SETTEMBRE 2019
Home Tags Posts tagged with "befana"

befana

0 179

Si terrà domenica 6 gennaio presso il Cinema LUX dalle ore 10.00  il tradizionale appuntamento con la “Befana 2019″ promossa dall’associazione Meter & Miles che si occupa di progetti rieducativi per persone con handicap presieduta da Saro Visicaro.

Centoottantaminuti per ringraziare i cittadini che hanno dimostrato impegno civile ed etico con consegna di attestati di merito e riconoscenza selezionati dalla giuria composta dall’editore Armando Siciliano, dal prof. Maurizio Ballistreri e dall’avv. Carlo Mastroeni.

La manifestazione giunta alla 24° edizione sarà presentata dall’avv. Silvana Paratore . Filo conduttore della manifestazione è ” Ama il prossimo tuo anche nella diversità”

1  Befana a Messina

0 578

Messina - Anche quest’anno il Cinema Lux a Messina ha ospitato il tradizionale appuntamento con la “Befana Meter & Miles” .

La manifestazione promossa dall’Associazione presieduta da Saro Visicaro che si occupa di progetti rieducativi per persone con handicap si è aperta con una rappresentazione della Natività con i ragazzi della Meter & Miles: “Ambra, Giovanni e Vincenzo. Consegnati riconoscimenti a donne, uomini, Enti o istituzioni che si sono distinti per l’impegno etico e civile nella società, come recita l’attestato di merito conferito ad ognuno dei premiati. L’evento giunto alla 23^ edizione è stato presentato dall’avv. Silvana Paratore. Il tema di quest’anno è stato “l’art. 1 della Costituzione della Repubblica Italiana”.

La Giuria, è stata così composta: “dal prof. Maurizio Ballistreri, dall’arch.Nino Principato e dalla prof.ssa Giovanna Cardile”.

A ricevere le attestazioni di merito: “Francesco Cancellieri (ideatore del Calendario Ambientale 2017); Marisa Pisana (assistente sociale – Progettista); Graziella Lombardo (giornalista direttore Centonove); Giovanni Molonia (storico); don Umberto Romeo (psicologo – psicoterapeuta dei salesiani); Pippo Campione (docente Geografia politica); Giovanna Manetto e Claudio Divieto (della Compagnia Teatrale Volere Volare); Viola Adamova (Violinista); Giampiero Cannata (primo corno); Marco Castagna (ispettore d’Orchestra precari del Teatro Vittorio Emanuele); Bruno Samperi (artista pittore); Carlo Mastroeni (del Parco Quasimodo di Roccalumera); Francesco Certo (medico chirurgo – pres. Terra di Gesù onlus); padre Dominique (direttore Ospedale di Kpangi); Nino Scuderi (artista); Antonella Gargano (pres. Associazione culturale Tersicore); Elvira Bordonaro (artista); Salvatore Filloramo e Irene Torrese (della Dance Messana School dello Stretto); (Giacomo Iapichino – comandante Navi traghetto FFSS); (Ettore Lombardo – responsabile Gestione Aree Protette Sicilia); Silvia Signorino (pedagogista); Giovanni Falcone (Prodotti da Forno); Franco Maricchiolo (fotografo professionista e ideatore della Mostra Italoamericani ambasciatori di italianità nel mondo); la scuola di danza Dancing Ros (di Rosalinda Panarello impegnata in eventi di solidarietà); la presidente della Pro-loco di Sinagra dott.ssa Enza Mola, Marco Bonanno (pres. ass.bimbi speciali), Aldo Maimone del mondo della formazione, Francesco Gugliandolo (genitore di bimba autistica)”.

“Consegnati anche due attestazioni in memoria di Giovanni D’Andrea – editore del giornale L’Isola e del Giudice Pietro Miraglia. Per quest’ultimo parole sono state espresse dagli avv.ti Silvana Paratore e Giuseppe Abbadessa del Foro di Messina. Quest’ultimo ha proceduto alla consegna del riconoscimento alla sorella Paola Miraglia“.

Soddisfatto Saro Visicaro, presidente della Meter & Miles che ha ribadito: “come occorra aggrapparsi ai sogni e creare i presupposti per ridare speranza a quanti vivono in situazioni disagiate, valorizzando tutti coloro che nel nostro territorio si prodigano nei vari settori della cultura, del sociale, della sanità, del volontariato, dell’imprenditoria, della Giustizia etc.”

I Premiati

I Premiati

Al centro l'Avv. Silvana Paratore

Al centro l’Avv. Silvana Paratore

0 1077

Giardini Naxos (Me) – Dopo il successo dell’evento di Natale 2016 denominato “Vuoi conoscere Babbo Natale ” la dott.ssa Rachele Michela Gassani presidente dell’Associazione Culturale “I love Naxos” è nuovamente protagonista delle manifestazioni Natalizie 2017-2018 con un nuovo evento: “La Befana Vien dal Mare”  che si terrà sul lungomare Tisandros  il 6 gennaio 2018 a partire dalle ore 15.00. Sarà una grande festa per i bambini i quali potranno ritrovarsi immersi nella magia incontrando la Befana. L’evento si svolgerà nel lungomare Tisandros precisamente a partire dall’angolo di Via Dalmazia fino a  piazza San Pancrazio. Per l’occasione si esibiranno le aiutanti della befana con la baby dance e dei musicisti che cercheranno di coinvolgere e regalare attimi di gioia ai piu’ piccoli facendoli viaggiare con la fantasia.  Lo scopo della manifestazione è proprio quello di garantire che il pubblico non sia solo spettatore ma bensi partecipante come in tutte le manifestazioni proposte dalla sottoscritta e fin ora andate a buon fine. Per l’occasione sarà allestito un banchetto per una pesca di beneficenza. Le somme raccolte verranno destinate all’acquisto del cibo per i gatti randagi di Giardini Naxos. L’evento è organizzato con la preziosa collaborazione dei giovani della Memory Box Events. A riguardo, la dott.ssa Michela Gassani dopo aver invitato i partecipanti a vestirsi da befane, befanine e befanone per passare insieme un pomeriggio in allegria, ha lanciato l’invito a tutti i bambini del comprensorio taorminese ed oltre dicendo: “Cari bambini e genitori ormai ci siamo! Sabato 6 gennaio a Giardini Naxos in Piazza San Pancrazio e via lungomare Tysandros verrà celebrata la festa della Befana!!! L’evento comincerà a partire dalle ore 15,00 con la parate delle nostre Befanine con a seguire la danze delle Befane e la baby dance. Inoltre i nostri amici Elfi ci delizieranno con un concertino in attesa della nostra ospite speciale direttamente dal mare ovvero la Befana! Ma ci saranno ancora tante altre sorprese come le favole e il libro magico con la Befana “Lou” per poi concludere il pomeriggio ballando tutti insieme per salutare la nostra Befana! Ricordiamo inoltre che le calze potranno essere prenotate gratuitamente da tutti i bambini fino ai 12 anni ritirando personalmente il bigliettino della prenotazione fino ad esaurimento in piazza San Pancrazio dove a partire dalle ore 15.30 troverete la Befana Clotilde ad attendervi. Non mancate bambini, vi aspettiamo”.

La locandina dell'evento

La locandina dell’evento

0 633
Il Cinema Lux a Messina

Il Cinema Lux a Messina

Messina – Si terrà sabato 6 gennaio presso il Cinema LUX dalle ore 10.00 alle 13.00  il tradizionale appuntamento con la ” Befana 2018 “ promossa dall’associazione Meter & Miles che si occupa di progetti rieducativi per persone con handicap presieduta da Saro Visicaro .  Centoottantaminuti per ringraziare i cittadini che hanno dimostrato impegno civile ed etico con consegna di attestati di merito e riconoscenza. La manifestazione giunta alla 23° edizione sarà presentata dall’avv. Silvana Paratore con la partecipazione di Mariella Magazzù. Il tema di quest’anno sarà l’art. 1 della Costituzione della Repubblica Italiana.

La locandina dell'evento

La locandina dell’evento

L'Avv. Silvana Paratore

L’Avv. Silvana Paratore

0 1163

Giardini Naxos (Me) -“La Befana vien di notte con le scarpe tutte rotte, col cappello alla romana, viva viva la Befana”. Così recita un antica filastrocca che cantano i bambini il giorno della Befana, più o meno la stessa che tanti ragazzi hanno cantato il sei gennaio nelle piazze innevate dei comuni siciliani dove sono state organizzate numerose iniziative ludiche che hanno visto la presenza della simpatica vecchietta. Tra le tante manifestazioni organizzate per i bambini, ci piace ricordare quella svoltasi a Giardini Naxos realizzata in una location comunale, la Palestra del rione Mastrociccio.
Ad organizzare l’evento sono state due sodalizi locali l’associazione Mediterraneo presieduta da Gianni Saglimbeni e l’associazione Jacaranda presieduta da Rosario La Fauci assieme al Gruppo Promotore Unicef di Giardini Naxos presieduto da Pancrazia Marcuccio. A dare il benvenuto nella palestra comunale ai numerosi bambini accompagnati dai loro genitori sono stati i presidenti delle associazioni Mediterraneo, Jacaranda e del Gruppo Promotore Unicef assieme al Consigliere Comunale Rosa Pietrocitto una delle organizzatrici della kermesse e, naturalmente, la Befana. A vestire i panni della storica nonnina, come è tradizione di ogni anno, è stato l’attore di teatro Ciccio Miceli, un icona del teatro giardinese che in ogni edizione della festa mette generosamente al servizio dei bambini la sua arte della recitazione. Ha fatto divertire i bambini interpretando in maniera magistrale e suggestiva la nonnina con la scopa. A dare man forte alla Befana i giochi del gruppo Patatrak Animazione che ha coinvolto i bambini in un carosello di giochi, canti, balli e tante altre attività ludiche. La festa è riuscita alla grande per la gioia dei bambini che hanno trascorso un pomeriggio sereno e divertente con tante risate che hanno coinvolto anche i loro genitori. A conclusione della kermesse organizzatori, bambini e genitori hanno posato per una foto ricordo di gruppo.

        ROSARIO MESSINA

2xx Foto di gruppo

La foto di gruppo

Poster La Befana

La locandina della kermesse

1 Ciccio Miceli la Befana

Al centro della foto Ciccio Miceli con i panni della befana

+

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La Festa della Befana nella tradizione

La Befana è nell’immaginario collettivo una vecchietta che nella notte tra il 5 e il 6 gennaio, sopra una scopa, passa sopra i tetti e calandosi dai camini riempie le calze lasciate appese dai bambini, di doni, caramelle e dolciumi di ogni tipo.

La sua origine si perde nella notte dei tempi, discende da tradizioni magiche precristiane e, nella cultura popolare, si fonde con elementi folcloristici e cristiani: la Befana porta i doni in ricordo di quelli offerti a Gesù Bambino dai Magi.
Secondo la leggenda, i Re Magi, diretti a Betlemme per portare i doni a Gesù Bambino, non riuscendo a trovare la strada, chiesero informazioni a una vecchia.
Nonostante le loro insistenze, affinché li seguisse per far visita al piccolo, la donna non uscì di casa per accompagnarli. In seguito, pentitasi di non essere andata con loro, dopo aver preparato un cesto di dolci, uscì di casa e si mise a cercarli, senza riuscirci.
Così si fermò a ogni casa che trovava lungo il cammino, donando dolciumi ai bambini che incontrava, nella speranza che uno di essi fosse il piccolo Gesù.
Da allora girerebbe per il mondo, facendo regali a tutti i bambini, per farsi perdonare.

L’iconografia è fissa: un gonnellone scuro e ampio, un grembiule con le tasche, uno scialle, un fazzoletto o un cappellaccio in testa, un paio di ciabatte consunte, il tutto vivacizzato da numerose toppe colorate.
Secondo l’immaginario della tradizione porta dolcetti e caramelle ai bambini buoni e carbone a quelli che hanno fatto molti capricci.
Nella tradizione popolare però il termine Epifania, storpiato in Befana, ha assunto un significato diverso, indicandola figura di una vecchietta particolare.
Anticamente, infatti, la dodicesima notte dopo il Natale, ossia dopo il solstizio invernale, si celebrava la morte e la rinascita della natura, attraverso la figura pagana di Madre Natura. La notte del 6 gennaio, infatti, Madre Natura, stanca per aver donato tutte le sue energie durante l’anno, appariva sotto forma di una vecchia e benevola strega, che volava per i cieli con una scopa. Oramai secca, Madre Natura era pronta a essere bruciata come un ramo, per far sì che potesse rinascere dalle ceneri come giovinetta Natura, una luna nuova.

Prima di perire però, la vecchina passava a distribuire doni e dolci a tutti, in modo da piantare i semi che sarebbero nati durante l’anno successivo.
In molte regioni italiane, infatti, in questo periodo, si eseguono diversi riti purificatori simili a quelli del Carnevale, in cui si scaccia il maligno dai campi grazie a pentoloni che fanno gran chiasso o si accendono imponenti fuochi, o addirittura in alcune regioni si costruiscono dei fantocci di paglia a forma di vecchia, che vengono bruciati durante la notte tra il 5 e il 6 gennaio.
La befana nel mondo è festeggiata in vari modi, in Spagna ad esempio, il 6 gennaio tutti i bambini si svegliano presto per vedere i regali che i Re Magi hanno lasciato. Mentre il giorno precedente mettono davanti alla porta un bicchiere d’acqua per i cammelli assetati e anche qualcosa da mangiare.
In Francia nel giorno della befana si fa un dolce speciale, all’interno del quale si nasconde una fava. Chi la trova diventa il re o la regina della festa.
In Islanda il 6 gennaio viene chiamato il tredicesimo, perché da Natale fino a questa data trascorrono 13 giorni. Questo è l’ultimo giorno del periodo festivo nel quale si dice addio al Natale. Si inizia con una fiaccolata, alla quale partecipano anche il re e la regina degli elfi. A metà strada arriva anche l’ultimo dei Babbo Natale, il tredicesimo ( il primo Babbo Natale arriva l’11 dicembre e poi ne arriva uno ogni giorno fino a Natale, poi dal 25 dicembre in poi ne va via uno al giorno). La fiaccolata finisce con un falò e con dei fuochi d’artificio.

In Romania, invece, la festa dell’ epifania rappresenta la venuta dei Re Magi ed è un giorno festivo. Ancora oggi in alcuni paesi i bambini vanno lungo le strade e bussano alle porte per chiedere se possono entrare per raccontare delle storie. Di solito come compenso ricevono qualche spicciolo. Anche i preti vanno di casa in casa per benedire le case.
Qui da noi, secondo la leggenda si deve appendere al caminetto, o vicino una porta o una finestra della casa, una calza grande, così l’indomani mattina la si troverà piena di doni della befana.
Beh se siete stati buoni riceverete dolcetti altrimenti carbone!

 

 

RIMANI IN CONTATTO