MARZO 2018
Home Tags Posts tagged with "Etna"

Etna

0 187

MASCALUCIA (Ct)È stata inaugurata la sede operativa del Gal (Gruppo di azione locale) a Mascalucia, Comune capofila dei cinque Enti facenti parte del “Gal Etna Sud” fra cui San Pietro Clarenza, San Giovanni La Punta, Tremestieri Etneo e Camporotondo Etneo.

La sede prescelta vede due sale al piano terra di quello che sarà il Palazzo di rappresentanza comunale, e cioè l’antica sede della Pretura in pieno centro storico.

A tagliare il nastro inaugurale il primo cittadino di Mascalucia, Giovanni Leonardi, alla presenza dei sindaci, Santi Rando, Nino Bellia e Filippo Privitera. Presenti alla cerimonia anche il deputato nazionale, on. Giuseppe Castiglione, i deputati regionali Luca Sammartino e Concetta Raia, Angelo Villari, Rosaria Leonardi, segretaria federale della Cgil di Catania.

Per l’Amministrazione comunale erano presenti gli assessori Fabio Cantarella, Grazia Spampinato, Michelangelo Sangiorgio; i consiglieri comunali Antonino Rizzotto e Fabio Mondelli; il parroco della chiesa di San Vito don Paolo Malatesta che ha benedetto la nuova sede.

Prima della cerimonia inaugurale, nell’adiacente Auditorium comunale si è tenuta una conferenza nella quale è stata spiegata la funzionalità e i vantaggi del Gal per il territorio.

Tanti gli interventi, sia dei relatori ma anche da parte del pubblico che ha lanciato proposte e iniziative.

«In base a come lavorerà questa struttura e a ciò che produrrà – ha spiegato soddisfatto il sindaco Leonardi -, sarà necessario allargare la sede che dovrà essere munita anche di una sala riunioni.

«Questo immobile dovrà essere ristrutturato il prossimo anno – ha continuato Leonardi – con un finanziamento del Dipartimento di Protezione civile. Si tratta di 540mila euro che permetteranno di rendere questo antico immobile, ricco di storia della nostra collettività, sede di rappresentanza della Città».

Non si tratta solo di due stanze in pieno centro ma anche di una struttura operativa che è già pronta. Essa è composta dall’ing. Antonino Paternò “deus ex machina” dell’iniziativa, dal progettista ing. Alessandro Distefano, dai dott. Maria Luisa Barrera, Massimo Caruso e Giuseppe Consiglio.

Si attende ora che tra il Gal Etna Sud e la Regione siciliana venga siglata la convenzione per dare il via fattivamente al progetto.

A breve saranno organizzati convegni per meglio chiarire a cittadini, aziende e attività commerciali come muoversi per vedere realizzati i proprio progetti.

«Un tempo vi erano le idee ma si doveva andare a caccia di fondi – hanno spiegato i relatori – oggi ci sono i fondi, nella prima fase già oltre tre milioni di euro, ed anche le idee, ma è la burocrazia che fa arenare idee e volontà». L’ufficio operativo del Gal ha proprio questa funzione, quella di liberare dai lacci della burocrazia chi ha idee e progetti da portare a termine.

L'inaugurazione della sede del GAL

L’inaugurazione della sede del GAL

0 524

Giardini Naxos (Me) – Dopo il successo dell’evento di Natale 2016 denominato “Vuoi conoscere Babbo Natale ” la dott.ssa Rachele Michela Gassani presidente dell’Associazione Culturale “I love Naxos” è nuovamente protagonista delle manifestazioni Natalizie 2017-2018 con un nuovo evento: “La Befana Vien dal Mare”  che si terrà sul lungomare Tisandros  il 6 gennaio 2018 a partire dalle ore 15.00. Sarà una grande festa per i bambini i quali potranno ritrovarsi immersi nella magia incontrando la Befana. L’evento si svolgerà nel lungomare Tisandros precisamente a partire dall’angolo di Via Dalmazia fino a  piazza San Pancrazio. Per l’occasione si esibiranno le aiutanti della befana con la baby dance e dei musicisti che cercheranno di coinvolgere e regalare attimi di gioia ai piu’ piccoli facendoli viaggiare con la fantasia.  Lo scopo della manifestazione è proprio quello di garantire che il pubblico non sia solo spettatore ma bensi partecipante come in tutte le manifestazioni proposte dalla sottoscritta e fin ora andate a buon fine. Per l’occasione sarà allestito un banchetto per una pesca di beneficenza. Le somme raccolte verranno destinate all’acquisto del cibo per i gatti randagi di Giardini Naxos. L’evento è organizzato con la preziosa collaborazione dei giovani della Memory Box Events. A riguardo, la dott.ssa Michela Gassani dopo aver invitato i partecipanti a vestirsi da befane, befanine e befanone per passare insieme un pomeriggio in allegria, ha lanciato l’invito a tutti i bambini del comprensorio taorminese ed oltre dicendo: “Cari bambini e genitori ormai ci siamo! Sabato 6 gennaio a Giardini Naxos in Piazza San Pancrazio e via lungomare Tysandros verrà celebrata la festa della Befana!!! L’evento comincerà a partire dalle ore 15,00 con la parate delle nostre Befanine con a seguire la danze delle Befane e la baby dance. Inoltre i nostri amici Elfi ci delizieranno con un concertino in attesa della nostra ospite speciale direttamente dal mare ovvero la Befana! Ma ci saranno ancora tante altre sorprese come le favole e il libro magico con la Befana “Lou” per poi concludere il pomeriggio ballando tutti insieme per salutare la nostra Befana! Ricordiamo inoltre che le calze potranno essere prenotate gratuitamente da tutti i bambini fino ai 12 anni ritirando personalmente il bigliettino della prenotazione fino ad esaurimento in piazza San Pancrazio dove a partire dalle ore 15.30 troverete la Befana Clotilde ad attendervi. Non mancate bambini, vi aspettiamo”.

La locandina dell'evento

La locandina dell’evento

0 219
Il Cinema Lux a Messina

Il Cinema Lux a Messina

Messina – Si terrà sabato 6 gennaio presso il Cinema LUX dalle ore 10.00 alle 13.00  il tradizionale appuntamento con la ” Befana 2018 “ promossa dall’associazione Meter & Miles che si occupa di progetti rieducativi per persone con handicap presieduta da Saro Visicaro .  Centoottantaminuti per ringraziare i cittadini che hanno dimostrato impegno civile ed etico con consegna di attestati di merito e riconoscenza. La manifestazione giunta alla 23° edizione sarà presentata dall’avv. Silvana Paratore con la partecipazione di Mariella Magazzù. Il tema di quest’anno sarà l’art. 1 della Costituzione della Repubblica Italiana.

La locandina dell'evento

La locandina dell’evento

L'Avv. Silvana Paratore

L’Avv. Silvana Paratore

0 1073

Taormina – In Sicilia il 2018 è stato accolto con decine di feste nelle pubbliche piazze complice anche il bel tempo che ha incoraggiato migliaia di siciliani a brindare al nuovo anno sotto il cielo stellato. Palermo, Messina e Catania hanno organizzato dei Gran Galà  di fine anno nelle pubbliche piazze ai quali hanno partecipato migliaia di persone. Il nuovo anno è arrivato trionfante al ritmo di musica  e non ci sono stati incidenti o peggio i tanto temuti attentati. Anche la capitale del turismo, Taormina è stata una delle principali protagoniste di fine anno. Il Comune di Taormina ha organizzato, come è tradizione da qualche anno a questa parte, un fantasmagorico Gran Galà in Piazza IX Aprile che ha attirato migliaia di persone e tanti turisti. Soddisfatto l’assessore al Turismo, Spettacolo e Bilancio Salvo Cilona che, con lo staff dell’Assessorato, ha organizzato l’evento in collaborazione della Società cooperativa ITC  XXIV Maggio. A contribuire al successo del Gran Galà  vi è stata la collaborazione di Salvo Zappalà, Giorgio Intelisano  ed il gruppo “Maskenada”.  Ennesimo successo anche per il re del Selfie, il promoter, Salvo Mannino, taorminese ”doc”, d iventato uno dei punti di riferimento delle serate di richiamo di tutto il comprensorio e non solo. La divertente serata di fine anno è stata ripresa dalle telecamere del nuovo programma intitolato “I love Taormina” del regista, Fabio Di Dio. Fotografo ufficiale della serata è stato Rocco Bertè presente anche Radio Universal Tv. Hanno condotto l’evento Roberta Rapisarda e Paola Parisi con l’esibizione di Gabriella Cannavò, special guest dj & producer, Joe Bertè che ha realizzato la compilation  “Capodanno Taormina 2018”.

Ha espresso grande soddisfazione a fine spettacolo il promoter Salvo Mannino il quale ha dettoSiamo tutti soddisfatti per l’affluenza di gente che lo spettacolo ha richiamato. La Comunicazione ha funzionato e lo spettacolo ha fatto il resto. E’ stato accolto in pompa magna il 2018 e di questo siamo ampiamente soddisfatti. Il Gran Galà è stato anche un occasione per promuovere al meglio le bellezze e le attrattive di una località unica al mondo che non teme rivali. Vorrei ringraziare quanti hanno contribuito alla realizzazione della serata ed i nostri sponsor in particolare la Siciliana Maceri.”  Ricordiamo infine che le promoter dell’evento  sono state Oriana Rinaldi e Sara Fresta.

          ROSARIO MESSINA

Al centro della foto l'Assessore Cilona e Salvo Mannino

Al centro della foto l’Assessore Cilona e Salvo Mannino

Il Promoter Salvo Mannino

Il Promoter Salvo Mannino

0 142

Alla vigilia quello che si chiedeva era ovviamente una vittoria. Un’affermazione con punteggio pieno. Ma non solo. Ciò che la Savam Costruzioni Volley Letojanni (serie B, girone I) doveva raggiungere al cospetto dell’Atria Partanna, al Pala “Letterio Barca”, non era soltanto un risultato positivo in termini di punti, ma dimostrare che, oltre il 3 a 0 netto e meritato nei confronti dei trapanesi, capitan Schifilliti e compagni fossero ben rodati sia sotto il profilo fisico che del gioco. Dopo l’affermazione della scorsa settimana a Catania, contro il Volley Valley, mister Flavio Ferrara aveva infatti chiesto a gran voce ai suoi uomini di esprimersi al meglio facendo attenzione ad ogni minimo dettaglio e giocando più palloni possibili nelle zone di campo più deboli degli avversari. E, stando a quanto visto tra le mura amiche, i letojannesi hanno ottenuto l’obiettivo sperato alla luce di una prova davvero superlativa da parte di tutti gli atleti scesi in campo proprio con un Partanna, giunto in riva allo Jonio per far bottino pieno ed allungare in classifica a +4 sui messinesi. Cosa che non è accaduta, visto che Mazza and company sono appostati adesso a quota 12 punti in classifica, a +2 proprio dalla compagine al cui interno militano atleti come Geraldi e Lombardo, che sono stati affondati, malgrado Ferrara non avesse a sua disposizione i due centrali Schipilliti e Pino, alle prese con noie muscolari. Due elementi fondamentali senza i quali i peloritani sono riusciti lo stesso a battere un avversario molto scomodo, dando dimostrazione di carattere e voglia di mantenersi a ridosso delle battistrada. Con l’obiettivo principale di vincere anche domenica prossima con il Cosenza. Quest’ultima sarà infatti una tappa importante per testare ancor di più il livello degli jonici che, per il momento, si godono il meritato successo in una gara che iniziava sotto i peggiori auspici. Il Letojanni partiva infatti con il freno a mano tirato, lasciando spazio ad un Partanna che giungeva nell’arco di pochi minuti sul 4 a 1 a proprio favore ma che veniva prontamente recuperato grazie ad una difesa ed un attacco sontuosi dei locali. Sul 6 a 5 per questi ultimi cominciava poi un punto a punto continuo che rimaneva tale fino al 13 a 13: da qui i trapanesi spiccavano il volo, sfruttando dei cali di tensioni e dei passaggi a vuoto dei letojannesi, completamente in balia delle onde fino al 19 a 15 per Geraldi e compagni. II tecnico Ferrara chiamava allora time-out e al rientro in campo la situazione cambiava, con la Savam che ingranava la marcia e andava a recuperare 4 punti di svantaggio che servivano, poi, ad aver la meglio per 26 a 24 grazie ad una schiacciata di Mazza murata male dal Partanna. Proprio quest’ultimo nel secondo set accusava un calo psicofisico e il Letojanni ne approfittava, facendo subito 4 a 0 e mettendo sui giusti binari una frazione di gioco dalle tinte locali. Gli ospiti tentavano di agganciare ma non vi riuscivano, e così, sul 9 a 6 per i letojannesi, il distacco aumentava di ben 5 lunghezze (13 a 8), anche se poco a poco gli ospiti rientravano in partita a causa di qualche errore di troppo in battuta. Ma, nonostante il ritorno dei trapanesi, gli ottimi muri di D’Andrea e Remo garantivano la giusta copertura fino al 16 pari. A questo punto il coach messinese chiamava a rapporto i suoi e nell’arco di pochi minuti il punteggio parlava chiaro: Savam 23, Atria 20. Tutto finito … E invece no, visto che i ragazzi di Ferrara sbagliavano in battuta così come i  partannesi che si arrendevano alla fine sul 25 a 22 dopo il punto decisivo di D’Andrea. Si andava dunque al terzo parziale che iniziava anche stavolta testa a testa: dal 4 a 4 fino al 12 a 12 le due squadre non riuscivano a prendere il largo, complici le numerose disattenzioni in battuta. Ma proprio sul 12 pari la situazione mutava rapidamente, con il Letojanni che scavava un solco di ben 4 lunghezze sugli avversari che ritornavano sulla retta via, pareggiando sul 16 a 16 grazie ad un ottimo Geraldi. Da qui in poi monologo Savam che spiegava le sue ali e andava sul 20 a 17, controllando fino al 25 a 21, ottenuto grazie alla schiacciata vincente del solito Mazza.

La SAVAM

La SAVAM

SAVAM COSTRUZIONI VOLLEY LETOJANNI: Schifilliti 2, Princiotta 7, Corso 14, Mazza 12, Remo 7, Ruggeri (L), Scollo 1, Degli Esposti, D’Andrea 8. N.e Mastronardo, Pino, Schipilliti. ALL.: Ferrara

ATRIA PARTANNA: Ben Azzouz 4, Costanzo 2, Lombardo 5, Geraldi 12, Lumia 8, Roccazzella 5, Caracci 10, Sutera (L), Tamburello, Marchese. N.e Calandro,  Binaggia, Atria.

SET: 26-24, 25-22, 25-21

ARBITRI: Rossino di Ragusa e Privitera di Siracusa

0 481
Giuseppe Virzì

Giuseppe Virzì

Fare delle interviste per noi giornalisti è sempre interessante, perché si scoprono pagine di “storia” molto belle, che grazie al nostro lavoro riusciamo a fare emergerePer il mese di novembre 2017, abbiamo scelto di intervistare una interessante figura di imprenditore Giuseppe Virzì, corrispondente per il “Progetto Sicilia nel Mondo” da Brisbane Australia. Virzì è stato uno dei primi ad arrivare a Brisbane dalla lontana Regalbuto, in Australia con la sua intraprendenza è riuscito a creare tante attività economiche non trascurando mai la sua sicilianità e lo stile italiano. L’imprenditore con le sue attività si è sempre distinto per onestà ed impegno, doti che  gli hanno permesso di brillare, nel panorama dei siciliani d’Australia.

Come si sentono i siciliani che vivono all’estero? Noi ci sentiamo i veri siciliani, siamo quelli che negli anni abbiamo saputo mantenere i legami con la nostra terra natia e periodicamente veniamo in Sicilia per rinverdire i nostri ricordi.

Di cosa si occupa a Brisbane? Ho un importante ritrovo – ristorante punto di riferimento culturale e gastronomico, del nostro “Italian Style”, location frequentata dalla elite economica e culturale australiana e internazionale. Nel mio locale può capitare di gustare un buon caffè torrefatto in Sicilia, trovandosi accanto Vip dello sport o della moda. Sono stato il primo ad importare alcuni brand di caffè siciliano e altro ancora come: pomodori secchi, olive verdi schiacciate, provolone e tante altre delizie culinarie, che si possono gustare nel mio locale.

Le aziende siciliane cosa fanno per promuovere i loro prodotti in Australia? Purtroppo nulla da quando sono in Australia non ho visto mai nelle attività espositive aziende siciliane, pertanto siamo noi a cercarle, questo è un grosso limite perché riduce moltissimo il potenziale commerciale dei nostri prodotti, che rispetto agli altri sono di qualità eccellente.

Sono ancora tanti i giovani siciliani che emigrano in Australia? Si sono tanti, si sta ripetendo il grande esodo di fine ottocento, quando milioni di italiani compresi i siciliani, lasciarono la patria per emigrare nei diversi continenti, un dramma che nessuno pare voglia arginare.

I giovani emigranti siciliani conservano come voi le tradizioni? Purtroppo no, loro si integrano facilmente, sposano le australiane e tendono a dimenticare le loro origini. Per limitare l’integrazione totale, suggerisco scambi culturali, con di borse di studio che servano a tenere vivo e alimentare l’interesse verso la madre patria.

Oltre ai rapporti commerciali cosa gradiscono i siciliani di Australia? A noi piace il folklore, l’arte e la canzone e dobbiamo lavorare insieme, per esportare la grande bellezza italiana e siciliana.

Lei si è distinto anche nel sociale? Certamente sono stato il promotore di una importante Associazione e anche di una Radio, per esempio nel terremoto dell’Irpinia abbiamo contribuito alla ricostruzione con delle donazioni, raccolte con grande spirito di solidarietà.

Cosa ne pensa dell’attuale momento politico italiano? Purtroppo l’unica realtà vincente è la corruzione, da noi viviamo bene perché c’è una cultura anglosassone, che garantisce una sobria attività politica e amministrativa, per esempio negli ultimi anni tanti italiani che vivevano in Sudamerica si sono trasferiti qui, a causa della corruzione galoppante, simile a quella italiana, che ha minato l’intera economia.

Per concludere cosa pensa del nuovo governatore della Sicilia? Mi auguro per i siciliani che cambi veramente qualcosa, la fiducia non deve mai mancare, approfitto per inviare un saluto a tutti i siciliani, dalla nostra bella e ospitale Australia, a presto.

Virzi con gli amici della nutella

Virzi con gli amici della nutella

1  PSM GIUSEPPE VIRZI' 01

Giuseppe Virzì

3 Vizi

0 854

La nostra pagina dedicata ai nomi che danno lustro alla nostra terra questa volta è dedicata a Silvana Paratore noto legale del Foro  di Messina la quale, per il suo impegno concreto nel volontariato sociale e culturale sarà insignita, tra gli altri, giorno 14 dicembre alle ore 18:00 presso il Palacultura di Messina , del Prestigioso Premio Colapesce 2017 giunto alla XXXIII edizione.  Questo Riconoscimento si aggiunge ad altri già conseguiti dalla Paratore quali  il XXIII° Premio Internazionale Rosario Livatino consegnatole a Catania, il XXXIIII Premio Alata Solertia, l’Onoreficenza di Alfiere del Sociale, il 17° Premio Europeo Tindari, il 51° Premio Città del Peloro , il 59° Premio Internazionale Zankle ed alle numerose attestazioni di merito provenienti dalla società civile.

Desidero condividere questo Riconoscimento assegnato a quanti si impegnano nel sorreggere le ragioni della cultura, dello sport, della ricerca, dell’industria, dell’economia, dello spettacolo, del giornalismo e della solidarietà, con le diverse associazioni ed enti che facendo affidamento alle mie competenze e professionalità, ho avuto l’onore di sostenere e supportare in iniziative di elevato valore sociale, ha dichiarato la Paratore.  Mi riferisco all’ADMO (associazione donatori di midollo osseo ), all’AVIS (associazione volontari italiani del sangue), all’associazione Terra di Gesù Onlus, alla Casa della Misericordia di Camaro,  all’Ass. Culturale Peloritana, alla Fidapa Messina Capo Peloro, alla Banca del Tempo Maneo Nemini di Messina, all’ADSET (associazione dirigenti scolastici e territorio),  a CittadinanzAttiva Sicilia Onlus, al Tribunale dei diritti del malato, all’A.S.D. I Normanni di Tremestieri, al Ctg (centro turistico Giovanile), all’Orchestra Giovanile A.N.B.I.M.A.;all’A.G.D. (associazione giovani diabetici), all’Associazione Italia-America, al Club Arietta Onlus, alla Fondazione di Partecipazione Antonello da Messina, al Gruppo di pazienti oncologici “Nulla è come prima”, al C.I.R.S. (comitato Italiano di reinserimento sociale per le donne in difficoltà), all’Osservatorio di Etnoantropologia cognitiva “Archetipi e territorio”, all’Ass. l’Aquilone Onlus, alle compagnie teatrali La Caravella e Gruppo Agapè Teatro Insieme, al Comune di Messina, Roccalumera, Mandanici, alla pro loco di Sinagra,  all’Associazione Nuovi Orizzonti di Messina, all’Ass. Linea Curva, all’Ass. Bimbi speciali, all’Ass. Meter & Miles, al Movimento per la Vita di Messina, alla Lega Navale di Messina, alla Brigata Meccanizzata Aosta. Silvana Paratore è socia A.N.F.I. (associazione nazionale finanzieri d’Italia sez. di Messina ) e A.N.C. (associazione Nazionale Carabinieri sez. Messina ). A genitori papà Augusto noto artigiano artista del ferro battuto di Messina ed ad Anna casalinga, le più sentite congratulazioni.

L'avv. Silvana Paratore

L’avv. Silvana Paratore

 

0 212

La risposta che doveva giungere, dopo la sconfitta per 3 a 1 riportata contro il Pozzallo, lo scorso sabato, alla fine non è arrivata. Non è servito a nulla giocare fra le mura amiche e con un pubblico numeroso, oltre che con la rabbia dentro, scaturita proprio dalla debacle ragusana. Ed era pertanto quasi scontato che, senza essere decisivi nei momenti topici e a proprio favore, la partita contro la favorita al salto di categoria sarebbe stata impossibile da vincere. E così è stato, visto che ieri pomeriggio, al Pala “Letterio Barca”, la Savam Costruzioni Volley Letojanni ha dovuto cedere le armi ad una Conad Lamezia che ha dimostrato il suo valore, sia tecnico che tattico, battendo 3 a 0 i ragazzi di mister Flavio Ferrara, dopo circa un’ora e mezza di gioco. Una sconfitta, quella concretizzatasi sul rettangolo di casa, che era stata preventivata alla vigilia ma che sicuramente poteva maturare in maniera diversa. Anche se gli avversari degli jonici sono da considerare dei veri e propri alieni che hanno messo in atto tutte le indicazioni fornite dal loro mister Vincenzo Nacci. Tecnico che ha avuto a sua disposizione elementi come Alborghetti e Turano, oltre che Zito e Spescha, che hanno militato sempre in categorie superiori alla B e che quindi hanno dato un apporto fondamentale per il raggiungimento della vittoria. Dal canto suo, la Savam ha, invece, prodotto poco, soprattutto nel secondo set, ma in quello successivo è riuscita quanto meno a mettere in difficoltà gli avversari, giocando una buona pallavolo in tutti i reparti. Tutto ciò non è bastato anche perché i calabri hanno avuto la possibilità di cambiare assetto nel corso di tutta la partita, con l’inserimento di giocatori partiti dalla panchina. Una gara che iniziava sotto i migliori auspici per i letojannesi che, dopo un punto a punto fino al 15 pari, venivano raggiunti e superati di tre lunghezze nell’arco di pochi secondi (18-21) da una Conad che sfruttava gli errori in difesa e in ricezione di Schifilliti and company. Oltre che battute ed attacchi sbagliati che portavano i locali a subire un 25 a 21 che sapeva di beffa, visto l’equilibrio dei primi minuti. Nel secondo parziale le cose cambiavano, con il Letojanni che cominciava con uno sprint di 3 punti sugli ospiti. Secondo dopo secondo gli avversari ritornavano a far sentire la propria presenza, ingranando una marcia che li portava avanti di 4 punti (4 a 8). Da qui in poi era solo monologo Lamezia che, sospinto da uno Zito in stato di grazia in difesa e da un Dal Campo che metteva giù palloni a ripetizione, scavava un solco di ben 7 lunghezze, portandosi sul 21 a 14 a proprio favore. I messinesi apparivano stanchi e sfiduciati ma tentavano di rimettersi sulla retta via. A causa di grossi problemi in ricezione e in attacco, il Lamezia conduceva però fino al definitivo 25 a 19. Tutt’altra storia il terzo round, nel corso del quale gli uomini di Ferrara tentavano di cambiare le sorti della gara, giocando  bene in tutti i fondamentali e spaventando non di poco gli ospiti, che marciavano punto a punto fino al 6 a 6. Poi, locali con il vento in poppa e set che procedeva spedito, con Mazza e compagni che suonavano la carica, andando prima sull’11 a 9 e subito dopo sul 17 a 14, lasciando intendere che la situazione stesse mutando. Ma si trattava solo di un fuoco di paglia, visto che con l’entrata in campo di Geatano, l’illusione di poter vincere la frazione di gioco svaniva sotto i colpi di Turano, Alborghetti e Spescha che, sul 19 a 19, imprimevano la svolta, concludendo sul 25 a 23 finale, dopo un attacco vincente e un errore di Princiotta. Un 3 a 0 netto, dunque, che arriva ad una settimana dal prossimo match, che vedrà impegnati i letojannesi nella delicata trasferta in quel di Catania contro il Volley Valley. Partita da vincere a tutti i costi per riprendere fiducia nei propri mezzi e soprattutto per continuare un campionato finora dal sapore agrodolce.

SAVAM COSTRUZIONI VOLLEY LETOJANNI: Schipilliti 3, Schifilliti 3, Princiotta 10, Remo 8, Mazza 9, D’Andrea 1, Corso  5, Degli Esposti, Ruggeri L.  N.e.: Mastronardo, Scollo, Pino. ALL.: Ferrara

CONAD VOLLEY LAMEZIA: Alfieri, Alborghetti 8, Spescha 15, Turano 5, Dal Campo 9, Garofalo 1, Zito L, Bruno  10, Gaetano 1, Beccaro, Sarpong, Polignino 1. ALL.: Nacci

SET: 21-25; 19-25; 23-25

ARBITRI: Ciaccio di Leonforte e Pampalone di Palermo

Carmelo Mazza

Carmelo Mazza

Flavio Ferrara

Il Mister Flavio Ferrara

0 253

 

La Kalkis di Giardini Naxos, dopo la pesante sconfitta in casa, nella prima giornata del girone ionico del campionato di Promozione di pallacanestro, con il Basket Giarre, vince meritatamente , fuori casa, con l’esperta squadra della Libertas Fiumefreddo guidata da coach Spinella, dopo 4 tempi tirati e giocati punto a punto.

La squadra naxiota allenata da Alfio Spadaro e Salvino Risitano ha sempre chiuso i parziali in leggero vantaggio. Nei primi due quarti infatti il punteggio era di 30 a 29 per gli ospiti, mentre nel terzo quarto si arrivava a 53 a 48.Un forcing finale della squadra di casa, insieme ad alcuni errori della squadra ospite,  a 3 minuti dalla fine,  metteva in discussione l’esito dell’incontro, arrivando a 60 pari.

Ma, un tiro da tre di Marco Filistad e due tiri liberi realizzati dal capitano  Domenico Cardone, allo scadere dell’incontro, hanno permesso alla Kalkis di conquistare i primi due punti concludendo in vantaggio 66 a 63.

Si sono distinti per la Kalkis Filistad, Cardone e Mendolia, per i punti realizzati e le palle recuperate, mentre Paraschiv e Di Stefano per i rimbalzi offensivi. Hanno dato un grosso contributo anche tutti gli altri componenti della squadra Alito, Gangemi, Meo, Mouminoun e Wolter.

Mentre per la Libertas Fiumefreddo Murgo e Pappalepore.

I giocatori della Kalkis

I giocatori della Kalkis

Il prof. Salvino RIsitano

Il prof. Salvino RIsitano

L'esultanza negli spogliatoi dei giocatori della Kalkis

L’esultanza negli spogliatoi dei giocatori della Kalkis

0 212

Catania – Il prossimo appuntamento domenicale con i laboratori ludico-didattici dedicati ai più piccoli è fissato per domenica 12 novembre alle ore 10.30 ed avrà luogo al Museo di Archeologia dell’Università di Catania. L’Arte della tessitura, laboratorio a cura di Officine Culturali, aggiunge un ulteriore tassello ai tanti appuntamenti dedicati alla storia e al costume dell’antica Roma. I giovani partecipanti, dopo aver visitato il Museo di Archeologia dell’Università di Catania, verranno introdotti nel magico mondo della filatura e tessitura al telaio: con l’aiuto di materiale multimediale compiranno un viaggio che dalla preistoria, passando per gli antichi romani, giunge fino ai giorni nostri assistendo anche al processo di lavorazione della lana. Conclusa questa prima fase, i neo-tessitori avranno a disposizione dei piccoli telai a cornice per sperimentare in prima persona la magia di intrecciare fili d’ordito e fili di trama vedendo, inoltre, i pigmenti ottenuti da piante tintorie e apprendendo il significato dei colori nell’antichità. Infine ci sarà una dimostrazione di vestizione sull’abbigliamento maschile e femminile del mondo romano. Il laboratorio ludico-didattico vuole stimolare, oltre alla riflessione sulla storia della nostra città e sull’antica arte della tessitura, la manualità e la creatività dei giovani partecipanti.

 L’appuntamento è alle ore 10.30 presso l’Info-point del Monastero dei Benedettini. Il laboratorio è rivolto a bambini di età compresa tra 7 e i 12 anni e sarà attivato al raggiungimento del numero minimo di partecipanti. Per partecipare è necessaria la prenotazione allo 0957102767 – 3349242464.

 

Museo Arhceologico dell'Università

Museo Arhceologico dell’Università

MUSEO ARCHEOLOGICO dell’UNIVERSITA’ di CATANIA

Il museo di Archeologia dell’Università di Catania ha aperto le sue porte alla città. Durante la presentazione del Museo avvenuta lo scorso 17 ottobre Officine Culturali, il Dipartimento di Scienze Umanistiche e la Scuola di Specializzazione in Beni Archeologici dell’Università di Catania avevano, infatti, annunciato l’apertura al pubblico prima della fine dell’anno.

La collezione archeologica, custodita al piano terra del Palazzo Ingrassia, sarà visitabile gratuitamente ogni lunedì, mercoledì e venerdì dalle 9:00 alle 13:00.

Orari

La collezione archeologica, custodita al piano terra del Palazzo Ingrassia, sarà visitabile gratuitamente ogni lunedì, mercoledì e venerdì dalle 9:00 alle 13:00.

A partire dagli anni ’20 del XX secolo, Guido Libertini, brillante archeologo che fu docente e Rettore dell’Università degli Studi di Catania, cominciò ad acquistare reperti che sarebbero andati poi a formare l’odierna collezione del museo. Libertini donò l’intera raccolta alla sua Università con lo scopo di istituire un museo universitario dedicato alla ricerca ma soprattutto alla didattica. Libertini morì nel 1953 e da quel momento la storia della collezione è caratterizzata per i continui spostamenti e trasferimenti e per l’assidua ricerca di una consona ubicazione. Fu il professore archeologo Rizza a insistere affinché la sua sistemazione prevedesse anche la prossimità alla Biblioteca di Archeologia e degli studi ed agli uffici dell’Istituto di Archeologia in cui svolgere l’attività di ricerca. Per il costituendo Museo con laboratori, biblioteca e spazi per la ricerca venne individuato il Palazzo Ingrassia, cioè l’ex Istituto di Anatomia.Realizzato grazie al Progetto Catania – Lecce (2003), il museo custodisce antichità risalenti al periodo preistorico e protostorico fino all’età Tardo Antica e Medioevale. Fu il particolare interesse di Libertini per i manufatti antichi centuripini a far sì che oggi possiamo ammirare all’interno dell’ultima sala del museo 78 falsi, prodotti dai falsari di Centuripe con tale maestria da ingannare anche gli esperti, come Bianchi Bandinelli che difese erroneamente l’originalità dei reperti.

Per il Museo, ancora in corso di un definitivo e permanente allestimento che non tarderà a completarsi, si sta definendo un fitto programma di attività di fruizione che avranno inizio con il nuovo anno. Per il mese di dicembre l’invito è quello a entrare e iniziare a osservare con curiosità il palinsesto della storia umana.

Il Museo di Archeologia è aperto gratuitamente il lunedì/mercoledì/venerdì dalle 9:30 alle 13:00, con ingresso da Palazzo Ingrassia. Per informazioni chiamare i numeri 0957102767 – 3349242464.

Foto Simone Lo Castro

Foto Simone Lo Castro

 Foto Simone Lo Castro

Foto Simone Lo Castro

Foto Simone Lo Castro

Foto Simone Lo Castro

RIMANI IN CONTATTO