LUGLIO 2020
Home Tags Posts tagged with "naxos legge"

naxos legge

0 351

Bilancio più che positivo per la VIII edizione di Naxoslegge, il festival delle narrazioni, diretto da Fulvia Toscano, che si è chiuso il 1 ottobre con la presenza di Gabriella Greison, dopo trenta giorni di intense attività che hanno visto il.coinvolgimento di circa cinquanta partner e più di sessanta ospiti. ” Si è confermato, afferma Fulvia Toscano, dir.art. di Naxoslegge, il principio di metodo che sottende il festival, ovvero la sinergia virtuosa tra soggetti, capaci di operare culturalmente sui diversi territori. Si sottolinea sempre di più il ruolo attivo delle scuole, in.particolare il Liceo Caminiti-Trimarchi, diretto da Carmela Maria Lipari, partner storico del festival, e l istituto comprensivo di Giardini Naxos con cui abbiamo realizzato una anticipazione di Passaparola, la rassegna, fortemente voluta anche dalla dirigente D’ Amico, nata lo scorso anno, che vede protagonisti gli studenti di elementari e medie.”. Il festival, che ha in Giardini Naxos il suo centro propulsore, ha toccato tanti comuni: Messina,Taormina, Letojanni, Patti, Milazzo, Castelmola, Ficarra, Augusta, Linguaglossa, Castiglione, Milo, Piedimonte etneo, Scaletta Zanclea, Siracusa, coinvolgendo, accanto alle istituzioni, tante associazioni, fondazioni, singoli operatori culturali che hanno dato il loro contributo di idee e di supporto logistico. Nell’ ambito del festival, accanto agli appuntamenti tradizionali con ospiti provenienti da tutta Italia, centrati sul tema portante dell’ anno, CustoDire la Bellezza, è stata realizzata la mostra del maestro Alessandro La Motta ” Tradurre la Bellezza”, dedicata a Quasimodo traduttore dei lirici greci, in.collaborazione con la Galleria di arte moderna della Città metropolitana di Messina, Fidapa Messina Capo Peloro e Archeoclub Messina e Naxos-Taormina.

Due premi importanti,  ai Promotori della lettura e ai Saperi delle donne, sono stati assegnati, rispettivamente, a Giuseppe Lupo e Liliana Cavani.

 Si è riconfermata la importante sinergia con il Parco archeologico di Naxos, con il direttore Vera Greco, dove è stato rinnovato il progetto Comunicare l’ antico, nell’ ambito del quale è stato istituito l’ omonimo premio, consegnato il 1 settembre ad alcune istituzioni distintesi nella promozione della cultura classica, in diversi ambiti.

Trenta giorni intensissimi nei quali, come afferma sempre il dir.art.Fulvia Toscano ” abbiamo avuto modo, con studiosi, esperti, giornalisti, di confrontarci sul tema della rassegna, che ha puntato i riflettori sulla necessità di custodire e raccontare la Bellezza, declinata in diverse, plurali forme, mediata sempre dalla memoria storica, oggi più che mai minacciata”. Confermate le diverse sezioni del festival: la storia siamo noi, coordinata da Andrea Cerra, le donne non.perdono il filo, diretta da Marinella Fiume, sguardi a Oriente affidata a Sakiko Tamako Chemi, Ierophanie, la sezione augustana di Naxoslegge, coordinata da Mariada Pansera, che cura anche i progetti Classici dentro e In viaggio con.papa’, realizzati con la Casa circondariale di Brucoli. A queste sezioni già consolidate  si sono aggiunte In vino veritas, felice connubio tra libri, conversazioni e degustazioni di vini che ha visto alcuni paesi di Etna Nord protagonisti di momenti coinvolgenti, e NaxosinNoir, pensata con Mario Falcone e Cristina Marra.

Tutti gli incontri sono stati molto partecipati, con un pubblico sempre attento e numeroso, grazie anche al coinvolgimento di diversi attori territoriali che sono stati veri protagonisti imprescindibili del percorso.

Come di consueto, sullo sfondo del tema centrale, il festival ha spaziato dal contemporanea all’ antico,offrendo uno sguardo plurale, non conforme, sulla realtà, proponendo riflessioni forti, a tratti volutamente provocatorie, grazie alla presenza di straordinari ospiti, capaci di coinvolgere il pubblico in.una narrazione, a volte, inedita della realtà.

In prospettiva, dopo una brevissima pausa, Naxoslegge riprende il proprio percorso, in nome di quella idea militante della cultura, sempre evidenziata dalla Toscano, che si costruisce in 365 giorni, sui territori, con la gente.

Da subito si riparte con Liliana Nigro, Marinella Fiume, Giuseppe Nuccio Iacono, Accademia delle Belle arti di Catania e associazione Ninphea,  con il progetto Vestire le pagine, tra moda e letteratura, dedicato alle donne di D’ Annunzio. Prende avvio, con Mauro Cappotto, che ne è l’ ideatore, il progetto del Juke box letterario, per promuovere la poesia nelle scuole.

A breve, nell ambito del Sabirfest di Messina, riprende il tour di presentazione de Il vulcano che pensa, il volume collettaneo, pubblicato da Historica, curato con Andrea Cerra, con cui si inaugura la collana Topografie dell’ anima, diretta da Fulvia Toscano; inizia il tour della mostra di La Motta, dedicata a Quasimodo, che sarà ospitata sia nel contesto del convegno nazionale dell’AICC, a Messina il 20-21 ottobre, sia nell’ ambito del prestigioso convegno mondiale UNESCO, sui patrimoni, che si terrà a Montalbano dal 25 al 28 ottobre,  Riparte, per un’ ultima tappa, In viaggio con Tomasi, ospite a San Pellegrino Terme, con il Parco letterario Tomasi di Lampedusa e si riprende il progetto Il borgo delle storie, di residenza di scrittori, in diversi borghi di Sicilia, a partire da Brucoli e Monterosso Almo.

Si lavora alla seconda edizione di Passaparola e alla quarta di Nostos, il festival del viaggio e dei viaggiatori, con il premio ai Custodi della Bellezza, che trasloca definitivamente a Siracusa , grazie alla sinergia con l assessorato alla cultura del Comune, guidato da Fabio Granata. In cantiere anche laboratori e corsi di narrazione, con Mario Falcone per la sceneggiatura per il cinema e la televisione, Marinella Fiume per la scrittura autobiografica e di viaggio, cui si aggiunge una sezione dedicata alla narrazione dei patrimoni e dei beni culturali. Si ampia lo spettro delle collaborazioni, anche con realtà esterne alla Sicilia, come il festival Libropolis, presentato a Messina, grazie alla presenza di Sebastiano Caputo e Lorenzo Vitelli.

Insomma una officina sempre attiva e in movimento, per una offerta culturale continua e plurale, all’ insegna della creatività e della condivisione. E già si pensa alla IX edizione del festival, per settembre 2019, il cui tema sarà presto reso noto.

La locandina

La locandina

0 553

” CustoDire la Bellezza” è il tema scelto da Fulvia Toscano, dir.art. del festival Naxoslegge, per la VIII edizione della rassegna, che conferma la sua vocazione di evento diffuso, il cui programma si snoderà per tutto il mese di settembre, con una serata di apertura ufficiale fissata per il 31 agosto al lido di Naxos. ” L’ ombrello è il simbolo di questa VIII edizione del festival, come afferma Fulvia Toscano, un ombrello che custodisca la Bellezza, al riparo dal tempo ma non fuori dal tempo. Un ombrello che, come visibile nell icona scelta per la locandina, ci faccia ascendere non.per prendere le distanze ma per cambiare la prospettiva sul mondo. Uno sguardo nuovo con cui ri -guardare le cose, per prendersene cura. Ci piace qui sottolineare che, da quest’anno, Naxoslegge è entrato a far parte della Rete dei festivals del Sud, con cui condivide lo spirito di collaborazione e aspirazione alla sinergia sui territori”

Tre premi importanti saranno assegnati nel corso della rassegna: il 31 agosto, premio ai promotori della lettura, a Giuseppe Lupo; il 1 settembre, in collaborazione col Parco archeologico di Naxos,il neonato premio ” Comunicare l’ antico”, di cui saranno insigniti Archeoclub di Sicilia, INDA di Siracusa, CNR-IBAM di Catania, MIssione archeologica delle Domus di Villa San Pancrazio di Taormina e MOISA, la associazione internazionale di studi sulla musica greca e romana. Infine, il 22 settembre, nella cornice di Villa Garbo, a Letojanni, per la sezione Le donne non perdono il filo, sarà premiata la grande regista Liliana Cavani.
Due le mostre in programma: quella ideata e organizzata da Italia Nostra-Messina, dedicata ai paesaggi terrazzati, che sarà inaugurata a Messina il 25 settembre, che vede una collaborazione di  Naxoslegge con la presenza di Franco Arminio; l ‘ altra, del maestro Alessandro La Motta, che sarà inaugurata il 27 settembre, alla Galleria di arte moderna di Messina, dal titolo.” Tradurre la Bellezza”, dedicata a Salvatore Quasimodo traduttore dei lirici greci.
Tanti gli incontri dal 2 settembre al 1 ottobre, con.il coinvolgimento di tanti ospiti, tra cui citiamo Giuseppe Lupo, Marinella Fiume, Giuseppe Nuccio Iacono, Gaetano Armao, Fabrizio Fonte, Paolo Matthiae, Massimo Cultraro, Beppe Manno, Sebastiano Tusa, Giuseppe Parlato, Stefania Mazzone, Liliana Nigro, Giorgio Ierano’, Antonella Prenner, Mauro Cappotto, Giuseppe Manitta, Pierfrancesco Bruni,  Ignazio Buttitta,  Sergio Todesco, Franco Arminio, Salvatore Nicosia, Fabio Granata, Aurelio Pes, Alberto Samona’, Antonio Gerbino, Ester Rizzo, Tino Vittorio, Rosario Castelli, Paolo Sessa, Dora Marchese, Gianfranco D’Amico, Mario Falcone, Cristina Marra e tanti altri. Si confermano le preziose collaborazioni con associazioni,accademie, altri festivals tra cui  Accademia delle Belle arti di Catania, Altra metà, Archeoclub, Cultura Aetnae, Nymphea, Rassegna del Cinema itinerante diretta da Beppe Manno, Sabirfest, Dragonfest, Parco letterario Salvatore Quasimodo, Fidapa, Italia Nostra, CIDI di Messina, Feltrinelli point di Messina; con istituzioni del territorio, tra cui i diversi comuni che ospitano alcuni degli appuntamenti del festival ( Ficarra, Letojanni, Castelmola, Scaletta Zanclea, Città metropolitana di Messina, Castiglione, Linguaglossa, Piedimonte Etneo, Siracusa); partners e promotori come la Federalberghi di Giardini Naxos, la Fineco di Messina, main sponsor per l’ evento dedicato a Liliana Cavani, e tante realtà che hanno.reso possibile l evento, auto prodotto, come di consueto.
Si rafforza il rapporto col Parco archeologico di Naxos-Taormina, diretto da Vera Greco, con cui saranno realizzati diversi appuntamenti, ospitati sia presso il museo di Naxos sia a Palazzo Ciampoli a Taormina.
Fondamentale il supporto del Liceo Caminiti di Giardini Naxos, partner storico del festival, per volontà della dirigente Carmela Maria Lipari, protagonista indiscusso del progetto, che vede la partecipazione attiva di tantissimi studenti, attori e promotori della manifestazione, di cui molti importanti appuntamenti si svolgono nel plesso del Liceo che apre le sue porte, come di consueto, anche al pubblico esterno. Attiva anche la partecipazione dell istituto comprensivo di Giardini Naxos, con cui Naxoslegge proporrà una anteprima di Passaparola, il progetto, partito lo scorso anno, che si svolgerà nel mese di febbraio.
Il 15 settembre a Siracusa, con l assessore alla cultura Fabio Granata, sarà realizzato un vernissage di presentazione della nuova edizione di Nostos. Festival del viaggio e dei viaggiatori, ideato da Naxoslegge, che, a partire dal 2019, sarà ospitato stabilmente a Siracusa, con una nuova veste, insieme al premio internazionale  “Custodi della Bellezza”.
Un Festival che mantiene viva la scelta del pluralismo e promuove un’ idea militante di cultura, nella direzione di un impegno che, aldilà degli appuntamenti di settembre, in realtà si propone come un laboratorio permanente di idee,capace di coinvolgere un pubblico molto stratificato, su una pluralità di contesti territoriali e culturali.
La locandina

La locandina

 

0 622

Giardini Naxos (Me) – “Passaparola. Lettere e letture per cambiare il mondo”. È questo il titolo del progetto nato dalla collaborazione tra Naxoslegge, con la Direttrice Artistica prof.ssa Fulvia Toscano, e l’Istituto Comprensivo Giardini, con la Dirigente Scolastica dott.ssa Maria Concetta D’Amico, la cui prima edizione si svolgerà nei giorni 19 – 20 – 21 febbraio 2018.

Alunni, docenti e genitori della Scuola Secondaria di Primo Grado dell’I.C. Giardini saranno chiamati a riflettere sul significato di alcune parole, usate ma anche abusate nella società odierna, per dare loro nuovo senso e pensarle in altra prospettiva, in modo tale che, attraverso le edizioni, si possa arrivare a un alfabeto diverso, ragionato, più consapevole.

Si inizierà, dunque, dalla lettera A:

  • A come Accoglienza, parola affidata alle classi Prime;
  • A come Ambiente, parola affidata alle classi Seconde;
  • A come Amore e Amicizia, parola affidata alle classi Terze.

Gli alunni, nella prima parte delle tre mattinate, saranno impegnati in laboratori didattici con i propri insegnanti e poi, grazie alla collaborazione con il Liceo Caminiti e la sua Dirigente Scolastica dott.ssa Maria Carmela Lipari, saranno ospitati nell’Auditorium dell’Istituto per incontrare esperti sul tema della giornata. Nello specifico:

  • lunedì 19 febbraio l’appuntamento sarà con Maria Azzurra Ridolfo e Mimma Giuliano, autrici del libro “La tua vita, il mio dono” (Armenio Editore);
  • martedì 20 febbraio interverrà la dott.ssa Domenica Lucchesi (ARPA Sicilia) sul tema “Ambiente è prendersi cura del mondo”;
  • mercoledì 21 febbraio sarà la volta del prof. Francesco Pira (DICAM – Università Messina) sulla materia “Amore e Amicizia al tempo dei social”.

“Passaparola” incontrerà anche i genitori presso la Scuola Secondaria di Primo Grado “L. Capuana” di Giardini:

  • lunedì 19 febbraio si terrà l’incontro “Inclusività – relazionalità e benessere” con le dott.sse Maria Rosa Magazzù e Marilena Oriolo (N.P.I.A. di Taormina);
  • mercoledì 21 febbraioLa disconnessione – adolescenza e adolescenti al tempo dei social” con i dott.ri Filippo Tatì, Maria Pavone e Mariagiovanna Guamaccia (M.D.S.M. Taormina – ME – SUD).
Il Comune di Giardini Naxos

Il Comune di Giardini Naxos

0 699

Giardini Naxos (Me)“Di fronte ai classici” è il tema della VII edizione di Naxoslegge, il festival ideato da Fulvia Toscano, che conferma la sua vocazione di evento diffuso, proponendo importanti appuntamenti culturali,  lungo tutto il mese di Settembre. “La scelta del tema- dice Fulvia Toscano- ci è parsa quanto mai “urgente”, dati gli scenari di emergenza culturale su cui ci muoviamo e entro cui, soprattutto la scuola, si trova a vivere. Lo sguardo sui classici diviene, a nostro avviso, una necessità, per ridefinire orizzonti di senso. Allo smarrimento presente i classici possono dare una risposta. Uno sguardo Non nostalgico ma consapevole e contemporaneo. Ecco perché uno dei temi che ci sta a cuore è quello delle riscritture del Mito, a conferma della sua persistenza come codice di segni e simboli”.

 Si comincia il 1 settembre con una festa di inaugurazione al Lido di  Naxos, con la prima edizione del premio Promotori della Lettura, di cui sarà insignito Massimo Maugeri. Dal 3 settembre, giorno in cui alle Rocce, con Antonio Presti, Naxoslegge torna a parlare di CUstodia della Bellezza e Anima dei luoghi, fino al 30 settembre, è tutto un susseguirsi di incontri: 9-10 a Taormina, con la nuova sezione Sguardi a Oriente, dedicata al Giappone nei 150 anni della amicizia Italia-Giappone, con ospiti del calibro di Mario Vattani. Mujah Maraini e Daniela Brignone; dal 13 al 15 la sezione Le donne non perdono il filo, coordinata da Marinella Fiume, con il premio La Tela di Penelope, dedicato al rapporto tra le donne e il teatro e la sezione “Stregate”  dedicata alle dieci donne vincitrici dello Strega; quindi, Itinerarium mentis in deum, con tre  appuntamenti dedicati a Dante, nelle Chiese di Giardini Naxos; dal 20 al 29 gli appuntamenti che vedono protagonisti le scuole, sia presso il Liceo Caminiti di Giardini Naxos, storico partner del Festival, sia in altre prestigiose locations, con la partecipazione di ospiti importanti come Valerio Massimo Manfredi, Angelo Tonelli,   Nicola Gardini, Pierfranco Bruni, Salvatore Ferlita, Roberto Fai, Francesco Tiboni.  Sebastiano Tusa  Mario Mazza e tanti altri cui è affidato il compito di attraversare il concetto di classico, raccontandolo attraverso Ovidio, nel bimillemario della morte a Tomi, ma anche attraverso Pirandello, Tomasi di Lampedusa, cui sono dedicati importanti momenti di riflessione, negli anniversari che li vedono protagonisti di questo 2017. Si ripropone la sezione La storia  siamo noi, con diversi incontri, tra cui ricordiamo quello dedicato al grande storico Santo Mazzarino, realizzato in collaborazione con l’ Università di Messina, DICAM o quello sulla Grande Guerra, affidato allo storico Pietro Neglie

Due importanti momenti del festival sono dedicati  all’ arte figurativa con due mostre del maestro riminese Alessandro La Motta: “‘Le dee madri nella Terra del Mito. Viaggio in Sicilia” , che sarà inaugurata il 21, presso la Galleria di arte moderna di Castelmola e ” Lighea. Il mito, la Sirena”, proposta dal 22 settembre presso il Liceo Caminiti di Giardini Naxos. Anche le mostre si muovono concettualmente nell’ ambito del tema portante del festival, proponendo una chiave di lettura figurativa di riscritture del Mito. Come di consueto, sono tantissimi i luoghi in cui Naxoslegge si propone: Giardini Naxos con il.Parco archeologico e il Museo, Taormina, Castelmola, Sant’ Alessio, Letojanni con Villa Garbo, Messina,  con delle puntate “extramoenia”, fuori dalla provincia di Messina,  come ad  esempio a Linguaglossa, per il  sessantesimo della Biblioteca “A.Gullo” e per la Giornata europea dei Vulcani  o come l’ importante appuntamento a Ragusa, nel Castello di Donnafugata, per la inaugurazione della mostra di abiti, realizzata da studenti della Accademia di Belle arti di Catania, che hanno riscritto l’ abito, conservato al Museo del Castello, che ispirò Visconti per quello indossato da Angelica, nella scena del ballo del Gattopardo. Naxoslegge sarà anche occasione per presentare progetti editoriali già realizzati, come Il Borgo delle Storie, nato a Motta Camastra, o Itinerari siciliani. Sulle tracce di Tomasi di Lampedusa, realizzato nell’ ambito di In Viaggio con Tomasi, grazie alla casa editrice Historica di Francesco Giubilei con cui è in programma la realizzazione di una nuova collana, Topografie dell’ anima, dedicata ai luoghi letterari. Sarà anche occasione per anticipare nuovi percorsi e progetti come quelli del Festival dei borghi ionici e Il Festival della politica a Siracusa.

 Come sempre i giovani delle scuole saranno protagonisti di Naxoslegge, con le loro biblioteche ideali e i loro progetti, che saranno proposti nel corso della Kermesse. Agli studenti anche il compito di fare da guide e Ciceroni alla scoperta di Naxos, tra antico e contemporaneo.

 Si rinnova la  scelta di ospitare altri festival, come il Sabirfest di Messina, ospite ormai fisso da cui, in Ottobre, a sua volta Naxoslegge sarà ospitato, e il Festival della Filosofia nella Magna Grecia, per la prima volta presente a Giardini Naxos.

Naxos Legge

Naxos Legge

La Locandina

La Locandina

0 961

CATANIA- Al via la VII edizione di “Corti in Cortile”, il Festival internazionale del Cortometraggio che si svolge annualmente a Catania presso il Cortile Platamone, Palazzo della Cultura, in via Vittorio Emanuele 121; 4 – 5 – 6 settembre: una tre giorni dedicata alla cinematografia e in particolare alla proiezione di cortometraggi italiani e stranieri in concorso. In giuria ci saranno personaggi noti in ambito culturale come Piergiorgio Di Cara, scrittore e sceneggiatore, Davide Bennato, sociologo e docente dell’Università degli Studi di Catania, Ivan Scinardo, Direttore del Centro sperimentale di Cinematografia di Palermo. A decretare il “Miglior Cortometraggio Sociale” saranno la prof.ssa Silvana Grasso insieme ad un componente del CSVE (Centro Servizi Volontariato Etneo). Verrà proiettato, inoltre, il cortometraggio “Mea Vita” di Caterina Falcone, vincitrice del premio “Donne tra storia mito e realtà” organizzato dalla FIDAPA. Non mancheranno, poi, documentari e mostre fotografiche fra cui quella di Chiara Di Salvatore e della “Fondazione Angelo D’Arrigo”; ma anche la rassegna di Book trailer , per il secondo anno consecutivo, curata da Fulvia Toscano (direttore artistico del Festival del libro e delle narrazioni “Naxoslegge”). Un’occasione anche per riscoprire Catania e il suo patrimonio architettonico, ovvero i luoghi del capoluogo etneo resi noti dai più celebri set cinematografici.
Dal cinema all’arte, fino ad arrivare alla letteratura e alla poesia; uest’ultima curata dal Centro di Poesia Contemporanea di Catania, che introdurrà l’ultimo libro “The conversation of voices” dello scrittore Roberto Mussapi, con gli interventi di Antonio Di Mauro e Alfio Grasso. E ancora, incontri e dibattiti su “Cinema e Psicanalisi”, a cura del vignettista e illustratore Totò Calì.
Insomma, un ricco programma all’insegna della cultura!

                                         Milena Arcidiacono

RIMANI IN CONTATTO