Home Slides Il Comune di Giardini Naxos premiato dall’U.P.K.L. per il contributo dato...

Il Comune di Giardini Naxos premiato dall’U.P.K.L. per il contributo dato all’educazione dei giovani attraverso lo sport

0 370

Un incontro pubblico sul tema “Diritti umani, occasione per lo sviluppo sociale, economico delle comunità”, ha scandito la mattinata di sabato 8 giugno presso la Sala Consiliare del Comune di Giardini Naxos, promosso dal Sindaco Pancrazio Lo Turco e dall’U.P.K.L., associazione internazionale che onora le linee guida adottate dall’Unione Europea in materia di educazione delle giovani generazioni, attraverso la pratica sportiva e la tutela dei diritti umani.

La manifestazione si è svolta in due giornate, sabato 8 e domenica 9 giugno. L’evento sportivo è stato presentato sabato mattina nella sala consiliare del Palazzo Municipale.  A fare gli onori di casa agli ospiti è stato il Sindaco di Giardini, Pancrazio Lo Turco, il quale dopo i saluti di rito ha ricordato la vocazione turistica della cittadina (un milione di presenze nel 2018) sottolineandone l’attitudine all’accoglienza.

            “A Giardini Naxos“, ha aggiunto il Sindaco “sono nate felici iniziative di solidarietà, in primis l’asilo per ragazze madri che hanno lasciato l’Africa in cerca di un futuro dignitoso, ospitate presso l’istituto di suore Annibale Maria di Francia. L’iniziativa ha destato rumore in città, si è levata qualche voce dissonante, poi  è prevalsa la fratellanza, grazie ai giovani che lottano perché non vi siano discriminazioni per l’etnia, il colore della pelle o il credo religioso.”

            “Lo sport“, gli ha fatto eco Antonello Rizzo, assessore ai Lavori Pubblici: “è una palestra di vita ed è  il collante ideale per recepire culture e abitudini diverse.”

            Di seguito è intervenuta la professoressa Maria Sgroi dell’Istituto Comprensivo Ugo Foscolo di Taormina i cui studenti, presenti in buon numero in sala, hanno raccontato la felice esperienza che hanno vissuto durante l’anno scolastico in corso. Da mesi li appassiona lo studio e l’applicazione dei diritti umani nella didattica.

            A seguire, è intervenuto il professor Aldo Piatti, Capo Dipartimento Educazione di U.P.K.L., che ha illustrato gli strumenti che promuovono la cittadinanza europea, con particolare attenzione alla realtà dei disabili.  “L’educazione, in particolare allo sport“, ha ricordato Piatti “dev’essere concepita per comprendere il significato della parola libertà che non riguarda solo i disabili ma tutti i cittadini. Occorre anche abituare i giovani a pensieri e azioni rivolti al bene comune. Per questo occorrono a scuola nuove modalità, che devono vedere gli insegnanti capaci di individuare nuove strategie per coinvolgere gli alunni, stimolando la loro curiosità. Gli insegnanti devono poter cogliere le diverse intelligenze e armonizzarle. Un percorso non semplice, ma da intraprendere”.

            Interessante anche il contributo del maestro Giorgio Bortolin, Capo Dipartimento U.I.K.A (Karate) della divisione Sport for All di U.P.K.L., il quale ha illustrato come l’attività motoria, anticamera dell’agonismo, deve servire ad educare i giovani a socializzare e vivere, attraverso lo sport, esperienze di gruppo formative di discipline individuali e di squadra.

            A chiudere i lavori è stato Corrado Genova Segretario Generale di U.P.K.L. il quale prima ha spiegato il percorso dell’associazione  e poi ha parlato della figura dell’European Sport Coach introdotta dall’Unione Europea. Si tratta di una figura che collabora, come educatore, al fianco dei genitori, docenti scolastici, religiosi e laici. In pratica è una sorta di guida per i giovani che vogliono avvicinarsi  allo sport.

Al termine dell’incontro l’U.P.K.L. ha conferito al Comune di Giardini Naxos il riconoscimento di “Città europea dell’educazione ai diritti umani attraverso lo sport” per aver pienamente risposto alle sollecitazioni della raccomandazione HEPA dell’Unione Europea del 2016, recepita lo stesso anno dall’Italia. La targa che ufficializza la qualifica è stata consegnata al Sindaco di Giardini Naxos Pancrazio Lo Turco da Corrado Genova, Segretario Generale UPKL. Si tratta di un riconoscimento che viene attribuito alle pubbliche amministrazioni in cui operano gli European Social Sport Coach distintisi con onore nel contrasto alla carenza educativa sul fronte dei diritti umani.

            Nell’occasione, attestati di merito di U.P.K.L. sono andati a Richard Amos, statunitense, maestro di karate di prestigio internazionale, all’Istituto Tecnico Comprensivo Ugo Foscolo di Taormina rappresentato dalla professoressa Maria Sgroi, al maestro Rosario Pizzurro di Giardini Naxos e, a tutti gli allievi dell’Associazione Reimeikan per l’attività socioculturale espressa attraverso il Karate nell’ambito delle arti marziali. Al termine dell’incontro il Sindaco ha consegnato al dott. Corrado Genova una targa ricordo dell’evento contenente un attestazione di stima per l’impegno profuso nel contrastare la carenza educativa che spesso si registra in certi ambienti sociali ed in particolare tra i giovani.

L’evento è continuato Sabato pomeriggio e domenica alla Palestra Comunale con il seminario di Karate sapientemente condotto dal maestro Richard Amos.

Nella foto i maestri Richard Amos, Giorgio Bortolin, Marco Bortolomei, Gaetano Leto, Rosario Pizzurro e gli allievi dell'Associzione Sportiva Reimeikan di Karate di Giardini Naxos

Nella foto i maestri Richard Amos, Giorgio Bortolin, Marco Bortolomei, Gaetano Leto, Rosario Pizzurro e gli allievi dell’Associzione Sportiva Reimeikan di Karate di Giardini Naxos

Nella foto sono riconoscibili da sinistra: Prof. Aldo Piatti, Ass. Antonello Rizzo, il Sindaco Lo Turco, la Prof.ssa Maria Sgroi, il giornalista Sergio Meda, il dott. Corrado Genova e alcuni allievi dell'Ass. Reimeikan di Giardini Naxos

Nella foto sono riconoscibili da sinistra: Prof. Aldo Piatti, Ass. Antonello Rizzo, il Sindaco Lo Turco, la Prof.ssa Maria Sgroi, il giornalista Sergio Meda, il dott. Corrado Genova e alcuni allievi dell’Ass. Reimeikan di Giardini Naxos

1yy allievi

Il Maestro Richar Amos e gli allievi Christian e Ivan Cullurà

  • Print
Computer Hope