FEBBRAIO 2020
Home Tags Posts tagged with "Catania"

Catania

0 1211
Uno dei premiati dell'edizione 2014

Uno dei premiati dell’edizione 2014

GIARDINI NAXOS (ME)Si rinnova il 25 ottobre 2015 a Giardini Naxos l’appuntamento della consegna dei premi internazionali Il Convivio 2015. La cerimonia si svolgerà presso la sala convegni dell’hotel Assinos con inizio alle ore 9:30. La cerimonia sarà presentata dal presidente dell’Accademia Il Convivio, Angelo Manitta, e dall’artista e presentratrice reggina Adriana Repaci.
Alla quindicesima edizione hanno partecipato 1065 autori, di cui 68 stranieri e 997 italiani. Le opere partecipantin sono state 1467. La giuria presieduta Carmela Tuccari era composta da 22 membri: Giacomo Manzoni di Chiosca, Mauro Montacchiesi, Francesco Mulè, Tania Fonte, Francesca Luzzio, Lucia Paternò, Norma Malacrida, Antonia Izzi Rufo, Nunzio Trazzera, Lucia Schiavone, Adriana Repaci, Giuseppe Manitta, Robert Botto (Francia), Maggy De Coster (Francia), Maria J. Fraqueza (Portogallo), Sonia R.Sanchez (Spagna), Carolina Monteiro (Portogallo), Vittorio Verducci, Sabato Laudato, Maristella Dilettoso, Beatrice Torrente, Adalgisa Licastro. Tra gli ospiti d’onore: il tenore Mario Mangione e il cantante compositore Carmine Fanigliulo, a rappresentare l’ internaziomalità della cultura gli autori brasiliani Jorge Cardozo e Alexandru Solomon della città di San Paulo.
Ad essi si aggiungono i numerosi autori che rappresenteranno molte regioni italiane. La cerimonia è il momento più importante del concorso, in quanto si svolge sotto lo slogan del linguaggio universale della parola, intesa come valore unificante del rapporto umano che si estrinseca attraverso le arti.
Di seguito si riportano gli autori primi classificati, molti dei quali presenti:
Poesia Italiana. Primi premiati: 1) Celi Francesco, Amor che a nullo amato, Padova; 2) Gambaruto Leila, Gli angeli del mare, Chieri (TO); 3) Magi Manuela, Il mio tempo, Tolentino (MC); 4) Chiesa Benvenuto, Versi segreti, Torino; 5) Baldassare Diego, Dall’altra sponda, Pistoia.
Premio speciale per l’Elaborazione compositiva: Pilo Luigi Antonio, Principia Iuris, Torre Faro (ME);
Premio speciale per la tematica: Vadalà Fierro Teresa, Oltre i cancelli del cuore, Messina.
Segnalazione di Merito: Albano Giovanni, Piccola elegia delle Lune, Lipari; Giacobbe Carmela, Io cerco il tuo volto, Gioia Tauro (RC); Casadei Franco, Primo giorno di scuola, Cesena; Guzzardi Giovanna, Gioia è vivere, Australia; Tonelli Laura, Dell’oblio bevanda, Venezia-Mestre; Balde Saliou, Il naufragio dei migranti, Piazza Armerina (EN).
Menzione d’onore: Pierini Roberto, D’agrumi in fiore, Maretto (AT); Amaddeo Gioacchino, Note di vento, Reggio Calabria; Cellotti Caterina, Stella d’approdo (A Lampedusa), Ragusa; De Siati Pasqua, I tuoi passi, Grottaglie (TA); Baglieri Salvo, Con gli stessi occhi, Catania; Cangelosi Pierangelo, Serata a tea-tro, Palermo.
Poesia in francese. Primi premiati: 1) Pandolfi Marcello, A chaque jour recommence, Aurillac (Francia); 2) Maud Colley, Un amour de mer, Dinan – Francia; 3) Demortier Marie Françoise, Faisons un rêve, Marseillan – Francia. Premio speciale “Il Convivio”: Batty Alan, The trishaw man, Verzella (CT).
Poesia in portoghese. Primi premiati: 1) Cunha Francisco de Asis Machado, Trovas do meu pranto, Pontinha (Portogallo); 2) Graciett Dias Vag Maria, Ventos de desventura, Lisbona; 3) Treiguer Julio Maciel, Dos poetas famosos, Campinas – SP (Brasile).
Poesia in spagnolo. Primi premiati: 1) Tineo Maria Esther, Mis manos, Holguin (Cuba);2) Drese Maria Cristina, Miradas, Argentina; 3) Rocia Lupo Sanchez Ruiz, Sueños no, realidades, Holguin (Cuba).
Sezione poesia dialettale. Primi premiati: 1) De Paolis Guido, L’urdema fenestra, San Vito Romano RM; 2) Lia Gaetano, Longa la notti, Monterosso Almo (RG); 3) Girlanda Agnese, ‘Na lagrema…, Verona; 4) Ferrante Francesco, Innu, Terrasini (PA); 5) Criscenti Alberto, Picchì, Buseto Palizzolo (TP).
Segnalazione di Merito: Perciaccante Alfredo, ‘A vija mija: ‘A ‘nzalikaetae, Cassano all’Ionio(CS); Catalani Gaetano, Hjarvu i miseria, Ardore Marina (RC).
Menzione d’onore: Cardella Clotilde, Cunortu, Palermo; Mainini Dionigi, Ugetu dimentica, Fagnano Olona (VA); Ingegneri Lucia, Scilla e Cariddi, Monza (MB); Sciabò Melania Vinci, Lu munnu è stancu, Catania.
Sezione racconto inedito. Primi premiati: 1) Muscardin Rita, Scrivimi che stai bene, Savona; 2) Barbieri Carlo, Il medico del Nord, Roma; 3) Spatafora Serafina, Thanks, Palermo; 4) Zago Elio, Gelosia, Rovigo; 5) Mongibello Maria Teresa C., Anonimo veneziano, Aci S. Antonio (CT).
Segnalazione di Merito: Mulè Giovanna, L’orologio senza tempo, Caltanisetta; Baldini Cinzia, C’era una volta…, Roma.
Menzione d’onore: Di Maura Ruggero, Ora solare, Catania; Citrano Francesca, Quella sera del ’63, Borgetto (PA).
Racconto in portoghese: 1) Cardozo Pagano Jorge, Lobo, San Paolo (Brasile); 2) Del Maestro Humberto, A pequenina Mão, Vitoria – ES Brasile; 3) Passarella Sarah de Oliveira, O som do violino, Campinas – SP.
Racconto in spagnolo: 1) Herrera Alvarez Leticia, Remedio para el mal de ojo, visiones de remedios varo, Città del Messico – Messico.
Sezione Romanzo inedito. Primi premiati: 1) Renaldini Massimo, Stramonio, Rezzato (BS); 2) Caldini Alessio, Ten miles to woodstock…, Roma; 3) Martin Giuliano, Bianca Cappello cortigiana e granduchessa, Zoppè di San Vendemiano (TV); 4) D’Aleo Marco, Il dirottamento (una storia di depressione), Trapani; 5) Fiorletta Paolo, Storie dalla strada, Avola (SR).
Finalisti: Iemmolo Portelli Ignazia, Le donne di Peter, Rosolini (SR); Calce Vincenzo, Un nano tra i “cervelli in fuga”, Roma; Toscano Carmen, Ali spezzate, Biancavilla (CT); Di Giacomo Nanni, Ancora Pirandello?!, (Saggio) Roma.
Sezione silloge di poesie inedite. Primi premiati: 1) Fiorentini Ornella, Matrioska, Ravenna; 2) Fezzi Paolo, Magie nel disincanto, Milano; 3) Perrone Giuseppe, Spazio aperto, Taranto; 4) Alessandro Antonella, Lo scrigno nascosto, Roma; 5) Calabretta Renata, Silloge, Giarre (CT). Premio speciale “Giovanni Meli”: Riccobono Teresa, ‘N menzu a st’arvuli lu ventu, Palermo.
Finalisti: Barbari Roberto, Colori d’autunno sui tuoi occhi, Ponte della Priula (TV); De Sanctis Alceo, Silloge, Roma; Malerba Giuseppe, Onda d’urto, Sant’Ilario (RE).
Sezione libro edito. Narrativa. Primi premiati: 1) Gerla Francesca, La testimone, Napoli; 2) Gargotta Maria, I giorni della montagna bruna, Napoli; 3) Palumbo Gianni Antonio, Il segreto di Chelidonia, Molfetta (BA); 4) Godino Luigi, Nilo da Rossano, Rossano (CS); 5) Colletti Gabriella, La nostalgia dei girasoli, Trecate (NO).
Premio speciale per la tematica sociale: Barone Maria Stella, La gioia di esserti madre, Messina; Bianco La Fata Rosalba, Ivan – Messaggio di un figlio della luce alla madre terrena, Castelvetrano (TP); Benevento Giuseppe, Il senso della camomilla, Matera; Del Vecchio Milena, Vittoria, un grande dono, Remedello Sotto (BS); Biancotto Daniela, Solo una madre finta (storia di un’adozione), Borgo San Dalmazzo CN.
Premio speciale Il Convivio a Enza Militano, Le avventure di gramma-tica, Palmi (RC).
Finalisti: Stefanelli Cervelli Lucia, L’occhio fisso, Napoli; Di Ruocco Vittorio, L’albero dei miracoli, Pontecagnano (SA).
In portoghese: 1) Solomon Alexandru, Bucareste, San Paolo (Brasile); 2) Ditzel Sonia maria Martelo, Rumo ao infinito, Ponta Grossa – PR (Brasile); 3) Pedrosa Ari Lins, Ariel, Maceiò – AL (Brasile).
In inglese: 1) Chakravarty Ashok, Twinkles… of poetic delights, India.
Poesia. Primi premiati: 1) Baiotto Marco, L’eredità della scienza, Blessano di Basiliano (UD); 2) Fiorini Andrea, Il fuoco alimentato dal vento, Milano; 3) Stefanelli Patrizia, Rosanero, Itri (LT); 4) Prebenna Nicola, Era il maggio odoroso, Ariano Irpino (AV); 5) Tonelli Stefano, Una luce dal cielo, Milano.
Premio speciale per l’elaborazione artistica: Scommegna Antonio, Margherita di Savoia – Tèrre de mare e de ssàle, Savigliano (Cuneo).
Premio Assoluto della Critica a Nicola Sciannimanico, La carezza della luna, Roma.
Finalisti: Colombo Carla, La melodia del cuore, Imbersago (LC); Dimarti Giarmando, La pula il vento, Grottammare (AP); Cerniglia Rossella, Aporia, Palermo; Santarelli Anna, Il sentiero dell’anima, Rieti; Daniele Toffanin Maria Luisa, Appunti di mare, Selvazzano (PD).
Saggio. Primi premiati: 1) Musini Daniela, I 100 piacere di D’Annunzio, Città sant’Angelo (PE); 2) Di Natale Claudia, Fabrizio De Andrè- Anime in un riflesso, Monreale (PA); 3) Pessina Anna Gertrude, La follia delle parole nel Seicento e Novencento, Napoli; 4) Petix Pasquale, È passato il generale Patton… e non solo, Serradifalco (CL); 5) Portaro Antonino, Randazzo ieri e oggi, Roma.
Premio speciale per la tematica: Ardita Pina, Shalem Tebet, S. Giovanni La Punta (CT).
Segnalazione di Merito: Rizza Alfredo, I siciliani: gli Ariani siamo noi, Aci Sant’Antonio (CT).

Premio Il Convivio 2015: Cangelosi Calogero, Opere teatrali, Palermo; Làszlò Lucia, Una candela accesa, Firenze; Spiaggia Gianna, Il risveglio dell’anima, San Cataldo (CL); Consoli Santo, Presenza, Catania.
Sezione Arti figurative. Primi premiati: 1) Barbagallo Gaetana, I pulcini di nonna Tata, Catania; 2) Privitera Maria, Femminicidio, Giarre; 3) Trezza Santino, Alienazione, Nocera Superiore (SA); 4) Barbaro Eleonora Maria, Il volo dell’anima, Reggio Calabria; 5 ex aequo) Corsaro Rossana, La primavera nell’anima, Croce Valanidi (RC); Zabatti Immacolata, Una lacrima, Grottaglie – TA.
Premio speciale alla memoria: Ventola Flavia, Paesaggio lacustre, Grumello del Monte (BG).
Premio alla carriera: Nogues Jacques, Opere scultoree, Francia.
Segnalazione di Merito: Vasta Angela, Giovane donna con cappello, Catania; Mangano Maria Luisa, Colori di Sicilia, Aci Castello (CT).
Menzione d’onore: Avellina Nancy, Il mulino sul lago, Guardia – Acireale (CT); Bisigato James, Treviso: angolo caratteristico, Treviso; Mendola Sebastiano, Il dilemma, Lentini (SR); Buscemi Rosetta, Estate – La vacanza dei contadini, Villafranca sicula (AG); Urru Rosalba, Uomini in bottiglia, Palermo.

Sezione Premio teatrale Angelo Musco.
Teatro dialettale. Primi premiati: 1) Scammacca Angelo, VII Sì n’arrobbi sì “Fissa”, Catania; 2) Giannino Titty (Santina), Si Eva non s’avissi manciatu a mela, Spadafora (ME); 3) Spampinato Giambattista, Giufà: Ieri, oggi, sempre, Catania.
Finalisti: Cardella Giuseppe, Terra sicca, Ribera (AG); Urciullo Nella, ‘A pinzioni nun si tocca, Ca-riati (CS). Teatro inedito. Primi premiati: 1) Sìcari Fabio, Il capitalismo delle opinioni, Bergamo; 2) Serrentino Maria, Il canto di Aida, Siracusa; 3) Cirri Aldo, Cambio di stagione, Roma.
Finalisti: Altomare Sardella, Maria Indossando il vestito, Desio (MB); Ciaramella Marco, L’Alieno, Pontedera (PI); Schirinzi Italo, Anche la verità può avere i baffi, Piombino (LI); Dittongo Armando, El mosca, Ronco all’Adige (VR); Papa Francesca, Il commissario pongo e il mistero dei gamberetti, Roma; Moiser Gianluca, Galimberti Anna, Marmo Marilena, La mia vita è un piano B GM (cinque storie di sogni…), Sondrio; Piazza Roxas, Ti voglio bene papà, Catania; Basile Antonio, La strana eredità, Marano di Napoli.
Teatro edito. Primi premiati: 1) Moscariello Carmen, Giordano Bruno sorgente di fuoco, Formia (LT); 2) Rossi Chiara e Sbarbato Silvestra, Di lui, tutto mi stregava, Santa Margherita Ligure (GE); 3) Barbera Michele, Cronache spoglie di uno psiconauta, Menfi (AG).
Segnalazione di Merito: Castellani Fulvio, Momenti teatrali, Enemonzo (UD).
Sezione Opera musicata. Primi premiati: 1) Fanigliulo Carmine, Vento, Grottaglie (TA); 2) Marino Antonella, Il canto dell’amore, Marsala (TP); 3 ex aequo) Caranti Stefano, Lucia: Una storia vera, S. M. Maddalena (RO); Canino Paola, Amore per la vita, Rilievo (TP).
Premio speciale della Giuria: Cuppini Alessandro, Sono andato in pensione, ma avrei preferito un Hotel…, Bergamo.
Premio speciale per la valorizzazione delle trad. popolari: Cardella Giuseppe, Mastru Vincenzu… lu pitturi, Ribera (AG)
Sezione e-book edito. Primi premiati: 1) Santini Alessandra, Krypt, Roma; 2) Ottaviano Paola, Un serpente in ufficio, Como; 3) Serino Felice, Trasfigurati aneliti, Torino.
Opera inedita per e-mail. Narrativa. Primi premiati: 1) Speich Chiara, Grandi progetti piccole speranze, Genova; 2) Muccin Fabio, Crocifissa Calogera Imposimano, di professione medium, Casarsa PN; 3) Tuzza Giusy, Come lava incandescente, Francofonte – SR.
Finalisti: Cuppini Alessandro, Gli amori di zio Raffa e altre storie, Bergamo; Guarneri Cirami Alberto, I racconti d’inverno, Caltagirone (CT); Agata Fernandez Motzo, Un progetto per ciascuno, Roma; Spatafora Serafina, Sul filo dei ricordi, San Giuseppe Jato (PA).
Poesia. Primi premiati: 1) Di Stefano Carmelo, Per certi versi…, Modica (RG); 2) Sorrenti Vito, Chiari oscuri del dolore, Sesto S. Giovanni (MI); 3) De Oliveira Maria Neuza, Louvores, Guaçuí – Espírito Santo (Brasile).
Sezione Ragazzi. Primo premio assoluto: Urzì Katia Cristina, Felicità effimera, Messina.
Premio speciale opera teatrale: Rezk Kim, Pluie, puces et révolte canine, (Francia).
Degli autori che hanno ricevuto la menzione di merito saranno presenti alla cerimonia: Tamai Anna, Fiume Veneto (PN); Russo Eleonora, S. Maria C. V. (CE), Genovese Ketty, Latisana (UD) e Tassi Davide, Galliera (BO).

0 1389

Dopo la pausa estiva il primo appuntamento autunnale con la presentazione di tre opere del prolifico scrittore calabrese Demetrio Verbaro

Taormina (Me)“SPAZIO al SUD”, manifestazione ideata ed organizzata dall’associazione “Arte&Cultura a Taormina”, presieduta dalla giornalista Maria Teresa Papale che ne firma la direzione artistica, e sponsorizzata dall’Associazione Albergatori di Taormina, con il patrocinio del Comune di Taormina, Taormina Arte, la partnership di servizio del “Gais Hotels Group” e la collaborazione dell’associazione culturale calabrese “Piazza Dalì”, è un progetto composito che tra Caffè Letterari e mostre d’arte vuole dare visibilità a voci e realtà artistiche originati da quel comune “humus” culturale che caratterizza il Meridione d’Italia.
Il “Caffè Letterario”, vetrina di scrittori emergenti e coraggiose piccole case editrici del Sud, è ospite dell’accogliente Sala “Le Naumachie” del centralissimo Hotel Isabella, e viene condotto nei pomeriggi di sabato – aperti gratuitamente al pubblico oltre che alla clientela dell’albergo – con taglio volutamente informale dalla giornalista Milena Privitera, vice presidente e capo-ufficio stampa dell’associazione.
       Dopo la pausa estiva, la stagione autunnale del “Caffè Letterario” ha ripreso i suoi incontri sabato 10 ottobre presentando ben tre opere di uno stesso autore: “Il carico della formica”, “L’attimo eterno” e “La farfalla con le ali di cristallo” – ancora fresco di stampa – tutti editi da Lettere Animate. Una “tripletta” di romanzi brevi d’amore e d’amicizia, ben strutturati, dallo stile diretto ed immediato, ricchi di atmosfere magiche, spesso intimistiche, di forte connotazioni psicologiche e con degli epiloghi a sorpresa firmati dal giovane e prolifico scrittore calabrese di grande talento Demetrio Verbaro.
Di tutt’altro genereLa solitudine di un riporto”, presentato il 24 ottobre, del siracusano Daniele Zito, ingegnere informatico ricercatore all’Università di Catania che, in un giallo dai risvolti terroristici-criminali, percorso da continui, sottili, omaggi alla grande letteratura europea, narra di un libraio brutto, paranoico e “bombarolo” dall’infanzia disastrata e piena di misteri, prigioniero di se stesso e della sua dolorosa solitudine, usato dalla malavita e braccato dalla polizia: Antonio Torrecamonica che, non accettando come molti la realtà, cerca di nascondere la calvizie con un orripilante “riporto”, che odia i lettori avventuratisi nel suo negozio, che odia soprattutto i libri che non legge mai. Lo stesso Antonio Torrecamonica, dallo sguardo di bimbo, che, proprio grazie alla suggestione scaturita da una frase di Garcia Marquez nel primo libro preso nelle mani dopo vent’anni, scopre l’amore e la forza per cambiare vita.
Ancora un giallo quello presentato il 7 novembre, alle ore 17:30: “La borsa dell’avvocato” del messinese Giuseppe Quattrocchi. Ambientato nel dopoguerra in una Sicilia tentata dall’indipendenza, con una mafia che smette i panni rurali per buttarsi nel grande affare della ricostruzione, è l’intreccio di tante storie che si intersecano in un paesino della costa jonica messinese, dove i punti di riferimento sono quelli tipici: piazza, chiesa, municipio, caserma dei carabinieri, bar. Un omicidio, una borsa con documenti preziosi che scompare e la storia, asincrona, si sviluppa tra pettegolezzi, intrighi di paese, pesanti interessi che vengono da lontano ed un maresciallo dei Carabinieri che, implacabile, continua ad indagare “per rimettere le cose a posto”.
Il 21 novembre, alle ore 17:30, sarà la volta di Cristina Marra, ideatrice del “Festival del Giallo” di Cosenza, curatrice per Novecento editore di “Crimini sotto il sole” – in cui firma anche un suo racconto – e per Falco Editore delle raccolte “Vento Noir” ed “Animali Noir”. Quest’ultima antologia sfoggia la firma di tredici autori di grande spessore, tra cui Mimmo Gangemi, Margherita Oggero, Assunta Morrone, Bruno Morchio i quali, ognuno col suo stile, hanno dato vita a coinvolgenti brevi racconti noir dove la presenza degli animali, dal gatto, al cane, al pipistrello, è determinante per la risoluzione del caso.
Infine, sabato 5 dicembre, alle ore 17:30, Paolo Sidoti, uomo di teatro, sceneggiatore, regista, mimo a Parigi, presenterà “Pietra lavica” di Algra Editore. Un thriller ambientato nella città etnea dove dell’omicidio di un giornalista viene sospettato il suo migliore amico, il quale, cercando di scagionarsi con l’aiuto di una bella archeologa, va a sbattere su di un segreto perduto nel cuore della città, di cui Vincenzo Bellini, Riccardo Cuor di Leone, l’Etna, la Fisica quantistica sono testimoni.
E con la presentazione del libro di Sidoti che chiude la rassegna del “Caffè Letterario” si abbasserà anche il sipario sull’edizione 2015 di “SPAZIO al SUD”, nella consapevolezza di aver offerto ai residenti ed agli ospiti la visione di un percorso culturale completo e frastagliato dove radici, tradizione e innovazione coesistono e si completano.

La locandina

La locandina

Maria Teresa Papale presenta la serata

Maria Teresa Papale presenta la serata

Il salotto letterario

Il salotto letterario

La domanda all'autore

La domanda all’autore

Milena Privitera intervista Demetrio Verbaro

Milena Privitera intervista Demetrio Verbaro

La giornalista Milena Privitera

La giornalista Milena Privitera

Lo scrittore Demetrio Verbano

Lo scrittore Demetrio Verbano

0 1879

Passaggio di consegne tra il Colonnello Sicuso ed il Colonnello Fedele

Base aerea di Sigonella (Ct)- Martedì 20 ottobre 2015 alle ore 10.30, presso l’hangar “one” della Base Aerea di Sigonella, avrà luogo la cerimonia di avvicendamento al Comando del 41° Stormo Antisom e dell’Aeroporto di Sigonella tra il Colonnello Pilota Vincenzo Sicuso, Comandante uscente ed il Colonnello Pilota Federico Fedele, Comandante subentrante.
L’evento, presieduto dal Generale di Squadra Aerea Maurizio Lodovisi, Comandante la Squadra Aerea, vedrà la partecipazione di autorità civili e militari delle provincie di Catania, Siracusa, Ragusa, Messina , Enna e Caltanissetta, oltre naturalmente al personale militare e civile della Base Aerea.
Il Colonnello Sicuso lascia il Comando della Base Aerea dopo poco più di due anni di intenso lavoro al Colonnello Fedele, proveniente dallo Stato Maggiore Aeronautica.
Per l’occasione è gradita la presenza dei rappresentanti dei Mezzi d’Informazione di cui è richiesto l’accredito attraverso mail ai recapiti di seguito riportati (ingresso in base entro le ore 10.15). Per motivi organizzativi non sarà consentito l’ingresso in mancanza di accredito.
Le eventuali interviste potranno essere rilasciate solo al termine della cerimonia dal Comandante della Squadra Aerea – Generale di Squadra Aerea Maurizio Lodovisi, dal Comandante uscente Colonnello Pilota Vincenzo Sicuso e dal nuovo Comandante del 41° Stormo Antisom e dell’Aeroporto di Sigonella Colonnello Pilota Federico Fedele.

Il Comandante del 41° Stormo Vincenzo Sicuso

Il Comandante del 41° Stormo Vincenzo Sicuso

Cerimonia festeggiamenti per i  50 anni del 41 Stormo

Cerimonia festeggiamenti per i 50 anni del 41 Stormo

0 3724

Presso il 41° Stormo ha incontrato il Capo del Pentagono USA Ashton Carter

Il Ministro Pinotti e il Comandante della Base Aerea Sicuso

Il Ministro Pinotti e il Comandante della Base Aerea Sicuso

Base Aerea del 41° Stormo di SIGONELLA (Catania) –  Il Ministro della Difesa, Roberta Pinotti, ha visitato l’Aeroporto di Sigonella, sede del 41° Stormo Antisom dell’Aeronautica Militare.
Il Ministro, accompagnato dal Capo di Stato Maggiore della Difesa – Generale Claudio Graziano, al suo arrivo nella Base Siciliana è stato accolto dal Comandante la Squadra Aerea – Generale di Squadra Aerea Maurizio Lodovisi e dal Comandante della Base Aerea, Colonnello Pilota Vincenzo Sicuso.
Quest’ultimo ha illustrato al Ministro le attività dell’Aeroporto, dettagliando i vari compiti e funzioni, ed in particolare quanto viene assicurato nel settore della navigazione aerea a favore degli Aeroporti civili di Catania Fontanarossa e Comiso e quanto viene svolto dallo Stormo a mezzo dei velivoli Predator e BR-1150 Atlantic che, seppur “datato” e vicino alla pensione, continua ad essere un binomio di operatività ed efficacia per l’intera Forza Armata, in particolare quando si tratta di salvaguardare la vita umana nelle operazioni di sicurezza e ricerca nei nostri mari.
La visita guidata è proseguita ad alcune infrastrutture della Base tra le quali il nuovo hangar “one” con dentro un Atlantic in fase di manutenzione e i Velivoli Predator tramite i quali l’Aeronautica Militare opera anche da Sigonella complementando e rafforzando il dispositivo di difesa nazionale. Dopo aver toccato con mano sia l’attuale realtà che le prospettive future della Base Aerea, è seguito un incontro con tutto il personale della Base.
Prima di congedarsi dal personale, per il quale sono state usate parole di apprezzamento e ringraziamento, l’On. Pinotti ha voluto stringere la mano e complimentarsi con i militari schierati. Gesto questo apprezzatissimo dal Personale schierato e segno di vicinanza e di fiducia negli uomini e donne dell’Aeronautica Militare tutta.
Nella seconda parte della giornata, il Ministro Pinotti ha incontrato e ricevuto con onori militari di rito il Segretario alla Difesa degli Stati Uniti, Ashton Carter, in visita ufficiale in Italia nell’ambito di una missione di cinque giorni in Europa, prima della conferenza ministeriale della Nato che si terrà l’8 ottobre a Bruxelles.
Insieme, i Capi della Difesa Italiana e USA, hanno nuovamente incontrato il personale italiano dell’Aeronautica Militare, quello dell’entità NATO AGS Force già presente a Sigonella e il personale americano della Naval Air Station (NAS). Nell’occasione, è stato fatto il punto della situazione sulla sicurezza e sulle operazioni nel Mar Mediterraneo occidentale “EunavforMed <http://www.difesa.it/OperazioniMilitari/op_intern_corso/eunavfor_med/Pagine/default.aspx>” e “Mare Sicuro <http://www.difesa.it/OperazioniMilitari/NazionaliInCorso/MareSicuro/Pagine/default.aspx>”. Un primo incontro in vista del colloquio bilaterale di Roma del 7 ottobre, durante il quale il Ministro Pinotti e il Segretario alla Difesa Statunitense si sono concentrati sui principali temi inerenti la lotta al terrorismo, la coalizione anti Isis, la situazione in Libia.
Carter ha espresso apprezzamento per quanto fatto dall’Italia nel campo dell’immigrazione e del contributo italiano alla sicurezza nel mediterraneo.
Prima di lasciare Sigonella, sia il Ministro Pinotti che il Segretario Carter hanno firmato l’albo d’onore del 41° Stormo Antisom di Sigonella sul quale – rivolgendosi a tutto il personale di Sigonella e dell’Aeronautica Militare – è rimasta la testimonianza dell’evento e parole indelebili di apprezzamento per il ruolo che giornalmente riveste la Forza Armata a difesa delle libere istituzioni.

 1° M.llo Carmelo Savoca

L'arrivo a  Sigonella del Ministro Pinotti

L’arrivo a Sigonella del Ministro Pinotti

L'arrivo del Ministro Pinotti

L’arrivo del Ministro Pinotti

Il saluto al Ministro

Il saluto al Ministro

IL col. Sicuso consegna il Grest del 41° Stormo al Ministro Pinotti

IL col. Sicuso consegna il Grest del 41° Stormo al Ministro Pinotti

Il Ministro Pinotti firma l'Albo D'Onore

Il Ministro Pinotti firma l’Albo D’Onore

Il Segretario Carter firma l'Albo D'Onore

Il Segretario Carter firma l’Albo D’Onore

Il Ministro Pinotti saluta gli equipaggi degli Atlantic

Il Ministro Pinotti saluta gli equipaggi degli Atlantic

Il Ministro Pinotti e il Segretario Carter passano in rassegna i militari della base

Il Ministro Pinotti e il Segretario Carter passano in rassegna i militari della base

L'incontro col Ministro Pinotti

L’incontro col Ministro Pinotti

Il Ministro visita la Base

Il Ministro visita la Base

Il Ministro visita la base

Il Ministro visita la base

Il Ministro Pinotti in visita alla Base

Il Ministro Pinotti in visita alla Base

0 1010
Passi di Pirri

Passi di Alfredo  Pirri

Interno MAcs di Catania

Interno MAcs di Catania

CATANIA – Sabato 10 Ottobre 2015, in occasione dell’Undicesima Giornata del Contemporaneo indetta da AMACI, il MacS – Museo Arte Contemporanea Sicilia, nella Badia piccola del Monastero di San Benedetto di via Crociferi, a Catania, apre gratuitamente per l’intera giornata le porte ai visitatori.
Al MacS sarà possibile visitare dalle ore 9.00 alle ore 16.30 la collezione MacS – Sezione Internazionale, con le opere degli artisti figurativi James Xavier Barbour, Lita Cabellut, Marcia Gálvez Camus, Marta Czok, Thomas Dodd, Enrique Donoso, Lorenzo Manuel Durán, Jorge Egea, Daria Endresen, Steven Kenny, Wenceslao Jiménez Molina, Zheng Lai Ming, Ryan Mendoza, Nihil, Judith Peck, José Manuel Martínez Pérez, Carlos Asensio Sanagustín, Richard Scott, Miguel Escobar Uribe, Santiago Ydanez, Gary Weismann.
Per questa edizione, AMACI ha invitato l’artista Alfredo Pirri a realizzare l’immagine guida dell’evento. Passi, l’immagine creata dall’artista appositamente per la “Giornata del contemporaneo”, rappresenta un gesto semplice e, al contempo, inquietante: sfidare a piedi nudi una superficie fredda e (forse) tagliente. Pirri costringe tutti noi spettatori ad un atto di fiducia, ci invita ad abbandonarci, a metterci in relazione con qualcosa di cui percepiamo la pericolosità senza coglierne esattamente la portata. Ci incita ad acquisire consapevolezza di un rischio necessariamente da correre e ad accettarlo come tale, sottolineando la necessità – per il singolo individuo ma anche per la società e, in scala globale, per il mondo intero – di metterci costantemente in gioco, con fiducia e abbandono.

0 1278
Giusy Di Mauro

Giusy Di Mauro

Piedimonte Etneo (Ct) – La “Festa della Vendemmia”, l’evento autunnale che ogni anno organizza il Comune di Piedimonte Etneo quest’anno ha celebrato il tradizionale appuntamento con un tocco di raffinatezza ospitando il concerto “Invito all’Opera” che ha visto protagonista un trio d’eccezione che ha incantato il pubblico con un repertorio di brani di grande impatto emotivo. Il gruppo musicale, da qualche mese protagonista della fortunata tournee, è formato dalla cantante lirica Giusy Di Mauro, dal soprano Luisa Pappalardo e dal baritono Alessandro Maccari. “Invito all’opera” ha già riscosso parecchi successi nell’interland jonico ed etneo dove è già stato eseguito con grande successo al Castello di Calatabiano ed a Zafferana Etnea. Lo stesso palinsesto è stato riproposto a Piedimonte Etneo in occasione della “Festa della Vendemmia 2015″ presso il Museo della Vite. E’ stata una serata raffinata e suggestiva, impeccabile ed emozionante l’esecuzione dei brani in programma tratti da famose opere liriche che hanno incantato il pubblico intervenuto, partecipe e coinvolto. Nel corso della kermesse è stata presentata l’apertura della scuola di canto “Nuova Canendi Accademia Siciliana”. “ Si tratta” ha spiegato al pubblico la docente Giusy Di Maurodi una scuola comunale di canto lirico rivolta a tutti coloro che abbiano voglia di educare e migliorare le proprie doti vocali, attraverso un percorso formativo serio, che assicuri ai partecipanti di poter acquisire la giusta istruzione musicale e vocale. Questo percorso verrà attuato seguendo i programmi adottati dai Conservatori di Musica di Stato e si rivolge ad alunni da 15 anni in su. La formazione degli allievi è affidata al Baritono Alessandro Maccari, direttore artistico dell’Accademia e supervisore dell’attività didattica condotta dal Soprano Luisa Pappalardo che a sua volta guiderà la docente Giusy Di Mauro nell’esplicazione dell’imposto vocale e dell’accompagnamento pianistico di ognuno degli alunni”. Giusy Di Mauro giovane cantante siciliana, ha eseguito un repertorio mozartiano e rossiniano, con grande espressività, mettendo in evidenza una notevole estensione vocale, attraverso virtuosismi ben calibrati da picchettati e scale, alternandosi con il baritono Alessandro Maccari, cantante parmigiano che ha interpretato le arie più belle e difficili del repertorio verdiano: Don Carlo, Un Ballo in maschera, Traviata, il Nabucco. Di grande interesse l’aria dal Faust di Gounod “O Sainte Medaille”, con la quale il Maccari ha ricevuto numerosissimi applausi. Il pubblico ha apprezzato la voce possente con acuti di eccezionale sicurezza. I due cantanti sono stati accompagnati al pianoforte, con competenza e bravura dalla M° Luisa Pappalardo, docente di Canto al Conservatorio “A.Corelli” di Messina e direttore del Coro Lirico- Sinfonico Città di Enna insieme al baritono Alessandro Maccari che è il Direttore Artistico. Il trio musicale ha all’attivo numerosi concerti eseguiti in tutto il territorio siciliano e continua la sua attività artistica prediligendo, per l’esecuzione del proprio repertorio operistico, luoghi d’arte e religiosi. Anche in questa loro recente performances il trio ha dimostrato grande livello musicale, dove la cultura è il “centro” dell’evento.
Prima di congedarsi dal pubblico il trio ha annunciato la prossima tappa, quella dell’11 ottobre a Giardini Naxos nella chiesa di San Pancrazio, dove i tre cantanti lirici proporranno il repertorio di brani che li hanno fatti conoscere ed apprezzare al pubblico dell’hinterland jonico.

                                                               ROSARIO MESSINA

Il baritono Maccari

Il baritono Maccari

Un momento dello spettacolo

Un momento dello spettacolo

Giusy Di Mauro

Giusy Di Mauro

Giusy Di Mauro

Giusy Di Mauro

Foto 13

Giusy Di Mauro e Luisa Pappalardo

Giusy Di Mauro e Luisa Pappalardo

0 1749
Una delle opere su un palazzo di Giardini Naxos

Una delle opere su un palazzo di Giardini Naxos

Amedeo Forlin

Amedeo Forlin

GIARDINI NAXOS (Me) - Si accendono i riflettori su Emergence Festival – Festival Internazionale di Interventi Urbani – giunto ormai alla sua quarta edizione a Giardini Naxos. Il festival è organizzato dell’Associazione Culturale Emergence, Patrocinato dal Comune di Giardini Naxos ed inserito dalla Regione Siciliana tra i Grandi Eventi della Regione Sicilia. Anche quest’anno il Circolo di Legambiente Taormina /Alcantara sponsorizza il Festival all’interno delle tante iniziative intraprese da Salvalarte Sicilia insieme al Parco Archeologico di Naxos per la valorizzazione del nostro patrimonio culturale.
Partner di Google che ha inserito il progetto all’interno della piattaforma dell’Istituto di Cultura di Google, che ha realizzato con la tecnologia in Street View la possibilità di girare all’interno dei Musei e Opere Urbane anche da distanza attraverso computer, tablet e cellulari.

Il Festival è curato da Giuseppe Stagnitta e ha tra gli obiettivi principali la volontà di far diventare Giardini Naxos un Museo all’aperto capace di sorprendere, emozionare e comunicare chi si ferma nelle sue piazze e percorre le sue vie. Inoltre, al puro valore artistico si aggiungono gli effetti riqualificanti delle aree urbane coinvolte e le nuove opportunità occupazionali, agevolate dalla scelta di programmare la manifestazione in un periodo che estende la stagione turistica.

Nell’edizione del 2015, che si terrà dal 19 al 26 ottobre, il Festival si aprirà all’Arte Contemporanea, coinvolgendo il meraviglioso contenitore naturale che è la baia di Giardini Naxos, dove si svilupperanno, attraverso azioni ed installazioni site specific di Land Artist di fama internazionale come l’italiano Massimo Paganini, dei lavori tra Arte e Natura.

Ci sarà, inoltre, una sezione dedicata all’Arte Installativa con Geo Florenti, fondatore del movimento dell’arte necessaria, che presenterà una lampione per illuminazione cittadina senza effettivo consumo di energia. Tecnologia e arte si fondono per comunicare la disperata situazione che vive il pianeta e allo stesso tempo dando delle soluzioni reali al problema.
Per quanto riguarda la Street Art nello specifico verranno invitati street artist internazionali del calibro di Lucamaleonte (Italia), Goddog (Francia), Blaqk (Grecia), Okuda (Spagna), Vlady Art (Italia) e l’artista di Giardini Naxos Amedeo Forlin che realizzerà, assieme ad Antonio Forlin e Francesco Micalizio  un’installazione in un vicolo del paese con elementi tipici della tradizione siciliana come la ceramica e altro materiale di riciclo. Il duo greco Blaqk realizzerà un’opera murale sui due punti biglietteria del Parco Archeologico di Naxos, dove si trovano i resti della prima colonia greca in Sicilia, riprendendo l’iconografia della Grecia Antica.
Per la l’Arte Contemporanea un esperimento con il maestro Enrico Manera, rappresentante importante della Pop Art Italiana nel mondo, che realizzerà un’opera a quattro mani di arte urbana insieme a Cleonice Gioia a Giardini Naxos all’interno della programmazione del Festival.
Sarà presentato, inoltre, il film Amo-Te Lisboa: an ignominious street a̶̶r̶̶t̶̶ movie”, lungometraggio che racconta due mesi di pittura non autorizzata nelle strade di Lisbona, con la partecipazione di Canemorto, Borondo, RUN e altri amici.

Il 26 ottobre gli artisti si sposteranno  a Catania per completare gli otto silos che si rivolgono sul mare con l’artista portoghese Vhils che consegnerà l’opera lunedì 2 novembre 2015.

1X Giardini Naxos

Un immagine su un muro di Naxos

Un intervento sul molo foraneo di Naxos

Un intervento sul molo foraneo di Naxos

Il Ponte sulla nazionale a Giardini Naxos

Il Ponte sulla nazionale a Giardini Naxos

I Silos del Porto di Catania

I Silos del Porto di Catania

Una panoramica dei Silos di Catania

Una panoramica dei Silos di Catania

Amedeo Forlin e Francesco Micalizio

Amedeo Forlin e Francesco Micalizio

I lavori del murales di Forlin

I lavori del murales di Forlin

Il murales e gli autori

Il murales e gli autori

 

0 1509

Le celebrazioni hanno interessato la Base Aerea di Sigonella e la città di Catania

Il Capo SMA Consegna Crest al Col. Sicuso

Il Capo SMA Consegna Crest al Col. Sicuso

Base aerea di Sigonella (Ct) – Nell’ambito delle celebrazioni del 50° anniversario della costituzione del 41° Stormo Antisom di Sigonella dell’Aeronautica Militare (AM), sono stati organizzati alcuni eventi celebrativi tesi ad evidenziare i particolari legami esistenti tra i militari dello Stormo e la cittadinanza ed Autorità Locali.

Domenica 27 settembre 2015, concerto della Banda Musicale dell’Aeronautica Militare al Teatro “Vincenzo Bellini” di Catania: organizzato con il supporto del Comune di Catania, hanno preso parte il Sindaco della medesima città, Avv. Enzo Bianco, il Prefetto, Dott.ssa Maria Guia Federico e il Questore Dott. Marcello Cardona, il Prefetto di Siracusa Dott. Armando Gradone, il Capo di Stato Maggiore dell’AM – Gen.SA Pasquale Preziosa, il Comandante la Squadra Aerea – Gen.SA Maurizio LODOVISI, i vertici locali della Magistratura, tutte le Autorità responsabili dell’ordine pubblico, una significativa rappresentanza del personale del 41° e altri gentili ospiti.

Lunedì 28 settembre 2015, evento celebrativo all’interno della Base Aerea di Sigonella: alla presenza del Comandante la Squadra Aerea, Generale Squadra Aerea Maurizio Lodovisi, è stato organizzato presso il nuovo hangar “One” della base ha visto la partecipazione del Generale Squadra Aerea (in congedo) Giovanni Tricomi, Decano del 41° Stormo Antisom, dell’Ispettore dell’Aviazione per la Marina, Generale Brigata Aerea Roberto Azzolin, del Comandante Forze Supporto e Speciali (CFSS), Generale Brigata Aerea Roberto Boi, le Autorità delle provincie di Catania, Siracusa, Ragusa e Messina, unitamente ad uno schieramento del personale della Base Aerea ed alla presenza di ospiti civili e militari locali nonché di ex-Comandanti ed appartenenti allo Stormo.
Il Decano del 41°, Gen. Tricomi, Comandante dello Stormo negli anni 1976-77, ha ricordato quelli che sono i pilastri su cui si fonda l’attività dell’Arma Azzurra, e quindi del 41° Stormo, i risultati ottenuti costantemente negli anni e i tanti riconoscimenti che ne sono tangibile segno, lodando l’attività ed il servizio reso alla comunità a qualsiasi ora del giorno e della notte. Parlando del personale, ha detto che i valori e l’entusiasmo rimangono sempre gli stessi, cioè quelli ereditati dai grandi aeronautici del passato, sempre pronti anche per l’estremo sacrificio.
Il Comandante del 41° Stormo Antisom, Colonnello Vincenzo Sicuso, durante il suo intervento ha sottolineato l’importanza dell’evento celebrato, evidenziando come “…oggi ho il privilegio di poter festeggiare, insieme a tutti voi, questa importante ricorrenza quale Comandante e ciò mi consente di sottolineare l’alta valenza professionale degli uomini del 41° e la grande capacità operativa dell’Atlantic che, nonostante gli oltre 40 anni di servizio e la prossima dismissione, permette ancora di raggiungere gli obiettivi assegnati”. Ha poi proseguito”…Il nostro personale ha svolto i compiti istituzionali assegnati con passione, determinazione e senso dello Stato…. sono questi i pilastri su cui si fonda l’attività dell’Aeronautica Militare ed i risultati ottenuti negli anni, i riconoscimenti sia a livello nazionale che internazionale ne sono il più tangibile segno. La crescente richiesta di interventi, infatti, è stata ampiamente soddisfatta grazie soprattutto alla vasta preparazione professionale e alla disponibilità incondizionata del personale”.
Il Generale Lodovisi, in rappresentanza del Capo di Stato Maggiore AM ha ringraziato le personalità ed i gentili ospiti richiamando, nel corso del proprio intervento, l’attenzione dei presenti su quanto il personale del 41° ha saputo fare “oggi festeggiamo i 50 anni di attività aeronautica del 41° Stormo Antisom. Quello attuale è un periodo difficile per tutte le realtà istituzionali che devono fronteggiare quotidianamente ristrettezze di bilancio; in questo contesto, la revisione dello strumento militare ci ha imposto di effettuare alcune scelte coraggiose, prediligendo la qualità alla quantità, puntando sul maggiore impiego di tecnologie avanzate ed investendo sulla risorsa maggiormente importante, il personale appunto. Ed è proprio la componente umana che, se correttamente indirizzata da una leadership ispirata e lungimirante, può garantire quel quid in più necessario alla Forza Armata per eccellere nelle attività proprie ed a favore della collettività, come testimoniano in particolare gli ultimi due anni che hanno visto gli equipaggi dei nostri Atlantic concorrere alle delicate operazioni di pattugliamento del Mediterraneo per fronteggiare la nota emergenza umanitaria”.
Per illustrare l’importante ricorrenza, è stata allestita una mostra fotografica storico-culturale dal personale specialista dello Stormo catanese, curata in collaborazione con il Liceo Artistico “E. Greco” di Catania sotto il coordinamento della Prof.ssa Maria Eleonora Bonincontro, che ripercorre gli ultimi 50 anni del 41° Stormo e del proprio sistema d’arma (Breguet 1150 Atlantic). La ricca esposizione, allestita con cimeli storici e pannelli descrittivi raffiguranti importanti scorci di vissuto aeronautico, è stata inaugurata dal Capo di SMA insieme a studenti dell’istituto artistico coinvolto e dell’Istituto Aeronautico “Besta” di Ragusa; singolare e degna di nota, tra le lavorazioni eseguite, un pannello metallico realizzato adattando un’obsoleta paratia antighiaccio “fuori uso” di un Breguet 1150 con una serie stilizzata di scritte, a forma di Atlantic, riportanti una sintesi della storia del 41° Stormo e la firma autografa del Generale Preziosa.
E’ stata, inoltre, predisposta una mostra statica con assetti dello stormo, velivoli a pilotaggio remoto Predator dell’AM, aeromobili di stanza alla locale Naval Air Station Statunitense e, infine, agli MB-339 delle “Frecce Tricolori” rischierati a Sigonella in occasione della manifestazione area di Giardini Naxos organizzata dall’omonimo Comune domenica 27 settembre. L’evento dimostrativo ha visto la partecipazione di circa 50.000 persone sul litorale interessato, unitamente alla presenza del Sottosegretario di Stato alle Politiche Agricole, On.le Giuseppe Castiglione, del Prefetto di Messina, Dott. Stefano Trotta e del Capo di SMA che ha ricevuto direttamente dal Sindaco di Giardini Naxos, Pancrazio Lo Turco, la cittadinanza onoraria conferita all’Aeronautica Militare nell’occasione.
A seguito dell’entrata in linea avvenuta nel 1972, l’attitudine dell’Atlantic ad operare autonomamente o in supporto a Forze aeronavali complesse ha consentito al 41° Stormo – in modo naturale – di adattarsi e rendersi disponibile a diverse tipologie di impiego al variare dello scenario internazionale. Così, pur mantenendo tutte le proprie peculiarità e capacità, nel tempo, è passato da un’attività prevalentemente antisommergibili e antinave tipica della “guerra fredda”, ad un’attività di pattugliamento e di ricognizione ottica ed elettronica delle aree d’interesse, nonché anche ad un’attività volta al controllo dei flussi d’immigrazione clandestina nel mediterraneo. Tutto questo è da ascriversi unicamente alle capacità peculiari del velivolo Atlantic in termini di autonomia, attitudine al volo a bassissima quota e disponibilità di molteplici sensori e apparati di comunicazione e che gli permettono, di pattugliare agevolmente aree molto vaste, altrimenti esplorabili con l’impiego di numerosi altri mezzi navali ed aerei.

     1° M.lo Carmelo Savoca

Il Gen. Preziosa Capo SMA aGiardini Naxos

Il Gen. Preziosa Capo SMA aGiardini Naxos

Arrivo a Sigonella del  Capo SMA Gen. Preziosa

Arrivo a Sigonella del Capo SMA Gen. Preziosa

La cerimonia

La cerimonia

Il Concerto al Teatro Massimo Bellini della Banda AM

Il Concerto al Teatro Massimo Bellini della Banda AM

La visita alla Base del Gen. Preziosa

La visita alla Base del Gen. Preziosa

Visita alla Base del Gen. Preziosa e del Gen. Lodovisi

Visita alla Base del Gen. Preziosa e del Gen. Lodovisi

Il Gen.Preziosa firma l'Albo d'Onore

Il Gen.Preziosa firma l’Albo d’Onore

Il passaggio della PAN a Sigonella

Il passaggio della PAN a Sigonella

Il Gen. Prezionsa con gli alunni delle scuole

Il Gen. Prezionsa con gli alunni delle scuole

Visita alla mostra storica

Visita alla mostra storica

Il Capo SMA in visita lla mostra storico fotografica

Il Capo SMA in visita lla mostra storico fotografica

La foto di gruppo con gli studenti in visita alla mostra

La foto di gruppo con gli studenti in visita alla mostra

Il Capo di SMA appone la firma sulla "paratia  antighiaccio"

Il Capo di SMA appone la firma sulla “paratia antighiaccio”

0 1423

Il 41° Stormo “Antisom” compie 50 anni. Il 1° ottobre 1965 ricorre il 50° anniversario della costituzione del 41° Stormo Antisom di Sigonella dell’Aeronautica Militare. Nell’ambito di questa importante ricorrenza, sono stati organizzati i seguenti eventi ai quali prenderanno parte autorità religiose, civili e militari della Regione Siciliana e i Vertici della Forza Armata: – domenica 27 settembre 2015 ore 20.30, concerto della Banda Musicale dell’Aeronautica Militare al Teatro Massimo Bellini di Catania, alla presenza del Capo di Stato Maggiore Aeronautica (evento non aperto ai media); - lunedì 28 settembre 2015 ore 10.30, evento celebrativo all’interno della Base Aerea di Sigonella, alla presenza del Comandante della Squadra Aerea. Presso il nuovo hangar One della base di Sigonella è stata allestita una mostra storico-fotografica che ripercorre i 50 anni del 41° Stormo e del proprio sistema d’arma (Breguet 1150 Atlantic) in mostra statica unitamente ad altri velivoli dell’Aeronautica Militare, compresi quelli a pilotaggio remoto Predator e gli MB-339 delle “Frecce Tricolori” che domenica 27 prenderanno parte alla manifestazione area di Giardini Naxos, nonché velivoli di stanza anche alla locale Naval Air Station statunitense.

I media interessati a coprire l’evento possono accreditarsi presso l’Ufficio Pubblica Informazione e Comunicazione del 41° Stormo di Sigonella, ai recapiti di seguito riportati, avendo comunque cura di comunicare (via e-mail) nome e cognome, numero tessera media, recapiti e testata giornalistica di riferimento: 1°M. Carmelo Savoca, Addetto P.I. 41° Stormo Fisso 095/7852150 cell. 334/6993968 E-mail carmelo.savoca@aeronautica.difesa.it Le eventuali interviste potranno essere rilasciate solo al termine della cerimonia dal Comandante della Squadra Aerea – Generale di Squadra Aerea Maurizio LODOVISI e dal Comandante del 41° Stormo Antisom e dell’Aeroporto di Sigonella, Colonnello Pilota Vincenzo Sicuso.

     M.llo Carmelo Savoca

0 1416

Alla cerimonia hanno preso parte i militari dell’Aeronautica Militare della Base Aerea

La corona di alloro commemorativa

La corona di alloro commemorativa

Base Nato Sigonella (Ct)“L’11 settembre 2001 ha cambiato per sempre il corso della storia umana. Oggi, esattamente a distanza di 14 anni, siamo qui riuniti insieme, personale Statunitense e dell’Aeronautica Militare Italiana – militari e civili – fratelli e sorelle tutti, per avvalorare e difendere il nostro comune istinto per la difesa della libertà che tiranni assassini hanno cercato invano di sottomettere nel corso di quella funesta mattinata di settembre”.
Queste sono le parole del Captain Christopher Dennis, Comandante della Naval Air Station (NAS) della Marina Statunitense di stanza nella parte ovest del sedime della base dell’Aeronautica Militare (AM) di Sigonella, durante la cerimonia per la commorazione dell’11 settembre alla quale ha preso anche il personale militare della Base Aerea e del 41° Stormo Antisom, capeggiati dal loro Comandante, Colonnello Pilota Vincenzo Sicuso.
Nel corso della cerimonia, non aperta al pubblico esterno, i due Comandanti delle Comunità Italiana e Americana hanno deposto una corona d’alloro ai piedi del monumento eretto per ricordare la strage delle Torri Gemelle nel piazzale antistante il comando della NAS nella parte ovest della Base Aerea Siciliana.
Aver preso parte a questa cerimonia, è per me un motivo di grande orgoglio e soddisfazione perché gli uomini e le donne della Base Aerea di Sigonella, intesi come Aeronautica Militare e US Navy, si sono ritrovati ancora una volta uniti per continuare ad avvalorare con sentita determinazione la convinzione della difesa delle libere istituzioni dall’infame politica del terrore. L’11 settembre ci ha insegnato che nessuno è sicuro, nemmeno a casa propria, ma ci ha mostrato che lottando fianco a fianco come fratelli d’armi è possibile vincere la battaglia contro il nemico comune…il terrorismo”. Sono le parole del Col. Sicuso che, a margine dell’evento, ha inteso esprimere la propria soddisfazione e la convinzione che quelle Italo-Americana di Sigonella sono due componenti che si completano e formano un dispositivo solidale ed efficiente al servizio della Comunità e delle Istituzioni.
Infatti, i rapporti e le attività della Base Aerea dell’Aeronautica Militare di Sigonella con la locale U.S. Naval Air Station sono improntati ad un profondo e convintissimo senso di collaborazione emerso, ancora una volta, durante quest’ultima cerimonia. Fondamentali in tal senso risultano le continue esercitazioni congiunte svolte sul sedime di Sigonella nonché l’impulso dei vertici locali del Paese ospite, al fine di ottimizzare i rapporti fra le due componenti nazionali, le quali, pur nell’assoluto rispetto delle reciproche sovranità, operano al meglio, attestandosi su vertici di cooperazione eccellenti sia nell’ambito aeroportuale, sia nei rapporti con la Comunità locale, ai vari livelli organizzativi ed istituzionali.

  M.llo Carmelo Savoca

1 La corona di Alloro

I due comandanti depongono la corona di alloro

Il discorso commemorativo del comandante Sicuso

Il discorso commemorativo del comandante Sicuso

Un momento della cerimonia

Un momento della cerimonia

Un momento della cerimonia

Un momento della cerimonia

RIMANI IN CONTATTO