GIUGNO 2019
Home Tags Posts tagged with "sicili"

sicili

0 1017

Due giornate all’insegna della fanfara dei bersaglieri. E’ questo quello che accadrà a Giardini Naxos sabato 1 settembre e domenica 2. L’evento organizzato dall’Associazione Nazionale dei Bersaglieri in collaborazione con l’Associazione Mediterraneo e il patrocinio del Comune di Giardini Naxos inixzierà sabato 1 settembre alle ore 16 con l’ammassamento dei bersaglieri al porticciolo Saia. Protagonista della prima giornata sarà la Fanfara dell’ANB di Zafferana Etnea (Ct) che alle 16, 30 partirà dal porticciolo Saia e, percorrendo il Corso Umberto arriverà fino alla scalinata di via Delle Rimembranze dove sarà deposta una corona ed una targa in memoria dei Cduti della Grande Guerra. A seguire il Carosello Musicale ed esibizione della Fanfara Etnea in Piazza Municipio.

Gianni Saglimbeni presidente dell’associazione Mediterraneo riguardo l’evento spiega:Riunire e organizzare per la prima volta a Giardini Naxos il raduno interprovinciale dei bersaglieri di Messina e Catania è sicuramente una grande soddisfazione. L’evento che si svolgerà a metà strada tra le due provincie ha una rilevante valenza per tutta la riviera jonica.
La manifestazione nata da un intuizione delle nostre associazioni con il supporto essenziale dei rispettivi Consigli Direttivi, legati insieme da un protocollo d’intesa, permetterà certamente una maggiore visibilità, sia all’Associazione Nazionale Bersaglieri che all’intero comprensorio. Grazie anche al supporto essenziale del Comune di Giardini Naxos con a capo il Sindaco prof. Pancrazio Lo Turco che ha intuito la valenza della manifestazione.
Grazie anche alla presidenza regionale A.N.B con a capo il Presidente Bers. Cap. Salvatore Aurelio Tosto unitamente alle proprie strutture organizzative.
Tale raduno ospiterá alcune delle più prestigiose fanfare siciliane; dopo aver reso omaggio ai caduti di tutte le guerre, come vuole la tradizione militare, con la preghiera del bersagliere e con la deposizione di una corona dall’alloro ai caduti, si esibiranno eseguendo canti e brani musicali della tradizione bersaglieresca”.

Domenica mattina 2 settembre è previsto l’ammassamento nella zona Porto di Naxos alle ore 9,00. Protagonisti della seconda giornata saranno le Fanfare dell’ANB di Barcellona Pozzo di Gotto, di Zafferana Etnea (Ct) e di Belpasso con a seguito i Labari delle Sezioni ANB delle Province di Catania e Messina.  che,   alle 9,30, attraverseranno il lungomare Tysandros e di seguito Via IV Novembre fino a Pizza Municipio dove vi sarà una breve cerimonia con la deposizione di una corona di alloro ai piedi del Monumento dei caduti di tutte le guerre. A seguire i caroselli delle Fanfare.

       MESSINA  ROSARIO

La locandina

La locandina

0 1089
Luigi Di Pino

Luigi Di Pino

E’ stato un abbraccio caloroso quello che il pubblico ripostese ha riservato ieri sera ad uno dei suoi figli più amati, il cantastorie Luigi Di Pino, tornato ad esibirsi dopo 10 anni nella sua Riposto. Oltre 1000 persone si sono riversate nella centralissima piazza San Pietro per assistere al concerto-evento “Peri lavati – Dedicato ai ripostesi”. Un pubblico variegato e multigenerazionale ha preso parte alla serata. E lo spettacolo non ha deluso le aspettative. Luigi Di Pino ha regalato emozioni, divertendo e coinvolgendo il pubblico per ben tre ore. Il primo ad essere emozionato per l’accoglienza ricevuta è stato proprio l’artista ripostese. “Devo dire che un po’ me lo aspettavo – dichiara Luigi Di Pino – perché vivo a Riposto e sento che i miei compaesani mi vogliono bene. Però è chiaro che aspettarsi una cosa e poi vederla dal vivo è differente. E’ stata per me un’emozione grandissima esibirmi sul palco della mia città davanti ai miei compaesani. Ero molto emozionato ma non avevo un filo di ansia, perché avevo la sensazione di essere a casa, mi sentivo protetto. Mi sento davvero grato per questa grande dimostrazione di affetto. Loro ringraziano me per lo spettacolo, ma io ringrazio loro perché è stato tutto perfetto. E soprattutto sono stati perfetti i ripostesi. C’era – conclude il cantastorie – un’atmosfera magica, un calore indescrivibile”.

 Ad inizio serata, nell’irresistibile satira del “Congressu di li suggi”, Luigi Di Pino ha raccontato con ironia la realtà politica locale, strappando risate e scroscianti applausi. Un racconto in rima baciata, divertente e caustico, che si è mosso tra raffinati giochi di parole e spassose espressioni in dialetto. Non solo dunque custode delle tradizioni ma anche cantore dell’attualità. Un’artista a tutto tondo, capace di giostrarsi tra musica, recitazione e canto, mantenendo sempre un rapporto diretto con il pubblico. Sulla scena, al posto dei caratteristici cartelloni dipinti a mano, l’Opera dei Pupi curata dalla Compagnia “Il paladino” di Salvo Mangano. Nel ruolo dei “pupari manianti” Salvo Mangano, Nuccio Mangano, Fabrizio Mangano e Carmelo Viola, mentre in quello dei “pruituri” Gianfranco La Spina. A prestare la voce ai pupi, nei due brevi episodi introduttivi della storia “I paladini di Francia”, lo stesso Luigi Di Pino, capace di interpretare con disinvoltura i quattro protagonisti, esprimendosi in endecasillabi. E poi ancora canti, ballate, stornelli e leggende hanno coinvolto il pubblico, che ha partecipato battendo le mani e cantando i ritornelli. A chiudere la serata la rivisitazione de “La Baronessa di Carini”, interpretata da Luigi Di Pino, Ornella Brunetto, superba interprete anche di “Stranizzi d’amuri” di Franco Battiato, e Gianfilippo Tomaselli, cantattore belpassese dalla grande espressività. A completare il cast artistico i musicisti: Marco Crisafulli, alla fisarmonica; Rosario Moschitta, chitarra e mandolino; Ninni Simonelli, alla batteria e Rosario Tomarchio, al contrabbasso. Hanno partecipato anche Eugenio Patanè, Giambattista Galeano, Simona Panarello, Elvira Piacenti e Angela Giammuso. Infine, assistente alla regia Mariacarmen Russo, foto di Sebastiano Gulisano e riprese video di Alessio Armiento.

Un momento del concerto

Un momento del concerto

Luigi Di Pino

Luigi Di Pino

Luigi Di Pino

Luigi Di Pino

0 1808

Giardini Naxos (Me). Ha orchestrato con le sue battute una serata di grande musica lirica, da Teatro Massimo Bellini, con la disinvoltura e la bravura che lo hanno sempre contraddistinto. Ha contribuito al successo dello spettacolo, con la sua magistrale conduzione ricca di spunti e di battute sui brani in programma, sui cantanti e gli ospiti. Stiamo parlando di Bruno Di Bernardo ideatore e direttore artistico del “Concerto Natalizio di Fine Anno” realizzato dal Comune di Giardini Naxos all’Hilton Hotel. Per la gioia dei presenti ad animare la magica serata è stata una rosa di artisti di grande prestigio che ha entusiasmato la platea, protagonisti di brillanti serate in altre realtà teatrali come la Scala di Milano ed altri teatri celebri. Gli artisti che hanno cantato i brani in programma sono stati Angelo Villari (Tenore), Manuela Cucucccio (Soprano) e Francesco Verna (Baritono). Ad accompagnarli, nella veste di Maestro concertatore la pianista Paola Selvaggio assieme agli orchestrali dell’Ensamble M° Giovanni Cucuccio e Alessandro Longo e con la partecipazione straordinaria del 1° violino del Teatro Massimo V. Bellini di Catania M° Vito Imperato. Tanti i brani in programma eseguiti con virtuosismo e suggestione vocale nella prima parte della serata tra questi, dal Trovatore di G.Verdi “Il balen del suo sorriso”; da Giulietta e Romeo di C. Gounod “Je veux vivre”; dalla Boheme di G. Puccini “Che gelida manina”; dalla Vedova allegra di F. Lehar “Tace il labbro”; dalla Cavalleria Rusticana di P. Mascagni “Addio alla Madre”; dal Barbiere di Siviglia di G. Rossini “Largo al Factotum”; ed altre ancora. La seconda parte della kermesse il trio di artisti ha proposto al pubblico delle canzoni famose tra queste “I’ te vurria vasà” (E. Di Capua); “Un amore così grande” (G.M. Ferilli); “Il paese del sorriso” (F. Lehar); “La serenata” (Francesco Verna); “E vui durmiti eancora” (E. Calì); ed ancora, canti di Natale e, a conclusione della serata, dalla Traviata di G. Verdi “Libiam ne’ lieti calici”. La serata ha visto la presenza anche di ospiti a cominciare dal giovanissimo tenore di Gaggi (Me) Federico Parisi allievo del Maestro Aldo Filistad che ha cantato dalla Traviata di Giuseppe Verdi “Dei miei bollenti spiriti”. L’artista in passato è stato protagonista di varie partecipazione al programma canoro di Rai 1 “Ti lascio una canzone”. Momento clou della serata è stata la consegna del Premio alla carriera al Tenore taorminese Aldo Filistad. A consegnare la targa il Sindaco di Giardini Naxos Pancrazio Lo Turco assistito dalla giovane Stefania Di Bernardo. Filistad, malgrado i suoi ottanta anni può essere considerato un cavallo di razza del panorama mondiale della musica lirica. Una voce solare, intramontabile dallo squillo argenteo capace ancora di far palpitare il pubblico con i suoi acuti. Un artista siciliano di tutto rispetto che ha portato il vessillo di Taormina e della propria terra nei teatri più importanti del mondo. Dopo la consegna del premio, ha fatto omaggio al pubblico di una delle più belle romanze “La mattinata” di Ruggero Leoncavallo premiata dal numeroso pubblico presente con un lungo scrosciante applauso.
Al termine della serata Bruno Di Bernardo ha ringraziato l’amministrazione comunale di Giardini Naxos ed in particolare il sindaco per la sensibilità dimostrata per aver offerto al pubblico ed alla cittadinanza un concerto di così alta levatura culturale e artistica.

ROSARIO MESSINA

Bruno Di Bernardo e Emanuela Cucucccio

Bruno Di Bernardo e Emanuela Cucucccio

Bruno Di Bernardo

Bruno Di Bernardo

Bruno Di Bernardo e Aldo Filistad

Bruno Di Bernardo e Aldo Filistad

Federico Parisi, Bruno Di Bernardo e Aldo Filistad

Federico Parisi, Bruno Di Bernardo e Aldo Filistad

La pianista Paola Selvaggio

La pianista Paola Selvaggio

L'Ensamble e gli artisti

L’Ensamble e gli artisti

Da sin. Angelo Villari, Manuela Cucuccio e Francesco Verna

Da sin. Angelo Villari, Manuela Cucuccio e Francesco Verna

 

0 771

Un’opportunità per fare rete ed uno strumento per lo sviluppo di tutto il territorio promossa dalla testata giornalistica "Tempostretto"

Incontro del 2 Dicembre 2015 a Giardini Naxos:

Giardini Naxos – “La Città Metropolitana ed il Masterplan: un’opportunità per fare rete ed uno strumento per lo sviluppo di tutto il territorio“.
La testata giornalistica TEMPOSTRETTO promuove una serie di incontri per iniziare a mettere in rete i Comuni della fascia jonica, della fascia tirrenica, dei Nebrodi, per arrivare ad una visione strategica complessiva e ad una proposta che non sia soltanto una “lista della spesa” ma guardi ad un traguardo di crescita per l’intera provincia. Agli incontri saranno presenti i rappresentanti dell’Università, degli Ordini professionali, di Confindustria, dei sindacati, al fine di creare una rete progettuale condivisa e qualificata.
Si ringrazia per l’organizzazione dell’evento nella zona jonica, il sindaco e la presidenza del consiglio comunale di Giardini Naxos.

La invitiamo pertanto a partecipare, certi di un qualificato e determinante contributo, all’incontro che si terrà MERCOLEDI’ 2 DICEMBRE ALLE 17.00 nella Sala consiliare del Palazzo Municipale di Giardini Naxos.
L’invito è esteso sia all’intera amministrazione che al Consiglio comunale.

Incontro del 4 Dicembre a Messina:

Il nuovo incontro si svolgerà il 4 dicembre, alle ore 9.30, nel Salone degli Specchi di Palazzo dei Leoni il tavolo tecnico in vista dell’avvio della progettazione degli interventi da inserire nel Masterplan per il Mezzogiorno, il documento di indirizzo strategico che costituirà un’occasione di sviluppo imperdibile per la Città Metropolitana di Messina

All’importante incontro parteciperanno la deputazione nazionale e regionale, i sindaci dei 108 Comuni della provincia, le autorità amministrative, gli ordini professionali e le organizzazioni sindacali.

La concreta possibilità di successo è strettamente connessa alla capacità di proporre interventi validi a veicolare le risorse pubbliche italiane ed europee e che siano realmente avviabili entro il 2016 in un quadro di gestione coordinata del territorio.

La riunione risponde alle esigenze di confronto provenienti dal mondo politico, economico e produttivo, universitario, dalle maggiori realtà amministrative e dalle organizzazioni sindacali per realizzare una programmazione condivisa di strategie comuni

Masterplan per il Mezzogiorno è il quadro di riferimento entro cui si collocheranno le scelte operative che sono in corso di definizione nel confronto Governo-Regioni-Città Metropolitane sui 16 Patti per il Sud e dovrà far leva sui punti di forza e di vitalità del tessuto economico meridionale per consentire l’avvio di una reale ripresa e trasformazione dell’economia del Mezzogiorno.

La dotazione economica ammonta a circa 95 miliardi di euro a disposizione da qui al 2023 per politiche di sviluppo ed è composta da Fondi strutturali (FESR e FSE) 2014-20 pari a 56,2 miliardi di euro, di cui 32,2 miliardi di euro europei e 24 miliardi nazionali, cui si aggiungono fondi di cofinanziamento regionale per 4,3 miliardi di euro e Fondo Sviluppo e Coesione, per il quale sono già oggi disponibili 39 miliardi di euro sulla programmazione 2014-20,.

I 16 Patti per il Sud interessano ciascuna delle 8 Regioni meridionali (Abruzzo, Molise, Campania, Basilicata, Puglia, Calabria, Sicilia, Sardegna) ed ognuna delle 8 Città Metropolitane (Napoli, Bari, Reggio Calabria, Messina, Catania, Palermo, Cagliari e Taranto) e dovranno definire per ciascuna di esse gli interventi prioritari e trainanti, le azioni da intraprendere per attuarli e gli ostacoli da rimuovere, la tempistica, le reciproche responsabilità.

I singoli Patti saranno definiti dal lavoro comune Governo-Regioni-Città Metropolitane e l’obiettivo è di sottoscriverli entro fine dicembre 2015 in modo che il Masterplan sia operativo dall’1 gennaio 2016.

 

RIMANI IN CONTATTO