Home Eventi Al Liceo Scientifico di Giardini Naxos presentato il progetto ecologico Italia-Malta Bioblu...

Al Liceo Scientifico di Giardini Naxos presentato il progetto ecologico Italia-Malta Bioblu per la rimozione dei rifiuti delle spiagge

0 119

Giardini Naxos (Me) – Venerdì 18 marzo nell’ambito del progetto scuola “Costa Amica” si è svolto presso l’auditorium del liceo di Giardini Naxos “C. Caminiti”  un incontro, organizzato da Legambiente, con il Prof. Giovanni Randazzo docente di Geologia Ambientale, il tecnologo Mario Vitti che stanno lavorando al Progetto Italia – Malta Bioblu – “Robotic BiOremediation for coastal debris in  blue flag beach and in a maritime protected area” che tratta la raccolta automatizzata dei rifiuti di spiaggia mediante droni e robot.

Il progetto BIOBLU si propone di dare un contributo innovativo alla rimozione dei rifiuti dalle spiagge attraverso un’analisi dello stato dell’ambiente locale e alla promozione di un nuovo approccio di gestione in funzione delle nuove tecnologie e delle nuove conoscenze disponibili.

Il metodo innovativo consiste in un kit ad alta tecnologia e completamente automatico, basato su un processo di deep learning, che riconoscerà i rifiuti da remoto (tramite droni), ne consentirà la raccolta in modo robottizzato e ne faciliterà lo smaltimento in campane compattatrici in modo differenziato.

Il progetto sarà attuato su due pocket beaches (letteralmente “spiagge tascabili”), piccole spiagge limitate da promontori naturali. Inoltre, grazie all’analisi fisico-biologica dei rifiuti, ne sarà determinata la provenienza, mediante un sistema integrato di rilevamento delle correnti, e l’impatto che soprattutto le microplastiche hanno sulle faune al fine di valutarne la ricaduta sulla catena alimentare.

 Risultati Attesi:

7,75 Kmq. di superfici coperte da analisi degli impatti negativi causati dalla presenza di plastiche e microplastiche sulla catena trofica (di cui AMP Milazzo 7,68 kmq e SII/BF Ramla, 0,07 kmq), due diversi protocolli automatizzati per la pulizia delle due spiagge e l’elaborazione di un modello per la gestione free-plastic di ciascuna delle due aree protette.

L’iniziativa è partita dal prof. Salvino Risitano volontario di Legambiente e dalla sua presidente Annamaria Noessing che stanno collaborando con il Liceo di Giardini nell’ambito del progetto “Costa Amica” curato dalla professoressa Sabrina Gallina.

In merito alla iniziativa il prof. Salvino Risitano già docente del Liceo di Giardini Naxos ha detto: Il prof.Giovanni Randazzo è un grande conoscitore della nostra baia anche perché ai tempi dell’amministrazione dell’Architetto Giglio ha curato gli studi badimetrici dei nostri fondali marini riguardanti i ripascimenti delle spiagge e le barriere soffolte. In questa occasione ha però spiegato il ciclo della raccolta differenziata. Mentre il prof. Mario Vitti ha brillantemente esposto il progetto altamente tecnologico di studio e mappatura dei rifiuti spiaggiati attraverso droni sofisticati e della loro raccolta con robot di ultima generazione. Tutti auspichiamo che questo progetto possa presto essere adottato anche per tutte le nostre spiagge che sono spesso bersaglio di atti vandalici perpetrati attraverso rifiuti che vengono lasciati in spiaggia in special modo nei periodi estivi quando queste sono affollate di bagnanti che, spesso, non hanno l’accortezza di gettare i propri rifiuti negli appositi contenitori.”

   ROSARIO MESSINA

La presentazione del progetto

La presentazione del progetto

La sala gremita di alunni intervenuti per assistere alla presentazione del progetto ecologico

La sala gremita di alunni intervenuti per assistere alla presentazione del progetto ecologico

La proiezione delle slides del progetto

La proiezione delle slides del progetto

Uno degli interventi dei prestigiosi relatori

Uno degli interventi dei prestigiosi relatori

L'intervento del prof. Randazzo

L’intervento del prof. Randazzo

  • Print
Computer Hope