Home Eventi Giardini Naxos rievoca il passaggio del sacro fuoco nel 1960: Consegnate le...

Giardini Naxos rievoca il passaggio del sacro fuoco nel 1960: Consegnate le targhe ai tedofori giardinesi

0 46

GIARDINI NAXOS PROTAGONISTA DEL PASSAGGIO DEL SACRO FUOCO NEL 1960: Consegnate le targhe

Il Comitato di Messina, promotore delle celebrazioni dei 60 anni del passaggio della Fiaccola Olimpica dalla riviera Jonica, ha consegnato le targhe dell’evento ai tedofori giardinesi che il 19 agosto del 1960 hanno portato con la loro fiaccola il sacro fuoco di Olimpia da Atene a Roma (con la nave Amerigo Vespucci della Marina Militare). La cerimonia di consegna si è svolta nella biblioteca comunale alla presenza del nuovo Sindaco dott. Giorgio Stracuzzi.

Dopo i saluti di rito, il benvenuto al Comitato organizzativo e, un breve intervento del Sindaco, i rappresentanti del  Comitato Organizzativo assieme al primo cittadino hanno consegnato le targhe. Per il Comitato sono intervenuti: il Prof. Piero Chillè, il coordinatore dell’evento Avv. Carlo Lo Schiavo e il Prof. Umberto Savarese.

I tedofori giardinesi che hanno ricevuto la targa sono stati: Nino Cannizzaro, Teddo Cannizzaro (ritirata dalle figlie Imperia e Giovanna), Pippo Sangrigoli, Bruno Di Bernardo (che ha ritirato anche quella di Sangrigoli), Avv. Franz Buda (ritirata dal figlio Avv. Italo Buda),  il Prof. Nino Rigano, ritirata dai figli Carlo ed Elina, Franco La Macchia Maedaglia d’argento alle Olimpiadi di Roma del 1960 ritirata da Carlo Rigano.

Il tedoforo Bruno Di Bernardo

Il tedoforo Bruno Di Bernardo

La targa

La targa

Bruno Di Bernardo

Bruno Di Bernardo

Tysandros

Bruno Di Bernardo porta la fiaccola al Tempietto Tysandros

LA STORIA

Giardini fu una delle principali protagoniste di quell’estate olimpionica del 1960, tanto che, per ricordare l’evento, visto che la fiaccola partì proprio dalla prima colonia greca di Sicilia, venne eretto il Tempietto “Tisandros” (per ricordare il pugile naxiota vincitore di quattro olimpiadi nell’arte della “pigmachia” l’odierno pugilato nel 572, 568, 564, 560 a.c.) dove si svolse la cerimonia dell’accensione del Tripode alla presenza del Sindaco di allora Lorino Mangano. I tedofori giardinesi che furono protagonisti di quell’evento nel 1960 furono: Antonino Cannizzaro, Antonino Rigano, Franz Buda, Pippo Sangricoli, Pancrazio Cannizzaro e Bruno Di Bernardo. Proprio quest’ultimo è stato protagonista della cerimonia inaugurale di Giardini Naxos.  La rievocazione del passaggio del sacro fuoco è iniziata il 19 agosto alle ore 10,30 nei pressi del tempietto Tysandros. Il tedoforo Bruno Di Bernardo storico campione di canoa, campione di karate e sollevamento pesi è arrivato al Tempietto Tysandros portando la fiaccola olimpica che ha consegnato al Sindaco di Giardini Naxos il quale, a sua volta, ha acceso con il sacro fuoco il braciere collocato nel tempietto. Dopo il breve intervento celebrativo il Sindaco ha riconsegnato a Di Bernardo la fiaccola olimpica che a sua volta l’ha consegnata a Giuseppe Vinciguerra e Pippo Rigano che attendevano su una imbarcazione. Il natante, scortato da una imbarcazione della Guardia Costiera, dopo un breve tragitto in mare, è approdato nelle spiagge di Naxos antistante la chiesa di San Pancrazio. Ad attendere la fiaccola c’era Salvatore Ferrara pluripremiato maratoneta, scalatore, di grattacieli (A New York, Roma, Milano e tanti altri). Ferrara, a sua volta, dopo un breve tragitto, ha consegnato la fiaccola olimpica ai figli del compianto prof. Rigano, Carlo e Evelina Rigano che a loro volta l’hanno consegnata ad altri giovani tedofori che si sono alternati fino al ponte della ferrovia che divide Giardini Naxos da Taormina. Tra un passaggio e l’altro, la fiaccola  è arrivata a Messina.

             ROSARIO  MESSINA

Atleti del C.N. Teocle sotto il tempietto Tisandros nel 1960: In alto l'allenatore federale di nazionalità rumena Kalman Bhaho e il Prof. Nino Rigano. In primo piano da sin. Teddu Cannizzaro, Nino Prestipino, Elina Rigano, Nino Cannizzaro e Bruno Di Bernardo

Atleti del C.N. Teocle sotto il tempietto Tisandros nel 1960: In alto l’allenatore federale di nazionalità rumena Kalman Bhaho e il Prof. Nino Rigano.
In primo piano da sin. Teddu Cannizzaro, Nino Prestipino, Elina Rigano, Nino Cannizzaro e Bruno Di Bernardo

Da sin. Nino Cannizzaro (K1), Bruno Di Bernardo e Pippo Galeano (K2), Teddu Cannizzaro (K1)

Da sin. Nino Cannizzaro (K1), Bruno Di Bernardo e Pippo Galeano (K2), Teddu Cannizzaro (K1)

Bruno Di Bernardo e Teddu Cannizzaro

Bruno Di Bernardo e Teddu Cannizzaro

  • Print
Computer Hope