Home in evidenza La Baia di Giardini Naxos si illumina del tricolore della Pattuglia Acrobatica...

La Baia di Giardini Naxos si illumina del tricolore della Pattuglia Acrobatica Nazionale protagonista di un grande spettacolo aereo

0 1810
Il Gen. Pasquale Preziosa

Il Gen. Pasquale Preziosa

Il Comandante della PAN  Jan Slangen

Il Comandante della PAN
Jan Slangen

Gen. Pasquale Preziosi e Gen. Maurizio Lodovisi

Gen. Pasquale Preziosi e Gen. Maurizio Lodovisi

Giardini Naxos (Me) – E’ stato un successo che rimarrà negli annali della prima colonia greca di Sicilia la manifestazione aerea “Naxos Air Show” 2015 che ha visto protagonista nella Baia di Naxos, la mitica Pattuglia Acrobatica Nazionale (PAN) altrimenti nota come le “Frecce Tricolori” prestigiosa rappresentante dell’Aeronautica Militare e dell’Italia nel mondo che, quest’anno, ha festeggiato i 55 anni di vita. L’evento, promosso dal Comune di Giardini Naxos in collaborazione con l’Aero Club d’Italia (l’ente promotore della manifestazione “Naxos air show 2015″) e l’Aero Club di Catania ha conferito alla location un momento di estremo prestigio con un eccezionale flusso di pubblico ovvero, adulti e bambini, che hanno affollato all’inverosimile tutto il lungomare di Naxos. Il tutto grazie allo Stato Maggiore dell’Aeronautica che ha concesso alla Pattuglia Acrobatica Nazionale l’autorizzazione a partecipare al “Naxos Air Show”. Eccellente la regia della manifestazione curata dal Comandante Francesco Moraci affiancato da Giuseppe Lo Cicero. In area comando a controllare le fasi della manifestazione e delle comunicazioni, oltre il direttore Moraci vi erano anche il Generale di Brigata Claudio Salerno Capo della Comunicazione dell’AM (UGCOM), il Maggiore Roberto Mattina (Coordinatore Aeronautica Militare), il Comandante della PAN T.Col. Pilota Jan Slangen e il Maresciallo capo Cosimo Roberto Arizzi comandante della Guardia Costiera – Locamare di Giardini Naxos. Numerose le autorità politiche e militari presenti nel palco degli ospiti, tra questi il Generale di Squadra Aerea Pasquale Preziosa attuale Capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica Militare, il Gen. di Squadra Aerea Maurizio Lodovisi dello Stato Maggiore, il Gen. di Brigata Roberto Boi dello Stato Maggiore, il Gen. di Brigata Aerea Roberto Azzolin,  il Comandante della Base Aerea del 41° Stormo di Sigonella Colonnello Pilota Vincenzo Sicuso dalla quale sono decollati i piloti della PAN, il deputato nazionale On. Giuseppe Castiglione.
Alquanto nutrito il programma dell’evento che ha proposto evoluzioni aeree, spettacolari numeri acrobatici della pattuglia civile “Blu Circe” e del Campione Italiano pluri medagliato Rudy Natale e tant’alto ancora. Emozionante la simulazione del recupero in mare di un naufrago da parte del nuovo elicottero in dotazione all’Aeronautica, l’ HH 139 dell’82° stormo del SAR di Trapani, che ha tenuto il pubblico col fiato sospeso per la spettacolarità della dimostrazione di salvataggio. Prima di arrivare al punto di recupero l’HH 139 ha effettuato un passaggio a bassa quota davanti agli spettatori che agitavano le bandierine tricolore con un membro dell’equipaggio appeso ad una fune che pendeva dall’elicottero mentre sventolava la bandiera italiana. A spiegare le fasi del recupero con dovizia di particolari è stato lo speaker dell’Aeronautica. il maresciallo Vito Galatea del SAR di Trapani. L’esaltante manifestazione aerea ha altresì proposto anche il sorvolo della flotta dell’Aero Club di Catania e di aerei militari, come il familiare Atlantic del vicino 41° Stormo di Sigonella (Ct) e le spettacolari evoluzioni di due EFA del 37° Stormo di Trapani Birgi. L’Eurofighter 2000 (EFA) è un caccia di ultima generazione, il più avanzato aereo da combattimento mai sviluppato in Europa, in grado di offrire capacità operative di ampio respiro e una spiccata efficacia nel settore della Difesa Aerea. Concentrato di tecnologia e sapienza ingegneristica, l’Eurofighter è il frutto della collaborazione industriale di Germania, Gran Bretagna, Italia e Spagna. I caccia sono, in servizio presso il 4° Stormo di Grosseto, il 36° Stormo di Gioia del Colle (Bari) ed il 37° Stormo di Trapani. Sono essere stati utilizzati in occasione di grandi eventi e nelle operazioni “Odyssey Dawn” e “Unified Protector” durante la crisi libica nel 2011.

Poi, il gran finale, con il carosello di evoluzioni dei piloti delle Frecce Tricolori che hanno fatto il loro ingresso nella Baia sfrecciando con le loro scie tricolore sulle note dell’Inno Nazionale Italiano. Un lungo applauso del pubblico ha salutato l’ingresso degli eroi dell’aria che hanno iniziato ad eseguire le loro spettacolari figure. Ad animare la diretta lo speaker Magg. Andrea Soro che ha descritto le fasi delle figure eseguite dai Piloti della PAN. Impeccabili le loro esecuzioni, coraggiosi funamboli dell’aria che hanno dipinto l’orizzonte e lo spazio aereo sovrastante la Baia di Naxos con le loro scie di fumo tricolore e i potenti rombi dei loro Aermacchi MB339 PAN (in dotazione alla PAN dal 1982). Emozionanti e spettacolari i numeri proposti dal solista pilotato dal Cap. Pilota Filippo Barbero tra questi la figura del “volo folle” e la salita verticale fino a che il velivolo dopo una veloce ascesa non è rimasto fermo, sospeso in aria per qualche secondo, a causa dell’attrazione della forza di gravità. Il programma delle Frecce Tricolori conta ben diciotto figure ed è tra i pochi al mondo ad avere formazione e solista ad alternarsi sul cielo. Un palinsesto che sempre più affinato in cinquantacinque anni di attività che prevede tre varianti a seconda delle condizioni meteo. Abbiamo un programma alto, basso e piattolooping d’in con manovre ardite a sviluppo verticale adeguate alla visibilità. Per circa mezz’ora gli assi della Pattuglia Acrobatica Nazionale hanno effettuato le figure previste dal loro programma acrobatico tra queste ricordiamo: il “Looping d’ingresso“, la “Cardioide e separazione del solista”, la figura denominata “Bastoni e ricongiungimento tonneau 4 tempi”, il “Ventaglio Apollo 313“, l’emozionante “Cuore con tonneau e rovescio tonneau“, “l’incrocio del cuore“, la “Scampanata-Arizona“, la famosa “Bomba” con l’incrocio del solista, lo “Schneider a desta con il volo folle del solista”, il gran finale con la figura dell'”Alomba e inserimento del solista” ed il saluto al pubblico sulle note di “Nessun Dorma” e la voce di Luciano Pavarotti  con la suggestiva scia dei fumi tricolore della bandiera italiana dipinta per qualche secondo sul cielo di Naxos  per poi fare rotta verso l’aeroporto militare di Sigonella.
A conti fatti, quella di Giardini Naxos è stata una grande festa di popolo, l’evento ha richiamato circa 150 mila persone, provenienti da ogni parte dell’Isola e dalla Calabria che ha fatto la gioia di centinaia di bambini accompagnati dai loro genitori che hanno più volte applaudito e salutato piloti ed aerei con le loro bandierine tricolore. A fare da cornice all’evento gli stand predisposti su tutto il lungomare di vari enti, tra questi quello dell’UNICEF (per una raccolta fondi) e quello dell’Aeronautica Militare che ha esposto e venduto libri, poster, brocure, zaini e cappellini con lo stemma delle mitiche Frecce Tricolore e un simulatore di volo MB 339 PAN che ha permesso agli spettatori  di provare le emoioni di un volo delle Frecce Tricolore simulato. A spiegare le fasi della manifestazione, le caratteristiche tecniche dei velivoli e le varie figure aeree in programma sono stati gli speacher dell’Aeronautica Militare assieme al direttore della manifestazione Comandante Francesco Moraci. Il pubblico presente ha così potuto toccare con mano come l’Aeronautica Militare svolge ruoli primari nell’ambito della sicurezza del Paese, in servizi utili alla collettività, ma anche di sostegno ad interessi nazionali. A tal proposito il T.Col. Pilota Jan Slangen nel corso della conferenza stampa svoltasi il 26 settembre al lido Splash Beach messo a disposizione dell’evento dal titolare Graziano Peri, aveva detto: “Sono onorato di essere in Sicilia e di partecipare a questa manifestazione in uno dei luoghi più belli dell’Isola. Era da tempo che si pensava di organizzare un evento con la partecipazione della nostra Pattugli acrobatica da queste parti. Il nostro è un team formato da uomini e donne che provengono da ogni angolo della nostra penisola, luoghi diversi, tradizioni e usi diversi, ma tutti accomunati da una grande passione, servire lo Stato indossando un uniforme. Al di la della spettacolarità questi eventi sono un modo per valorizzare il territorio. Dietro c’è tanto lavoro, anche rischioso, secondo il motto -la tua squadra che vola-, perché è questa l’essenza di lavorare in gruppo e la nostra forza vincente che identifica in Italia e all’estero le Frecce Tricolori come ambasciatori del nostro Paese“. Ha retto bene la complessa macchina organizzativa coordinata dal Vice Sindaco Carmelo Giardina che ha fortemente sostenuto la realizzazione dello storico evento e dal direttore della manifestazione Comandante Francesco Moraci messa in campo a tutela degli spettatori in special modo lo staff dedicato ai soccorsi che composto da 13 ambulanze e due PMA (per il primo soccorso) con oltre 150 volontari della Protezione Civile ed altre associazioni oltre gli agenti di Polizia municipale e delle Forze dell’Ordine e della Protezione Civile del Comune di Giardini Naxos.
A conclusione della manifestazione il Sindaco di Giardini Naxos Pancrazio Lo Turco ha commentato:”E’ stata una grande festa popolare che ha dato al numeroso pubblico presente l’opportunità di trascorrere a Giardini Naxos una giornata speciale e di vedere dal vivo i mitici piloti delle Frecce Tricolori, grazie anche al tempo ci ha regalato una giornata di sole. Avere le Frecce Tricolori volteggiare sul mare di Naxos ha rappresentato un motivo di orgoglio e privilegio, una grande opportunità per la promozione del nostro centro turistico in Italia ed all’estero in aggiunta ai benefici effetti economici per l’economia locale che sono scaturiti dalla consistente presenza turistica generata in questo fine settimana dallo straordinario evento. Vorrei ringraziare anche il vicesindaco Carmelo Giardina trait d’ union tra il Comune e l’Aeronautica militare per l’impegno profuso per la riuscita della manifestazione ed il funzionamento della complessa macchina organizzativa che è stata encomiabile“. Il vicesindaco Carmelo Giardina ha aggiunto:Siamo orgogliosi di avere potuto ospitare una manifestazione aerea di tale importanza. Avere le Frecce Tricolori, simbolo dell’identità Nazionale, a Giardini Naxos è stato motivo di grande privilegio per tutta la città. Vi è stata una sana e disciplinata partecipazione dei cittadini e di tutto il pubblico presente e questo, ha permesso che non accadessero incidenti. Mi auguro che il pubblico ed in particolar ei bambini si siano divertiti a vedere i nostri piloti e quelli degli altri aeroclub dare vita a questo spettacolo davvero unico e emozionante.”
In occasione della manifestazione il Comune di Giardini Naxos ha concesso la cittadinanza onoraria all’Aeronautica Militare.Tante le motivazioni sostenute per tale concessione elencate nella delibera della Giunta Municipale n. 110 del 17.9.2015   a cominciare dallo “straordinario senso di solidarietà e l’eccezionale spirito di umanita manifestato nei confronti della città di Giardini Naxos anche in occasione della manifestazione aerea Naxos Air Show 2015″ in cui è stata sostenuta la raccolta umanitaria a favore di coloro che hanno subito danni a causa del violento nubifragio abbatutosi sul territorio il 9 settembre 2015”  ed ancora “Forza Armata di eccellenza al servizio del Paese, da sempre in prima linea negli innumerevoli quotidiani compiti istituzionali, dalla difesa dello spazio aereo Nazionale alla ricerca scientifica di nuove tecnologie edo perazioni internazionali di peacekeeping, di soccorso alle popolazioni nei conflitti e di illimitati impegni di solidarietà dentro e fuori i confini di Stato (Iraq, Somalia, Albania, Jugoslavia, Timor Est, Afghanistan, Libia, Kosovo, Balcani, Kuwait, Georgia per citarne alcune)” a questo va aggiunta la citazione finale del deliberato che recita:”Conferire la Cittadinanza Onoraria di Giardini Naxos all’Aeronautica Militare Italiana per l’elevato impegno umanitario, militare e civile che la Forza Armata ha reso nel tempo (da oltre 50 anni) al Paese, impoiegando uomini e mezzi, da un aparte e dall’altra del globo e, pagando a volte la partecipazione alle tante missioni, entro e fuori i confini Nazionaeli, con l’alto tributo della vita dei suoi aviatori“.

Bisogna ricordare a tal proposito che il Comune di Giardini Naxos ha un legame particolare con l’Aeronautica Militare Italiana che dura nel tempo, basti ricordare il supporto essenziale dato dalla cittadinanza nel 2004 e nel 2012 quando provvedeva al trasporto delle raccolte umanitarie effettuato a Giardini Naxos dala Base aerea di Sigonella a Tallil – Nassirya  Iraq (2004) e da Sigonella a a Shindand Afghanistan (2012). Da questi luoghi era sempre il personale dell’AMI che provvedeva alla distribuzione degliaiuti umanitari in terre Irakena e Afgana. Ricordiamo che tra i protagonisti di quelle raccolte umanitarie vi fu anche il Colonnello dell’aeronautica militare Carmelo Giardina in missione (l’attuale vicesindaco del comune) il quale, dall’Irak e dall’Afghanistan fece da trait d’union tra il il Comune, i volontari del Gruppo Unicef  di Giardini Naxos coordinati da Pancrazia Marcuccio e i militari dell’AMI in missione in Iraq e Afghanistan .

Al termine delle esibizioni il Sindaco di Giardini Naxos Pancrazio Lo Turco dopo aver letto le motivazioni, assieme al vicesindaco Carmelo Giardina hanno consegnato il documento ufficiale di cittadinanza assieme ad un piatto in ceramica decorato a mano dal’artista Cristina Russo al Generale di Squadra Aerea Pasquale Preziosa attuale Capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica Militare il quale a sua volta ha consegnato al Primo Cittadino il volume pubblicato quest’anno dall’Aeronautica Militare in occasione dei 55 anni di vita della PAN che racconta la storia della mitica Pattuglia Acrobatica Nazionale.

                                                                                                   MESSINA ROSARIO

Foto  che ritraggono il Colonnello Carmelo Giardina che riceve i pacchi con medicinali ed altri doni inviati dalla cittadinanza di Giardini Naxos:

A sinistra il Colonnello Carmelo Giardina con i doni di Giaridni Naxos a Al Zahire

A sinistra il Colonnello Carmelo Giardina con i doni di Giaridni Naxos a Al Zahire nel 2004

L'arrivo dei medicinali da Giardini Naxos in Iraq

L’arrivo dei medicinali da Giardini Naxos in Iraq

Il Col. Carmelo Giardina assieme ad un gruppo di bambini

Il Col. Carmelo Giardina assieme ad un gruppo di bambini

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

In Afganistan nel 2012

In Afghanistan nel 2012

 

 

FOTO di ROSARIO MESSINA (Vietata la riproduzione)

L a PAN

L a PAN

  PATTUGLIA   ACROBATICA NAZIONALE (PAN)
Visibile fiore all’occhiello dell’Aeronautica militare italiana la Pattuglia Acrobatica (PAN), appartenente al 313° Gruppo di Addestramento Acrobatico che ha Base aerea a Rivolto (Udine), ha fama di essere una delle migliori formazioni acrobatiche nel panorama mondiale, con il gruppo di aerei più numeroso e con il programma acrobatico più articolato che conta ben diciotto figure con tre varianti a seconda delle condizioni meteo. Il Gruppo delle Frecce Tricolori, è formato da undici uomini: nove piloti, un solista ed il comandante. La PAN rappresenta da 55 anni un simbolo di unità del Paese ed uno straordinario veicolo di promozione dell’immagine dell’Italia nel Mondo grazie alle emozioni ed ai valori positivi che i suoi uomini sanno sempre trasmettere: impegno dedizione, disciplina e coraggio. Spettacolari le loro acrobazie aeree effettuate con i mitici Aermacchi MB339 PAN in dotazione dal 1982 che quest’anno, per festeggiare i 55 anni dalla nascita della Pattuglia Acrobatica, sono stati dipinti con una nuova livrea con tricolore su tutta la deriva ed i fianchi, un nuovo logo ed i nomi dei piloti che hanno servito nelle Frecce Tricolore. Complesso e numeroso il personale a supporto della PAN composto staff ufficio comando, staff operazioni, da tecnici, meccanici, nucleo elettromeccanici di bordo, nucleo controllo di qualità, nucleo motoristi, nucleo sistemi avionici, nucleo equipaggiamento, ufficio tecnico, fotografi e personale addetto alla cura delle pubbliche relazioni.

I piloti della Pattuglia Acrobatica Nazionale attualmente sono:

Jan Slangen il Comandante della PAM T. Col. Pil.(Pony 0),
Mirco Caffelli Magg. Pil. – Capoformazione (Pony 1)
Pierangelo Semproniel – Cap. Pil. 1° Gregario Sinistro (Pony 2)
Stefano Vit – Cap. Pil. 1° Gregario destro (Pony 3)
Massimiliano Salvatore – Cap. Pil. 2° Gregario Sinistro (Pony 4)
Vigilio Gheser – Cap. Pil. 2° Gregario Destro (Pony 5)
Mattia Bortoluzzi – Cap. Pil. 1° Fanalino (Pony 6)
Gaetano Farina – Cap. Pil. 3° Gregario Sinistro (Pony 7)
Giulio Zanlungo – Ten. Pil. – 3° Gregario Destro (Pony 8)
Luca Galli – Cap. Pil. – 2° Falalino (Pony 9)
Filippo Barbero Cap. Pil. – Solista (Pony 10)
Fabio Capodanno Cap. Pil. – Supervisore Addestramento Acrobatico (Pony 11)

Il 41° STORMO ANTISOM di SIGONELLA

Il Comandante del 41° Stormo Vincenzo Sicuso

Il Comandante del 41° Stormo Vincenzo Sicuso

Il 41° Stormo Antisom di Sigonella (Catania) è dotato di velivoli “Breguet 1150 Atlantic” con i quali garantisce la propria missione primaria consistente nel contrastare la minaccia subacquea e navale e nel fornire il servizio di ricerca e soccorso in mare a lungo raggio mantenendo sotto controllo, a protezione delle principali vie marittime, le unità navali subacquee e di superficie potenzialmente ostili. Inoltre, assicura il controllo del traffico mercantile, nell’ambito delle operazioni contro il terrorismo internazionale, ed il supporto alle attività volte al controllo dei flussi d’immigrazione clandestina dai quadranti meridionali del mediterraneo, garantendo giornalmente – a mezzo del “Atlantic” che è in grado di condurre autonomamente ricerche sistematiche su tutto il Mediterraneo – la copertura delle ampie zone di mare d’interesse, consentendo la tempestiva localizzazione dei profughi in mare e l’allertamento degli organi preposti e garantendo al contempo un costante e pronto intervento SAR (search and rescue: ricerca e soccorso) in caso di sinistro marittimo e naufragio degli stessi.

12X  ATLANTIC OK

Atlantic

I due EFA di Trapani

I due EFA di Trapani

Postazione di controllo

Postazione di controllo

Il Solista

Il Solista

La flotta Blu Circe

La flotta Blu Circe

Il tricolore sopra la Nike

Il tricolore sopra la Nike

L'elicottero del SAR di Trapani HH 139

L’elicottero del SAR di Trapani HH 139

Il Tricolore delle Frecce

Il Tricolore delle Frecce

L'esecuzione dell'Inno Nazionale

L’esecuzione dell’Inno Nazionale

La consegna della Cittadinanza all'Aeronautica Militare

La consegna della Cittadinanza all’Aeronautica Militare

Gli stand sul lungomare Tisandros

Gli stand sul lungomare Tisandros

Il Vicesindaco Carmelo Giardina consegna il dono del Comune

Il Vicesindaco Carmelo Giardina consegna il dono del Comune

Il tricolore sulla Baia di Naxos

Il tricolore sulla Baia di Naxos

Acrobazie delle Frecce

Acrobazie delle Frecce

  • Print
Computer Hope