sola, assieme a lei si sono tuffati da Capo Peloro altri cinque atleti parkinsoniani, per poi giungere a Cannitello in ordine sparso, stanchi ma felici. L’obiettivo era quello di affrontare con successo l’ostacolo delle correnti e dei vortici dello Stretto, che è stato superato grazie al coordinamento del Comandante Giovanni Fiannacca, che ha curato l’azione delle venti imbarcazioni a supporto dei nuotatori e delle troupe televisive, alla regia della Capitaneria di Porto di Messina e al supporto logistico della Sezione messinese della Lega Navale. La manifestazione “Un Mare da Vivere… senza Barriere” dell’Associazione L’Aquilone Onlus di Messina, giunta alla XIV edizione, ha ospitato la quarta edizione della Traversata Solidale dello Stretto di Messina “Tancrede Swim Challenge… la sfida di un giorno la sfida per la vita”, dedicata al giovane Tancrede Roy di Boston (Usa), che sostiene i progetti sociali dell’Associazione L’Aquilone Onlus e la prima edizione di “Swim for Parkinson”. Il Presidente dell’Aquilone Onlus Rosario Lo Faro, si è mostrato soddisfatto per la perfetta riuscita dell’evento e per l’attenzione mediatica ricevuta: “Le telecamere della famosa trasmissione estiva del sabato pomeriggio assieme a quelle delle tre reti Rai nazionali, sono state il suggello ai nostri tre lustri di  volontariato, impegno e dinamismo  creativo. Questa edizione si è svolta col patrocinio della Fondazione Limpe per il Parkinson Onlus e l’Accademia Limpe – Dismov presieduta dal prof. Pietro Cortelli, Presidente della Fondazione LIMPE per il Parkinson Onlus, il quale ha dichiarato: “Sono contento per il successo ottenuto dai nostri atleti, in uno scenario unico, lo ripeteremo il prossimo anno con un numero superiore di pazienti, il messaggio ai 350.000 pazienti italiani è quello che si può sfidare lo Stretto, ma con la giusta motivazione e  preparazione”. Ospite d’onore della traversata la famiglia del giovane Tancrede Roy di Boston USA, per la grande fiducia e per il sostegno economico e morale dato all’Aquilone. Tancrede Roy ha letto un messaggio molto applaudito, rivolto ai nuotatori parkinsoniani, all’Aquilone  e alla bella Sicilia, che lo ha adottato e che non smetterà di amare, a seguire ha firmato un assegno di $ 18,300, destinato alle attività solidali dell’Aquilone”. Testimonial della XIV edizione dell’artista Alex Caminiti, per L’Aquilone, mentre nella prima edizione di “Swim for Parkinson della Fondazione LIMPE per il Parkinson Onlus e l’Accademia Limpe – Dismov”.  l’Associazione L’Aquilone”  e stata Cecilia Ferrari, assieme al campione olimpionico Massimiliano Rosolino. L’arrivo sulla spiaggia della Lega è stato salutato da un lungo applauso, Domenico Interdonato presentatore dell’evento ha chiamato tutti gli atleti sul palco per la consegna della medaglia, l’ attestato e maglietta. La consegna delle due opere alla famiglia Roy e al Presidente della LIMPE prof. Pietro Cortelli, è avvenuta in una pausa della consegna. Premiati per primi gli atleti parkinsoniani Maria Sivo, Anna Laura Maurin, Emanuela Oliveri, Marina Agrillo, Stefano Ghidotti e Cecilia Ferrari. Sul palco dei giardini a mare della Lega anche il Presidente dott. Luigi Albanese, che ha dato il benvenuto ai team provenienti da tutta l’Italia e si è detto commosso nel vedere lo sforzo fisico, dei nuotatori che nuotavano contro la malattia. Il primo pomeriggio è stato apprezzato dalla presenza dei tre “Ambasciatori del Gusto” messinesi: Lillo Freni della rinomata pasticceria Freni, Pasquale Caliri del Ristorante “Marina del Nettuno”  e Francesco Arena del panificio Masino Arena e con il concorso dell’azienda Arrigo Vini – Cantine Alagna di Marsala, presentata da Lorenzo Arrigo. Molto gradita la focaccia, i tortini di riso, la cassata e i dolci innaffiati da eccellente marsala, insieme sono riusciti a fare un gioco di squadra e a trovare il gradimento di tutti.

01 TRAVERSATA

I partecipanti

DA SIN. FRENI, CALIRI E ARENA

DA SIN. FRENI, CALIRI E ARENA

La traversata

La traversata

L'aquilone

L’aquilone

RIMANI IN CONTATTO