AGOSTO 2019
Home Tags Posts tagged with "Taormina"

Taormina

0 990

La Sicilia di Brandi, Capote, Pasolini, Sciascia e altri

La casa editrice Libri Mediterranei esordisce in libreria con “Cara Sicilia. Luoghi, itinerari e storie di vita di un paese mediterraneo“.

Ed ecco gli autori dei testi: Benard Berenson, Cesare Brandi, Truman Capote, Carlo Castellaneta, Camilla Cederna, Carlo Levi, Primo Mazzolari, Pier Paolo Pasolini, Ercole Patti, Guido Piovene, Mario Praz, Leonardo Sciascia, Daniel Simond, Albert t’Serstevens, Elio Vittorini.
Questi quindici scrittori italiani e stranieri del Novecento raccontano la loro Sicilia: quella in cui sono nati e cresciuti o quella in cui, provenienti da paesi più o meno lontani, hanno soggiornato in qualche momento della loro vita. Pressoché tutti, sia che parlino di architetture o di archeologia, di ambienti naturali o persone, s’interrogano sui modi d’essere di questa terra e cercano di cavarne un «senso». L’isola più grande del Mediterraneo è motivo quindi di una pluralità di accostamenti che la ritraggono come sede naturale di traguardi estetici e miti resistenti, come guscio cristallizzato e immutabile del carattere mediterraneo, come un tòpos della nostalgia universale, ma anche come luogo emblematico di una modernità difficile. Ogni testo costituisce una storia a sé ma tutti insieme, nei modi di un itinerario sui generis, formano un curioso incastro narrativo, ricco di solarità e penombre, di pagine affascinate e problematiche, di impeti sentimentali e scoperte.

 

Il viaggio in Sicilia di Goethe tra classicità e modernità

Per la nuova casa editrice Libri mediterranei è appena uscita una nuova edizione del Viaggio in Sicilia di Johann Wolfgang Goethe, introdotta e curata da Carlo Ruta, e corredata in appendice da oltre quaranta immagini in b/n.
La permanenza di Goethe in Sicilia durò un mese e mezzo, dal 2 aprile al 15 maggio 1787. Ben poco rispetto agli anni trascorsi nell’isola da Jean Hoüel, annotati nei volumi del Voyage pittoresque. Quell’esperienza dovette essere vissuta tuttavia con una intensità inusuale dall’autore del Werther, se gli permise di scrivere pagine tra le più significative sul suo viaggio «in incognito» in Italia.
Goethe si mostrò un osservatore scrupoloso, motivato ad annotare le «scoperte» quotidiane di arte, mineralogia e botanica, in un’isola che riassumeva al meglio, per lui, i confini e i caratteri della mediterraneità. Ma non limitò il suo interesse alla natura e alle opere d’arte. Volse lo sguardo pure alla vita dei siciliani, con osservazioni che, anche quando legate ad aspetti contingenti, giungono sino a noi con motivi di modernità.
Il poeta tedesco non tolse alcun velo ai retaggi della Sicilia classica, perché già altri lo avevano fatto. Non ebbe remore infatti nel lasciarsi guidare da Riedesel, di cui teneva le annotazioni siciliane «come un breviario o un talismano». Con l’isola delle grecità stabilì comunque una forte intimità poetica. E anche la variegata natura siciliana contribuì a suggestionarlo, facendolo sentire «naufrago» in luoghi che, in virtù dei loro richiami, si presentavano al suo sguardo, appunto, come un sorprendente riepilogo del mondo mediterraneo. Ancorandosi alla memoria omerica, si sentì attratto quindi dalla figura di Odisseo.
Interloquendo da vicino e in modo stringente con la Sicilia del mito, che vedeva prendere forma dalle rovine antiche e dai paesaggi naturali, Goethe completava in definitiva un percorso estetico, lungo una prospettiva che avrebbe avuto risonanze significative nell’immaginario intellettuale germanico e mitteleuropeo. Con buone ragioni, il neoromantico Hugo von Hofmannsthal, in uno testo del 1925, Sizilien und wir, affermava che «non c’è tedesco il quale, nel toccare il suolo di questa isola, non trovi nel genio di Goethe un inseparabile compagno».

0 1923

MILANO. Dopo gli ultimi successi ottenuti in Cina precisamente a Shanghai , dove tra l’altro ritornerà nel 2016 toccando anche Pechino con il Barbiere di Siviglia di G. Rossini, il Baritono Giardinese Salvo Todaro fiore all’occhiello del Teatro Massimo Vincenzo Bellini di Catania, rappresenterà lo stesso, nonché la Sicilia, all’EXPO’ di Milano il 2 luglio 2015 dove si esibirà accompagnato da un quartetto d’archi di prestigio, formato dai Maestri : Marcello Spina e Antonio D’Amico ai violini, Aldo Randazzo alla viola e Antonio Di Credico al violoncello.

0 710

CONFERENZA  STAMPA

 

presentazione del progetto
OSSERVATORIO DELLE ARTI E DELLA SCRITTURA IN SICILIA
Un viaggio nella cultura siciliana contemporanea

Mercoledì 1 luglio, ore 11.00

Cantieri Culturali alla Zisa

Centro Sperimentale di Cinematografia, Sala Bianca

Via Paolo Gili 4, Palermo

Saluti:
Ivan Scinardo, Direttore del Centro Sperimentale di Cinematografia
Roberto Andò, Direttore Didattico del Centro Sperimentale di Cinematografia
Alessandro Rais, Dirigente dell’Ufficio Speciale per il Cinema e l’Audiovisivo, Dipartimento
Regionale Turismo, Sport e Spettacolo

Interverranno:
Antonio Purpura, Assessore Regionale dei Beni Culturali e Identità Siciliana
Gaetano Pennino, Dirigente Generale Dipartimento dei Beni Culturali e Identità Siciliana
Marco Salerno, Direttore del Cricd
Orietta Sorgi, Dirigente Unità valorizzazione e musealizzazione dei fondi, archivi e teche
del Cricd
Salvo Cuccia, regista e curatore del progetto
Nel corso della conferenza stampa sarà presentato il web archive del progetto e anticipati i temi
narrati nel video “Un’idea della Sicilia” che verrà proiettato al pubblico giovedì 2 luglio alle ore 21.00
al Cinema De Seta. Si invitano tutti gli organi di informazione a partecipare all’iniziativa.

 

0 842
Angela Lombardo

Angela Lombardo

Forza D’Agrò (Me). Eccoci giunti alla meta, attraverso un viaggio interiore che ha costituito una presa di coscienza del nuovo paradigma culturale e sociale che stiamo sperimentando da qualche decennio. La fortunata Rassegna Letteraria “Libri Inn…Riviera”, costituita da sette libri, è giunta al suo settimo e ultimo appuntamento, prima dell’assegnazione del premio “LUCE MARINA”, che si terrà nel mese di settembre prossimo.

     Il libro che conclude la rassegna, in perfetto sincronismo, è “I Sette Raggi Universali” di Giovanni Aloisi. L’incontro si terrà sabato 27 giugno alle 18.30, nella mistica location del Convento Agostiniano di Forza D’Agrò (ME), quasi a voler sottolineare la sacralità del percorso effettuato attraverso i sette libri precedentemente presentati. Ben quattro sezioni della F.I.D.A.P.A. (S. Teresa Valle D’Agrò, Giardini Naxos, Taormina, Francavilla di Sicilia) , hanno fatto “quadrato” per questo ultimo evento, sponsorizzandolo.  Interverranno: il prof. Elviro Langella, la dott.ssa Antonella Russo ed il dott. Silvio Zagari.

      La sensibilità femminile ancora una volta è protagonista nel supportare e promuovere i grandi cambiamenti che la nostra epoca sta affrontando, e di cui l’Associazione Mea lux presieduta da Angela Lombardo si è sempre fatta portavoce, anche attraverso la creazione di un salotto letterario che ha affrontato tematiche come la spiritualità, l’eros, i bambini indaco ed il nuovo mondo, il nuovo paradigma della fisica quantistica, il femminino sacro, la fede e la sacralità dell’essere. Musiche, danze, momenti di meditazione e di confronto con la “Psicologia dell’Anima” evidenzieranno la sinergia tra Scienza e Spiritualità, di cui tutta la rassegna letteraria è promotrice. La magica atmosfera dei giorni successivi al solstizio d’estate farà il resto!

2 Locandina  i 7 raggixx

0 2367

Il  Rito della Luce

Piramide 38° Parallelo

La Resilienza della Bellezza

Inno alla Gioia di Vivere

Domenica 21 Giugno 2015

Il 21 giugno, solstizio d’estate, il mecenate Antonio Presti ideatore del Parco di Fiumara D’Arte,  celebra anche quest’anno  il Rito della Luce che si terrà all’interno della “Piramide-38° Parallelo” l’imponente opera di Mauro Staccioli realizzata a Motta D’Affermo nei pressi di Castel di Tusa (Me).

La Piramide come spiega Presti simboleggia il potere della spiritualità. “Con l’artista  Mauro Staccioli, abbiamo concepito una piramide che è emergente. E qui il termine emergenze ha un doppio valore simbolico. Emergenza in quanto necessità di restituire bellezza ed emergenza, come metafora del nascere. Volevo affidare alla nuova opera un pensiero di rinascita e di sacralità. Mi sono preoccupato di affrontare l’interazione con il luogo ed il paesaggio non solo dal punto di vista estetico, ma anche simbolico. Così è nata l’idea di realizzare una piramide in un luogo magico che avevo scoperto venti anni fà“.

          Il Rito della Luce è organizzato e promosso dalla Fondazione Antonio Presti-Fiumara d’Arte. La Piramide 38° Parallelo verrà aperta e potrà essere visitata fino al tramonto. Momento clou della giornata è il Rito della Luce che si svolgerà nelle prime ore pomeridiane con letture di poesia, canti, danza, musica, mantra e meditazione in totale condivisione.

PROGRAMMA:

         Domenica alle ore 10 apertura della Piramide del  38° parallelo di Mauro Staccioli, in contrada Belvedere a Motta d’Affermo. Alle ore 11 visita della mostra fotografica “Luce e segni” di Giovanni Pepi al Museo Albergo Atelier sul Mare (Via Cesare Battisti n. 4 a Castel di Tusa); alle ore 12 visita alle camere d’arte del Museo. Dalle ore 15  all’imbrunire: Rito della Luce  alla “Piramide con lettura di poesie, danze, musica e performance sino al tramonto. Occorre giungere a Motta D’Affermo alla scultura “Energia Mediterranea” di Antonio Di Palma dove sarà attivato a partire dalle ore 1\5 un servizio gratuito di bus-navetta.

           Pubblico e artisti sono invitati a indossare preferibilmente abiti bianchi: un modo per condividere anche visivamente l’anima della Bellezza e della Conoscenza.

La Partecipazione è libera

 

Locandina Inno alla gioia

0 647

In occasione dell’inizio dell’estate Officine Culturali inaugura un nuovo ciclo di laboratori dedicati ai più piccoli per avvicinarli al mondo dei musei e della natura. La programmazione estiva dei laboratori ludico-didattici prende il via dall’Orto Botanico catanese: domenica 21 giugno alle ore 10:00, infatti, le famiglie sono invitate a partecipare a “giOCA nell’Orto”. La nuova avventura di Officine Culturali e dell’Università degli Studi di Catania inizia proprio con il coinvolgimento dei più piccoli, giocando insieme alla scoperta di piante stupende e speciali.

I giovani partecipanti al gioco “botanico” dell’oca verranno suddivisi in squadre e intraprenderanno un percorso a spirale che li porterà alla scoperta dei tanti esemplari e specie di piante dell’orto catanese. Conosceranno, attraverso una passeggiata tra gioco e apprendimento, la ricchezza delle piante e degli alberi presenti e come nel tradizionale gioco da tavola dovranno affrontare tutte le insidie che incontreranno lungo il loro cammino, per giungere alla casella finale. Alla conclusione dell’attività festeggeremo con una colazione all’ombra delle meraviglie dell’Orto Botanico. Tutti i partecipanti riceveranno un coupon da utilizzare per i laboratori previsti nel calendario estivo anche al Monastero dei Benedettini e al Castello Ursino. I genitori potranno così conoscere le bellezze dell’Orto Botanico insieme ai loro piccoli riscoprendo un altro tesoro catanese.

Il laboratorio, realizzato con la collaborazione del Dipartimento di Scienze biologiche, geologiche e ambientali, è gratuito e verrà attivato al raggiungimento del numero minimo di partecipanti. Per aderire è necessaria la prenotazione ai numeri 0957102767 | 3349242464. È possibile contattare l’Info Point di Officine Culturali dal lunedì alla domenica dalle 9:00 alle 17:00.

0 854

Iniziati i preparativi della 15ma edizione del FESTIVAL INTERNAZIONALE CINEMA di FRONTIERA che si svolgerà dal 20 al 26 luglio 2015 a Marzamemi (Sicilia) nell’antico borgo marinaro .

Il 18 ed il 19 giugno Catania ospita un “Anteprima” della rassegna del cinema di Marzameni a Villa San Saverio in collaborazione con la Scuola Superiore di Catania.

Programma:
Giovedì 18 giugno: alle ore 17 nell’aula magna dell’Università IL PRIMO APPUNTAMENTO CON “Sud: Rito e Magia- la Lucania di Levi e De Martino” sul documentarismo etnografico. Introducono Lina Scalisi e Sebastiano Gesù. Alle ore 18,30 omaggio a Manoel de Oliveira con Livio Marchese e Sebastiano Pennisi. Ore 20,30 Cinema e Cibo, quando l’Italia Mangiava in bianco e nero, filmati luce. Sicilianima: il gusto di Nello Correale. A seguire “anticipazioni di gusto” con vini delle cantine Paternò, pani di grani antichi dei fratelli Vescera e pomodorino di Pachino dop. Alle ore 21,40 “Las Patronas” di Javier Garcia e subito dopo discorsi su Cinema, Cibo e Territorio con Nello Correale, Carmelo Chiaramonte, Roberto Bruno.
Venerdì 19 giugno: alle ore 17, in ricordo di Pierpaolo Pasolini per i 40 anni della sua scomparsa. “La ricotta” con Orson Welles, “Pasolini e l’Etna”. Introducono Luciano Granozzi e Stefania Rimini. Ore 18,40 il cinedocumentario di Leonardo Sciascia, “Gela antica e nuova” di Giuseppe Ferrara (1964). “Radiografia della Miseria” di Piero Nelli (1967). Relatori Antonio Di Grado e Alessandro De Filippo. Alle ore 20,30Silcilanima: “ritratti siciliani di Nello Correale. Alle ore 21,30: “Ecuba” di Giuliana Berlinguer e Irene Papas. A seguire i discorsi sul Dramma antico di Sicilia con Moni Ovadia, Mario Incudine, Giuseppe Di Pasquale e Sebastiano Gesù (moderatore).

0 745

 Catania – Monastero dei Benedettini: Martedì 16 giugno, alle ore 17:00, una nuova avventura ludico-didattica al Monastero dei Benedettini dedicata ai giovani visitatori, con il laboratorio “La leggenda dei giganti”. I bambini scopriranno la leggenda del valoroso cavaliere Uzeta che sconfisse i giganti Ursini, attraverso un laboratorio che prende spunto dalla mostra “La guerra… io dico la Guerra. Metafore belliche nei cartelli della Marionettistica fratelli Napoli (1839-1915)” organizzata dal Dipartimento di Scienze Umanistiche, in collaborazione con i fratelli Napoli, famosi pupari catanesi. Dopo una breve visita alla mostra, ospitata all’interno delle cucine settecentesche del monastero, i giovani partecipanti potranno realizzare un piccolo teatro da portarsi a casa e per poter raccontare anche loro la leggenda scoperta durante il laboratorio, ma anche tante altre storie, frutto della loro fantasia.
Il laboratorio, dedicato ai bambini di età compresa dai 7 ai 12 anni, verrà attivato al raggiungimento del numero minimo di partecipanti. Per aderire è necessaria la prenotazione ai numeri 0957102767 | 3349242464. È possibile contattare l’InfoPoint di Officine Culturali dal lunedì alla domenica dalle 9:00 alle 17:00.

La mostra “La guerra… io dico la Guerra. Metafore belliche nei cartelli della Marionettistica fratelli Napoli (1839-1915)” sarà visitabile fino al 25 luglio presso le Cucine settecentesche del Monastero dei Benedettini con i seguenti orari: dal lunedì al venerdì dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 19.00, il sabato solo la mattina

0 1041

TAORMINA (ME). Sabato 13 giugno al via la 61esima edizione del TaorminaFilmFest (dal 13 al 20 giugno) che si aprirà con la proiezione speciale, in versione originale sottotitolata, di Inside Out, il nuovo film Disney•Pixar, diretto dal regista premio Oscar Pete Docter (Monsters & Co., Up), prodotto da Jonas Rivera (Up) e con le musiche composte da Michael Giacchino, uscirà in America il 19 Giugno e in Italia il 16 Settembre. Anche quest’anno il festival è ricco di sorprese. Oltre 70 ospiti nazionali e internazionali, più di 100 film in programma, grande cinema al Teatro Antico, il ritorno del Concorso Internazionale, Masterclass e Campus per i giovani, incontri con gli autori, eventi speciali e web series. La produzione e l’organizzazione è a cura di Tiziana Rocca General Manager del Festival e la direzione artistica è affidata al comitato di selezione composto da Franco Montini, Jacopo Mosca, Chiara Nicoletti, Gabriele Niola. Madrina di questa 61esima edizione è Asia Argento. Premio alla Carriera a Giovanna Ralli. Quest’anno il TaorminaFilmFest prosegue nella direzione inaugurata dalla nuova gestione e rilancia: più film e più incontri, senza nessun pregiudizio.
Tanta fatica ma grande soddisfazione. L’edizione 60 più 1 del TaorminaFilmFest credo sia il risultato dei tre anni trascorsi che mi hanno vista impegnata a “ricostruire” uno dei più prestigiosi festival di cinema internazionali. – dichiara Tiziana Rocca, General Manager -. L’aver riportato le star internazionali al Festival ha offerto a Taormina la possibilità di ritornare agli antichi splendori, a quel passato in cui la città era la passerella ideale dei più grandi attori hollywoodiani. Organizzare una manifestazione come il Festival di Taormina non è un’impresa facile, soprattutto con un budget ridotto. Ecco dove risiede la mia soddisfazione: essere riusciti a mettere su un palinsesto così ricco di film e star che può competere con quelli dei grandi festival internazionali. Per questo ringrazio non solo il comitato della direzione artistica e tutto lo staff ma anche e, soprattutto, gli sponsor che hanno creduto ancora una volta nel nostro impegno”. Il Sindaco di Taormina Eligio Giardina alla vigilia del festival ha dichiarato: “Anche quest’anno siamo felici di poter presentare il TaorminaFilmFest. Ancor più della scorsa edizione la situazione economica non ci ha aiutato, ma grazie alla tenacia e alla professionalità di Tiziana Rocca e all’impegno del personale tutto di Taomina Arte, quest’anno avremo una manifestazione ricca di star nazionali e internazionali, di cinema e grandi eventi al Teatro Antico. Ancora una volta la città di Taormina avrà il suo Festival Internazionale. Anche a nome degli altri componenti il Comitato Taormina Arte, il Commissario Straordinario della Provincia Regionale Filippo Romano e il Sindaco di Messina, Renato Accorinti che insieme all’Assessore Regionale al Turismo Cleo Li Calzi si sono impegnati per un ulteriore e più significativo rilancio delle attività cinematografiche e culturali di Taormina, siamo soddisfatti per il risultato raggiunto”.
Il 12 giugno si terrà un’anteprima speciale del Festival a Messina dove, 61 anni fa nacque la manifestazione. Una serata evento con un cocktail pro CIRS presso il Foyer del Teatro Vittorio Emanuele, a cui seguirà lo spettacolo “Comme un souvenir” di Micha van Hoecke. Ospite d’onore Nastassja Kinski insieme a Filippo Romano, Presidente della Provincia Regionale di Messina; Renato Accorinti, Sindaco di Messina; Eligio Giardina, Sindaco di Taormina.

Come ogni anno il Teatro Antico ospiterà grandi film, da anteprime a proiezioni speciali a grandi eventi in 3D. Quest’anno si potranno vedere: Inside Out del regista premio Oscar® Pete Docter (13 giugno); Torno indietro e cambio vita di Carlo Vanzina (14 giugno) alla presenza di Carlo ed Enrico Vanzina e dei protagonisti Raoul Bova, Ricky Memphis, Giulia Michelini, Max Tortora, Paola Minaccioni che racconteranno al grande pubblico dell’anfiteatro greco l’esilarante viaggio nel passato e il ritorno ai fatidici anni ’90 ; Game of Thrones / Il trono di spade (15 giugno) in anteprima gli ultimi due episodi della quinta stagione di David Nutter con Emilia Clarke, Peter Dinklage, Lena Headey, Kit Harington; While We’re Young di Noah Baumbach (16 giungo) con Ben Stiller, Naomi Watts, Adam Driver, Amanda Seyfried; Hot Pursuit di Anne Fletcher (17 giungo) con Reese Witherspoon, Sofía Vergara; Il fidanzato di mia sorella / How to Make Love Like an Englishman di Tom Vaughan (18 giugno) con Pierce Brosnan, Salma Hayek, Jessica Alba, Ben McKenzie, Lindsey Sporrer, Malcolm McDowell; The Bridges of Madison County / I ponti di Madison County di Clint Eastwood (19 giugno).

La preapertura, del Festival è l’11 giugno con la proiezione in 3D di Jurassic World di Colin Trevorrow con Chris Pratt, Bryce Dallas Howard, Omar Sy, Vincent D’Onofrio, Jake Johnson, Judy Greer. Tra le novità di quest’anno il ritorno del Concorso Internazionale con una Giuria Speciale di Giovani (è la Giuria Giovani dei David di Donatello), che voterà il miglior film presente al Festival assegnando il “Cariddino d’Oro”, grazie all’accordo con AGIS Scuola.
Filmmaker in Sicilia/In Concorso
Anche in questa edizione particolare attenzione ai Filmmaker in Sicilia, che concorreranno al Premio Cariddi, sempre decretato dalla Giuria dei giovani con l’anteprima mondiale di Sicilia ’43 di Folco Quilici e che fa parte dei titoli di Punto Luce. L’Italia raccontata dall’Archivio Luce a cura di Istituto Luce-Cinecittà; Dio delle zecche: storia di Danilo Dolci in Sicilia di Leandro Picarella e Giovanni Rosa; L’ultimo metro di pellicola di Elio Sofia, Il carnevale eoliano – l’isola delle maschere di Francesco Cannavà, e i due titoli che fanno parte anche della linea di concorso TaoEdu, Fuitina di Salvo Spoto e Vito Trecarichi e Alicudi nel vento di Aurelio Grimaldi. A tutte le proiezioni saranno presenti gli autori.

TaoClass e Campus
Come ogni anno, accanto alle proiezioni, sono in programma le TaoClass, incontri con i grandi protagonisti del cinema internazionale, che dialogano della Settima Arte insieme a studenti, pubblico e stampa.
Le TaoClass vedranno quest’anno protagonisti, “A noi piace Wilder”: Carlo ed Enrico Vanzina raccontano (un po’) Billy Wilder; Ellen Pompeo; Richard Gere; Patricia Arquette, Gabriele Salvatores del quale sarà proiettato Italy in a Day del 2014; Susan Sarandon.

I Campus sono affidati a: Claudio Bisio; Rosario Dawson e Abrima Erwiah; Dolph Lundgren; Francesco Sole e Agenzia Nazionale per i Giovani; Fabrizio Biggio e Francesco Mandelli; Nicolas Vaporidis, Matteo Branciamore e Primo Reggiani; Antonello Venditti; James Marsden; un Campus, sarà dedicato alla linea di concorso TaoEdu, Autorità Garante per l’infanzia e l’adolescenza Vincenzo Spadafora e Progetto Sicurezza Stradale Italiana, uno a “Italiana” – Eccellenze in Italia con Elisa Santoni, Marco Tardelli e Gianfranco Vissani e infine un Campus con Andrea Miccichè, Presidente di NuovoIMAIE e Sergio Rubini. L’ANICA è presente per il terzo anno consecutivo al TaorminaFilmFest nell’ambito del progetto di internazionalizzazione dell’audiovisivo con ICE. Quest’anno l’obiettivo è quello del sostegno al prolungamento della stagione cinematografica, utilizzando il palcoscenico di Taormina come rampa di lancio per i film italiani che escono in estate, cosa molto complicata in Italia.
Non solo, come negli anni passati ci saranno incontri con produttori esteri e operatori italiani del settore per chiudere accordi di coproduzione in Italia e per usare il nostro Paese come location di film stranieri, con particolare attenzione al territorio siciliano. Quest’anno sono state invitate le produzioni indipendenti statunitensi individuate in collaborazione con il desk audiovisivo dell’ufficio ICE di Los Angeles. Un convegno, poi, illustrerà cosa il Sistema Cinema Italia offre, con particolare attenzione alla Sicilia.
Punto Luce. L’Italia raccontata dall’Archivio Luce
Accanto ai film in concorso e fuori concorso quest’anno spazio anche al documentario con la Rassegna Punto Luce. L’Italia raccontata dall’Archivio Luce a cura di Istituto Luce-Cinecittà e che presenta 4 titoli in programma. In anteprima mondiale si potrà vedere Sicilia ’43 di Folco Quilici (In Concorso nella sezione Filmmaker in Sicilia) che racconta lo sbarco in Sicilia; L’ultima voce Guido Notari di Enrico Menduni; L’imperatore di carta di Fabiana De Bellis; Scandalo in sala di Serafino Murri e Alexandra Rosati. Tutte le proiezioni saranno alla presenza degli autori.

La chiusura del Festival, il 20 giugno, è affidata al thriller di Gabriel Ripstein (che sarà presente al Festival) 600 Miles con Tim Roth, Kristyan Ferrer, Monica del Carmen. Il film segue la storia di un giovane trafficante d’armi che dal Texas vuole andare in Messico. All’improvviso trova sulla sua strada un veterano della task force statunitense. Servono 600 miglia – la distanza che devono coprire insieme in macchina – perché lo sgherro di un boss messicano e un agente di polizia sviluppino una strana amicizia.

Tra gli ospiti di questa edizione, ricordiamo: Asia Argento (madrina della kermesse), Rosario Dawson e Abrima Erwiah, Claudio Bisio, Claudio Santamaria, Claudia Gerini, Paolo Del Brocco, Daniel Frigo, Peter Debruge, Nastassja Kinsky. Carlo ed Enrico Vanzina, Raoul Bova, Ricky Memphis, Giulia Michelini, Max Tortora, Paola Minaccioni, Fabrizio Biggio e Francesco Mandelli, Roberto Nepote, Maurizio Imbriale, Giacomo D’Arrigo, Lola Ponce, Francesco Sole, Carolina di Domenico, Nicolas Vaporidis, Matteo Branciamore, Primo Reggiani, Giovanna Ralli, Fiammetta Cicogna, Gigi D’Alessio, Gabriella Germani, Ambrogio Crespi e Sergio Rubino, Carlo ed Enrico Vanzina, Luis Ernesto Doñas, Ellen Pompeo, Marco Bocci, Marco Tardelli, Elisa Santoni, Gianfranco Vissani, David Bogi, Carlos Lechuga, Richard Gere, Cecilia Peck, Alessandro Siani, Antonello Venditti, Fausto Brizzi, Teo Teocoli, Marco Chiesara, Madalina Ghenea, Nolan Funk. Ed ancora, Patricia Arquette, Francesca Archibugi, Dolph Lundgren, Vincenzo Spadafora, Caterina d’Amico, Gabriele Salvatores, Lillo e Greg, Susan Sarandon, Sue Kroll, Caterina Murino, Alessandro Genovesi, Chiara Francini, Ray Winston, Enrique Kiki Álvarez, Rupert Everett, Gabriel Ripstein, Sergio Rubini e Andrea Miccichè, Carlos Saura, Anna Valle, Francesco Scianna, James Marsden, Francesco Arca, Iginio Straffi, Francesca Chillemi.

0 984

“Città delle Emozioni”: venerdì 12 giugno apre il sindaco Bianco con Franco Battiato e Carmen Consoli

CATANIA. Venerdì 12 giugno, alle 9,30, nel Salone Bellini di Palazzo degli Elefanti il convegno internazionale “Catania Città di emozioni”. Il via alla due giorni, che vedrà la nostra città al centro di un dibattito di altissimo livello per introdurre innovazioni a Catania e farne innalzare il livello di qualità della vita, sarà dato dal sindaco Enzo Bianco che parlerà sul tema “Le emozioni come risorsa per il territorio“. Seguiranno gli interventi di Franco Battiato e Carmen Consoli con le loro testimonianze su come si lavora con le Emozioni; di Calogero Firetto neo sindaco di Agrigento e di Michelangelo Giansiracusa, giovane primo cittadino di Ferla in provincia di Siracusa, che con le loro esperienze contribuiranno a ragionare sullo spazio urbano della città partendo dalle Emozioni; di Amergio Restucci, rettore dello Iuav di Venezia e di Giandomenico Amendola ordinario di Sociologia Urbana.
Nel pomeriggio i lavori proseguiranno nell’Aula Magna del Rettorato in piazza Università e saranno aperti alle 15 dal rettore Giacomo Pignataro. Seguiranno gli interventi di Dennis Frenchman docente di Pianificazione urbanistica al Mit di Cambridge nel Massachusetts (Stati Uniti), Carlo Olmo ordinario di Storia dell’Architettura al Politecnico di Torino, Cristiana Mazzoni ordinario di Progetto architettonico e urbano alla Ensas di Strasburgo, Carlo Colloca docente di Analisi sociologica all’Università di Catania. In conclusione ci sarà una testimonianza dello chef stellato Pino Cuttaia. Il convegno continuerà anche nell’intera giornata di sabato 13 giugno.

Il Convegno servirà ad individuare e mettere in atto un metodo che consenta alle emozioni prodotte dalla città di tradursi in fatti concreti che possano contribuire ad innalzare il livello di qualità della vita di ciscun catanese

Venerdì 12 giugno. Palazzo della Cultura: in mostra i “Cunti” dell’Accademia di Belle Arti

“Cunti” è il titolo della mostra degli studenti dell’Accademia di Belle Arti di Catania che sarà aperta domani, venerdì 12 giugno alle ore 18, nel Palazzo della Cultura. L’esposizione, a cura di Giovanna Lizzio, Marilisa Yolanda Spironello e Viviana Tarascio, si basa su un progetto di relazione tra luogo, memoria e immaginazione.
Gli orari di apertura sono: da lunedì a sabato dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 19, domenica dalle 9 alle 13. L’ingresso è libero.

Venerdi 12 giugno. Palazzo della Cultura: incontro con gli artisti di “Eterogenesi della forma

Venerdì 12 giugno alle ore 19.30, nel Palazzo della Cultura, è in programma l’Aperitivo con gli artisti di “Eterogenesi della forma. Esperienze di pittura e scultura all’inizio del XXI secolo”.

RIMANI IN CONTATTO