Home Arte e Cultura Pagine di storia di Sicilia con i quadri di Luigi Centra a...

Pagine di storia di Sicilia con i quadri di Luigi Centra a Villa Balestra nel Mantovano

0 1864

Rodigo (Mn) – Il Comune di Rodigo in provincia di Mantova ha inaugurato un originale mostra di quadri dedicati ad una delle pagine più belle della storia della letteratura siciliana dell’ottocento, quella rappresentata dalla corrente letteraria del “Verismo” e del suo capostipite, lo scrittore Giovanni Verga. L’evento,  realizzato a Villa Balestra, famosa per il suo Parco Letterario, comprende anche dipinti dedicati ad un altro protagonista dell’800, Ippolito Nievo padovano di nascita ma di casa, a Rodigo, perché spesso passava lunghi periodi dai nonni che vi abitavano. I quadri di questa suggestiva collezione  portano la firma di Luigi Centra poliedrico artista romano a tutto tondo,  cultore delle tradizioni di Sicilia, terra che egli considera la sua seconda patria.  Affascinato da sempre dai miti e dai protagonisti dell’Isola del Sole dai quali trae ispirazione, Centra non perde occasione per dedicare alla nostra terra poesie e dipinti. Ed è proprio qui che è nata l’idea di realizzare una mostra dedicata a Verga e alle sue famose novelle. E’ stato in occasione del suo ultimo soggiorno in Sicilia, nel 2015,  che il nostro editore, Angela Lombardo, presidente dell’associazione scientifico culturale Mea Lux e la prof.ssa Manuela Speciale (Associazione Dante Alighieri sez. di Catania) proposero all’artista l’idea di realizzare un progetto storico-artistico finalizzato ad un gemellaggio tra una realtà siciliana ed una mantovana, altra terra cara a Centra. Occorreva individuare due personaggi simbolo di  queste due terre, più o meno tra loro contemporanei  e, rievocare le loro storie attraverso una serie di dipinti  che avrebbe realizzato lo stesso artista. Per la Sicilia fu scelto lo scrittore Giovanni  Verga e per la terra di Mantova Ippolito Nievo. L’abbinamento piace a Centra, conosce bene Nievo ed è affascinato dalle opere dello scrittore siciliano, come i Malavoglia  e le Novelle, in particolare quella intitolata “Libertà” (sull’eccidio di Bronte da parte dei garibaldini).  Per concretizzare il progetto fu organizzato un  mini tour nei luoghi dei racconti di Verga:  Catania (Casa Museo di Verga), Aci Trezza (i luoghi dei Malavoglia) e Vizzini (Museo Verghiano). L’artista romano dopo aver assaporato i colori e le suggestioni di questi luoghi storici, fatto tesoro “dell’esaltante esperienza” come egli stesso la definì, ritornò a casa nella sua bottega d’arte. Ispirato da quanto aveva visto in Sicilia si è messo subito a lavoro. In poco tempo il progetto è diventato realtà. Luigi Centra ha dipinto una serie di quadri dedicati a Verga, le sue novelle, i luoghi del verismo e persino qualche dipinto ispirato al film “La Terra Trema” di Visconti realizzato nella terra dei Malavoglia. Nel contempo dipinge anche diverse tele dedicate ad Ippolito Nievo. Realizzate le tele, Luigi Centra prospetta  il progetto culturale al Sindaco di Rodigo Gianni Ghizzoni confidando di voler donare i quadri per realizzare una mostra permanente e creare un ponte culturale tra la terra dei Mantova e la Sicilia. Il primo cittadino di Rodigo, entusiasta dell’originale proposta  accetta e mette a disposizione del pittore romano alcuni locali di Villa Balestra dove è stata allestita ed inaugurata la mostra alla sua presenza. Grato per aver permesso la realizzazione del progetto artistico-culturale Luigi Centra ha usato parole di apprezzamento per il sindaco.  “Vorrei ringraziare Gianni Chizzoniha detto Centraun noto imprenditore che si adopera molto per i fabbisogni del comune. Vorrei ricordare che di recente ha fatto restaurare la vecchia cascina di Rivalta sul Mincio ed il Teatro Verdi lesionato a causa del terremoto. Ha inaugurato un nuovo asilo nido e sta cercando di salvare il Museo Nievo di Fossato. Un amministratore sensibile alla cultura e all’arte che ha accolto questo progetto culturale con grande entusiasmo permettendo la sua realizzazione. Per questo ho regalato le 58 tele di questa mostra permanente. In parole povere un sindaco che tutti i comuni vorrebbero avere. Un grazie anche alle amiche Angela Lombardo e la prof.ssa Manuela Speciale che mi hanno motivato a realizzare questa esperienza artistica e facendomi conoscere i luoghi e le ambientazioni delle opere di quel figlio di Sicilia che ha dato lustro a questa meravigliosa terra con i suoi racconti. Adesso mi auguro che si possa realizzare il gemellaggio ipotizzato tra i comuni di Rodigo e quello di Aci Castello-Aci Trezza luoghi simbolo delle vicende verghiane.

La mostra, inaugurata alla presenza del sindaco di Rodigo, di numerosi artisti e cultori d’arte  ha già fatto registrare  diverse centinaia di visitatori che hanno apprezzato la tecnica, i virtuosismi delle pennellate e dei colori con i quali Luigi Centra ha raffigurato  luoghi, personaggi e fatti dei racconti di Giovanni Verga e Ippolito Nievo. Un modo originale per fare veicolare cultura e arte tra terre distanti tra loro ma accomunati dall’aver dato i natali a due personaggi emblema di un grande secolo culla del Risorgimento e della nascita dello Stato Italiano.         

Prosegue intanto il percorso artistico di Luigi Centra  con altri progetti in cantiere e traguardi raggiunti. Di recente all’artista nato a Carpineto Romano (Roma) nel 1946 le Poste Italiane gli hanno dedicato il secondo annullo postale intitolato “Quando il colore fa rumore” con la realizzazione di cartoline che ritraggono il “Centra Park”  nel Comune di Stra (Venezia)  a lui dedicato dal fotografo dei vip  Gianfranco Brusegan. Nella prestigiosa location veneziana ogni anno si svolge  il “Premio Internazionale Grandi Artisti Luigi Centra”  dedicato all’artista romano e curato dal  Direttore Artistico Pasquale. Lo staff sta già lavorando alla nuova edizione dove saranno consegnate  le statuette delle dee alate ai migliori artisti sparsi nel mondo. Il Maestro Centra, che ha girato tutto il mondo, portando le sue opere  in diverse nazioni, è stato insignito del titolo di “Ambasciatore dell’Arte nel Mondo“, essendo egli anche un esponente della Pop Art “Populaire”  che ha rivalutato in Italia nel 1970. Il poliedrico artista di recente ha scritto un libro sul Comune di Rodigo, con il quale sintetizza 40 anni di letteratura di produzione locale  dal 1976-2016. Ultimamente Centra ha esposto a Mosca presso il Cremellino, a Kiev in Ucraina, in Cina a Pechino, a Padova presso il Caffè Storico Pedrocchi, ad Alatri Frosinone a Palestrina Roma. Il 27 agosto fino al 18 settembre 2016 esporrà le sue opere presso il Chiostro Sant’Agostino nel suo paese di residenza a Veroli Frosinone.

Negli ultimi due anni  Centra, il quale non conosce limiti alla sua generosità artistica,  ha realizzato diversi quadri  (PALE) di ampie dimensioni di metri 3,00 x1,50 che ha donato a  vari musei ed istituzioni. Tra queste,  alle Poste Italiane Centrali e alla Prefettura di Frosinone, al Museo Civico Archeologico di Alatri (Fr), all’Archivio di Stato di Frosinone e, a diversi altri comuni e musei di Venezia e del Mantovano.

Infine ricordiamo che lo scorso anno,  Centra è stato protagonista di un video realizzato nell’ex Campo di concentramento le “Fraschette” di Alatri Frosinone dove  ha recitato come protagonista insieme alla bella Cecilia Minotti, sua collaboratrice, in un cortometraggio con la regia di Angelo Bianchi, recentemente premiato con la dea alata a Venezia al “Centra Park”. Nel filmato che si intitola “I Colori dell’anima”  l’artista, protagonista, fa rivivere attraverso la pittura,  le sofferenze delle migliaia di donne trucidate nei campi di concentramento della seconda guerra mondiale, rappresentate simbolicamente da Cecilia, l’altra protagonista del video.

                    ROSARIO  MESSINA

Lettera dell’Assessore Comunale di Rodigo che ha letto l’articolo

Ciao Luigi
ho appena parlato con il Sindaco. Un gemellaggio con Aci Castello-Aci Trezza non è fattibile di questi tempi, perchè le ultime leggi di stabilità hanno praticamente azzerato le spese relative a questo tipo di iniziative.
Poichè Rodigo è già gemellato con Berg (Germania), sarebbe difficile spiegare l’intenzione di costituire un nuovo gemellaggio.
Tuttavia il Sindaco ha apprezzato l’articolo, anzi ti ringrazia per le parole che hai usato nei suoi confronti, ed è disponibile a qualche iniziativa meno impegnativa di un gemellaggio.
Magari una visita di cortesia, uno scambio culturale basato sulla tua mostra Verga-Nievo, forse quella si può fare. I siciliani vengono qui e poi noi andiamo a trovare loro.
Un altro problema è anche la distanza fra Rodigo e Aci Castello/Trezza, che impone di fare il viaggio in aereo”.

Vedremo
ciao
Aristide

L'artista Luigi Centra

L’artista Luigi Centra

Villa Balestra

Villa Balestra

Una delle sale con i quadri

Una delle sale con i quadri

Il viale del Parco Letterario

Il viale del Parco Letterario

Ippolito Nievo

Ippolito Nievo

Giovanni Verga

Giovanni Verga

"Fotogrammi" del film La Terra Trema

“Fotogrammi” del film La Terra Trema

"Il naufragio" tratto dall'opera di Verga I Malavoglia

“Il naufragio” tratto dall’opera di Verga I Malavoglia

"La casa del nespolo" (luogo Verghiano)

“La casa del nespolo” (luogo Verghiano)

Porto di Acitrezza

Porto di Acitrezza

A Cunziria (luogo verghiano)

A Cunziria (luogo verghiano)

 

 

 

 

 

 

  • Print
Computer Hope