Home Spazio Giovani Arriva da Siracusa il più giovane rapper italiano,vincitore nel 2015 della sezione...

Arriva da Siracusa il più giovane rapper italiano,vincitore nel 2015 della sezione Rap al Cantagiro con un brano che parla del menefreghismo della politica per i problemi dei giovani

0 1048
13613545_10206794103877778_5346607524480446158_o

Samuele Capodieci in arte SAM

Quando negli anni 70 durante i block party negli States precisamente nel Bronx il genere musicale “Rap” era ai primi vagiti, in molti non avrebbero potuto immaginare quanto sarebbe successivamente venuto fuori,ovvero l’avanzata inarrestabile di questo genere musicale. In principio furono diversi i giovani che alternavano musica e parole spesso rimate sapientemente e con una perfetta sintonia con i dj. Il rap quindi comincia a essere conosciuto nel mondo, ma fa il grande salto con Eminem. Sono passati tanti anni,quasi mezzo secolo e oggi il rap è diventato ovunque famoso grazie all’Hip Pop che è stato un buon anzi un ottimo viatico per la diffusione di questo genere musicale tanto amato dai giovani,una sorta di proselitismo andato avanti di decennio in decennio fino ad arrivare oggi nel nostro Paese ad avere milioni di “seguaci”.L’Italia del rap oggi ha una folta rappresentanza e anche se alcuni rapper sono diventati famosissimi,per il resto chi fa questo genere di musica ha un seguito rispettabilissimo. Quando diciamo: Baby K; (una delle donne che fanno musica rap) originaria di Singapore ma italiana d’adozione e via via nomi come Neffa,Fabi Fibra,Fedez,Clementino, I. AX e il napoletano Rocco Hunt citiamo dei rapper famosi,quelli che in un’esibizione live sbancano i botteghini,ma ce ne sono tantissimi,ognuno con la propria fetta rispettabilissima di notorietà e il numero è in costante crescita,non dimenticando che il Rap in Italia ai primordi di questo genere ebbe un illustre rappresentante quel Lorenzo Cherubini,in arte Jovanotti,romano,classe 1966 che oggi conquistata una notorietà straripante spazia nel pop non rinnegando le sue origini di rapper oserei dire “purosangue”. Giovani rapper crescono è proprio il caso di dire,visto che tantissimi giovani sono in una sorta di “incubatoio” pronti a dedicarsi anima e corpo a questo genere musicale inarrestabile. Un nome interessante davvero nel panorama delle giovani leve del Rap è quello di Samuele Capodieci in arte Sam appena diciannovenne siracusano doc, sicuramente il più giovane rapper italiano proiettato verso mete ambiziose, se è vero come è vero che il nostro appena 2 anni fa arrivò al primo posto nella finale del Cantagiro svoltasi a Guidonia nella sezione Rap. Sam cresce come tanti ragazzi ascoltando la musica che i suoi genitori prediligevano e gradisce molto i Pooh. Ad appena 10 anni rimane folgorato dal genere rap e si diverte per le strade della città aretusea a fare “freestyle” con i suoi compagni e coetanei. Due anni dopo,si cimenta nella stesura di qualche testo e tra questi c’è pure Politic shit il brano che,appena 2 anni fa gli fa vincere il Cantagiro nella sezione musicale che ha scelto sicuramente per vocazione.
Politc shit è un vero e proprio messaggio ai politici che fanno poco o niente per i problemi dei giovani e non solo. Il brano diventa un bellissimo video con alle spalle una vera e propria produzione in grande stile,Sam è accompagnato per l’occasione da un’ottima band di Cosenza gli Indie Prpject e nel 2016 gli viene proposto di fare un tour estivo con loro in Calabria e Sicilia,accetta e comincia a farsi conoscere ed apprezzare tanto. Le sue ambizioni sono notevoli ed ha diversi brani nel “cassetto” nell’anno in corso ha inciso il brano “Techno Party”fondendo magistralmente due generi musicali;la musica Techno e il Rap,il tutto con grande padronanza a dispetto della sua giovanissima età. Il giovane Sam ha le idee chiare e il suo desiderio più grande è
quello di vedere realizzati i suoi sogni,trasmettendo attraverso il genere musicale che ha sposato le sue emozioni che vorrebbe che fossero trasmesse anche agli altri lanciando delle proposte e anche un grido di protesta in aiuto dei giovani e non solo. Se chiediamo a Sam qual’è il suo obiettivo
prossimo venturo lui risponde sorridendo “Vorrei tanto partecipare a Sanremo giovani” Che dire?
Un giovanissimo rapper del quale certamente sentiremo parlare,ambasciatore di un genere musicale che non è più appannaggio di pochi ma che sta conquistando anche i meno giovani. In bocca al lupo  piccolo grande Sam.
Salvo Fazio

SAM

SAM

In concerto

In concerto

Un Concerto

Un Concerto

  • Print
Computer Hope