Home Arte e Cultura A Taormina lo Chef Pietro D’Agostino 1 stella Michelin spiega cosa accadrà...

A Taormina lo Chef Pietro D’Agostino 1 stella Michelin spiega cosa accadrà nella fase dopo l’emergenza Cod-19

0 670

Abbiamo chiesto allo chef della Capinera di Taormina Chef Pietro D’Agostino 1 stella Michelin da oltre 10 anni, di farci una panoramica su quello che avverrà in questa seconda fase del dopo Covid-19, lui che ha già in tante occasioni rilasciato diverse interviste, rappresenta anche i commercianti della Perla dello Ionio, Taormina.

 Chef cosa pensi di questa fase?

Attendiamo le direttive del nuovo decreto, molte sono le voci che si alternano, alcune rassicuranti altre meno. Sicuramente non sarà semplice, come detto qualche giorno fà su La7 e altre testate giornalistiche bisogna aprire, bisogna far ripartire la macchina, le perdite del settore sono molto ingenti. Stiamo studiando un piano di riapertura scaglionato su Taormina, si spera in una ripresa anche a stagione inoltrata. Da altre parti della Sicilia come Cefalù, si pensa di rimanere chiusi, così da limitare i danni con affitti e spese fisse, ma niente ancora è certo. Speriamo di non dover adottare la stessa strategia qui su Taormina. Importante è che il governo comprenda le difficoltà che noi operatori stiamo avendo, e che in collaborazione con le varie associazioni di categoria di cui io stesso faccio parte, si trovi il giusto equilibrio

 Tu Chef come hai gestito questo periodo di quarantena?

Ho rilasciato diverse interviste e partecipato a diversi forum, dando le mie personali opinioni in merito, ho continuato a fare ricerca e formazione a distanza con il mio Staff, mi sono dato al giardinaggio nel mio orto personale, che mi dà energia e mi ispira, visto che il mio lavoro è basato sui prodotti del territorio, e la continua ricerca della tradizione

 Come affronterai la riapertura?

Io che insieme alla mia compagna e le mie sorelle con le quali gestiamo anche un’altro locale su Taormina Kistè Easy Gourmet, stiamo preparando una strategia per la riapertura; il mio staff è composto da ben 19 collaboratori, e per noi è importante poter riaprire in sicurezza, sia per il nostro Staff che per la nostra Clientela. Sono fiducioso, ho la grinta giusta credo che supereremo anche questa. Torneremo più forti che prima

A cura di Giuseppe Santoro

Giuseppe Santoro

Giuseppe Santoro

Lo Chef Pietro D'Agostino

Lo Chef Pietro D’Agostino

Lo Chef Pietro D'Agostino a lavoro

Lo Chef Pietro D’Agostino a lavoro

 

  • Print
Computer Hope