GENNAIO 2023
Home Tags Posts tagged with "Taormina"

Taormina

0 89

 MESSINAIl 7 gennaio 2023 ore 9:30 nell’Aula Magna Istituto di istruzione superiore Francesco Maurolico  di Messina sarà celebrata la Giornata Nazionale del Tricolore, alla presenza degli studenti e delle  Autorità religiose, civili, militari. Invitate le associazioni combattentistiche e d’arma del territorio siciliano e della regione Calabria. L’evento con cui sarà celebrato il 226°Anniversario della Nascita della Bandiera italiana è  promosso dall’ A. N. I. O. M. R. I. D. (Associazione Nazionale Insigniti dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana e Decorati) sezione territoriale di Messina col patrocinio dell’Università degli Studi di Messina, dell’Istituto del Nastro Azzurro fra combattenti decorati al valor militare – Federazione Provinciale di Messina, ed è coordinato e sarà moderato dal consigliere nazionale A.N I. O. M. R. I. D. Cav. OMRI Avv. Silvana Paratore. Tra gli illustri relatori della tavola rotonda sul tema: Simboli, Valori e forme dell’unità nazionale dal 1861 ad oggi:  il prof. Luigi Chiara ordinario di Storia contemporanea e Pro-rettore Affari Generali dell’Università degli Studi di Messina;  il prof. Luigi D’Andrea, Ordinario dell’Università degli Studi di Messina,; il Ten. Col. Domenico Oppedisano Comandante del Distaccamento del 5°Rgt Fanteria Aosta- Esercito italiano; il prof. Biagio Ricciardi Presidente dell’Istituto del Nastro Azzurro fra combattenti decorati al valor militare – Federazione Provinciale di Messina. Previsti i saluti istituzionali della Dirigente scolasti.ca prof.ssa Giovanna De Francesco, del Presidente Nazionale A. N. I. O. M. R. I. D.  Ufficiale Cav.  OMRI Dott. Francesco FrazziL etta e gli interventi dell’Assessore regionale ai beni culturali e dell’identità siciliana On. Elvira Amata  e del componente Commissione Giustizia della Camera dei Deputati On. Tommaso Calderone.

L'Avv. Silvana Paratore

L’Avv. Silvana Paratore

La locandina dell'evento

La locandina dell’evento

 

0 137

Taormina – La Perla dello Jonio è tornata ai fasti del precovid riproponendo la tradizionale festa di fine anno svoltasi, quest’anno, in Piazza Duomo. L’evento è stato promosso dal  Comune di Taormina in collaborazione con la Società Cooperativa ITC XXIV Maggio e l’Assessorato al Turismo, Sport e Spettacolo della Regione Siciliana.   Tra i promoter della serata di fine anno Salvo Mannino “management” il quale ha sottolineato il grande successo fatto registrare dallo spettacolo di fine anno per il Countdown di mezzanotte. “E’ stato un grande successo” ha commentato Mannino a fine serata “ con un pubblico numeroso e non solo  siciliano ma anche straniero venuto a Taormina per festeggiare l’arrivo del 2023. E’  stata un serata fantastica con un pubblico elegante. Dopo la disastrosa pandemia la gente ha voglia di tornare a divertirsi e lo ha fatto venendo in gran numero a Taormina la notte di Capodanno.  Ringrazio il Sindaco Mario Bolognari, l’assessore al turismo, spettacolo Andrea Carpita, la Giunta, il Consiglio comunale e la Presidente Lucia Gaberscek, il consigliere Manfredi Faraci e gli uffici comunali che hanno permesso la realizzazione dell’evento. L’ASM con il segretario generale del Comune di Taormina Dott. Giuseppe Bartorilla.  Il commissariato  di Polizia Taormina e tutte le Forze dell’ordine. L’Assessore al turismo, sport, spettacolo della Regione Siciliana Francesco Scarpinato.  Aberto Cardillo Il capo segreteria del Presidente dell’Assemblea della Regione Siciliana Gaetano Galvagno.  Facendo squadra e sistema si riesce ad ottenere un grande evento di successo”.

A Taormina il 2023 è dunque arrivato sotto i buoni auspici. Durante la serata  ha suonato  il produttore di dance hit Joe Bertè che è stato da poco a Dubai il quale ha creato una sinergia di musica con Taormina. A dare tono alla serata la vincitrice “The look of the Year” Stile 2022 Aurora Solarino. La serata è stata condotta   dalle gemelle  Vanessa e Manuela Melita volti noti della TV. Presente anche il regista Fabio Di Dio Buono e il fotografo Rocco Bertè con la collaborazione di Maskenada e l’agenzia Sam di Salvo Zappalà e tanti partner che hanno collaborato.

La Serata di Piazza Duomo. Al centro Salvo Mannino Management

La Serata di Piazza Duomo. Al centro Salvo Mannino Management

0 1160

Il baritono Alessandro Maccari da poco ha pubblicato cinque Saggi con la Casa Editrice Cuecm di Catania che sono in distribuzione nazionale con La Feltrinelli. Ecco i loro titoli: “La musica vocale da camera-aspetti didattici ed estetici”, “Trovatori e Trovieri-origini dell’aria da camera”, “La musica vocale da camera di Rossini, Donizetti, Bellini e Verdi”, “La liederistica di Franz Schubert”, “La Gioia del Canto é Universale-Robert e Clara Schumann”.

Nel contempo, sono stati pubblicati tre CD che vedono Alessandro Maccari eseguire circa 30 brani di repertorio Operistico, Cameristico e Liederistico di grande livello, mettendo in risalto la versatilità di questo interprete, capace di diversificare le sue interpretazioni seguendo gli stili e le diverse epoche storiche, con uno studio non solo tecnico/vocale, ma con un’attenta ricerca estetica.

La voce del Baritono Alessandro Maccari continua a conquistare il pubblico in tutta la vasta attività operistica e Concertistica e in quest’ultima é accompagnato al pianoforte dalla versatile Luisa Pappalardo, soprano e pianista. I CD sono curati dalla Produzione Musicale L. O. S. Lyric Opera Symphony SIAE 2022.

ll duo musicale Maccari – Pappalardo, ha all’attivo numerosi concerti in tutto il territorio siciliano e continua la sua attività artistica prediligendo, per l’esecuzione del proprio repertorio operistico, luoghi d’arte dove ha sempre dimostrato grande livello musicale e dove la cultura è il “centro” dell’evento. I loro concerti , sono frutto di una attenta ricerca del repertorio, che tiene conto dell’estetica, della storia e dell’arte scenica interpretativa. Schumann, Mendelssohn, Schubert, Mozart, Rossini, Bellini, Verdi, sono alcuni dei loro musicisti preferiti che propongono nei loro concerti dove la voce umana (del baritono Maccari) diventa  strumento dialogante con il pianoforte (con il quale la prof.ssa Pappalardo accompagna con talento e bravura Maccari), in una indiscutibile fusione di variegate sonorità. A questo proposito il baritono Alessandro Maccari ha dato spesso prova della sua grande tecnica. Un cantante verdiano che nello stesso tempo riesce ad intensificare la delicatezza dei suoni, in una gamma varia di sfumature, mantenendo la potenza della sua bellissima voce.

Le loro attività culturali per il prossimo futuro hanno già un palinsesto ricco di appuntamenti che nei prossimi mesi li vedranno ancora protagonisti in tanti luoghi culturali prestigiosi della Sicilia.

Il baritono Alessandro Maccari

Il baritono Alessandro Maccari

la pianista Luisa Pappalardo

la pianista Luisa Pappalardo

I tre Cd pubblicati da  Maccari

I tre Cd pubblicati da Maccari

Uno dei saggi pubblicato da Maccari

Uno dei saggi pubblicato da Maccari

 

0 137

Giardini Naxos (Me)Il 23 dicembre in un noto locale di Giardini Naxos il cantautore siciliano Simone Lo Porto si esibirà in concerto proponendo  il repertorio di “Un viaggio nel magico” il suo secondo lavoro in uscita su etichetta Vrec. Il disco è anticipato dal singolo ‘Fiamma su Famma’, attualmente in promozione radiofonica. “Un viaggio nel magico” è un vero e proprio percorso, raccontato canzone per canzone, dell’esperienza sudamericana del cantautore italiano: dalla partenza predetta da una cartomante passando poi per Venezuela, Brasile, Perù, Bolivia, Cile, Ecuador, Argentina, Paraguay ed infine Colombia, attraverso storie (‘Garibaldi’), incontri passionali (‘Bela Mirela’, ‘Noir’), paesaggi (‘L’immagine di te’, ‘Tierra Buena’) e molto altro. Simone Lo Porto cantautore nato a Milano ma Siciliano d*adozione e di spirito. Il concerto del 23 è frutto della ricerca certosina di Andrea Avanzato e Giuliano Reyes  che, da tempo, organizzano serate musicali dove hanno cercato di proporre artisti validi e di stili differenti. Con Lo Porto si esibiranno anche Mirko Greco alla chitarra e Andrea Liitta alla batteria.

La locandina del concerto

0 114

Venerdì 16 dicembre a Giardini Naxos si esibirà in un noto locale di Naxos il chitarrista Carmelo Pipitone. Nel corso della serata presenterà il suo ultimo album “Segreto Pubblico” .  A mettere a segno questo straordinario  evento due noti mattatori di eventi musicali, Andrea Avanzato e Giuliano Reyes che sono riusciti a  portare a Giardini Naxos il noto musicista. “Carmelo Pipitone” commenta Andrea Avanzato “è una stella del panorama musicale nostrano e non poteva mancare nelle nostre serate che hanno visto protagonisti tanti nomi eccellenti della musica nazionale ed internazionale. Si prospetta una serata coinvolgente  che spero possa rimanere nei cuori di tutti.”

CARMELO PIPITONE

Con i Marta sui Tubi ha pubblicato 6 album in studio: Muscoli e dei (2003) – C’è gente che deve dormire (2005) – Sushi & Coca (2008) – Carne con gli occhi (2011) – Cinque, la luna e le spine (2013) – Lostileostile (2016), un album dal vivo Cinque HYPERLINK “https://it.wikipedia.org/wiki/Cinque,_la_luna,_le_spine_e_il_live”, la luna, le spine e il live (2013) e una raccolta dei brani più importanti Salva Gente (2014).

Preziose le collaborazioni con artisti del calibro di Lucio Dalla, Franco Battiato, Enrico Ruggeri e tappe importanti come il Primo Maggio a Roma, Italia Wave prima dei Placebo, le apparizioni legata alla fiction “Romanzo Criminale” e le prestigiose partecipazioni alla trasmissione “Che Tempo Che Fa”.

 Nel 2009 Carmelo Pipitone riceve il Premio Insound come migliore chitarrista acustico. Partecipa al Festival di Sanremo 2013 nella categoria “Big” con due brani “Dispari” e “Vorrei”, duettando, nella serata dedicata ai brani storici, con Antonella Ruggiero.

Nel 2014 contribuisce alla formazione della superband O.R.K. con Lorenzo Esposito Fornasari (Hypersomniac, Bersèk) voci e tastiere, Carmelo Pipitone alle chitarre, Colin Edwin (PorcupineTree) al basso e PatMastelotto (King Crimson) alla batteria.

Nell’estate del 2017 inizia a suonare con i Dunk (Ettore, Marco Giuradei e Luca Ferrari dei Verdena) e anche questa collaborazione gli permette di andare in tour per i Club e Festival d’Italia per tutto il 2018. Nel frattempo accumula materiale per la sua prima pubblicazione da solista. Il suo primo album da solistaCornucopia” è uscito il 16 novembre per La Fabbrica etichetta indipendente ed è stato prodotto da Lorenzo Esposito Fornasari.

 Carmelo Pipitone – Segreto Pubblico

“Segreto pubblico” è il secondo album da solista di Carmelo Pipitone, chitarrista e cofondatore del gruppo Marta sui Tubi e membro delle band O.R.K. e Dunk.

Il disco, che vede nuovamente la produzione artistica di Lorenzo Esposito Fornasari, già al lavoro al fianco di Carmelo Pipitone nel precedente “Cornucopia”, è stato anticipato dal singolo e video “Le mani di Rodolfo”.

Musicista dalla creatività instancabile e dalla grande originalità compositiva, Carmelo Pipitone ha fatto della potenza del suono e di un linguaggio ossimorico e viscerale i suoi marchi di fabbrica, consegnando, a due anni di distanza dall’esordio solista, 11 nuovi brani che presenta con queste parole: “Terrore, ricordi di felicità, mani che sfiorano, amici scomparsi, lettere perdute nel tempo, sogni, incubi, passioni, abusi, cadute  e ricadute, vertigini della mente, allucinazioni e ossessioni.

Queste 11 canzoni sono il ritratto del nostro lato oscuro, è un segreto che tutti possono toccare come si tocca un livido anche se ci fa male.” Con il precedente album “Cornucopia”, ha raccolto i consensi della critica e il favore del pubblico, realizzando anche un lunghissimo tour di presentazione che è stato teatro perfetto della sua dirompente carica rock e delle sue capacità performative.

Il chitarrista Carmelo Pipitone

Il chitarrista Carmelo Pipitone

 

 

0 137

Giardini Naxos (Me) – Il 23 dicembre alle ore 15 nella Palestra Comunale di Giardini Naxos si terrà il torneo di basket 3vs3 Naxos Xmas Tournament, che vedrà partecipare tantissimi ragazzi provenienti dalla Sicilia orientale. Le iscrizioni sono aperte e si chiuderanno il 19 dicembre e possono partecipare tutti gli atleti appassionati di basket. Un evento che arriva alla sua quarta edizione e che negli anni ha alzato l’asticella garantendo a tutti i partecipanti divertimento e competizione.

Gli organizzatori Davide Amoroso e Alex Spadaro promuovendo l’evento hanno detto: “Vi aspettano per una giornata ricca di emozioni e trofei. Saranno infatti premiati 1°, 2°, e 3° squadra classificata e, consegneremo un premio al miglior giocatore del torneo. Ad ogni partecipante sarà consegnata una canotta con la quale potrà disputare le varie partite del torneo. Un ringraziamento al Comune di Giardini Naxos“.

La locandina dell'evento

La locandina dell’evento

Davide  Amoroso

Davide Amoroso

Continua inarrestabile come un fiume in piena l’attività culturale del Prof. Elviro Langella già docente del Liceo Scientifico di Giardini Naxos e assessore alla Cultura che continua a produrre nuovi lavori culturali di rilevanza internazionale. L’ultima sua fatica è il romanzo illustrato “2022-2023 Procida, Napoli, Cartagena: il Viaggio in Sogno Omaggio alla Virgen de la Caridad di Cartagena nel trecentenario dell’arrivo da Napoli”.

Si tratta di un progetto corredato da 80 tavole, commentato da Domenico Macaluso Ispettore Onorario dei Beni Culturali assessorato Regione Siciliana, che Elviro Langella, professore e studioso di Storia dell’Arte e appassionato scrittore campano di nascita e siciliano di adozione, ha dedicato al trecentenario dell’arrivo a Cartagena, da Napoli, della Virgen de la Caridad di Carmine Lantriceni, che sarà celebrato in Spagna il prossimo 17 aprile 2023.

L’evento, atteso con forte motivazione dalla comunità di Cartagena per il consolidato legame devozionale con la Vergine, patrona della città murciana, nonché per l’impegnativa opera di restauro della Basilica di Nuestra Señora de la Caridad rinata per l’occasione a nuovo splendore, acquista ancora maggiore solennità in quanto coincidente, tra l’altro, proprio col centenario dell’incoronazione canonica della Vergine, risalente al 17 aprile 1923.

Il progetto, che a breve sarà pubblicato sotto forma di libro, rappresenta l’ulteriore, imprescindibile tappa del più ampio percorso “Capolavori a confronto” che ha visto finora protagoniste la città di Napoli, lo scorso 30 gennaio 2022 – Palazzo Venezia, evento dedicato a Raimondo di Sangro, Principe di Sansevero e al Cristo velato di Giuseppe Sanmartino conservato nella Cappella Sansevero -; l’isola di Procida, Capitale italiana della Cultura 2022, lo scorso 23 aprile 2022 – Congrega dei Turchini, “Dinanzi al Cristo dei Misteri di Procida”; e la città di Taormina, lo scorso 26 maggio 2022 – Palazzo Duchi di Santo Stefano “Il Cristo morto di Carmine Lancitreni nella tradizione dei Misteri di Procida”.

A seguito della presentazione “Dinanzi al Cristo dei Misteri di Procida” presso la Congregazione dell’Immacolata dei Turchini, dove è custodito il Cristo deposto di Carmine Lantriceni, icona – appunto – dei riti della Settimana Santa procidana, e dopo la traslazione del capolavoro per l’intronizzazione al Duomo di Napoli e l’imponente manifestazione a Piazza Mercato e alla Basilica Santuario del Carmine Maggiore con le 40 congregazioni intervenute, la continuità del progetto non poteva essere garantita da occasione migliore della prossima celebrazione della Virgen de la Caridad, altro capolavoro di Carmine Lantriceni, a suo tempo imbarcato a Napoli per Cartagena sulla nave Nuestra Señora de África e scortato o dalla Pequeño Fénix, in un viaggio che divenne una vera e propria odissea. L’intima osmosi tra la cultura spagnola e Napoli trova nella tradizione dei Misteri commemorativi della Passione di Cristo nell’isola di Procida, l’ennesima conferma delle sue profonde radici storiche, ribadite dalle innegabili assonanze con le celebrazioni rituali della Semana Santa, che da sempre si tramandano nelle antiche città spagnole, con lo stesso intimo fervore delle manifestazioni di pietà popolare diffuse anche in Italia, segnatamente nelle regioni meridionali.

Il libro pubblicato sarà presentato a Cartagena e a Taormina e, prefato da Carla Santoro, dirigente dell’Istituto “Ugo Foscolo” di Taormina, sottolineerà l’importanza didattica del racconto e del suo contenuto storico-artistico, nello spirito di un ideale gemellaggio culturale tra l’Italia e la Spagna in occasione dei festeggiamenti di Cartagena.

La presentazione costituirà altresì ulteriore occasione di formazione delle nuove generazioni ai valori fondanti della società civile, quali la fratellanza, la pace e il dialogo tra i popoli e di approfondimento della preziosità storico-culturale delle celebrazioni programmate nella prossima primavera 2023 in Spagna.

1 LOCandina

La suggestiva locandina che celebra l’evento

 

 

 

 

 

 

 

 

 

IL PROF. ELVIRO LANGELLA

Elviro Langella è nato a Torre Annunziata (Napoli) e vive oggi a Giardini Naxos in Sicilia. Ha insegnato per 35 anni la Storia dell’arte nei licei, promuovendo iniziative per sensibilizzare attivamente i giovani ad un consapevole accostamento alla ricchezza dell’inesauribile patrimonio artistico del Paese, attraverso linguaggi espressivi ad essi congeniali ed in linea con i new media. A riguardo, ricordiamo i progetti di sua creazione: Interactive Media, Viaggio nella storia del pianoforte e La stanza del sogno presentato in Sicilia e in Calabria e dedicato all’amato deltaplanista ed etologo Angelo d’Arrigo spentosi tragicamente il 26 marzo 2006. La realizzazione del progetto Il sogno di Polifilo ha richiesto l’intero arco di un triennio, articolandosi in una serie di performance multimediali ambientate in molti siti d’arte tra i più rappresentativi: dalla Peggy Guggenheim Collection di Venezia, alle Cappelle Medicee di Firenze, all’abbazia arabo-normanna dei Santi Pietro e Paolo in Val d’Agrò in Sicilia, al Parco dei Mostri di Bomarzo, al cinquecentesco castello del Carafa di Santa Severina e all’antica Acherontia in Calabria.

È autore dei seguenti libri: “La favola alchemica di Raimondo di Sangro” per i tipi di Tullio Pironti (1a edizione) e dell’Ippogrifo (2° edizione); “I marmi filosofali del principe di Sansevero”, E.M.I.S. Multimedia editore; Una Sirena di nome Pegeen (E.M.I.S.); Kubrick. Oltre l’infinito per la rassegna organizzata dallo stesso scrittore nel 2001 a Giardini Naxos, in onore del regista Stanley Kubrick scomparso il 7 marzo 1999,  “Il Viaggio in Sogno”. I libri espressamente rivolti ai giovani: Omaggio a Jackson Pollock, Il viaggio nelle antiche dimore, I labirinti di Citera, sono stati oggetto dei gemellaggi culturali promossi dall’autore – a Parma, Venezia, Santa Severina, Como, Naxos, Calcide Eubea – finalizzati allo scambio e al confronto diretto sia con la Scuola nazionale sia con dirigenti multinazionali.

Ha pubblicato per Jackson Libri editore – Gruppo Editoriale Futura S.p.A., i 30 inserti sulla psicologia della forma destinati a “Grafica Pratica”, opera in 40 fascicoli sul design grafico, sull’impaginazione elettronica, sulle immagini elettroniche e la multimedialità. Nell’occasione del Giubileo del 2000 ha collaborato alla realizzazione del CD-Rom I Giubilei nella storia(Edizioni Dehoniane, RAI Giubileo, E.M.I.S. Multimedia, Eni Tecnologie).

Suoi sono i cataloghi: La Cappella Sansevero, Una settimana d’amore. Scrive per la rivista No Commentcurata da Pietro Guarnotta e Isidoro Raciti e collabora al giornale web Etna TV. In merito all’attività artistica, segnaliamo la realizzazione del polittico con storie della Vergine nella Basilica del Carmine di Torre Annunziata (Napoli) – proprietà parrocchia dello Spirito Santo. Tra le personali di pittura: “Nijinsky” esposta nella seicentesca Sala Borromini di Roma e nel sito archeologico di Giardini Naxos (junghiana); “Una settimana d’amore” al Palazzo Corvaja di Taormina; “Non ero io, era il fauno” al castello del Carafa di Santa Severina (Crotone).

Il progetto ultimo nato, a pubblicarsi a breve sotto forma di libro, si intitola “2022 – 2023. Procida, Napoli, Cartagena: il Viaggio in Sogno Omaggio alla Virgen de la Caridad di Cartagena nel trecentenario dell’arrivo da Napoli”, progetto corredato da 80 tavole — commento a cura di Domenico Macaluso, Ispettore Onorario dei Beni Culturali assessorato Regione Sicilianadedicato al trecentenario dell’arrivo a Cartagena, da Napoli, della Virgen de la Caridad di Carmine Lantriceni, che sarà celebrato in Spagna il prossimo 17 aprile 2023.

Il prof. Elviro Langella

Il Prof. Elviro Langella

Il prof. Elviro Langella

Il prof. Elviro Langella

0 355

Il 25 novembre ricorre la Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne, una ricorrenza istituita dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite, tramite la risoluzione 54/134 del 17 dicembre 1999.

La violenza sulle donne rimane una delle più grandi piaghe della nostra società, che la colpisce quotidianamente, macchiando di rosso la cronaca quasi ogni giorno. Alcuni giorni fa, l’Istat ha pubblicato i dati del primo trimestre del 2022, relativi a casi di violenza sulle donne. Fino al 20 novembre 2022, sono state 104 le donne uccise dall’inizio dell’anno su un totale di 273 omicidi commessi in Italia.
Di queste 104, 35 avevano più di 64 anni, secondo i dati Eures88 femminicidi sono avvenuti in ambito affettivo o familiare e, nel 75% dei casi, l’assassino è stato il partner o l’ex. Rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, c’è stata una lieve flessione: nel 2021, infatti, si attestavano 109 vittime. Ma i numeri rimangono allarmanti: solo nella ultima settimana, tra il 14 e il 20 novembre, sono state uccise 7 donne, due delle quali dal partner o dall’ex.

Tante le iniziative per protestare contro questa grande piaga che affligge l’umanità. A Giardini Naxos la sezione locale della F.I.D.A.P.A. ha voluto ricordare questa importante giornata con due eventi un Flash Mob in Piazza Abate Cacciola ed un incontro culturale nell’Archivio Storico Banca della Memoria del Comune.  

Il giorno della giornata mondiale, il 25 novembre, è stato organizzato in Piazza Abate Cacciola, di fronte al Municipio, un Flash Mob alla quale hanno partecipato le fidapine con la Presidente, la dottoressa Alessia Barbagallo, il Sindaco di Giardini Naxos, l’assessore alla Cultura Ariana Talio assieme ad altri componenti della Giunta e del Consiglio Comunale. Presenti anche le autorità militari, l’associazione Bersaglieri sezione di Taormina presieduta da Gianni Saglimbeni e numerosi cittadini. L’evento, organizzato dalla F.I.D.A.P.A. con il patrocinio del Comune di Giardini Naxos e la collaborazione di diverse associazioni, ha avuto il suo momento clou con un ballo di gruppo a cura di un gruppo di donne tutte vestite di nero, facenti parte di locali associazioni di danza, che hanno  eseguito un saggio musicale per commemorare le donne vittime del femminicidio. A conclusione della danza di gruppo le danzatrici hanno liberato tanti palloncini rossi. Al termine della cerimonia  sono stati deposti due mazzi di fiori sulla “panchina rossa” dedicata alle donne vittime della violenza collocata di fronte al Palazzo Municipale.

Qualche giorno prima del 25, la sezione locale della  F.I.D.A.P.A. ha organizzato un altro evento culturale importante dedicato alle donne vittime di violenza. La serata dedicata alla donna, alla discriminazione di genere, alla scarsa cultura e alla mancanza di reazione di fronte alle violenze subite, si è svolta presso l’Archivio Storico di Giardini Naxos.

E’ stata una serata improntata sul coraggio di chiedere aiuto, sull’incapacità di amarsi più dell’amore provato per alcuni uomini, a volte troppo piccoli per definirsi grandi. Una serata per donne vittime di sopprusi visti attraverso gli occhi dell’arte. Dopo i saluti della presidente della FIDAPA dott.ssa Alessia Barbagallo, la serata è stata introdotta dall’Assessore alla Cultura, Politiche Sociali e Pari Opportunità Ariana Talio. A coordinare gli interventi la Professoressa Grazia Intersimone referente task force Arte e Cultura della sezione Fidapa di Giardini Naxos. Alla manifestazione sono intervenute le scrittrici Cettina Costa e Daniela Sabato la quale ha così commentato l’invito all’evento dicendo: “Ringrazio la F.I.D.A.P.A. di Giardini per avermi invitata a partecipare all’evento (in particolar modo Graziella Intersimone, Alessia Barbagallo Angela Coco Angela Giuttari). Ringrazio l’assessore Ariana Talio e il sindaco Giorgio Stracuzzi presente in sala, il Prof. Elviro Langella, un vero pozzo di cultura e arte in cui attingere conoscenza e frizzante curiosità per rimanerne saturi e appagati, a Nino Vadalà, al Prof Francesco Bottari saggio e diretto come sempre, che ha dimostrato, ancora una volta, grande intelligenza e profonda sensibilità verso le donne, a tutti coloro che sono intervenuti lasciando emozioni e riflessioni ai presenti fino alla fine della serata. Grazie Simona Fichera Giuseppe Leotta.”

Momento clou della serata è stata la relazione del Prof. Elviro Langella il quale ha trattato un originale tema: La violenza sulle donne nell’arte. Un tema complesso e suggestivo che il noto docente d’arte già assessore alla cultura del Comune di Giardini Naxos e insegnante del locale “Liceo Scientifico C. Caminiti” ha trattato con maestria ed originalità. Per capire meglio i termini della relazione riportiamo di seguito quanto ha detto il prof. Langella:Il mio intervento ha voluto evitare al pubblico un ossessivo, sterile necrologio degli innumerevoli efferati femminicidi e abusi immortalati dagli artisti dalla notte dei tempi. È stato mirato invece, a tentare di guardare oltre il dilagante fenomeno del femminicidio, per spaziare sull’orizzonte più articolato e non meno disumano, della condizione della donna, vittima anima e corpo, del sistema oppressivo non solo in regimi dichiaratamente autoritari, ma anche in quelli che millantano il rispetto dei diritti umani. Non sono mancati però, anche esempi virtuosi che mostrano come dal sacrificio delle donne vittime di violenza, siano nate proprio attraverso la creatività dell’Arte, preziose occasioni di riscatto che danno speranza per il nostro futuro.”

La serata si è conclusa con un intervento musicale  a cura dell’Accademia Pianistica Italiana di Taormina.

   ROSARIO MESSINA

La locandina del flash mob di Piazza Municipio

La locandina del flash mob di Piazza Municipio

La locandina della serata culturale all'Archivio Storico

La locandina della serata culturale all’Archivio Storico

Relatori ed organizzatori della serata all'Archivio Storico

Relatori ed organizzatori della serata all’Archivio Storico

Il prof. Elviro Langella

Il prof. Elviro Langella

La lettera che Domenico Macaluso ha scritto al Sindaco di Giardini Naxos e all'Assessore Talio per l'iniziativa

La lettera che Domenico Macaluso ha scritto al Sindaco di Giardini Naxos e all’Assessore Talio per l’iniziativa

7 La foto di Gruppo

La foto di gruppo con le fidapine

La foto di gruppo con la panchina rossa

La foto di gruppo con la panchina rossa

Il flash mob in Piazza Abate Cacciola

Il flash mob in Piazza Abate Cacciola

0 1133

MessinaSì è celebrata in localita’ Pace la cerimonia di commemorazione ai caduti per la Patria promossa dall’associazione culturale Nuovi Orizzonti presieduta da Domenico Carbone con il patrocinio dell’A. N. I. O. M. R. I. D. (Associazione nazionale degli insigniti Ordine al Merito della Repubblica Italiana e Decorati) . Dopo la celebrazione eucaristica officiata, nella Chiesa Maria SS. delle Grazie, da Padre Francesco Venuti,  tutte le Autorità intervenute, le associazioni Combattentistiche e d’ arma e gli abitanti di Pace si sono spostati al Monumento ai caduti sito sul lungomare di Pace. La cerimonia è stata coordinata e presentata dall’ avv. Silvana Paratore consigliere nazionale ANIOMRID, che ha ricordato il sacrificio dei caduti sui campi di battaglia, dei feriti e dei dispersi e il dolore incommensurabile che ha accompagnato i tragici fatti della Grande Guerra. Dopo i saluti del Sindaco di Messina dott. Federico Basile che ha affermato l’ importanza di ricordare ciò che è stato guardando al futuro per evitare gli errori del passato, ha preso la parola Domenico Carbone presidente dell’ ass. Culturale Nuovi Orizzonti che ha ringraziato gli abitanti di Pace affermando come il monumento ai caduti sia luogo di riflessione e ricordo di famigliari che hanno partecipato ad eventi bellici. A seguire, è intervenuto il Vicepresidente del VI quartiere Giovanni Donato che ha donato la corona d’ alloro per i caduti. Dopo l’ Alzabandiera sulle note dell’ Inno di Mameli coralmente eseguito da tutti i presenti,  il momento della deposizione della corona d’ alloro, benedetta da Padre Francesco Venuti, al monumento ai caduti dei cui nomi è stata data lettura dalla Paratore sulle note del Silenzio d’ ordinanza eseguito dal trombettiere della Brigata meccanizzata Aosta Fulciniti Francesco.

 Presenti alla cerimonia anche il Vicesindaco di Messina ing. Arch. Salvatore Mondello, il Capitano di fregata Massimo Simoncelli del reparto supporto navale della Guardia Costiera di Messina, il Lgt Giovanni Bonfiglio di Marisuplog Messina, il Capo Pilota Livio Donato della corporazione piloti dello Stretto di Messina, il Sottotenente Daniele Tracanelli del 6° reparto comandi e supporti Tattici Aosta, il Commissario Carmelo La Rosa della Polizia Municipale di Messina, l’ Istituto del Nastro Azzurro fra combattenti Decorati al Valor militare, federazione provinciale di Messina, l’associazione nazionale combattenti e reduci, la Guardia Costiera Volontaria di Messina ; l’associazione Marinai d’Italia sez. Di Messina; l’UNUCI (Unione nazionale ufficiali in congedo sez di Messina) ; l’ANIOMRID sez. Messina; il Comitato Onore ai caduti Villaggio Pace. Ricordato nel corso dell’evento il sottotenente di Vascello in congedo Giovanni Bruno che negli anni aveva sempre provveduto a  donare la bandiera italiana. A conclusione della cerimonia è stata recitata la preghiera dei caduti e deposta via mare a cura di Francesco Verboso e di Maurizio Fiumano’ della  Guardia costiera volontaria  una corona d’ alloro alla presenza  delle Pilotine della Polizia Municipale e della Corporazione Piloti dello Stretto. A seguire i fuochi di Artificio.

Al centro l'avv. Silvana Paratore

Al centro l’avv. Silvana Paratore assieme a Padre Francesco Venuti ed il Sindaco di Messina

La foto di gruppo

La foto di gruppo

La foto con le autorità  partecipanti alla cerimonia

La foto con le autorità partecipanti alla cerimonia

Un  momento della cerimonia

Un momento della cerimonia

In chiesa

In chiesa

 

0 117

MESSINASi terrà venerdì 28 ottobre, alle ore 17:30, presso la Sala Lettura della Biblioteca Regionale Universitaria “ di Messina, la presentazione della silloge poetica “Brezza ai margini” di Josè Russotti, Edizioni Associazione culturale Museo Mirabile di Marsala, per i tipi di: Fogghi mavvagnoti, Malvagna (Me), agosto 2022. Alla presentazione del testo, la Direttrice della Biblioteca, Dott.ssa Tommasa Siragusa, dopo i Saluti istituzionali, introdurrà l’iniziativa e fungerà da Coordinatrice. Seguiranno i preziosi Contributi del Prof. Giuseppe Rando e del Dott. Giuseppe Ruggeri e l’Intervento di valore del poeta Antonio Cattino. Saranno rese, altresì, letture drammatizzate tratte dalla silloge a cura dell’attore Francesco Micari. Josè Russotti visita le molteplici stanze dell’arte: dalla pittura alla poesia e alla letteratura in genere, esprimendosi con tutta la passione che sgorga copiosa dal Suo animo. Nato a Ramos Mejia (Argentina) nel 1952, si trasferisce all’età di sette anni in Sicilia, la Sua seconda patria, che prepotentemente riaffiora dai Suoi scritti e dalle opere pittoriche. Sicilia, della quale è profondamente innamorato e per la quale a piene mani è profuso l’impegno nel valorizzare territori e lingua a Lui cari con vulcaniche idee che divengono reali, quali: il Concorso “Fogghi Mavvagnoti” che si svolge annualmente a Malvagna, ridente comune dei Nebrodi, luogo da dove discendono i Suoi natali e, inoltre, la pubblicazione di un’Antologia di poeti siciliani, e ancora, “Malvagna mia” in cui l’autore, già grafico presso la testata “Gazzetta del Sud”, si cimenta nell’arte della Fotografia. L’opera poetica del Russotti ha ottenuto importanti riconoscimenti letterari, tra cui: Premio “Vann’Antò-Saitta” – Messina; Premio “Città di Chiaramonte Gulfi; Concorso letterario “Salva la tua lingua locale” – Roma; “Pietro Carrera” – Catania; Premio “Luigi Einaudi” – Paternò; Premio “Poesia Circolare Epicentro” – Barcellona P. G.; Premio “Città di Marineo” – Marineo; Premio di Poesia “Colapesce” – Messina. Autore di testi teatrali, due “corti di scena” si sono classificate al secondo posto, rispettivamente nel 2017 e nel 2018 al Premio di Letteratura “Seneca”, sez. Teatro” – Bari.
Ha pubblicato per la poesia: Fogghi mavvagnoti (Autoedizione, 2000); Spine d’Euphorbia (Ed. Il Convivo, 2017); Arrèri ô scuru, Dietro il buio (Ed. Controluna, 2019); Chiantulongu (Ed. Museo Mirabile, 2022). Per la saggistica: Antologia di Poeti contemporanei siciliani, vol. I (Fogghi mavvagnoti, 2020); Antologia di Poeti contemporanei siciliani, vol. II (Fogghi mavvagnoti, 2021); Antologia di Poeti contemporanei siciliani, vol. III (Fogghi mavvagnoti, 2022). Malvagna mia… in bianco e nero, tra suggestioni e fantastici ricordi (Fogghi mavvagnoti, 2022). Per la musica: Novantika, Ballate sulle rive dell’Alcantara, CD di musica etnica (Novantika, 2004). Nei venticinque componimenti poetici in trattazione, che sembrano per alcuni versi far tornare alla memoria Opere dei poeti post romantici, aleggia come un senso di vuoto, un dolore che alberga silenzioso, e, come un mantra, si replica più volte il tema della morte. Nella musicalità dell’universale respiro poetico è Calliope che lenisce le ferite, è la Musa ad accarezzare il dolore e, con le morbide vesti, a coprire di speranza i tristi ricordi. Le asperità della Sua vita, i ricordi più laceranti sono mitigati dalla “Brezza ai margini”, un dolce soffio vitale che origina un verso che si libra, superando il particolare per divenire pura intuizione lirica e tutta la raccolta appare contrassegnata da un’intensa attività memoriale divisa fra “brama di vita” e “cenere da inumare”. Nei versi dedicati alla madre “Scavo nelle parole che mai ho detto ma non trovo più niente di lei….” l’attesa si rende palpabile “ogni lacrima che scende è un passo che sento arrivare……chissà se torna?”. Nella postfazione “AUTENTICITA’, MAESTRIA E PROFONDO SENSO ETICO DELL’AUTORE…”, la Dott.ssa Tommasa Siragusa sottolinea: “sono liriche che incantano il lettore per la loro capacità di intercettare le sensazioni tattili dell’Io del Poeta, che mette in chiaro così tutta la sua visione percettiva della realtà. Le parole, liberate da ogni vincolo coercitivo, esprimono tutta la delicatezza dei sensi, perché filtrate da un’anima che vive profondamente il suo tempo, in una terra piena di contrasti, in cui luce e buio, amore e morte, lottano raggiungendo momenti di grandi tensioni, in un crescendo di pulsioni verso la vita e il senso della fine dell’esistenza.”

L’ingresso è libero e non occorre prenotazione. Quanti non potranno essere presenti fisicamente all’evento, potranno scrivere commenti o quesiti che verranno posti all’Autore e ai Relatori nel corso dell’incontro, nei post dedicati sulla pagina Facebook della Biblioteca:
https://www.facebook.com/bibliotecaregionaledimessina/?ref=bookmarks In seguito, sarà pubblicata la ripresa video dell’evento. Per INFO: Ufficio Relazioni con il Pubblico tel.090674564
urpbibliome@regione.sicilia.it

Locandina dell'evento

RIMANI IN CONTATTO