Home Sicilia Più A Giardini Naxos il successo delle Fanfare delle associazioni di Bersaglieri delle...

A Giardini Naxos il successo delle Fanfare delle associazioni di Bersaglieri delle Sezioni ANB delle Provincie di Catania e Messina

0 599

1 Con Rosa Pietrocitto Articolo e foto del dott. Rosario Messina

Giardini Naxos – Un plauso all’Associazione Mediterraneo presieduta da Giovanni Saglimbeni che è riuscita con grande successo realizzare con l’Associazione Nazionale dei Bersaglieri ed il Patrocinio del Comune di Giardini Naxos un progetto che da tempo era in itinere: coinvolgere le associazioni di Bersaglieri delle provincie di Catania e Messina in un’unica grande manifestazione. Così è stato e, a conti fatti, l’evento è stato un grande successo che ha visto la partecipazione di un pubblico numeroso ed ha fatto divertire tanti bambini che sono stati portati dai loro genitori a vedere le esibizioni delle Fanfare. Tanti i momenti che hanno caratterizzato il raduno che ha coinvolto tutta la città di Giardini Naxos sabato 1 e domenica 2. Anima dell’evento è stata l’associazione Mediterraneo ed in particolare il suo presidente Gianni Saglimbeni, ex bersagliere e Vice Presidente ANB Provincia di Catania che ha messo in campo uno staff organizzativo di primordine del quale ricordiamo la moglie Violetta, Daniele e Carmen Saglimbeni, Pina Vadalà, l’avvocato Rosa Pietrocitto nella doppia veste di Consigliere Comunale e componente del direttivo del sodalizio che hanno presenziato alle fasi più importanti delle due giornate. Assieme a loro anche gli altri soci del sodalizio giardinese hanno prestato la loro preziosa collaborazione per la riuscita dell’evento.  Tutti soddisfatti al termine delle due giornate. Gianni Saglimbeni presidente dell’associazione Mediterraneo ha commentato il successo della manifestazione:Siamo tutti contenti della riuscita della manifestazione. Il complesso lavoro che è stato necessario per organizzare l’evento è stato ben ripagato dal compiacimento del pubblico che è venuto a vedere le nostre Fanfare. Riunire e organizzare per la prima volta a Giardini Naxos il raduno interprovinciale dei bersaglieri di Messina e Catania è stata sicuramente una grande soddisfazione. L’evento svoltosi  a metà strada tra le due provincie ha rappresentato una rilevante valenza per tutta la riviera jonica.  La manifestazione nata da un intuizione delle nostre associazioni con il supporto essenziale dei rispettivi Consigli Direttivi, legati insieme da un protocollo d’intesa, ha dato grande visibilità, sia all’Associazione Nazionale Bersaglieri che all’intero comprensorio. Grazie anche al supporto essenziale del Comune di Giardini Naxos con a capo il Sindaco prof. Pancrazio Lo Turco che ha intuito la valenza della manifestazione. Grazie anche alla presidenza regionale A.N.B con a capo il Presidente Bers. Cap. Salvatore Aurelio Tosto unitamente alle proprie strutture organizzative. Il raduno è stato un successo e speriamo che in futuro potranno essere organizzati altri prestigiosi eventi”.

La Sezione ANB di Giarre

Il labaro della sezione ANB di Giarre

La sezione ANB di Montelepre

La sezione ANB di Montelepre

Due Bersagliere

Due Bersagliere

La manifestazione è ufficialmente iniziata sabato pomeriggio 1 settembre con l’ammassamento dei volontari  delle associazioni ANB delle due provincie, i labari e la Fanfara dell’ANB di Zafferana Etnea al Porticciolo Saia davanti la splendida Baia di Naxos. Tanta gente e numerosi bambini hanno assistito ed applaudito la Fanfara dei bersaglieri nel tradizionale assetto formale con i loro cappelli piumati e gli strumenti musicali. A passo spedito dal porticciolo Saia marciando lungo la Via IV Novembre e poi Via Umberto la Fanfara ha raggiunto suonando il tradizionale repertorio la scalinata di Via delle Rimembranze a due passi dal Palazzo Municipale per il primo degli appuntamenti in programma: la cerimonia di apposizione di una targa in memoria dei caduti della Grande Guerra e la deposizione di una corona.

Erano presenti alla cerimonia i consiglieri comunali Rosa Pietrocitto, Alessandro Costantino, Salvatore Bonaffini e l’assessore Carmelo Villari. A commentare con i loro interventi la posa della targa dedicata ai caduti il Preside Francesco Bottari ed il Vicesindaco Carmelo Giardina.

La Cerimonia di Via delle Rimembranze

La Cerimonia di Via delle Rimembranze (Foto Carmen Saglimbeni)

Padre Eugenio Tamà benedice la targa

Padre Eugenio Tamà benedice la targa (Foto Carmen Saglimbeni)

La Targa

La Targa (Foto Carmen Saglimbeni)

L'intervento di Gianni Saglimbeni (Foto Carmen Saglimbeni)

L’intervento di Gianni Saglimbeni (Foto Carmen Saglimbeni)

L'intervento del Preside Francesco Bottari (Foto Carmen Saglimbeni)

L’intervento del Preside Francesco Bottari (Foto Carmen Saglimbeni)

La sfilata verso Piazza Municipio

La sfilata verso Piazza Municipio

A fine cerimonia il corteo dei Bersaglieri si è spostato in Piazza Municipio per l’atteso Carosello musicale  della Fanfara dell’ANB di Zafferana Etnea. Ad attenderli tanta gente, turisti e numerosi bambini che, all’arrivo in Piazza dal lungomare, hanno salutato la Fanfara con un lungo applauso. I musicisti dell’associazione Etnea non hanno deluso le aspettative coinvolgendo il pubblico in un turbine di emozioni con i loro brani tradizionali accompagnati dal  suono squillante degli ottoni. A fine evento, la tradizionale foto di gruppo.

I Labari dell'ANB delle due Provincie e di Montelepre

I Labari dell’ANB delle due Provincie e di Montelepre

In Piazza Municipio

In Piazza Municipio

La Fanfara

La Fanfara

Il Carosello musicale

Il Carosello musicale

La foto di Gruppo

La foto di Gruppo

La Seconda giornata, quella del 2 settembre,  splendida soprattutto dal punto di vista meteorologico ha regalato al numeroso pubblico che ha affollato il lungomare Tisandros fino a Piazza Municipio un’altra giornata ricca di emozioni animata dalle Fanfare dell’ANB dei Peloritani d Castroreale – Barcellona (Me), di Zafferana Etnea e della Fanfara dei Bersaglieri dell’Etna Belpasso (dal 2017 Ambasciatori del Parco dell’Etna) con a seguito i Labari delle Sezioni ANB delle due provincie e dell’ANB di Montelepre presieduta da Domenico Abbate.

La manifestazione è iniziata con l’Ammassamento dei Bersaglieri nella zona del Porto di Naxos dove ad attenderli per il saluto istituzionale c’era il Sindaco Pancrazio Lo Turco. In perfetto assetto da parata le varie associazioni con a seguito i Labari delle sezioni delle province di Messina e Catania hanno iniziato a sfilare suonando e cantando i loro tradizionali inni accompagnati dal suggestivo suono degli ottoni (trombe, tromboni) che hanno animato il lungomare Tisandros. Tanta gente e numerosi turisti hanno potuto ammirare dal vivo il carosello di canzoni e rituali che hanno dato vita le Fanfare al quale il pubblico entusiasta ed incuriosito ha risposto con lunghi applausi.

Dopo aver attraversato il lungomare con passo spedito e a suon di trombe le associazioni hanno fatto tappa nella Piazza antistante la chiesa dell’Immacolata dove hanno eseguito diversi brani  del loro repertorio.

Terminata l’esibizione il lungo corteo di Fanfare e Labari hanno raggiunto marciando Piazza Municipio per la cerimonia conclusiva e il Gran Carosello Finale.

Ad attenderli in Piazza c’erano un pubblico numeroso ed autorità civili e militari. Prima dell’esecuzione dei brani c’è stata la cerimonia degli onori al Monumento dei Caduti di tutte le guerre. Il nuovo parroco della chiesa Madre SS. Maria Raccomandata il quale ha benedetto le Fanfare schierate nella piazza. A seguire la consegna di attestati e riconoscimenti  seguita dalla lettura della preghiera del bersagliere letta da Gianni Saglimbeni.

Le fanfare nella piazza antistante la Chiesa dell'Immacolata

Le fanfare nella piazza antistante la Chiesa dell’Immacolata

Il suono delle trombe

Il suono delle trombe

Esecuzione di canti

Esecuzione di canti

La Consegna dei gagliardetti dell'Ass. Mediterraneo in Piazza Municipio

La Consegna dei gagliardetti dell’Ass. Mediterraneo in Piazza Municipio

La socia Pina Vadalà consegna il gagliardetto al parroco della chiesa Madre

La socia Pina Vadalà consegna il gagliardetto al parroco della chiesa Madre

La socia Pina Vadalà

La socia Pina Vadalà

Gianni Saglimbeni legge la Preghiera del Bersagliere

Gianni Saglimbeni legge la Preghiera del Bersagliere

Le fanfare in Piazza Municipio

Le fanfare in Piazza Municipio

L'esecuzione dell'Inno Nazionale

L’esecuzione dell’Inno Nazionale

La benedizione delle Fanfare
La benedizione delle Fanfare

ELENCO delle Autorità ANB Presenti

Presidente ANB Regione Sicilia – Bers. Cap. Salvatore Aurelio Tosto

CONSIGLIO DIRETTIVO ANB PROVINCIA DI CATANIA

Bers. Ten. Scuderi Santo Mario                    Presidente

Bers. Saglimbeni Giovanni                            Vice Presidente

Bers. Sten. Lira Nunzio                                 Consigliere

Bers. Ten. Catalano Giuseppe                       Consigliere

Bers. Roccella Luciano                                  Consigliere

Bers. Ten. Nello Barbagallo                          Segretario

 

 

 

SEZIONI ANB PROVINCIA DI CATANIA E RISPETTIVO PRESIDENTE

Bers. Tenente ROSARIO LEONARDI                   – ACIREALE

Bers. Caporal Maggiore NINO CARUSO        – BELPASSO

Bers. SottoTenente VINCENZO TEDESCO        – CATANIA

Bers. Capitano ALFIO PAPPALARDO      – GIARRE

Bers. Ten. SALVATORE BONAMICO     – MILITELLO IN VAL DI CATANIA

Bers. Caporale GIUSEPPE GIGLIO              – MINEO

Bers. Sergente DIEGO COSTANZO             –PALAGONIA

Bers. FRANCESCO DI PAOLA                 – RADDUSA

Bers. Caporal Maggiore ANTONINO RUSSO          – ZAFFERANA ETNEA

 

Fanfara dei Bersaglieri dell’Etna di Belpasso – dal 2017 Ambasciatori del Parco dell’Etna – Capo Fanfara – SALVO TUMELLO

Fanfara dei Bersaglieri di Zafferana Etnea – “Col. Eugenio Leotta” – Capo Fanfara – GIUSEPPE BERARDI

********************

ANB NICOSIA – Assente Pres.te Ten. Giuseppe Beritelli – delegato Bers. MANLIO LA DUCA

********************

ASSOCIAZIONE NAZIONALE MARINAI ITALIA (ANMI) – Gruppo di Catania– Assente Pres.te Cav. Michele Russo – Delegato ______________

********************

UNUCI CALTAGIRONE – Pres.te Cap. Francesco Rapisarda

Maggiore Ezio Raciti della Caserma Sommaruga di Catania

********************

CONSIGLIO DIRETTIVO ANB PROVINCIA DI MESSINA E SEZIONE ANB CASTROREALE BARCELLONA

Bers. Domenico Mirabile – Presidente

Bers. Filiberto Corso – Vice Presidente

Bers. Sergio La Rocca – Segretario

Bers. Antonino Pino – Consigliere

Bers. Francesco Smedile – Consigliere

 

Fanfara dei Peloritani di Castroreale Barcellona – Capo Fanfara – Domenico Mirabile

********************

 

UNUCI SANT’AGATA DI MILITELLO – Pres.te Sottotenente Caputo

********************

Nastro Azzurro Messina – Presidente Maggiore Randazzo

********************

E’ stato presente il Sig. Biagio La Rosa padre del Bers. Maggiore Giuseppe La Rosa Medaglia D’oro al Valor Militare  – Caduto in Servizio in  Afghanistan

Da wikipedia

Giuseppe La Rosa (Barcellona Pozzo di Gotto, 16 gennaio 1982Farah, 8 giugno 2013) è stato un militare italiano, maggiore dell’Esercito Italiano, insignito della Medaglia d’oro al valor militare alla memoria per essersi sacrificato l’8 giugno 2013 per salvare gli altri occupanti del mezzo a seguito di un attentato terroristico con ordigno durante un movimento logistico durante la missione ISAF. Nel quinto anniversario dalla sua morte, l’8 Giugno 2018, è stato donato al Museo dell’Accademia Militare di Modena un suo busto.

Medaglia d’oro al valor militare
«Ufficiale dei bersaglieri, impegnato nella missione ISAF in Afghanistan, nell’ambito dei team militari di supporto alle Forze Armate Afghane, durante un movimento tattico logistico veniva fatto oggetto di un vile attentato terroristico. Con eroico gesto, dimostrando non comune coraggio, impareggiabile generosità e cosciente sprezzo del pericolo, si immolava ponendosi a scudo delle altrui vite, proteggendole con il proprio corpo dalla deflagrazione di un ordigno lanciato all’interno del veicolo nel quale viaggiava. Altissima testimonianza di nobili qualità umane ed eroiche virtù militari, spinte fino al supremo sacrificio. Farah (Afghanistan), 8 giugno 2013.»
— 6 febbraio 2014[1]
  • Print
Computer Hope