GENNAIO 2021
Home Tags Posts tagged with "Etna"

Etna

0 3

Svelati i nomi della 57ª edizione del PREMIO ACI E GALATEA “Forieri di talento”

Come nelle più recenti edizioni di Aci e Galatea, anche quest’anno ci saranno premiati d’eccezione, tra i quali spiccano la scrittrice Catena Fiorello; il cantautore Giovanni Caccamo; l’attore Totò Cascio, indimenticabile protagonista di Nuovo cinema Paradiso; il giornalista Giuseppe La Venia, inviato del Tg1; il Brig. Sebastiano Grasso, carabiniere; il panificatore Francesco Ardita e il ristoratore Pietro Palimidessi.
Sabato 16 luglio, nello splendido scenario barocco del centro urbano, verrà celebrato il Premio di Acireale ai Siciliani, che tributerà il meritato riconoscimento anche alla start‐up ragusana Reiwa Engine (robotica e intelligenza artificiale), per incoraggiare coloro che mettono in campo le proprie competenze per sviluppare impresa. Infine, ciliegina sulla torta, si conferirà il Premio nazionale a Red Canzian, artista tra i più noti e amati nel panorama italiano.
La 57ª edizione del Premio Aci e Galatea “Forieri di talento”, interamente dedicata alla pace nel mondo su diretta benedizione di PAPA FRANCESCO e presentata dall’impeccabile Ruggero Sardo, è un evento a cura della NoèComTrainingdel Dott. Salvo Noè e patrocinato dal Comune di Acireale e dalla Fondazione Carnevale di Acireale. Un prestigioso appuntamento durante il quale verranno puntati i riflettori sui talenti siciliani incoraggiando i giovani a credere nelle loro potenzialità. Alla serata di gala saranno infatti presenti alcune scuole della città etnea e in particolare il liceo artistico “F. Brunelleschi”, che porterà sul palco una sfilata di abiti realizzati dagli stessi studenti.
Un Premio, organizzato per la prima volta nel 1965 dal Presidente del Cine foto club “Galatea” Salvatore Consoli che per moltissimi anni se n’è occupato nutrendolo con non pochi sacrifici e facendolo crescere sano e forte, e che il poeta, grecista e critico letterario Francesco Guglielmino avrebbe inserito tra i fiori spontanei che crescono “cantu cantu di li strati, ammenzu di li petri e li ruvetti, sutta l’irvuzza tennira ammucchiati”. Li si può impunemente calpestare ma non ignorare.
Un Premio che si distingue, tra i tanti che affollano i palcoscenici estivi dell’Isola, per le idee che diventano patrimonio comune. Sta proprio qui la chiave del successo della manifestazione. Molte le sue peculiarità, come quella di aver rifuggito dalle banalità, di non prevedere gettoni di presenza, di non avere padrini o secondi fini se non quelli di enfatizzare le  eccellenze siciliane.
Uno degli obiettivi più importanti della gestione del Dott. Salvo Noè, da quando ha preso le redini della manifestazione, è inoltre incentivare i giovani a credere maggiormente nelle proprie capacità, focalizzandosi sull’aspetto educativo della nuova generazione. A tal proposito, da alcuni anni è stato istituito un riconoscimento ad hoc proprio per i ragazzi talentuosi, a sottolineare come il Premio Aci e Galatea possa diventare anche un’occasione per spingere i giovani a credere in sé stessi e a coltivare al meglio le loro passioni e il loro talento.
Talento che viene ulteriormente declinato in “LIBRARCI ‐ INCONTRANDO CHI SCRIVE”, la manifestazione letteraria con lo scopo di fare riscoprire il piacere per la lettura e il racconto. Anche quest’anno, per la seconda edizione, due ospiti d’eccezione. Catena Fiorello presenterà il suo ultimo libro “I cannoli di Marites” edito da Giunti e Totò Cascio con il libro “La gloria e la prova” edito da Baldini+Castoldi.
Moderata dal Dott. Salvo Noè, la presentazione si svolgerà sabato 16 luglio alle ore 18.00, presso il giardino di “Mirto”, il nuovo spazio eventi nel centro storico di Acireale, in corso Umberto, 82.
A seguire, l’appuntamento con la 57ª edizione del PREMIO ACI E GALATEA “FORIERI DI TALENTO”. Sabato 16 luglio, oltre all’evento che si svolgerà a partire dalle 20.30 in piazza Duomo, la serata sarà interamente ripresa televisivamente  e trasmessa in differita su Video Mediterraneo e sui social network.

Catena Fiorello

Catena Fiorello

Giovanni Caccamo

Giovanni Caccamo

Totò Cascio

Totò Cascio

0 23

Sabato 16 luglio, nello splendido scenario barocco del centro urbano, verrà celebrato il Premio di Acireale ai Siciliani.
Un evento a cura della NoèComTraining del Dott. Salvo Noè e patrocinato dal Comune di Acireale e dalla Fondazione Carnevale di Acireale. Verranno puntati i riflettori sui “nostri” talenti incoraggiando i giovani a credere nelle loro
potenzialità. Alla serata di gala saranno infatti presenti alcune scuole della città etnea e in particolare il liceo artistico “F. Brunelleschi”, che porterà sul palco una sfilata di abiti realizzati dagli stessi studenti.
Un Premio, organizzato per la prima volta nel 1965 dal Presidente del Cine foto club “Galatea” Salvatore Consoli che per moltissimi anni se n’è occupato nutrendolo con non pochi sacrifici e facendolo crescere sano e forte, e che il poeta, grecista e critico letterario Francesco Guglielmino avrebbe inserito tra i fiori spontanei che crescono “cantu cantu di li strati, ammenzu di li petri e li ruvetti, sutta l’irvuzza tennira ammucchiati”. Li si può impunemente calpestare ma non  ignorare.
Un Premio che si distingue, tra i tanti che affollano i palcoscenici estivi dell’Isola, per le idee che diventano patrimonio comune. Sta proprio qui la chiave del successo della manifestazione. Molte le sue peculiarità, come quella di aver rifuggito
dalle banalità, di non prevedere gettoni di presenza, di non avere padrini o secondi fini se non quelli di enfatizzare le eccellenze siciliane.
Svelati i nomi dei premiati d’eccezione nell’edizione 2022: la scrittrice Catena Fiorello; il giornalista e inviato del Tg1  Giuseppe La Venia; il giornalista Pietrangelo Buttafuoco; l’attore Totò Cascio, indimenticabile protagonista di Nuovo cinema Paradiso. Sono solo le ultime, in ordine cronologico, delle eminenti personalità della letteratura, del giornalismo, del cinema, del teatro, della musica, dello sport, che figurano nell’albo d’ro: un significativo elenco di oltre
duecentocinquanta nominativi, che ricorda come la Sicilia sia anche e soprattutto una terra di spiriti eccelsi che la promuovono, ai quali Acireale esprime con questo Premio un tributo di riconoscenza.
Durante la serata della 57ª edizione del Premio Aci e Galatea “Forieri di talento”, interamente dedicata alla pace nel mondo su diretta benedizione di PAPA FRANCESCO e presentata dall’impeccabile Ruggero Sardo, verrà premiata anche la startup ragusana Reiwa Engine (robotica e intelligenza artificiale), per incoraggiare coloro che mettono in campo le proprie
competenze per sviluppare impresa.
Uno degli obiettivi più importanti della gestione del Dott. Salvo Noè, da quando ha preso le redini della manifestazione, è infatti incentivare i giovani a credere maggiormente nelle proprie capacità, focalizzandosi sull’aspetto educativo della
nuova generazione. A tal proposito, da alcuni anni è stato istituito un riconoscimento ad hoc proprio per i ragazzi talentuosi, a sottolineare come il Premio Aci e Galatea possa diventare anche un’occasione per spingere i giovani a  credere in sé stessi e a coltivare al meglio le loro passioni e il loro talento.
Talento che viene ulteriormente declinato in “LIBRARCI ‐ INCONTRANDO CHI SCRIVE”, la manifestazione letteraria con lo scopo di fare riscoprire il piacere per la lettura e il racconto. Anche quest’anno, per la seconda edizione, due ospiti
d’eccezione. Catena Fiorello presenterà il suo ultimo libro “I cannoli di Marites” edito da Giunti e Totò Cascio con il libro “La gloria e la prova” edito da Baldini+Castoldi.
Moderata dal Dott. Salvo Noè, la presentazione si svolgerà sabato 16 luglio alle ore 18.00, presso il giardino di “Mirto”, il nuovo spazio eventi nel centro storico di Acireale, in corso Umberto, 82.
A seguire, l’appuntamento con la 57ª edizione del PREMIO ACI E GALATEA “FORIERI DI TALENTO”. Sabato 16 luglio, oltre all’evento che si svolgerà a partire dalle 20.30 in piazza Duomo, la serata sarà interamente ripresa televisivamente e trasmessa in differita su Video Mediterraneo e sui social network.

Premio Aci e Galatea

Premio Aci e Galatea

La locandina del Premio Aci e Galatea

La locandina del Premio Aci e Galatea

La locandina di Librarci

La locandina di Librarci

Motta Camastra (Me). Si accendono i riflettori sulla ventunesima edizione del Concorso Diaristico in memoria di Filippo Maria Tripolone” organizzato dall’’associazione socio-culturale (con finalità umanitarie) Lanterna Bianca presieduta da Nunzia De Cola fondatrice e presidente del sodalizio e, in collaborazione con il M.D.S.M. di Taormina – Messina Sud (Direttrice Dott.ssa Domenica Nucifora).

L’appuntamento dell’edizione 2022 che quest’anno festeggia il prestigioso traguardo dei ventuno anni  è stato fissato per il 9 luglio alle ore 17,30 presso la sede dell’associazione sita in C.da San Cataldo in Via Lanterna Bianca a Motta Camastra (Me).  A condurre la cerimonia degli interventi  nelle vesti di relatrice  sarà la  prof.ssa Giovanna Campagna che introdurrà i relatori che quest’anno sono: la dott.ssa Domenica Nucifora Responsabile dell’Unità Operativa Semplice. Taormina-Messina Sud e il dott. Roberto Motta (Psichiatra).

La seconda parte della manifestazione, quella delle premiazioni dei migliori diari,  sarà condotta dalla prof.ssa Lina Vecchio e dalla Presidente dell’Associazione Culturale “Mea Lux” Angela Lombardo.

L’atteso appuntamento delle premiazioni dei vincitori del concorso anche quest’anno riserverà momenti di suggestiva ed intensa commozione per le storie premiate ricche di umanità e di vita vissuta. “Anche quest’anno la manifestazione delle premiazioni non sarà organizzata nella tradizionale location (hotel) di Giardini Naxos che ci ha ospitato per tanti anni” spiega Nunzia De Cola la quale aggiunge: “Sarà un evento ancora di piu’ imperniato di intimità e profondità organizzato nella nostra sede. Questa intrinseca identità che ha sempre caratterizzato il Concorso, in questa edizione sarà più accentuata a causa delle vicissitudini che la nostra famiglia ha dovuto affrontare e, all’emergenza coronavirus unita al desiderio e agli obiettivi che sono stati basilari nel pensiero e nel progetto di Filippo. Anche in questa edizione, questo connubio, esserci e parteciparvi, permetterà di sperimentare meandri profondi e preziosi che sono luce per la nostra vita.

La meritoria iniziativa dedicata al tema della “depressione” porta la firma di una “madre coraggio”, la signora Ada la quale dopo la morte del figlio Filippo vittima della patologia, ha fondato il sodalizio ponendosi l’obiettivo di aiutare chi è affetto da tali problemi. Filippo, nato a Messina il 28 dicembre 1962 a dieci anni si trasferisce a Milano con tutta la famiglia dove riesce ad adattarsi a fatica. Dopo il diploma di perito elettronico a causa di una forte forma di depressione, inizia il suo calvario tra ospedali e medici che si conclude il 23 gennaio 1995. Di lui rimangono i suoi diari e le sue poesie, testimonianza preziosa della sensibilità del suo animo, della profondità dei suoi sentimenti. Per raggiungere il suo obiettivo la signora Ada ha fondato “La Lanterna Bianca” associazione alla quale può rivolgersi chiunque viva il dramma di questa patologia ed un concorso finalizzato a valorizzare la parola come “momento di libera espressione di se” attraverso poesie e diari. La manifestazione, organizzata col “patrocinio morale” dei Comuni di Milano, Taormina, Giardini Naxos, Motta Camastra, Graniti e Francavilla di Sicilia, per l’assegnazione dei premi si è avvalsa di una qualificata giuria che ha selezionato i finalisti.  Nel corso della cerimonia, dopo gli interventi dei qualificati relatori, saranno premiati i migliori “diari” scelti dalla giuria.

         ROSARIO MESSINA

1X-Filippo-Tripolone-e-Nunzia-De-Cola

Filippo Maria Tripolone e la Mamma Nunzia De Cola

Gaetano Tripolone e Angela Lombardo

Gaetano Tripolone e Angela Lombardo in una passata edizione

Nunzia De  Cola con la statuetta donata dallo scultore Emes Ottaviani per il primo dei premiati Giuseppe Caputi

Nunzia De Cola con la statuetta donata dallo scultore Emes Ottaviani per il primo dei premiati Giuseppe Caputi

 

 

 

 

 

 

 

 

Elenco Vincitori Edizione 2022:

I° Class. Marco Rodari – Leggiuno (VA)
II° Class. Marco Termenana – Milano
II° Class. Giancarla Montagna – Concetta Cirigliano – (Australia)
III° Class. Armando Pirolli – Aversa (CA)
III° Class. Irma Kurti – Bergamo
IV° Class. Patrizia Pipino – Palmi (RC)
V° Class. Cristiano Parafioriti – Luino (VA)
VI° Class. Maurizio Sergi – Figline Incisa Valdarno (FI)

Premi Speciali

Carmelina Blancato Pelligra – Australia
Rosaria Miosi – Altavilla Milicia (PA)
Virginia Campanile – Otranto (TA)
Francesco Lo Giudice – Graniti (ME)
Marcus Tulius C. B. Loureiro – Brasile

Segnalazioni Di Merito

Antonio Sozzi – Trem. Etneo (CT)
Maria Pia Costantino – Roma
Ester Eroli – Roma
Giuseppe Carcione – Taormina (ME)
Nicolina Ros – San Quirino (PN)
Rodolfo Zanardi – Padova
Giuseppina Antonucci – Corigliano Rossano (CS)
Franca Littera – Decimomannu (Cagliari)
Luca Fermo – Corsico (MI)
Menzioni D’ Onore

Domenico Pujia – Roma
Pina Granata – Campofelice di Roccella (PA)
Luigino Vador – San Quirino (PN)
Luisa Catapano – Taranto
Anna Maria Zanchetta – Barbarano Mossano (VI)
Rinaudo Michela La Mattina – Palermo
Rosaria Lo Bono – Palermo
Alejandro Alvarez Fernaud – Spagna
Francesco Masini – Genova

Finalisti

Eugenio Morelli – Treviso
Ruggiero Dibitonto – Barletta (BT)
Nadia Pedrazzi – Modena
Grace Puglia – Australia
Claudio Maestrelli – (MN)
Fiorenzo Tatini – Padova
Ornella Sala – Canonica Triuggio (Monza)
Luana Lo Presto – Empoli (FI)
Giovanna Scuderi – Mascalucia (CT)
Salvatore Leone – Aci Bonaccorsi (CT)

 

 

 

 

0 58

Capo D’Orlando ME, 03.06.2022 – “Il gusto di comunicare sui social media – Come diffondere messaggi sociali attraverso il cibo” è questo il tema del Pa Social day edizione Siciliana, che si terràmartedì 7 giugno a partire dalle ore 10 a Capo D’Orlando (Me).

L’evento rientra tra quelli organizzati dai coordinamenti regionali dell’associazione italiana di comunicazione digitale PA Social che si occupa di chat, web, social network ed intelligenza artificiale e che proporrà una lunga maratona live su FacebookLinkedInYouTubeTwitch di PA Social, oltre ad aggiornamenti costanti sui principali social con hashtag #pasocial da 19 città, a partire dalle 9 sino alle 19.

Nella quinta edizione del Pa Social day la Sicilia proporrà un convegno patrocinato dalla Regione Siciliana attraverso l’assessorato al Turismo, dai Comuni di Capo D’Orlando e Bagheria e dal Marina di Capo D’Orlando.

L’evento rappresenta anche un’occasione di formazione per i giornalisti, in particolare per chi si occupa di enogastronomia, inserito in piattaforma ODG per la formazione con 3 crediti.

Dopo i saluti istituzionali dell’assessore regionale al Turismo Manlio Messina, del Sindaco Capo d’Orlando, Franco Ingrillì, dell’assessore al Turismo del Comune di Bagheria Provvidenza Tripoli, del Presidente Parco dei Nebrodi, Domenico Barbuzza e del Presidente di Capo d’Orlando Marina Cosimo Giulianoe del Consigliere dell’Ordine dei Giornalisti di Sicilia Tiziana Caruso, presentati dal coordinatore regionale di Pa Social Rosario Gullotta.

Si entrerà nel vivo delle relazioni dedicate ai diversi modi di comunicare attraverso il cibo, con focus su specifiche tematiche. Per il rapporto tra Cibo e Salute e la comunicazione per diffondere corretti stili di vita interverrà Marcello Proietto Di Silvestro, Presidente di Ristoworld Italia che proporrà una relazione su “Il ruolo dell’alimentazione stagionale e di qualità come strumento nella lotta antispreco e icona delle attività di riscatto sociale”; su Cibo e legalità la comunicazione per promuovere il reinserimento sociale interverranno con un video messaggio Lucia Lauro, Organization manager di “Cotti in fragranza”, laboratorio di cucina presso l’istituto penitenziario Malaspina di Palermo. Per Cibo e cultura la comunicazione per incentivare il consumo d’arte interverrà il giornalista Salvo Scaduto, direttore di Allfoodsicily.it, che illustrerà l’idea di un ristorante gourmet all’interno del museo Guttuso di BagheriaCibo e identità è il tema che trattterà Maria D’Amico, presidente di Amici della Terra club Nebrodi Onlus – responsabile del progetto Sicilia Tropicale, il Cibo e il turismo sarà il tema trattato nel suo video intervento da Canzio Marcello Orlando co-Founder, partner e Ceo FEEDBACK s.r.l., docente a contratto Università degli Studi di Palermo, che illustrerà il caso del Cous Cous festCibo e comunità la comunicazione per creare integrazione tra i popoli è il tema del video messaggio di Claudio Arestivo cofondatore di Moltivolti che illustrerà l’esperienza di un ristorante multiculturale di Ballarò quartiere popolare di Palermo che intorno al cibo ha saputo creare una comunità, integrando persone e storie di diversa nazionalità.

E ancora Cibo e sostenibilità è l’argomento oggetto della relazione di Caterina Lo Casto food writer specializzata in storia e cultura dell’alimentazione, ed infine Cibo e tecnologia la digitalizzazione della filiera agroalimentare è il tema che verrà affrontato da Simona Bartolozzi referente alla comunicazione e marketing di Digital Smart Academy.

A coordinare i lavori Sara La Rosa giornalista e socia Pa Social Sicilia e Marina Mancini coordinatrice regionale di PA Social e segretario nazionale del GUS gruppo uffici stampa.

Ma l’edizione siciliana del Pa Social Day non finisce qui: non si può parlare di cibo senza assaggiarlo. Al Pa Social day saranno presenti anche degli chef che oltre ad illustrare e far assaggiare i loro piatti parleranno del rapporto con la la comunicazione social per promuovere la loro attività: si tratta della Pastry chef e docente formatrice Carmen Gambino di Ristoworld Italy, di Maurone Aiello di Fratelli Aiello meat and cooker e di Claudia Lo Presti responsabile punto vendita d Anciova Pizza & Putia.

A coordinare la presentazione degli chef Gianluca Caltanissetta coordinatore Pa Social Sicilia.

Oltre ai patrocini già indicati sono media partner dell’evento: la testata on line AllFood Sicily, Indelebili CommunicationRistoworld Notizie, sponsor: Morosito Caffè, la torrefazione siciliana che per prima investe nel metaverso.

 

Locandina evento PA Social Day

Locandina evento PA Social Day

0 290

Giardini Naxos (Me) – Si è svolto , venerdi 20 maggio, presso la Palestra Comunale di Giardini Naxos , un quadrangolare di Minibasket che ha visto impegnate le associazioni,  San Paolo Basket di Cagliari, Top Five di Acireale in collaborazione con la Pallacanestro Acibonaccorsi,  Virtus Capo Peloro di Messina, e la società ospitante la Kalkis di Giardini Naxos.

Il Torneo ha evidenziato un alto livello tecnico unito ad un sano agonismo ed una buona partecipazione  di ragazze che evidenzia un crescente aumento di gradimento per questo bellissimo sport anche da parte delle donne.

Per sottolineare l’aspetto prettamente ludico della manifestazione si è evitato di formulare classifiche e i punteggi sono stati azzerati ad ogni tempo.

Alla fine delle sei partite, le squadre sono state premiate dalla rappresentante della sezione locale UNICEF, Pancrazia Marcuccio e dall’Assessore Antonio Spadaro, già Responsabile del Comitato Provinciale catanese della FIP ed in passato colonna portante del Basket Giarre.

Sono state consegnate targhe ricordo alla responsabile della Virtus Capo Peloro Lilia Malaya, a Ugo Petrina della Top Five di Acireale e a Mario Pavone della San Paolo Basket di Acireale.   

Il Presidente della squadra organizzatrice , Salvino Risitano, ha sottolineato l’importanza di questi incontri che risaltano l’amicizia e la solidarietà in nome dello sport soprattutto in questo particolare momento storico post pandemia e caratterizzato da una guerra nel cuore dell’Europa. Inoltre, fa presente che questo torneo è stato voluto anche dal coach Mario Pavone, giardinese di origine,  ma trapiantato a Cagliari per motivi di lavoro e dove ha creato una bellissima realtà sportiva con la San Paolo Basket,  sia a livello scolastico che federale.

La compagine sarda , composta da circa 30 persone, nei 3 giorni di permanenza a Naxos ha avuto modo di apprezzare le bellezze pae

Una compagine di giovani partecipanti

La squadra di casa Kalkis. Al centro il prof. Salvino Risitano e Pancrazia Marcuccio

saggistiche e culturali del nostro territorio.

I partecipanti

I partecipanti al quadrangolare

La Palestra Comunale

La Palestra Comunale

0 396
Monia Palmieri

Monia Palmieri

Il giorno 04 Giugno, alle ore 18.00, presso il Teatro Comunale di Isola del Liri (Fr) si svolgerà la edizione del Premio Internazionale Grandi Artisti “LUIGI CENTRA”, con il patrocinio del Comune di Isola del Liri (Fr) e la Direzione Artistica di Angelo De Cave.

Il Premio, nato nel 2014 per volere del pittore e scrittore Luigi Centra e del Fotografo Reporter dei Vip Gianfranco Brusegan, è diventato nel tempo un evento di risonanza internazionale ed un appuntamento di grande rilievo per  il grande livello degli ospiti e dei premiati che ogni anno vengono premiati.

Per quattro anni la prestigiosa manifestazione si è svolta a Stra (Ve), nel 2018 a Isola Del Liri (Fr), nel 2019 è protagonista oltre oceano a Rosario (in Argentina) mentre quest’anno viene riproposta nuovamente a Isola Del Liri (Fr).

Il riconoscimento, dedicato e intitolato all’artista Centra originario di  Carpineto Romano (Roma) che oggi vive a Veroli, ogni edizione premia personalità che si sono distinte nel campo dello spettacolo, dell’arte, della musica, del cinema, della televisione, della fotografia, del management artistico, della diplomazia internazionale

Anche in questa edizione 2022 gli artisti premiati riceveranno una statuetta raffigurante la “dea alata” (con il relativo attestato di conferimento del premio), creata e lavorata a mano dallo stesso Maestro Luigi Centra, noto esponente della pop art americana nel mondo il quale negli anni 60/70, ha fatto parte della corrente artistica con Mario Schifano e Mimmo Rotella e il fumettista Roy Fox Lichtenstein. Il Maestro Centra, è anche  un prolifico scrittore con ben 86 volumi al suo attivo. A lui sono stati dedicati quattro musei e quattro annulli postali dalle Poste Italiane.

Tanti i prestigiosi protagonisti di questa edizione 2022. Tra i premiati  che riceveranno l’opera artistica del Maestro Centra, la “Dea alata”, vi è anche Monia Palmieri, presentatrice, conduttrice televisiva e direttrice artistica di eventi. Personalità versatile e poliedrica è nota per aver presentato programmi televisivi su diverse emittenti TV. Ha presentato anche eventi trasmessi sulla RAI, su canali della piattaforma SKY ed eventi a carattere nazionale ed internazionale.

Assieme  a Monia Palmieri saranno premiati: il cantautore e paroliere Edoardo De Angelis, l’attrice e regista Antonella Ponziani, il cantautore-produttore Dr. Gam, il MEI (Meeting delle Etichette Indipendenti), il compositore e direttore d’orchestra Jean Marie Benjamin, l’attore di cinema, teatro e serie Tv Patrizio Pelizzi, l’attore Gianluca Magni, l’attore Massimiliano Pazzaglia, lo scrittore e sceneggiatore di film Sergio Pizio, l’attore Andrea Misuraca, lo scultore Franco Vitelli.

Nel corso della serata, condotta dal presentatore Danilo Daita, Direttore e produttore di riprese televisive, saranno consegnati anche gli attestati di “Menzione D’onore” alla ballerina Naomi Messina, alla cover Spazio Vasco, a DJ Umberto Sax, al Rettore e fondatore del Museo Centra Antonio Centra, all’attore Luciano Iafrate, alla pittrice Bruna Rotondi, allo scultore Mosaicista “Musivarius” Mariano Laureti ed alla truccatrice Cast Cinena Blentina Tafaj.

L’Evento sarà trasmesso sui seguenti canali della piattaforma SKY 882-892-898-925-948 e sui seguenti canali del digitale terrestre: canale HBBTV 123-166 CARPE DIEM.

L'artista Luigi Centra

L’artista Luigi Centra

La conduttrice televisiva Monia Palmieri

La conduttrice televisiva Monia Palmieri

Da sin.  il fotografo Brusegan, l'attore spagnolo Luis Fernandez De Eribe e Luigi Centra

Da sin. il fotografo Brusegan, l’attore spagnolo Luis Fernandez De Eribe e Luigi Centra a Stra (Ve)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

MONIA  PALMIERI

Conosciamo meglio Monia Palmieri una delle principali protagoniste del Premio Internazionale  Grandi Artisti  “Luigi Centra” edizione 2022:

Monia Palmieri

Monia Palmieri

MONIA PALMIERI, presentatrice, conduttrice televisiva, Direttrice Artistica di Eventi. Alle spalle anni di esperienza vissuta con impegno, passione e professionalità nell’ambito dello spettacolo, un percorso artistico consultabile anche sul sito www.moniapalmieri.it .

Ha condotto programmi televisivi su diverse emittenti TV. Ha presentato Eventi trasmessi sulla RAI, Eventi trasmessi su canali della piattaforma SKY ed Eventi anche a carattere nazionale ed internazionale.

Personalità versatile, poliedrica, multiforme, con attitudini naturali verso diverse forme di ispirazione artistica, dalla conduzione al canto, alla recitazione, alla poesia.

Dal 14 dicembre 2006 è socio benemerito dell’A.N.F.I. (Associazione Nazionale Finanzieri D’italia), qualifica conferitole dalla Presidenza Nazionale dell’A.N.F.I. con sede a Roma “per la fervida attività svolta in favore dell’Associazione”.

Per la sua attività di presentatrice, conduttrice televisiva e direttrice artistica di Eventi il 19 gennaio 2013, al Teatro Paisiello di Lecce, ha ricevuto il premio Lions Premio Donna Talento, manifestazione culturale organizzata dal Distretto della Puglia “Lions Club International Distretto 108 AB”.    Nel 2021 ha condotto varie puntate del programma “Diario di note” sull’emittente tv regionale Studio 100.  Ha condotto Eventi trasmessi sulla RAI come le sue conduzioni a Roma, negli anni 2005 – 2006 – 2007 all’Auditorium Parco Della Musica di Roma e nel 2009 al Petruzzelli di Bari, dei concerti della Banda Musicale della Guardia di Finanza, tutti trasmessi su RAI 1. Nel 2007 ha condotto il concerto con Michele Mirabella.

Del 2006 è la co-conduzione del collegamento, dalla provincia di Vercelli, all’interno del programma “Stelle e note di Natale” trasmesso su RAI 2 con la direzione artistica del M° Vince Tempera.  Gli anni 2003, 2004 e 2005 la vedono conduttrice nell’ambito dell’evento “Lecce Art Festival” con la direzione artistica di Patrizia Bulgari, di cui nel 2004 e 2005 vengono trasmessi “speciali” su RAI 1.

Nel 2004 intervista in inglese il cantante Michael Bublè. L’intervista è inserita all’interno dello speciale del “Lecce Art Festival”, trasmesso su RAI 1.

Ha condotto anche Eventi trasmessi su canali della piattaforma Sky.

Varie esperienze con emittenti televisive locali e regionali per la conduzione di programmi televisivi, anche in diretta, di varia natura.

Ha condotto manifestazioni, anche a carattere nazionale ed internazionale, di vario genere: kermesse di moda e bellezza, spettacoli di danza e ballo, concorsi musicali e festival anche di musica jazz, concerti di bande e fanfare militari, concerti lirico-sinfonici, cerimonie di premiazione, serate di beneficienza, eventi sportivi ed altro ancora.

Ha condotto in prestigiosi teatri e location italiani quali, per citarne alcuni, il Teatro San Carlo di Napoli, il Palazzo del Cinema del Lido di Venezia, l’Auditorium Parco della Musica di Roma, il Teatro Petruzzelli di Bari, il Teatro Massimo di Palermo, il Teatro Bellini di Catania e il Palamontepaschi (Parco Fucoli) di Chianciano Terme.

 Dal 2006 ha curato la Direzione Artistica di alcuni Eventi con conferimento di Incarichi di Direzione Artistica, di Eventi culturali e di intrattenimento, da parte di Enti.

Tra questi ricordiamo, per citarne alcuni, che è stata Direttrice Artistica, dal 2006 al 2012, di n° 7 edizioni dell’Evento “Maglie Sotto Le Stelle organizzato dalla Pro Loco Maglie Unpli; nell’anno 2009 e nel 2010 è Direttrice Artistica della manifestazione “Premio Targa Santa Cesarea Terme” organizzata dall’Amministrazione Comunale di Santa Cesarea Terme – Assessorato al Turismo e allo Spettacolo; nel 2012 e nel 2015 è Direttrice Artistica dell’Evento “Premio Cavour, per la promozione del territorio in una prospettiva di Unità, organizzato dall’Amministrazione Comunale di Sogliano Cavour – Assessorato alla Cultura; nel 2015 è Direttrice Artistica dell’Evento Gran GalàPremio Soleluna” organizzato dall’ Amministrazione Comunale di Sogliano Cavour – Assessorato alla Cultura; nel 2016 è Direttrice Artistica dell’Evento “Premio Targa Della Costa Orientale” organizzato dall’Amministrazione Comunale di Santa Cesarea Terme; nel 2017 è stata Direttrice Artistica dell’Evento Gran GalàPremio Soleluna” organizzato dall’Amministrazione Comunale di Sogliano Cavour – Delega alla Cultura.

 Ha una grande passione per il canto e dall’11 al 16 novembre 2002 frequenta a Sanremo, presso il Teatro Del Mare, in qualità di Finalista Regionale delle selezioni organizzate in Puglia, lo Stage Nazionale dell’Accademia della Canzone di Sanremo.

 Monia è anche autrice di poesie e prosa in versi ed ha pubblicato il volume dal titolo “Vivere dentro”, edito da Edizioni Del Grifo di Lecce.  Nel 2011 recita una parte nella Docu-Fiction dal titolo “In-Tessere Libertà” scritta e diretta da Massimo Fersini, ambientata presso l’Istituto di riabilitazione dei Padri Trinitari di Gagliano del Capo (Le) – Leucasia Film Produzione.

0 186

Isola del Liri (Fr) - Il giorno 04 Giugno, alle ore 18.00, presso il Teatro Comunale di Isola del Liri (Fr) si svolgerà la 7°edizione del Premio Internazionale Grandi Artisti “LUIGI CENTRA”, con il patrocinio del Comune di Isola del Liri (Fr) e la Direzione Artistica di Angelo De Cave – Amministratore dell’Agenzia Spettacoli Studio Rocca Romana e consigliere nazionale degli agenti dello Spettacolo.

Il Premio è nato nel 2014 per volere del pittore e scrittore Luigi Centra e del Fotografo Reporter dei Vip Gianfranco Brusegan. Negli anni è diventato un evento di risonanza internazionale, un appuntamento di grande rilievo, considerato anche  il grande livello degli ospiti e dei premiati che ogni anno vengono premiati.

Il riconoscimento, dedicato e intitolato all’artista Centra originario di  Carpineto Romano (Roma) che oggi vive a Veroli, ogni edizione premia personalità che si sono distinte nel campo dello spettacolo, dell’arte, della musica, del cinema, della televisione, della fotografia, del management artistico, della diplomazia internazionale.  Per quattro anni la prestigiosa manifestazione si è svolta a Stra (Ve), nel 2018 a Isola Del Liri (Fr), nel 2019 è protagonista oltre oceano a Rosario (in Argentina) mentre quest’anno viene riproposta nuovamente a Isola Del Liri (Fr).

Anche in questa edizione 2022 gli artisti premiati riceveranno una statuetta raffigurante la “dea alata” (con il relativo attestato di conferimento del premio), creata e lavorata a mano dallo stesso Maestro Luigi Centra, noto esponente della pop art americana nel mondo il quale negli anni 60/70, ha fatto parte della corrente artistica con Mario Schifano e Mimmo Rotella e il fumettista Roy Fox Lichtenstein. Al Maestro Centra, anche scrittore di ben 86 volumi, sono stati dedicati 4 musei e 4 annulli postali dalle poste italiane.

L'artista Luigi Centra

L’artista Luigi Centra

I premiati di una delle edizioni svoltesi a Stra (Ve)

I premiati di una delle edizioni svoltesi a Stra (Ve)

Da sin.  il fotografo Brusegan, l'attore spagnolo Luis Fernandez De Eribe e Luigi Centra

Da sin. il fotografo Gianfranco Brusegan, l’attore spagnolo Luis Fernandez De Eribe e Luigi Centra

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il prossimo 4 giugno saranno premiati con la bellissima “Dea alata”:

EDOARDO DE ANGELIS, cantautore e paroliere. Ha collaborato con molti tra i più grandi nomi della canzone d’autore italiana; ha scritto per Lucio Dalla, De Gregori,  Venditti, Baglioni e tanti altri. La sua prima canzone è Lella, un evergreen cantato da oltre 70 artisti;

ANTONELLA PONZIANI, attrice e regista. L’ultima musa di Federico Fellini. Ha lavorato con i migliori registi italiani e stranieri. Ha vinto il Premio di Donatello, il Ciak D’oro ed altri premi. L’ultimo suo film, nel 2021 ha vinto al Festival internazionale di Calcutta con il titolo “BLU 38”;

 Gam, cantautore, chitarrista, polistrumentista, produttore. Ha collaborato con molti artisti internazionali tra i quali Peter Godwin (autore di David Bowie e Stevie Winwood) – Mary Setrakian (cantante di Broadway e vocal coach di Nicole Kidman, Michael Bolton, etc.). Ha suonato con Vinni Colaiuta (batterista di Sting) e tante altre star internazionali. Prima del covid ha eseguito più di 170 concerti tra Stati Uniti, Spagna, Francia e Portogallo;

Discografia – MEI (Meeting delle Etichette Indipendenti) - Presidente Giordano Sangiorgi. Il MEI esiste da più di 25 anni. Ha lanciato gruppi e artisti indipendenti fra gli ultimi Diodato, Colapesce, Di Martino e Maneskin.  Ritirerà il premio il responsabile del Coordinamento Massimo Della Pelle;

JEAN MARIE BENJAMIN, compositore e direttore d’orchestra, regista, scrittore. Ha diretto film e documentari. Sceneggiatura, regia, musiche e produttore del film “Ci alzeremo all’alba” (2019). È l’autore dell’Inno ufficiale dell’UNICEF (Ode to the Child), creato a Roma nell’aprile 1984 (Coro e Orchestra della RAI di Roma, trasmesso in Eurovisione);

MONIA PALMIERI, presentatrice, conduttrice televisiva, anche Direttrice Artistica di Eventi. Ha presentato programmi televisivi su diverse emittenti TV. Ha presentato anche eventi trasmessi sulla RAI, eventi trasmessi su canali della piattaforma SKY ed eventi a carattere nazionale ed internazionale. Personalità versatile, poliedrica;

PATRIZIO PELIZZI – attore di cinema, teatro e serie tvcome Distretto di polizia 7 e 10 – Un posto al sole – Incantesimo. Ha lavorato con molti registi tra i quali Pupi Avati e Volpari. A settembre uscirà il suo ultimo lavoro “Dante” con Sergio Castellitto;

GIANLUCA MAGNI, attore poliedrico, ha lavorato con Nino Manfredi, Giancarlo Giannini, registi quali Zeffirelli, Tinto Brass, Samperi, Bolchi. Ha lavorato nelle serie tv “Bello delle donne 3” e “Incantesimo”;

MASSIMILIANO PAZZAGLIA, attore di molte fiction, tra cui “Il Maresciallo Rocca” con Gigi Proietti, “Don Matteo” e tante altre;

SERGIO PIZIO, scrittore e sceneggiatore film. Ha pubblicato i libri “La piccola Sofia”, “I paesaggi dell’anima” e “Contro il tempo”;

ANDREA MISURACA, attore di molti film, ultimo “DELITTO A PORTA PORTESE”

FRANCO VITELLI, scultore. Proprio a Roma ha avuto la possibilità di frequentare la galleria Farnese che riproduceva oggetti antichi. Ha viaggiato in Tunisia, Grecia e Egitto dove ha parlato dell’artista Folco Quilici. E’ uno scultore che dalla pietra crea stupefacenti figure come dicono vari critici.

Nel corso della serata, condotta dal presentatore Danilo DaitaDirettore e produttore di riprese televisive, saranno consegnati anche gli attestati di “Menzione D’onore” alla ballerina Naomi Messina, alla cover Spazio Vasco, a DJ Umberto Sax, al Rettore e fondatore del Museo Centra Antonio Centra, all’attore Luciano Iafrate, alla pittrice Bruna Rotondi, allo scultore Mosaicista “Musivarius” Mariano Laureti ed alla truccatrice Cast Cinena Blentina Tafaj.

L’Evento sarà trasmesso sui seguenti canali della piattaforma SKY 882-892-898-925-948 e sui seguenti canali del digitale terrestre: canale HBBTV 123-166 CARPE DIEM.

La presentatrice Monia Palmieri una delle premiate della edizione 2022

La presentatrice Monia Palmieri una delle premiate della edizione 2022

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 IL MAESTRO LUIGI CENTRA

Il pittore Luigi Centra

Il pittore Luigi Centra

Nel corso della sua carriera Centra  ha collaborato a tante iniziative e ricerche a favore dell’umanità e sull’energia pulita, iniziative molto spesso patrocinate da: ONU, UNESCO ed UNICEF presso l’Università degli Studi di Milano a Crema (Cremona). Nell’ateneo cremonese inoltre gli è stato dedicato uno spazio permanente  con le sue opere esposte. Egli  è un artista vivente al quale  è stato dedicato un museo proprio con centinaia di opere e numerosissimi cartacei  e materiale elettronico ”MUSEO ARTE MODERNA LUIGI CENTRA” presso la Biblioteca del Comune di Monte San  Giovanni Campano (Fr), nonché una sala permanente ”SALA CENTRA”  nel Teatro Federico Secondo presso il Comune di Rocca d’Arce (Fr) ed altre ancora come nella Biblioteca Comunale  di Ceccano (Fr), una saletta con tantissimi cartacei, fotografie, testi, volumi e cd rom; gli è stato anche dedicato uno spazio verde Centra Park” a S. Pietro di Stra (Venezia).

           Luigi Centra  è stato  dichiarato Ambasciatore dell’Arte Italiana nel Mondo ; hanno scritto di lui  critici come: Vittorio Sgarbi , Jonatan  Ziwago,  Rischard  Seidel,  Antonio  Oberti, Prof. Carlo Giulio Argan ; è inserito nelle più prestigiose enciclopedie d’arte moderna e nelle guide turistiche insieme ai più rinomati personaggi del cinema, della televisione, della  moda e dello spettacolo, come: Gucci, Gophard, Cavalli, con vari attori internazionali nel Festival del cinema di  Cannes  riportato sulla “ Tourisme  International  Guest  Guide“ Costa Azzurra Mediterranea,  Nizza (Francia) 2002  e nei migliori musei nazionali di arte moderna nel mondo, come: “Courtauld  Institute  Museum  of  ar Somerset  House”  London ,  il   “ Modern  Art  Museum  Moderner”  Klagenfurt  in Austria,  quello di   New York  negli  U.S.A.”il Museo Nazionale di Arte Moderna”,  “Louisiana National Museum  of  Modern  Art” Humleb/EK  U.S.A.,  ”San Francisco Museum  of Modern Art”  California U.S.A.,  “Museum  of  Contemporary  of  Toronto” Canada, “ National Museum “Hong  Kong”  ( Giappone) e tanti altri  in Italia, come per esempio “Museo Civico di Storia Naturale” e “Museo Del Mare” a  Giardini Naxos di  Messina (Sicilia),  ” Museo del  Vaticano”  e nei  “Saloni di Sua Santità”, il  “Museo  Comunale dell’Informazione  dell’Arte  Moderna”  Senigallia (Ancona) ”Museo dell’Occhiale” di Tai, a Pieve di Cadore (Belluno ),  “Museo Carnico delle Arti e Tradizioni Popolari Luigi Michele Giordani” Tolmezzo (Udine)  “Museo Etnografico di Palazzo Veneziano”  Malborghetto (Udine)  e tanti altri. E’ inserito su molte biblioteche nazionali e comunali in Italia, tra cui: ”Archivio Storico di  Stato  della Biennale di  Venezia”.  Per anni l’artista, che da tempo ha scelto il frusinate e Roma nel Lazio come punto di riferimento, ha lavorato presso la Croce Rossa Italiana contribuendo a favore dei terremotati  e laddove c’è stato emergenza di calamità naturale nel mondo; è stato nel Golfo di Aden, nello Yemen  e  a Tripoli e Bengasi , in Libia (Africa), nella Repubblica  Democratica  del  Congo  R.D.C. ex Zaire, in Somalia ed Etiopia.

         C’è da dire che è un artista a tutto campo che, come un “Gulliver” vagabondo nel mondo,  ha scritto e pubblicato oltre 86 libri di poesie, di storia , di guerra e sull’incastellamento delle fortezze e torri di tutto il Sud Lazio ; per questo ebbe il Premio alla cultura dalla presidenza del Consiglio dei Ministri nel 1998. Ha scritto libri d’ arte, racconti, narrativa e poesia, romanzi d’amore.   Nel suo primo volume di poesie dal titolo ”Pensieri Memorie e Canti” nel 1976 l’Editore Guido Massarelli  di Campobasso si legge:  ”Centra è un poeta per vocazione e un pittore per diletto”.

         Luigi Centra è  affreschista ed ha eseguito molti  lavori nei palazzi di antiche nobiltà e in diverse chiese dove ha donato molte opere religiose . Molti sono stati  i “Master Class” nel mondo , tanto che presso alcune accademie di Belle Arti,  gli studenti  hanno avuto modo di scrivere tesi sulla sua figura di artista contemporaneo.   Nel suo viaggio nell’arte lungo una vita  in giro per il mondo  “The  Italian  Art  In The World”, Centra  ha dovuto affrontare numerose  difficoltà , ha sofferto per  varie problematiche che accadono a chi viaggia di frequente , oltre a tanti  avvenimenti anche la fame, soprattutto negli  Stati Uniti d’America o a New York e a Boston  e nella Grand  Rue di Besancon dove scorre il Fiume  Le Dubs e lungo  La Senna  a Parigi in Francia e sulla riva del Tamigi a Londra. Negli anni in cui viveva in Germania  a   Munchen – Monaco di  Baviera- dove scorre il Fiume Isar  e a Hofeim Ried, nei pressi di Worms dove scorre  il  Reno  e l’acqua si adagia  gelida sul Lago di Starnberg  e a Sonthofen nei pressi di Kempten dove scorre il Danubio e il Fiume Iller  Centra  pagava i pasti nei  ristoranti  -Gasthaus- con le sue opere che a volte eseguiva sul posto, come ha fatto in diverse località in Italia, come a Castions  di Strada di  Udine, al  Ristorante Levade. E’ stato tra i primi artisti a dipingere le fotografie in bianco e nero con i colori ricavati dalla carta velina,  in cambio di pochi spiccioli o cibo. Nel 1960 dipinse la prima tela con le lenzuola usate di sua madre con gli smalti di suo fratello  Mario che faceva il pittore edile. Lui lo aiutava nell’esecuzione dei  geroglifici  e greche  intorno alle  camere e con la pompetta  per  l’insetticida  riempita di colore eseguiva  inconsciamente  la  Pop –Art  sui bordi delle camere intorno e sotto i soffitti.  Stiamo parlando della fine degli anni 50-60 (1959-60).

         Nel 2003 Centra si reca a Boston, a Cambridge, per una sua mostra personale presso la Società Dante Alighieri, ma al ritorno all’Aeroporto di Logan Centra fu scambiato per terrorista e gli furono sequestrati tutti i colori; ci fu un vero incidente diplomatico ma per fortuna si concluse tutto a buon fine.

      Nel 2008 presso la Prefettura di Frosinone gli è stato dedicato un annullo dalle Poste Italiane con lo slogan: ”QUANDO IL COLORE FA RUMORE

Nel 2010 è stato premiato a Misterbianco-Catania nella serata dei Premi “Mea Lux” per i suoi molteplici meriti artistici assieme al fisico nucleare catanese di fama mondiale, Fulvio Frisone. I loro nomi figurano nell’Albo D’Oro dei Soci Onorari dell’Associazione Mea Lux . In quell’occasione, ad entrambi, la presidente Angela Lombardo,  ha consegnato la tessera di Socio Onorario dell’Associazione Scientifico Culturale  “Mea Lux”.

Nella foto Angela Lombardo presidente dell'Associazione scientifico culturale Mea Lux premia lo scineziato Fulvio Frisone e il Maestro Luigi Centra

Nella foto Angela Lombardo presidente dell’Associazione scientifico culturale Mea Lux, la prof.ssa Angela Lina Vecchio, lo scienziato Fulvio Frisone con la mamma Lucia e il Maestro Luigi Centra

 

 

 

 

 

 

 

0 51

Taormina – Appuntamento da non perdere domenica 5 giugno, alle ore 18:30, presso la panoramica terrazza dell’Excelsior Palace Hotel di Taormina per l’anteprima del Caffè Letterario di “SPAZIO al SUD”, condotta dalle giornaliste Milena Privitera e MariaTeresa Papale, che vede protagonista Luigi La Rosa, affermato scrittore ed insegnante di scrittura creativa che fa la spola tra Parigi e la Sicilia,

Dopo il grande successo di “L’Uomo senza Inverno. Storia di un genio dimenticato dell’Impressionismo” – Piemme edizioni – dedicato a Gustave Caillebotte, La Rosa ritorna in grande spolvero sulla scena letteraria proponendo “Nel furor delle tempeste” – sempre per i tipi Piemme – dove la narrazione della breve vita di Vincenzo Bellini va sviluppandosi sulla base di una solida trama, accurata ricostruzione storica frutto di una meticolosa ricerca delle fonti, mentre viene affidato all’elegante ordito di suggestive invenzioni il credibile dipanarsi di emozioni e sentimenti.

Alto, biondo, con gli occhi azzurri, definito per la sua delicata bellezza il ”Cigno”, Bellini, marchiato com’è dal fuoco dirompente della passione per la Musica, è l’enfant prodige, la splendente meteora che scuote e travolge col suo eccezionale talento la scena del melodramma italiano.

E Luigi La Rosa, nel raccontarcene la storia, ancora una volta sfodera l’elegante sontuosità, la profonda limpidezza, la sapiente armonia della sua scrittura per farci coinvolti spettatori dei successi e delle ostili gelosie, degli amori travolgenti e degli affanni interiori, della fragile salute e della tormentata, intima, solitudine che hanno contrassegnato la vita del grande compositore, seguendo i passi di Bellini dagli inizi di Catania, passando per i duri anni di studio al Conservatorio di Napoli, per approdare ai Teatri templi della lirica di Venezia, Parma, Genova, la Scala di Milano, non dimenticando Londra e Parigi. In un singolare amalgama di atmosfere immaginate e di fatti realmente accaduti che la penna raffinata di La Rosa rende perfetto.

L’evento, organizzato dalla associazione “Arte&Cultura a Taormina”, presieduta da MariaTeresa Papale, vede la sponsorizzazione dell’Associazione Albergatori di Taormina, il patrocinio del Comune di Taormina, di Club Unesco di Taormina – Val dell’Alcantara e d’Agrò, la partnership di servizio del “Gais Hotels Group” e quella amicale con Piazza Dalì.

La locandina dell'evento

La locandina dell’evento

0 1019

Giardini Naxos (Me) –  Una delegazione del PCI della Sicilia con Roberto Bauccio segretario regionale, Luca Cangemi del Comitato Centrale, Rodolfo Barbera della segreteria regionale e Antonio Sena , Lorenzo Arnese e Franca Romano della sezione di Giardini Naxos si è recata presso la tomba della cittadina russa  Claudia Ivanovna Startseva, nel cimitero di Giardini Naxos , per deporre un omaggio floreale.

Come è noto negli scorsi giorni la tomba che raccoglie i resti della cittadina russa era stata oggetto di un presunto atto vandalico che potrebbe ricondursi al clima di odio diffuso, in questo grave momento di tensione internazionale a causa della guerra in Ucraina.

Di seguito l’omaggio floreale presso la tomba della cittadina russa Roberto Bauccio ha detto: “A questo gesto grave e assurdo i comunisti siciliani hanno voluto rispondere con un gesto di rispetto e umanità. Un gesto che esprime anche la volontà di pace e cooperazione tra i popoli, contro ogni discriminazione e razzismo. Claudia Ivanovna Startseva , che è morta l’anno scorso poco prima di compiere cento anni, faceva parte di quella generazione dei popoli dell’URSS che, a prezzo di enormi sacrifici sconfisse il nazismo. Ricordiamo, anche  attraverso questo semplice omaggio, quella pagina di storia che non deve dimenticata e deve servire di monito per il presente.”

La rappresentanza del PCI che ha reso l'omaggio floreale alla cittadina Russa

La delegazione del PCI che ha reso l’omaggio floreale alla cittadina Russa

Arnese Lorenzo dei pone i fiori nella tomba della cittadina russa

Lorenzo Arnese depone l’omaggio floreale sulla tomba della cittadina russa

0 49

NOTE DI PASSAGGIO è il titolo dell’iniziativa omaggio a Franco Battiato, in occasione del primo anniversario della sua scomparsa, che si terrà a Milo da mercoledì 18 a domenica 22 maggio.

 Si tratta di una grande rassegna, composita e articolata, che esplora tutti i contesti artistici e non in cui Franco Battiato si è trovato ad operare in mezzo secolo ed oltre di costante attività e ricerca.

L’iniziativa, voluta dal Comune di Milo con il patrocinio dell’Assessorato Beni Culturali e Identità Siciliana della Regione Siciliana e in collaborazione con il Centro Studi di Gravità Permanente, l’Associazione turistica Pro – Loco Milo e l’Istituto di Istruzione Superiore “M. Amari” di Giarre, è caratterizzata da diversi eventi collocati in differenti location sia a Milo che a Giarre.

  L’apertura (giorno 18, ore 7,00 Belvedere Giovanni D’Aragona) della rassegna sarà caratterizzata da un momento meditativo che vedrà riuniti esponenti di diverse tradizioni spirituali ed artistiche. Una vera e propria meditazione che richiamerà lo spirito più segreto e mistico di Battiato.

 Nel pomeriggio, (ore 17.00, Centro Servizi) il sindaco di Milo, Alfio Cosentino, Fiorella Nozzetti e Alfredo Cavallaro (Presidente della Pro Loco Milo) presenteranno la rassegna unitamente al progetto di realizzazione di una statua celebrativa che riproduce Franco Battiato e Lucio Dalla. L’opera, di cui esiste già un modello, sarà realizzata dal maestro Placido Calì.

 A seguire (ore 17.30) si terrà la presentazione del nuovo libro dello scrittore e saggista Guido Guidi Guerrera dal titolo “L’uomo dell’isola dei giardini”, una analisi approfondita dei contenuti simbolici ed esoterici dell’artista. La presentazione, moderata da Alessio Cantarella, sarà arricchita dalla lettura di frammenti del libro a cura degli attori Lucia Sardo e Alfio Zappalà.

 Molto l’atteso l’omaggio musicale (ore 20.30, esterno piazzale di Milo) del compositore Stefano Pio (figlio del violinista Giusto Pio, coautore di molti brani celebri dell’artista siciliano). L’Opera, che sarà presentata in anteprima a Milo, si intitola “Hu o la nostalgia dell’amato” e vede sul palco un Ensemble composta da un quintetto d’archi, pianoforte, tastiere, danza, il tutto incorniciato dalle voci di Enrico Masiero e Daniela Papale.

L’opera sarà introdotta da un gradito omaggio del brano di particolare suggestione ed attualità, “PACE”, eseguito da Rosario Di Bella.

Giovedi 19 (Centro Servizi, ore 17.00) sarà la volta della presentazione del libro “Viaggio nella Commedia di Dante” di Paolo Sessa.

Assieme all’Autore, e coordinati da Turi Caggegi, ci saranno Mario Tropea e Sergio Cristaldi (Università di Catania) e la dantista Maria Soresina. Il vice-sindaco di Milo, Concetta Cantarella, porterà i saluti dell’Amministrazione.

 

A seguire (ore 18.00) un incontro intitolato “Franco Battiato e la visione di Dante Alighieri” (viaggio nel regno del ritorno), condotto da Fabio Bagnasco e Fiorella Nozzetti.

In conclusione (ore 19,00), la proiezione di “Attraversando il Bardo”, ultimo docufilm di Battiato in cui si affronta il tema complesso del passaggio nell’Aldilà secondo differenti tradizioni spirituali e le più recenti cognizioni scientifiche.

La locandina

La locandina

 

Venerdi 20 è prevista una fittissima serie di appuntamenti: A Giarre, presso l’Aula Magna I.I.S. “M.Amari” (ore 10.00) Graziana Di Biase (Studiosa di cinema) incontrerà gli studenti sul tema “Il cinema di Franco Battiato, la purezza del linguaggio.

 

Si ritorna a Milo (Centro servizi, ore 16.)

Dopo il saluto dell’assessore al Turismo del Comune di Milo, Francesca Strano, sarà la volta della proiezione di “Cento miliardi di stelle”, una raccolta di testimonianze audiovisive, curata da Alessio Cantarella, che vede protagonisti artisti, giornalisti, produttori e altri amici di Battiato che racconteranno il loro rapporto con il compositore. La proiezione sarà presentata da Fiorella Nozzetti.

 

A seguire (ore 17,00), “La scomparsa misteriosa e unica di Franco Battiato”, libro scritto a quattro mani da Vincenzo La Monica e Giuseppe Piccinno, che sarà l’oggetto della relazione di Paolo Sessa, alla presenza dei due autori.

 

Seguirà (ore 18.00) con la presentazione della nuova edizione del volume “Il cinema di Franco Battiato, un mezzo di conoscenza”, introdotto da Graziana De Biase (autrice del saggio) e Fabio Bagnasco. A chiusura dell’incontro la proiezione del docufilm “Auguri Don Gesualdo”, realizzato da Battiato nel 2010 come affettuoso omaggio allo scrittore Gesualdo Bufalino.

 

Sabato 21 (Centro servizi, ore 9.00) sarà la volta di un convegno che approfondirà la sottile relazione tra il sommo poeta e Franco Battiato. Moderati da Paolo Sessa, la dantista Maria Soresina, il saggista Massimo Desideri, il dantista Nicolò Mineo e il medico Amal Oursana si confronteranno sul tema “Dante e Battiato tra arte e spiritualità”.

 

Alle ore 16.30, un intervento dello scrittore e assessore regionale ai Beni Culturali, Alberto Samonà, introdurrà una relazione di Tito Rinesi e Piero Grassini su “Il sufismo e Battiato”, contrappuntata dalle letture di testi mistici Sufi a cura degli attori Lucia Sardo e Alfio Zappalà. Modera Fiorella Nozzetti.

“Dargah– la soglia” è il titolo del concerto-incontro (ore 18.00) sulla musica sufi.

Sul palco Tito Rinesi con l’Ensamble Dargah, per presentare un percorso di musiche e canti sui testi più conosciuti dei poeti del sufismo.

Domenica 22 – Seminario di danza Sufi (Centro servizi dalle ore 9,00 alle 12.00), a cura di Amal Oursana.  Nel pomeriggio (ore 17.00), un delicato adattamento per coro di alcune composizioni di Battiato ed esecuzione di brani di Georg Friedrich Handel (compositore su cui lo stesso Battiato aveva progettato un lungometraggio) si terrà presso la Chiesa madre di Milo Sant’Andrea a cura della

Compagnia polifonica di Giarre, diretta dal maestro Giuseppe Cristaudo.

“Torneremo ancora” (Belvedere Giovanni D’Aragona, ore 19.00) è invece il titolo dell’omaggio che concluderà la rassegna milese, a cura dell’organizzazione             Pro Loco Milo.

Un particolare approfondimento sull’opera pittorica e grafica di Franco Battiato è costituito dalle due mostre che si potranno visitare durante l’arco della manifestazione. La prima, intitolata “Gilgamesh” – Opera grafica – video del 2007, espone la partitura originale dell’opera, bozzetti scenici, tre opere di grafica, unitamente alle pagine del libro. L’opera è stata donata al Comune di Milo e al Centro Studi di Gravità Permanente.

Una lettura fotografica della musica dell’artista è invece “I giardini della preesistenza”, realizzata da Enzo Ferrari.

RIMANI IN CONTATTO