Home Sicilia Più Catania 2020, grande successo per la prima fiera sull’ambiente e sull’energia post...

Catania 2020, grande successo per la prima fiera sull’ambiente e sull’energia post covid

0 542
Il taglio del nastro

Il taglio del nastro

Grande successo per Catania 2020, che chiude le porte di una edizione straordinaria, sotto tutti i punti di vista.

CataniaPiù di 6000 visitatori, oltre 150 aziende espositrici, 2100 partecipanti ai 22 convegni, oltre quelli che hanno seguito i lavori in streaming, oltre 100 relatori. È questo il bilancio positivo della edizione appena conclusasi di “CATANIA 2020”, l’evento fieristico internazionale dedicato all’ambiente e agli ambienti, che quest’anno ha ospitato contestualmente la seconda edizione di Ecomed e la dodicesima di Progetto Comfort.
Una tre giorni di grande successo, nonostante le incognite e le difficoltà legate al post lockdown e al necessario rispetto di tutte le norme anti contagio Covid-19, organizzata da una realtà imprenditoriale catanese, Amazing srl, guidata da Salvo Peci e Giusy Giacone.

Sono state tre giornate intense. Il centro fieristico Le Ciminiere ha ospitato più di 150 aziende, locali e nazionali, che hanno risposto con grande entusiasmo alla “chiamata alle armi” degli organizzatori, sfidando l’incognita del post-Covid e credendo fortemente nella possibilità di rilancio dell’economia a partire dai temi ambientali, e a partire dalla Sicilia. Quattro sale sono state interamente dedicate ai convegni specialistici, workshop e tavole rotonde, dedicati alle tematiche ambientali ed energetiche, che durante le tre giornate sono stati ampiamente seguiti dal pubblico in sala, nel rispetto delle norme di sicurezza anti contagio, e da numerosissimi partecipanti in streaming. Anche nelle altre giornate, i convegni sono stati seguiti live sulla pagina social Facebook dell’evento (nei prossimi giorni i convegni saranno tutti disponibili sul canale YouTube della manifestazione).
A latere della fiera, anche una mostra, a cura dell’Architetto Salvo Puleo, dal titolo “Laboratorio Sicilia 2020. Esperienze di rigenerazione urbana, ambientale, culturale”, una occasione per fermarsi a riflettere, attraverso le opere di alcuni architetti siciliani, sulle esperienze che stanno trasformando il territorio, sia in ambiti urbani che in paesaggi extraurbani. Presente al finissage della mostra, anche Andrea Bartoli, fondatore di Farm Cultural Park, il primo ‘parco turistico culturale’ in Sicilia, esempio virtuoso di rigenerazione urbana.

La seconda giornata, quella del 17, è stata dedicata a “Sicilia Virtuosa, la premiazione di 133 enti locali virtuosi. “CATANIA 2020” ha, infine, ospitato i lavori delle “Giornate dell’Energia”, progetto triennale co-organizzato con il Dipartimento Regionale dell’Energia della Regione Siciliana, per guidare gli operatori pubblici e privati verso la transizione energetica, e proseguiranno, con la presentazione di progetti, iniziative, incontri, per tutte le giornate della manifestazione. Nella giornata conclusiva di sabato, presente anche il Presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci.

Sulla manifestazione CATANIA 2020, il Presidente ha sottolineato comela ricchezza sta nella capacità di fare impresa ognuno col proprio ruolo, e la pubblica amministrazione vuole sostenere chi ha la vocazione all’auto imprenditorialità: solo così la Sicilia può diventare una terra competitiva non soltanto nel contesto nazionale, nel sistema Italia, ma soprattutto nel bacino Euro-Africo-Asiatico dove noi siamo centrali, ma lo siamo per geografia, non per economia”. Obiettivo primario, quest’ultimo, degli organizzatori della manifestazione, che, già nelle fasi embrionali della manifestazione, hanno espresso la volontà di un cambio di paradigma e di prospettiva, che vede la Sicilia crocevia e punto di riferimento nel settore della Green economy nel Mediterraneo.

Giusy Giacone, direttrice marketing di Ecomed e Progetto Comfort, ripercorre il grande successo, inaspettato considerate le premesse post Covid, frutto del duro lavoro in un periodo complesso, che sembrava non lasciare spazio all’ottimismo: “È stata una sfida emozionante e difficile allo stesso tempo. Abbiamo trovato il coraggio di organizzare la prima fiera post lockdown in Sicilia e nel meridione, e la prima in Italia su temi ambientali ed energetici, abbiamo riempito le strutture ricettive della città facendo ripartire l’indotto fieristico e garantito visibilità per i nostri espositori. Inoltre ci pregiamo di aver portato dei contenuti che possano portare Catania, la Sicilia e l’Italia intera un passo avanti nel futuro ecosostenibile. Ovviamente, come ogni lavoro, al termine è doveroso un bilancio di chiusura, quello che portiamo a casa, oltre al successo, i margini di miglioramento per la prossima edizione. Impossibile ringraziare uno ad uno i tanti che hanno permesso l’iniziativa. Ringraziamo tutti coloro che sono intervenuti, le Istituzioni, gli Sponsor, e tutti coloro che hanno reso possibile la realizzazione di questa manifestazione. Siamo stati sommersi da numerosissimi attestati di stima, che rappresentano per noi l’aspetto più importante e ci spronano a guardare avanti. A pensare, con ottimismo, migliorandoci ancora, a CATANIA 2030”.

Giusy Giacone da il benvenuto al Presidente della Regione Nello Musumeci

Giusy Giacone da il benvenuto al Presidente della Regione Nello Musumeci

Al centro della foto Giusy Giacone

Al centro della foto Giusy Giacone

5B909793-364E-4C1C-9750-B3976E495F3C

D234E640-0875-4362-BD85-BC423EA46EE1

  • Print
Computer Hope