Home Eventi Taobuk il Book Festival di Taormina ricorda la scomparsa dello scrittore israeliano...

Taobuk il Book Festival di Taormina ricorda la scomparsa dello scrittore israeliano Amos Oz

0 272

Il 28 dicembre è scomparsa una delle voci più importanti della letteratura mondiale, Amos Oz, che ci ha lasciati oggi all’età di 79 anni.

Per l’ottava edizione del Taormina Book Festival lo scrittore israeliano ha tenuto una lectio magistralis a  Taormina, durante la quale ha approfondito proprio il ruolo di un intellettuale a difesa del libero pensiero quando tutti sembrano brancolare nel buio. Nelle sue idee politiche come nel lavoro letterario, Amos Oz si considerava un Evoluzionista più che un Rivoluzionario, nonostante molti nel suo Paese lo reputassero un radicale.

Si tratta dell’ultima apparizione pubblica di Amos Oz, che a Taobuk è stato premiato con il Taobuk Award for Literary Excellence per la sua capacità di intrecciare, nella scrittura, vita personale e rivoluzioni, rivestendo vicende private di un valore assoluto e universale.

“Io credo fortemente che raccontare storie apra la mente dei lettori e li aiuti a empatizzare con gli altri. Mettere se stessi nella pelle di altre persone ti porta a immaginare ‘Cosa farei se fossi lui? O se fossi lei? Questo è il regalo della letteratura.”

“Oz” in ebraico vuol dire “Forza“, una forza che è ravvisabile nella scrittura dell’autore, e che viene tratta dalla storia tormentata della sua terra d’origine. Attento e sensibile soprattutto alla materia umana, lo scrittore mostra nelle sue opere fragilità e straordinaria varietà.

Tra le opere più note il romanzo autobiografico Una storia di amore e di tenebra, nel quale Oz ha raccontato, attraverso la storia della sua famiglia, le vicende storiche del nascente Stato di Israele dalla fine del protettorato britannico. Nella vita dello scrittore è stato determinante il suicidio della madre, avvenuto quando il piccolo Amos aveva appena dodici anni. L’elaborazione del dolore si sviluppa ben presto in un contrasto con il padre, un intellettuale vicino alla destra ebraica. Il contrasto padre-figlio portò alla decisione del ragazzo di entrare nel kibbutz Hulda e di cambiare il cognome “Klausner” in “Oz”.

Antonella Ferarra direttore artistico di Taobuk e Oz

Antonella Ferarra direttore artistico di Taobuk con Amos Oz

Amos Oz

Amos Oz

 

  • Print
Computer Hope