Home Arte e Cultura ARTE: patrocinio del MIBACT per la mostra Accardi-Sanfilippo a Marsala

ARTE: patrocinio del MIBACT per la mostra Accardi-Sanfilippo a Marsala

0 91
Antonio Sanfilippo, Senza Titolo, olio su tela, 1953, 20_89x116

Antonio Sanfilippo, Senza Titolo, olio su tela, 1953, 20_89x116

Il Ministero dei Beni Culturali ha concesso il prestigioso riconoscimento alla grande esposizione in programma da settembre e fino a tutto il periodo Natale

 

Marsala, 23 luglio 2020 – Avrà il prestigioso patrocinio del MiBACT, il Ministero dei Beni Culturali e del Turismo, la mostra “Accardi-Sanfilippo. L’avventura del segno” organizzata dall’Ente Mostra di Pittura “Città di Marsala” e in programma al Convento del Carmine dal 26 settembre al 10 gennaio 2021.

Lo ha comunicato il Capo di Gabinetto del Ministro Dario Franceschini augurando il successo dell’evento. Grande la soddisfazione espressa dai vertici dell’Ente, il presidente del cda, Pier Giorgio Salvo, e il direttore Felice Licari che da quasi un anno, insieme con il direttore artistico e curatore della mostra, Sergio Troisi, lavorano con grande impegno ed entusiasmo a questo importante progetto espositivo. Inizialmente programmata per lo scorso mese di maggio e stoppata per la pandemia, la mostra “Accardi-Sanfilippo” è stata faticosamente rimodulata per la fine di settembre e sarà visitabile fino a tutto il periodo natalizio 2020, arricchendo l’offerta culturale e di svago per chi visita Marsala e la provincia di Trapani anche nella cosiddetta bassa stagione.

Al Convento del Carmine, per la prima volta in assoluto, con la mostra su Accardi e Sanfilippo viene studiata e affiancata in parallelo –  in un autorevole e documentato percorso espositivo – la produzione dei due maestri dell’astrazione italiana del Novecento, entrambi originari del trapanese.

Carla Accardi, Rosso su bianco, caseina su tela, 1956, 64,5x98,5

Carla Accardi, Rosso su bianco, caseina su tela, 1956, 64,5×98,5

NOTIZIE SULLA MOSTRA “Carla Accardi – Antonio Sanfilippo. L’avventura del segno”

Protagonisti della storia dell’arte non soltanto italiana del secondo Novecento, Carla Accardi (Trapani, 1924 – Roma, 2014) e Antonio Sanfilippo (Partanna, 1923 – Roma, 1980) sono stati tra i principali artefici di quel rinnovamento che, a partire dell’immediato dopoguerra, conduceva alcuni giovani artisti a riallacciare la propria ricerca alle grandi fonti della cultura artistica europea.

A loro è dedicata la mostra “Carla Accardi – Antonio Sanfilippo. L’avventura del segno”, a cura di Sergio Troisi, in programma nel Convento del Carmine di Marsala dal 26 settembre 2020 e fino al 10 gennaio 2021. Inizialmente calendarizzata per il mese di maggio 2020 – e sospesa per l’emergenza sanitaria – è organizzata dall’Ente Mostra di Pittura Contemporanea “Città di Marsala” insieme con l’Archivio Accardi Sanfilippo di Roma e gode del patrocinio del Mibact (Ministero dei Beni Culturali e del Turismo). Inaugurazione sabato 26 settembre, ore 18.

La mostra ripercorre per la prima volta in parallelo il loro percorso, degli esordi in ambito costruttivista alla fine degli anni Quaranta alla dimensione del segno del decennio successivo che proiettò entrambi in un ambito pienamente internazionale (le loro opere sono presenti nei maggiori musei europei), seguendone gli sviluppi sino agli inizi degli anni Settanta, quando Sanfilippo dirada e poi cessa la propria produzione.

Entrambi siciliani, compagni per un lungo tratto di vita – oltre che di avventura e sperimentazione artistica – Accardi e Sanfilippo furono, insieme a Consagra e Attardi, gli esponenti di quella pattuglia isolana che insieme ad altri esponenti dell’area romana fondarono, nel 1947, quel gruppo Forma a cui si deve la fiera rivendicazione di un’arte astratta.

In mostra a Marsala circa cinquanta opere, molte di grande formato, provenienti da collezioni pubbliche e private, individuando  anche nell’allestimento tangenze e differenze di percorso: dalle opere degli anni del Gruppo Forma ai dipinti della metà degli anni Cinquanta, con una sala dedicata a opere in cui la riduzione del colore al bianco, al nero e al grigio evidenzia, nel gioco di suggestioni incrociate,  il carattere più strutturale del segno di Accardi e quello più lirico di Sanfilippo; dalla stesura luminosa di colori iridescenti dei dipinti di Accardi dei primi Sessanta a quella, dei medesimi anni, in cui il segno di Sanfilippo si rimpicciolisce in forme vaganti come costellazioni, sino alla sperimentazione di Accardi di una materia industriale e trasparente  quale il sicofoil a cui corrisponde, in Sanfilippo, l’adozione di ampi spazi vuoti. Con l’eccezione di rare occasioni espositive in gallerie private durante gli anni giovanili e delle mostre di contesti più ampi e generali, l’indagine in parallelo sui percorsi di Accardi e Sanfilippo rappresenta un inedito, reso possibile dalla collaborazione con l’Archivio dei due artisti.

Il catalogo della mostra è pubblicato e distribuito da Silvana Editoriale. Visite dal martedì alla domenica 10-13, 18-20, lunedì chiusi, ingresso 3 euro. Nel rispetto delle normative governative per il contenimento del rischio contagio, la visita alla mostra prevede un percorso obbligatorio con entrata e uscita differenziate. Gli ingressi alla mostra saranno contingentati e i visitatori potranno accedere alle sale del Convento del Carmine solo se muniti di mascherina. Priorità a coloro i quali avranno prenotato la visita inviando una email a info@pinacotecamarsala.it. INFO http://www.pinacotecamarsala.it/

PALAZZO GRIGNANI

Dopo la chiusura imposta dall’emergenza covid, Palazzo Grignani – che ospita la collezione permanente di arte contemporanea della Pinacoteca di Marsala – è regolarmente visitabile dallo scorso 3 giugno. Anche qui percorso obbligatorio in entrata e in uscita per i visitatori che hanno accesso solo se muniti di mascherina. Visite dal martedì alla domenica dalle 10 alle 13 e dalle 19 alle 21 (orario estivo). Palazzo Grignani si trova a Marsala in Piazza del Carmine e riunisce una raccolta di opere di artisti come Cagli, Cantatore, Cassinari, Conti, Gentilini, Maccari, Marchegiani, Pomodoro, Sassu, Sironi, Tosi, Tozzi, Moncada e molti altri ancora.

  • Print
Computer Hope