Home in evidenza Da Giardini Naxos lungo mari Normanni:Siciliafelix presente al varo del camper itinerante...

Da Giardini Naxos lungo mari Normanni:Siciliafelix presente al varo del camper itinerante che ospiterà gli studiosi

0 1244

Giardini Naxos (Me) – E’ stato dato il via lo scorso venerdì 21 aprile alla “partenza” di una iniziativa culturale davvero speciale. Un viaggio di studio e di ricerca a bordo di un camper che si propone l’obiettivo di raccogliere materiale documentario (principalmente audio e fotografico) riguardante le tradizioni dei canti e delle danze dei pescatori delle coste del Baltico per poter, in seguito, procedere ad una comparazione con analoghi canti e danze dei pescatori della nostra costa ionica e rintracciarne l’eventuale traccia normanna. Si tratta di una importante e pionieristica ricerca di antropologia del mare che, prendendo le mosse da uno studio preliminare delle fonti storiche e documentarie, porterà avanti una vera e propria ricerca etnoantropologica sul campo conducendo svariate interviste ai pescatori del luogo e raccogliendo una buona quantità di materiale audio. Il team di studio, coordinato dall’arch. Sergio Pelligra per la parte documentaria e fotografica, e dalla prof.ssa Maria Raneri per la parte di storia e design dei tessuti, grazie all’impegno e alla motivazione di persone come il cav. Nino Buda presidente dello storico Gruppo Folk Naxos, ha acquistato il camper di lavoro ed ha stabilito una serie di contatti con alcuni enti di ricerca scandinavi altrettanto interessati a mettere a punto questa ricerca.

Il camper, un vero e proprio laboratorio di antropologia itinerante, è stato inaugurato alla presenza delle autorità cittadine, con in testa il sindaco Pancrazio Lo Turco e l’assessore Sandra Sanfilippo, e con la benedizione di padre Eugenio Tamà il quale ha auspicato che anche questo, come ogni viaggio, proceda nella direzione dell’incontro e della comprensione di altri popoli e di altre culture. Presenti all’inaugurazione per la presentazione e le foto di rito tutti gli enti culturali e le associazioni che hanno patrocinato l’iniziativa e stanno collaborando all’impresa: il Gruppo Folk Naxos, l’Accademia di Belle Arti di Catania, la Fondazione di etnostoria “Aurelio Rigoli” di Palermo, Slowitaly, la International Organisation of Folk Art ed il Comune di Giardini Naxos. Il team di lavoro appena partito, dopo aver seguito un percorso di ventimila chilometri lungo le coste atlantiche e fino al mar Baltico, tornerà a Naxos a settembre per iniziare la seconda fase della ricerca, quella più squisitamente comparativa, mettendo in relazione i vari materiali, siciliani e baltici, raccolti. Ulteriore enfasi verrà rivolta anche allo studio diacronico dei tessuti e dei costumi tradizionali dei pescatori locali. Alla fine verranno realizzati una mostra fotografica ed un convegno pubblico per illustrare i risultati della ricerca e le eventuali pubblicazioni.

Noi di Siciliafelix siamo in contatto con il team di lavoro e ne raccogliamo il testimone seguendo l’evoluzione di questa interessante iniziativa. Ad majora, gentes.

                                 Sergio Denaro

 

Il Camper e il saluto delle autorità

Il Camper e il saluto delle autorità

Il Camper

Il Camper

Il saluto ai protagonisti del viaggio

Il saluto ai protagonisti del viaggio

  • Print
Computer Hope