Home Sicilia Più Il prof. Sardella ha sviluppato una teoria quantistica sull’origine, la natura e...

Il prof. Sardella ha sviluppato una teoria quantistica sull’origine, la natura e l’evoluzione della materia: Le onde elettromassamagnetiche

0 999

Il prof. Sardella già docente di Fisica, scrittore, autore di romanzi non ha mai smesso di coltivare la sua più grande passione, la ricerca e lo studio per la fisica quantistica. Di recente lo abbiamo incontrato per una intervista nel corso della quale ci ha spiegato a che punto sono le sue ricerche:

Premessa: quando ero studente di liceo e poi universitario, mi chiedevo come mai si parlasse  di campo elettromagnetico stralciando il campo gravitazionale. Perché la gravitazione non veniva spiegata non conoscendone l’origine della sua causa?

      Ancora oggi esiste il mistero dell’origine della gravitazione , mentre, recentemente, è stato appurato che essa si propaga attraverso campi gravitazionali, com’era naturale attendersi già da molto tempo.

      Questo mio interrogativo mi ha assillato per tutti gli anni dei miei studi di fisica, fino oggi.

      Nel 2000 iniziai ad interessarmi con più passione alla fisica quantistica e sub nucleare cercando di scoprire qualcosa che potesse dare una risposta ai miei dubbi, togliendo una parte del tempo alla mia attività di scrittore.

      Ho scritto una mia ipotesi teorica sulla natura intrinseca della materia, cercando di dare il mio contributo alla ricerca del mattone fondamentale di cui ogni cosa è fatta.

      L’ipotesi di partenza consiste nel pensare che l’elemento fondamentale che costituisce la materia, qualunque essa sia, è fatto di : QUANTI DI ONDE ELETTROMASSAMAGNETICHE.

      Nel momento dell’esplosione primordiale, il tutto era sotto forma di pura energia-massa, un FOTONE elettromassamagnetico costituito da tre campi, fra loro perpendicolari: il campo elettrico, il campo magnetico ed il campo gravitazionale.

                                                  Il campo elettrico e magnetico oscillano in fase,

                                                  mentre quello gravitazionale è sfasato di un

                                                  quarto di periodo rispetto agli altri due.

Quando il campo elettrico e magnetico si annullano ( per un attimo si annulla l’energia elettromagnetica) è massima invece l’energia gravitazionale della infinitamente piccola massa associata ai due, che chiamerò Massino ( Ms ).

Ci sarà quindi un’esplosione di fotoni elettromassamagnetici che interagendo fra di loro, ad altissime energie, formeranno i primi nucleoni, poi nuclei e atomi, poi ancora la materia, l’universo e quindi la stessa vita.

 

I miei calcoli partono da questa premessa, avendomi fatto scoprire quanti fotoni elettromassamagnetici ci siano dentro un elettrone e qual è la loro massa.

            Se i miei calcoli saranno avvalorati, il numero da me trovato è grandissimo già per un solo elettrone il quale ne conterrebbe circa 4,5 miliardi di miliardi, un’ordine cioè di 1017  fotoni per ogni elettrone, con una massa del massino Ms  di circa 10-47 kg”

 

Questa l’originale  teoria sviluppata dal prof. Sardella che ha intenzione di  sottoporre ad esperti e studiosi di fisica quantistica per un confronto scientifico. Sapremo in seguito cosa ne pensano gli esperti in materia e se il prof. Sardella ha avuto una giusta o “rivoluzionaria” intuizione fisico-matematica.

 

Il prof. Neri Sardella Pilkard

Il prof. Neri Sardella Pilkard

 

 

 

  • Print
Computer Hope