Home Eventi Giorgio Peris e Rosario Lo Bello a Messina nell’ultima tappa del 60°...

Giorgio Peris e Rosario Lo Bello a Messina nell’ultima tappa del 60° anniversario del passaggio della fiaccola olimpica a Messina- Emozionante l’accensione della fiaccola ai piedi della stele della Madonnina del Porto

0 92

Messina . Partecipata nel rispetto della normativa anticovid a Largo Batteria Masotto la tappa finale della cerimonia del 60° anniversario del passaggio della Fiamma Olimpica da Messina e nei Comuni della zona jonica, L’evento promosso dalla Compagnia dei tedofori presieduta da Piero Chillè e composta dall’avv. Carlo Lo Schiavo, dal comm. Domenico Calabrò, dal cav. Giovanni Rizzo, dalla prof.ssa Caterina Oteri, dal prof. Josè Gambino e dal prof. Giuseppe Restifo ha avuto come ospiti d’onore della manifestazione Giancarlo Peris, l’ex mezzofondista noto per essere stato l’ultimo tedoforo ai Giochi di Roma del 1960 e Rosario Lo Bello figlio di Concetto arbitro internazionale di serie A.

Emozionante la partenza dal Tempietto Olimpico “Tysandros” di Giardini Naxos alle ore 11,00 della fiamma olimpica che è stata trasportata via mare davanti alla chiesa di San Pancrazio. La staffetta ha attraversato Taormina, Letojanni, Forza D’Agrò, Sant’Alessio Siculo, Santa Teresa di Riva, Furci Siculo, Roccalumera, Nizza di Sicilia, Alì Terme, Itala Marina, Scaletta Zanclea, Capo Scaletta, Giampilieri Marina, Briga Marina, Santa Margherita, Galati Marina e Mili Marina ed è giunta a Messina Sud/Tremestieri, Pistunina, Contesse, Ganzirri, Atm Messina e Piazza Cairoli fino all’arrivo, alle ore 19 alla Passeggiata a Mare. I tedofori che si sono alternati da Giardini Naxos a Giampilieri sono stati coordinati dal Presidente dell’ass. nazionale Azzurri Antonello Aliberti e da Scaletta a Messina da Gabriele Rinaldi presidente Associazione Torre Bianca. Al “Largo Batteria Masotto” l’arrivo dei tedofori del ‘60 tra gli applausi dei presenti e subito dopo è avvenuta l’accensione del tripode, a cura del già presidente provinciale del Coni Giovanni Bonanno. Presenti alla cerimonia presentata dall’avv. Silvana Paratore che ha richiamato più volte i valori puri dello sport nella cultura di ieri e di oggi,  Mons. Mario Di Pietro in rappresentanza dell’Arcivescovo di Messina , Mons. Vincenzo D’Arrigo consulente del Comitato Madonna della Lettera, Mons. Angelo Oteri, il Vice Comandante del Nucleo di Supporto logistico della Marina Militare di Messina Felice Miraglia, il Capitano dei carabinieri Vincenzo Spataro in rappresentanza del Comandante Provinciale dei Carabinieri di Messina e via mare presenti la Guardia costiera di Messina, la motovedetta della Guardia di Finanza di Messina.  E’ toccato all’assessore alle politiche sportive del Comune di Messina, Francesco Gallo, procedere alla scopertura della lapide commemorativa che come a Messina, è stata scoperta ad ogni passaggio della fiaccola olimpica in ciascun comune patrocinante l’iniziativa. A leggere il contenuto della targa il prof. Restifo “Per questo mare dal nome antico e celebre per memorie passò venendo da Olimpia e da Atene la fiaccola destinata ad ardere sotto il cielo di Roma nei giorni delle Olimpiadi del 1960”. Suggestivo il balletto davanti alla scalinata della passeggiata a mare ispirato al fauno danzante ed alle olimpiade greche con coreografie curate da Mariangela Bonanno e da Alice Rella. Orgogliosi i tedofori presenti a Largo Batteria Masotto chiamati col microfono uno ad uno ed applauditi per il loro essere stati al servizio dello sport: Ventimiglia Salvatore, Donato Salvatore, Bonanno Giovanni, Rizzo Giovanni, Restuccia Francesco, Amabile Stellario, Muscolino Nino, Mascali Isidoro, Calabro’ Domenico, Summa Antonino, Mario Migneco e Piero Chillè. Due le targhe celebrative che sono consegnate agli atleti Giancarlo Peris ed all’ex arbitro Rosario Lo Bello, il cui padre, l’indimenticato Concetto, fu il primo tedoforo in terra italiana alle Olimpiadi del 1960. Magica l’arte teatrale interpretata magistralmente da Caterina Oteri che ha preceduto il  momento finale del trasferimento della fiaccola ai piedi della Madonnina del Porto con Giancarlo Peris via mare a bordo della paciota del circolo ricreativo Riviera Pace presieduto da Carmelo Recupero e il conseguente omaggio floreale offerto dal Gruppo ctg Madonna della Madonna di cui Mons. Angelo Oteri presente alla cerimonia, e’ consulente ecclesiastico. L’omaggio è stato  accompagnato dal volo di 60 palloncini bianchi.

La cerimonia di Messina

La cerimonia di Messina

I tedofori a Messina

I tedofori a Messina

Un momento della cerimonia

Un momento della cerimonia

Il tripode  con il sacro fuoco

Il tripode con il sacro fuoco

Una fase della cerimonia

Una fase della cerimonia

 

  • Print
Computer Hope