Home Arte e Cultura Al Baglio dei Principi di Spadafora di Taormina “Brevi lezioni di Psichiatria”...

Al Baglio dei Principi di Spadafora di Taormina “Brevi lezioni di Psichiatria” del Prof. Enrico Smeraldi

0 772
 Il Prof. Enrico Smeraldi

Il Prof. Enrico Smeraldi

Taormina (Me) – Il Baglio dei Principi di Spadafora l’antica casa colonica di architettura medievale  dei fratelli Cav. Nino Buda e Avv. Franz Buda ubicata nella frazione di Trappitello del Comune di Taormina,  ha ospitato di recente una suggestiva serata medico-culturale nel corso della quale è stato presentato il libro del Prof. Enrico Smeraldi intitolato Brevi lezioni di Psichiatria (Imprimatur Editore). A presentare gli ospiti è stato il noto conduttore catanese Ruggero Sardo il quale ha introdotto nelle vesti di moderatore  i vari interventi. A precedere la lectio magistralis del prof. Smeraldi sono stati il Prof. Massimo Buscema Presidente dell’Ordine dei Medici della provincia di Catania e il Dr. Salvatore Mazzarino Endocrinologo della Polimedica Nettuno. Il libro del prof. Smeraldi affronta il delicato tema dei pazienti di psichiatria i quali spesso si rivolgono ad un psichiatra senza sapere quasi nulla del disturbo che li ha spinti a chiedere aiuto e tanto meno  si rendono conto delle eventuali terapie proposte. Da qui l’idea del prof. Smeraldi di presentare con questo libro i temi di maggior interesse per un pubblico non specializzato, in modo comprensibile e non equivoco. Ed ecco, quindi, la stesura di “Brevi lezioni di Psichiatria” dove si parla delle Schizofrenia, dei Disturbi Psicotici, dei Disturbi dell’Umore intesi sia come Fenomeno Depressivo sia come Disturbo Bipolare. Inoltre si parla anche del fenomeno dell’ossessione e del Panico con le loro conseguenze dal punto di vista comportamentale. Tutte tematiche spiegate magistralmente dall’autore alla platea del Baglio affollata di medici e pubblico variegato. L’intervento del prof. Smeraldi è stato una vera e propria lectio magistralis nel corso della quale il noto psichiatra ha raccontato le sue esperienze di reparto con i pazienti e le ricerche effettuate per trovare soluzioni adeguate per la cura di vari disturbi. Tanti gli esperimenti effettuati cha hanno caratterizzato le sue ricerche e i suoi studi nella lunga carriera tra questi, anche gli effetti generati su alcuni pazienti sottoposti ad un trattamento continuo per oltre 24 ore alla luce solare e artificiale (nelle ore notturne). Esperienze raccontate e vissute che hanno incantato la platea ma anche riflessioni su pregiudizio che spesso ruotano attorno alla psichiatria.” Questo libro ha spiegato il prof. Smeraldi è stato pensato  con la speranza che prima o poi si riesca a sottrarre alla Psichiatria quel pregiudizio, quella paura, persino quel rancore, ma anche quelle approssimazioni, quella letterarietà, in definitiva quell’alone che da sempre l’accompagnano. Può capitare che nascano equivoci dannosi e non di rado devastanti intorno ad un modo così poco prevedibile e ordinato, anzi erratico e sfuggente. Il manifestarsi della malattia mentale rappresenta sempre un elemento di novità nel contesto del funzionamento psichico globale, il quale conserva ampi margini di normalità. La confusione nasce proprio dalla commistione di una patologia che rappresenta la novità rispetto alle funzioni psichiche che rimangono integre. Ad esempio sul piano del macro-ambiente sociale, è noto come la diagnosi psichiatrica venga a trasformarsi spesso in uno stigma per i paziente, ossia una etichetta a connotazione negativa, condizionante un processo di discriminazione sociale. Pensiamo ad esempio ad un paziente che a seguito di una diagnosi psichiatrica con una prognosi medica favorevole ad esempio ad un disturbo dell’Umore venga invece bollato sul posto di lavoro come “matto”, quindi un soggetto inaffidabile e quindi da licenziare. Un altro esempio di come lo stigma sociale possa interferire in un progetto terapeutico è rappresentato dall’idea che i disturbi mentali siano sempre invalidanti al punto da impedire al paziente l’attività lavorativa. Sotto questo aspetto, bisogna fare attenzione a non distruggere le capacità di adattamento e di affermazione sociale relegando a tutti i costi il paziente nel ruolo di pensionato per motivi di invalidità civile. La psichiatria è una disciplina concreta e non teorica e rientra nel campo dell’assistenza medica perché esistono pazienti che devono essere curati. Eppure ci sono molte persone che esprimono un certo grado di perplessità e incertezza nel delimitare le aree di competenza della psichiatria e della psicologia gli psichiatri sono spesso confusi con gli psicanalisti. Quindi credo che è necessaria una riflessione generale non in funzione della patologia ma in funzione di queste discipline.” Queste alcune delle tematiche affrontate nel libro. Nel corso del suo intervento si è soffermato anche sul ruolo importante che ha il medico psichiatra nella cura dei suoi pazienti.Lo psichiatra è un medico un pò particolare” ha detto il prof. Smeraldi “con una sensibilità e una cultura diversa da quella degli altri, con un’esigenza di qualità narrativa e con una capacità d’intuizione. Senza cultura, senza parole e descrizioni non può assolvere alla sua funzione per la quale è necessaria comprensione, relazione e linguaggio espressivo”. Al termine del suo intervento il prof. Smeraldi  ha risposto alle numerose domande del pubblico. Un rinfresco con degustazioni a cura di Marcello Santocchini ha concluso la serata.

                                ROSARIO  MESSINA

Prof. Enrico Smeraldi

Il prof. Enrico Smeraldi è psichiatra di fama internazionale e docente presso la Facoltà di Medicina dell’Università Vita-Salute del San Raffaele di Milano. Ha scritto per le più prestigiose riviste internazionali di psichiatria ed è autore di numerose pubblicazioni scientifiche (I disturbi dell’ansia del 1991,I disturbi dell’umore,  Psichiatria clinica, la riproposizione commentata del Trattato di Psicopatologia di Eugène Minkowski). Ha inoltre pubblicato con Sergio Zavoli “I volti della mente. Viaggio nel pensiero dell’ammalato”, “l’arte di essere nonni”. Con Piero Coda ha pubblicato il libro “L’anima e la mente. Un tema a due voci” (2010)

Da sin. Smeraldi, Buscema e

Da sin. Smeraldi, Buscema e Mazzarino

L'intervento di Mazzarino

L’intervento del dr. Mazzarino

L'intervento del dr. Mazzarino

L’intervento del dr. Mazzarino

L'intervento del prof. Buscema

L’intervento del prof. Buscema

Il Prof. Buscema presidente Ordine dei Medici di Catania

Il Prof. Buscema presidente Ordine dei Medici della provincia di Catania

Il Prof. Smeraldi

Il Prof. Smeraldi

Il pubblico

Il pubblico

Il pubblico

Il pubblico

L'intervento d Smeraldi

L’intervento d Smeraldi

 Il Prof. Enrico Smeraldi

Il Prof. Enrico Smeraldi

L'intervento del Prof. Smeraldi

L’intervento del Prof. Smeraldi

  • Print
Computer Hope