MARZO 2019
Home Tags Posts tagged with "Etna"

Etna

0 10

Fiumefreddo Di Sicilia (Ct) –  L’amministrazione comunale di Fiumefreddo di Sicilia per il Ciclo “Cultura è …Arte”  ha organizzato per Sabato 30 Marzo alle ore 17,30 presso il Casale Papandrea il Convegno Medico “La Medicina del futuro – Ruolo della Medicina Integrata nelle malattie cronico-degenerative”.

Nella locandina sottostante i relatori e i temi trattati:

Il Programma della giornata

Il Programma della giornata

13 Vincenzo Venuto e Monia  Andreucci

Il dott. Vincenzo Venuto in un precedente convegno con la dott.ssa Monia Andreucci

0 15

Messina – -Si terrà giorno 27 marzo alle ore 17:00 nel Salone eventi della Biblioteca Regionale  Universitaria “ G. Longo” di Messina , la presentazione del romanzo “Storia di un amore invisibile” dell’autore Lorenzo Porretta, Lombardo edizioni.  L’iniziativa culturale, che si svolgerà in collaborazione con l’Assessorato dei Beni culturali e dell’Identità siciliana e segnatamente con la Biblioteca Regionale, è stata promossa dal Soroptimist Spadafora Gallo Niceto.

A curare l’introduzione la dott.ssa Tommasa Siragusa, Direttore della stessa Biblioteca. Sono, altresì, previsti gli interventi della Presidente del Soroptimist Spadafora Gallo Niceto, dott.ssa Agata Finocchiaro, dell’autore e dell’editore. I lavori saranno moderati dall’Avv. Silvana Paratore.

Momenti musicali con l’interprete di canti siciliani Mimmo Ambriano, lettura a cura della psicologa Roberta Orlando e dell’attore di teatro Francesco Micari di brani estratti dal testo e esposizioni di dipinti riferiti all’artista Giovanni Gulletta, arricchiranno ulteriormente la manifestazione.

L’ingresso è libero e non occorre prenotazione.

La locandina dell'evento

La locandina dell’evento

L'Avvocato Silvana Paratore

L’Avvocato Silvana Paratore

0 10

Sarà presentato Giovedì  28 marzo 2019, con inizio alle ore 10,00, presso la Sala Consiglio della Città Metropolitana di Messina, nel corso di una conferenza stampa,  l’iniziativa di solidarietà promossa dal Kiwanis Club Antonello da Messina con la partecipazione del Kiwanis Messina Centro, della Cooperativa Faro 85, dei ragazzi e dei volontari dell’Accir  e del Don Orione. L’evento si svolgerà Sabato 30 Marzo alle ore 10.00, nel Salone degli Specchi della Città Metropolitana. Nel corso dell’incontro di presentazione, moderato dall‘avv. Silvana Paratore si illustreranno i dettagli dell’iniziativa denominata ” Inserimento lavorativo per i diversamente abili” , chiarite le norme che regolano gli avviamenti al lavoro dei diversamente abili sia nel settore pubblico che privato e previsto intervento del dott. Francesco Mangano funzionario dell’Ispettorato provinciale del Lavoro.

La giornata del 30 marzo inoltre sarà occasione per premiare i ragazzi speciali che hanno realizzato delle opere artistiche sotto la direzione del maestro Giovanni Oteri,  il cui ricavato vendita sarà devoluto all’Associazione ACCIR che da anni si occupa di disabilità.

L'Avvocato Silvana Paratore

L’Avvocato Silvana Paratore

 

0 213

Comincia a dare i suoi frutti  la costanza, l’impegno ed i sacrifici con le quali due giovani cantautori della riviera Jonica si stanno misurando per portare avanti e far conoscere il loro progetto musicale. Al loro attivo hanno già qualche brano e dei video e di recente hanno ottenuto un grande successo in occasione di una serata musicale che hanno tenuto in un ristorante calabrese in occasione della Festa della Donna dell’8 marzo scorso. I protagonisti di questa straordinaria storia sono Umberto Consoli e Salvo Raneri. Hanno animato con grinta e bravura la serata dedicata alle donne cantando le loro canzoni e riscuotendo un grande gradimento del pubblico che si è divertito tantissimo. Ogni brano eseguito è stato premiato da lunghi applausi che hanno sottolineato la bravura dei due giovani cantanti. Sentiamo un loro commento in merito. “Siamo onorati della splendida serata passata in Calabriadice Umberto Consoli Ancora di più per aver intrattenuto tutte le persone del ristorante La Principessa dove abbiamo cantato. Vogliamo ringraziare la stampa ed in particolare questo giornale per aver creduto in noi e per il supporto e la visibilità che ci è stata data  che ci aiuterà a credere fino in fondo nel nostro progetto e alla nostra passione per la musica. Si tratta di un grande incoraggiamento che ci aiuterà nel nostro cammino. Speriamo di riuscire ad arrivare in alto e realizzare il nostro più grande sogno.”

Ricordiamo intanto che i due cantautori hanno già interpretato inediti e varie cover . In particolare: “Ti Innamorerai” di Salvo Raneri uscito il 6 novembre 2018 dalla casa discografica SEA music di Catania ed il duetto ” J Miss you” di Umberto Consoli featuring Salvo Raneri uscito il 28 luglio 2018 dalla casa discografica DRB Record.

            “I nostri due successi” spiegano i due cantanti “hanno dato inizio alla nostra carriera e ci hanno aperto una porta in una strada che sembrava senza uscita. In particolare questo  evento calabrese ha acceso in noi una scintilla musicale portandoci a crederci fino in fondo. Per questo vorremmo inoltrare questo nostro messaggio a tutti quelli che ci ascoltano. Infine, vogliamo ringraziare la proprietaria del ristorante la principessa e tutto lo staff assieme allo staff di Deborakaraokeshow e Calabria mia“.

Umberto Consoli

Umberto Consoli

Salvo

Salvo Raneri

Salvo Raneri

Salvo Raneri

Il locale affollato di pubblico

Il locale affollato di pubblico

Foto assieme ai cantanti

Foto assieme ai cantanti

Nel locale

Nel locale

0 17

Il Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Roma Unitelma Sapienza, prof. Antonello Folco Biagini, ha siglato oggi l’accordo con il Presidente dell’Associazione L’Aquilone Onlus di Messina Rosario Lo Faro, per la nascita del Polo Didattico della Sicilia, Sede di Messina.

La firma della convenzione è avvenuta in Ateneo, alla presenza del Direttore Generale di Unitelma Sapienza Donato Squara e del Direttore del Polo Didattico della Sicilia, Sede di Messina Domenico Interdonato. Il momento solenne è stato sancito da una stretta di mano augurale e propiziatoria, per una sfida che si rinnova nel segno del futuro.

La piattaforma E-Lerning di Unitelma Sapienza, dopo la recente inaugurazione del Polo della Lombardia, Sede di Milano, ha raggiunto la Città metropolitana di Messina, una crescita razionale e pianificata dello storico Brand universitario, che nei prossimi mesi toccherà altre importanti realtà italiane. Unitelma Sapienza nasce nel 2004, con l’obiettivo di contribuire allo sviluppo della società e della conoscenza, attraverso una formazione a distanza di eccellenza è una ricerca universitaria di qualità.

Unitelma Sapienza è il primo ateneo telematico collegato con una grande Università pubblica, Sapienza Università di Roma. L’offerta dei corsi di laurea, dei master e dei corsi di formazione è ricca e variegata. Unitelma Sapienza vanta una tradizione negli studi giuridici ed economici di grande qualità, con particolare riguardo alle imprese e alla pubblica amministrazione.

In questi giorni si ultimeranno le procedure tecniche per rendere operativo il Polo di Messina, che sarà inaugurato sabato 6 aprile 2019.

Unitelma da sin. Lo Faro e Biagini

Unitelma da sin. Lo Faro e Biagini

da sin. Squara, Lo Faro Biagini e Interdonato

da sin. Squara, Lo Faro Biagini e Interdonato

0 16

A Malta abbiamo incontrato nei giorni scorsi il Vescovo ausiliare mons. Joseph Galea Curmi, un appuntamento programmato da mesi, per far conoscere meglio ai nostri lettori l’Arcidiocesi maltese, con la sua storia e la nuova Malta, che cresce in Europa. La Repubblica di Malta oggi è perfettamente inserita nel mercato globale, attrae capitali ed è una macchina quasi perfetta, che crea benessere,  ma che ancora non riesce a trainare l’intera popolazione verso uno standard europeo di qualità. A mons. Galea Curmi, abbiamo posto diverse domande alle quali ha risposto a cuore aperto e con grande spirito di collaborazione.

Monsignore ci spiega cosa è  l’Isola di Malta per i maltesi? L’isola di Malta è storicamente una città fortezza, baluardo della cristianità, uno scoglio “Gebra tal-franka” giallo ocra uniforme che si erge sulle acque del Mediterraneo. Malta per i maltesi è il cuore pulsante del Mediterraneo, la popolazione vive con uno spirito europeo poliglotta ed è molto aperta ed accogliente.

Quando nasce il cristianesimo a Malta?  Noi maltesi abbiamo  2000 anni di storia cristiana, che sono iniziati con il naufragio  a Malta di San Paolo di Tarso, giunto nell’attuale Baia di San Paolo. Per sancire il legame con San Paolo, abbiamo conservato gelosamente  la grotta dove ha vissuto nel suo breve soggiorno a Malta e sopra di essa abbiamo  costruito la Chiesa di San Paolo alla Regola.

Quale è stato il contributo lasciato ai maltesi dai Cavalieri Ospitalieri? La storia è passata da Malta, con il grande contributo dei Cavalieri Ospitalieri, ordine cavalleresco formato da nobili provenienti dalle più importanti casate europee impegnati a difendere la nostra fede cattolica e l’Europa.  A loro dobbiamo dire grazie per tante cose, ma sopratutto per la realizzazione della Cattedrale dedicata al Santo patrono San Giovanni Battista.

Cosa pensa dell’attuale momento storico di Malta? La nostra Repubblica sta crescendo molto, ha una politica stabile ed europea, attrae interessi economici importanti e l’economia è in continuo sviluppo. Bisogna continuare e sostenere la crescita, ma allo stesso tempo, migliorare lo standard  di vita dei maltesi.

Quando è stato nominato vescovo ausiliare, quale è il suo motto e cosa fa oltre la sua attività di pastore? Sono stato nominato vescovo ausiliare dell’Arcidiocesi di Malta  il 4 ottobre 2018, in occasione della festa di San Giovanni Maria Vianney, nella cattedrale di Mdina. Il mio motto è “Sostenere la vita con l’amore”. Oltre all’incarico di vescovo ausiliare insegno nell’Università di Malta “Teologia Pastorale”.

Come vede il giornalismo cattolico in Italia? In Italia e nel mondo serve un giornalismo cristiano dal volto umano per riconquistare la fiducia dei lettori e che sappia raccontare anche la bella notizia,  i media classici sono concentrati  a mostrare i lati negativi della società, deprimono chi legge e non mostrano quanto di buono viene fatto dalla nostra comunità.

Quali sono i media cattolici di Malta? Ci tengo a precisare che la nostra è una realtà mediatica diversa da quella italiana, si abbiamo diverse testate come, “Radio Maria”, “RTK” radio online, “Newsbook” giornale online, “La Voce” il giornale dell’Azione Cattolica e “Church in Malta” website dell’Arcidiocesi.

Il San Francesco di Sales ricordato anche a Malta? Si abbiamo ricordato San Francesco di Sales, patrono dei giornalisti e dei comunicatori. Un momento importante per tutti noi realizzato grazie all’Ucsi Sicilia da lei presieduta  e con il supporto di fra Mario Attard e del reverendo prof.  Salvino Caruana.

Conosceva l’Ucsi  Unione Cattolica Stampa Italiana? Si la conoscevo ma non avevo avuto mai la possibilità di approfondire l’argomento. Ritengo che l’Ucsi svolga un compito molto importante, la comunicazione deve essere alla base di ogni nostra attività, soprattutto se fatta con “lo stile sapiente della carità”, come citato dalla preghiera del giornalista scritta in maltese, che lei mi ha omaggiato. Approfitto per salutare e ringraziare la giornalista Vania De Luca, presidente nazionale Ucsi   e lei caro Interdonato per l’intervista e per l’attenzione dimostrata verso la nostra comunità.

DOMENICO  INTERDONATO

 

Domenico Interdonato assieme al Vescovo

Domenico Interdonato assieme al Vescovo

06 Intervista al Vescovo di Malta UCSI.doc

L’intervista al Vescovo

0 7

Messina – Si è tenuta presso la sala TV studio della nave MSC Bellissima, la Cerimonia di scambio Crest in occasione del Maiden Call che celebra il primo attracco della nuova ammiraglia al porto di Messina. A fare gli onori di casa il Comandante di Msc Bellissima, Raffaele Pontecorvo che ha rivolto i saluti alle Autorità presenti. Emozionante il video proiettato all’inizio del Maiden call, che ha ripercorso le tappe della nascita di Msc, leader mondiale nel settore della navigazione commerciale prima e croceristica dopo. Ad illustrare le caratteristiche di Msc Bellissima il country manager Leonardo Massa che ha affermato come la nave sia la quarta di 17 navi che entreranno in servizio tra il 2017 e il 2027, come previsto dal nuovo piano di crescita che vedrà triplicare a 5,5 milioni la capacità passeggeri della flotta di MSC Crociere, destinata a raggiungere le 29 unità entro il 2027. Lunga 315 metri, in grado di ospitare circa 5.700 passeggeri e con una stazza lorda pari a 171.598 tonnellate. Amplia la gamma di itinerari e di destinazioni a disposizione dei passeggeri che potranno godere all’interno delle camere circa 2200, del sistema ZOE – la prima assistente personale virtuale disponibile su una nave da crociera –che si attiva con un semplice comando vocale rispondendo, in otto lingue, a centinaia di domande e curiosità relative alla nave e alla crociera. 19 i ristoranti tematici. Una Spa di 2200 metri con la possibilità di effettuare circa 160 trattamenti estetici. Gli spettacoli sono realizzati dal Cirque du Soleil. Un vero e proprio grattacielo in mare dotato di piscine e vasche idromassaggio interne ed esterne. Trentaquattro saranno gli scali che la MSC Bellissima effettuerà nel porto di Messina. Ad intervenire alla cerimonia per il tradizionale scambio di crest, il Sindaco di Messina, il Commissario Autorità Portuale di Messina Antonino De Simone, il comandante in seconda della capitaneria di porto di Messina Rocco Pepe, il capo del  nucleo didattivo VTS ed attività di monitoraggio del traffico marittimo del centro di formazione VTMIS Tenente Michele Landi,  Nicola Salvo in rappresentanza della Dogana di Messina; il Capo Ufficio comando provinciale della Guardia di Finanza di Messina sottotenente Sabatino Battaglia; il capo pilota della corporazione dei piloti dello stretto  Livio Donato; il consigliere del gruppo ormeggiatori Giuseppe Staiti, il Comandante della Stazione dei Carabinieri Arcivescovado di Messina Lgt Gaetano Ilacqua; la delegata dell’Associazione ItaliAmerica avv. Silvana Paratore; il questore della polizia di frontiera di Palermo Filippo Bonfiglio. A seguire pranzo e visita guidata della nave.

Il Crest della MSC

Il Crest della MSC

All'interno della MSC

All’interno della MSC

Foto di Gruppo

Foto di Gruppo

I protagonisti della manifestazione

Il brindisi dei protagonisti della manifestazione

In prima fila il Sindaco di Messina De Luca e l'Avv. Silvana Paratore

In prima fila il Sindaco di Messina De Luca e l’Avv. Silvana Paratore

Il pubblico presente all'evento

Il pubblico presente all’evento

L'avvocato Paratore

L’avvocato Paratore con il comandante della nave

0 7

Messina – venerdì 22 marzo presso l’auditorium Gesù e Maria a Castanea delle Furie la tavola rotonda sul tema: Onoriamo i caduti, onoriamo gli eroi, onoriamo Giovanni Denaro medaglia d’oro al valor militare nativo di Castanea. L’evento è promosso dall’Associazione culturale peloritana 1989 presieduta dal Cav. O.M.R.I. Geom. Domenico Gerbasi col patrocinio del Comune di Messina, della città metropolitana di Messina, dell’Assessorato ai beni culturali e dell’identità siciliana della Regione Sicilia, della società cooperativa e del Museo etnoantropologico I ferri du misteri di Castanea. La cerimonia alla presenza delle massime Autorità Religiose, civili e militari, in onore del finanziere Giovanni Denaro, sarà coordinata e moderata dal Cav. O.R.M.I. Avv. Silvana Paratore e sarà preceduta dalla celebrazione eucaristica che si terrà nella Chiesa di S. Giovanni Battista a Castanea alle ore 9:30.

La locandina

La locandina

0 495

Taormina (Me) – Proprio così. Con l’emozionante e suggestiva novena di Natale eseguita dal Gruppo Folk Taormina nella magnifica cornice della Chiesa Madre di San Nicola domenica 23 dicembre, davanti ad un folto pubblico entusiasta. Introdotto dal suono delle zampogne e dai declami del cantastorie (“vogghiu cantari cu lu cori in manu l’antica e vera storia di Natali”), lo spettacolo “A novena di Natali” si è aperto col brano “A la notti di Natali”, una antica novena che descrive il richiamo ai pastori (“susi pasturi non dormiri chiu, lu vidi chi è natu u bambinu Gesù”).

Prologo del primo di quattro episodi che hanno rievocato l’avvento della buona novella: l’annunciazione, col brano “L’annunciazioni” (“vergini e casta fusti Maria, li megghiu sogni fusti di  già”).  Il secondo episodio ha presentato il viaggio di Giuseppe e Maria a Betlemme con il brano“L’editto”. Il terzo episodio ha presentato la nascita di Gesù, un evento che ha letteralmente fatto impazzire di gioia tutte le genti vicine, qui rappresentato con ben sei canti: “Nasciu lu bambineddu” (“nasciu lu bambineddu in menzu a un boi e all’asineddu”), una tarantella pastorale condita dall’allegria del fischietto siciliano. Seguita da “Palummedda”, una bellissima ninna nanna cantata da Cesare Ponturo. Ritorna la zampogna, strumento tradizionale di pelle di pecora, protagonista di un’altra ninna nanna pastorale dal titolo “A ciaramedda”, cantata da Felice Curro’.

Poi il canto “Bambineddu beddu beddu” interpretato da Carmelo Pellitteri e accompagnato dalla coreografia delle ballerine Francesca, Giusy, Mariella, Mariella, Paola e Rosanna, esibitesi in una vivace tarantella eseguita coi tradizionali cesti intrecciati recanti doni per il bambinello.

Ed ancora, la visita dei pastori con il brano “Sutta un pedi di lumia” (“e susi pasturi, nun dormiri chiu’, lu vidi chi è natu u bambinu Gesù”), cantato da Felice Curro’. Per i siciliani Gesù nasce proprio sutta un pedi di lumia, quasi a rimarcare l’identità geografica dell’evento. L’episodio della Natività’ si è quindi chiuso con un brano d’atmosfera, una ballata originale scritta e cantata da Carmelo Pellitteri dal sapone decisamente cantautoriale, intitolata “ Un cantu divinu”.

Il quarto episodio ha presentato l’arrivo dei Magi lungo la rotta indicata dalla stella cometa, con la danza veloce dal gusto orientale “I re Magi” (“arrivaru nta’ na rutta unni c’era lu bambinu”). Seguita dal brano più emozionante della serata: l’antica ballata in re maggiore “Maria lavava”, una ballata dolce e ammaliante mirabilmente interpretata dalla vibrante voce di Mariella Ponturo.

Maria e Giuseppe diventano così, nell’immaginario popolare siciliano, autentici protagonisti dell’Avvento, compagni della vita di tutti i giorni, in tutte le case, una compagnia di cui non si può fare a meno.

Infine, Felice Curro’ ha cantato un’antica filastrocca siciliana “La madunnuzza quannu iu a la fera”, accompagnata da una tarantella pastorale dei bastoni, coreografata dai ballerini Alessandro, Carlo, Carmelo, Federico e Salvatore.

Lo spettacolo si è concluso con un brano originale, scritto e cantato da Carmelo Pellitteri, dal titolo “Buon Natali e buon anno”. Così, fra gli applausi e la gioia dei presenti, l’ensemble coreutico-musicale Gruppo Folk Taormina (Carmelo Pellitteri, chitarra, fischietto e voce; Cesare Ponturo, tamburello e voce, Christine Perrotta, violino; Felice Curro’, zampogna e voce; Nuccio Perrotta, tamburo; Paolo Buemi, fisarmonica; ed i ballerini Alessandra Tadduni, Francesca Siracusano, Giusy Ruberto, Loredana Catalano, Mariella Ponturo, Mariella Mandracchia, Paola Mobilia, Rosanna Lo Iacono, Alessandro Calcagno, Carlo Annetta, Carmelo Calcagno, Federico Santoro e Salvatore Mandracchia) si è congedato dal pubblico chiudendo il concerto nel migliore dei modi, in modo augurale. E regalandoci quell’emozione speciale e quell’allegria tipica dei suoni del Natale, quei suoni che ti scaldano il cuore e che ci fanno raccogliere tutti attorno alla famiglia di Betlemme, a testimoniare che facciamo parte di un’unica grande famiglia: la famiglia umana.

Sergio Denaro

Il Duomo di Taormina

Il Duomo di Taormina

L'esecuzione del brano "A la notti di Natali"

L’esecuzione del brano “A la notti di Natali”

La tarantella  "A lu bambinu"

La tarantella “A lu bambinu”

Momento del terzo episodio: tarantella  "A lu bambinu"

Momento del terzo episodio: tarantella “A lu bambinu”

Le ballerine eseguono la tarantella sul brano "Bambineddu beddu beddu"

Le ballerine eseguono la tarantella sul brano “Bambineddu beddu beddu”

I ballerini eseguono la tarantella pastorale dei bastoni sul brano  "La Madunnuzza quannu iu a la fera"

I ballerini eseguono la tarantella pastorale dei bastoni sul brano “La Madunnuzza quannu iu a la fera”

0 1519

Giatrdini Nxos – SABATO 9 GIUGNO 2018 ORE Presso l’ASSINOS PALACE HOTEL di Giardini Naxos (ME). in Via Consolare Valeria, 33 le classi Prime della scuola secondaria di Primo Grado dell’Istituto Comprensivo di Giardini hanno ricevuto una “MENZIONE SPECIALE” per il lavoro realizzato dagli alunni nell’ambito dell’iniziativa Vorrei una Legge che…, anno scolastico 2017 2018, organizzata dal Senato della Repubblica in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.

La Commissione di valutazione ha particolarmente apprezzato l’elaborato prodotto “Vorrei una legge che…tutelasse il nostro territorioper l’entusiasmo e l’impegno con cui i ragazzi, attentamente indirizzati dai docenti, hanno seguito il percorso formativo, volto a far cogliere ai più giovani l’importanza delle leggi e del confronto democratico.

Ad essere premiati sono stati gli alunni delle classi 1A, 1B, 1C, di Giardini Naxos e 1A, 1B della sede di Gaggi della scuola secondaria di primo grado.

Alla cerimonia sono intervenuti per il Comune di Giardini Naxos il Vicesindaco Carmelo Giardina e il Sindaco del Comune di Gaggi Giuseppe Cundari.

Al fine di valorizzare ulteriormente il lavoro svolto e, approfondirne il contenuto con i ragazzi, una delegazione del Senato formata dalle senatrici Emanuela Fratini, Michela Fonte e Gino Abodi, hanno premiato gli alunni, come preziosa occasione di incontro e confronto su temi e valori particolarmente sentiti dai giovani cittadini che in qualità di piccoli legislatori hanno realizzato il progetto premiato.

La consegna delle targhe

La consegna delle targhe

Intervento del Vicesindaco Carmelo Giardina

Intervento del Vicesindaco Carmelo Giardina

La foto di gruppo

La foto di gruppo

La consegan dei gadget

La consegan dei gadget

RIMANI IN CONTATTO