Home in evidenza Il 7 settembre a Francavilla di Sicilia la serata dei premi della...

Il 7 settembre a Francavilla di Sicilia la serata dei premi della sesta edizione del Film Festival dei Cortometraggi

0 32

Francavilla di Sicilia (Me) – Si accendono i riflettori sulla sesta edizione del festival dei Cortometraggi che si svolgerà sabato 7 settembre alle ore 20,30 al Cine Teatro Comunale “A Ferrara”.

Di seguito l’lenco dei corti finalisti che concorreranno  per aggiudicarsi il Primo, Secondo e Terzo posto.
(Valore voto Giuria Tecnica 70% – Valore voto pubblico presente in sala 30%)

 

Fino alla fine di Giovanni Dota
Pepitas di Alessandro Sanpaoli
Invisibile di Max Nardari
Senza Paura di Orazio Bottiglieri
L’Origine di Luigi Mingron
In Zona Cesarini di Simona Cocozza
Una cosa su Napoli di Valerio D’Ambrosio
Fili di Goffredo Maria Bruno
Fade Out di Lucio Langelli
Addio Clochard di Michele Li Volsi
L’Amore non ha religione di Max Nardari
La Scelta di Alberto Vianello

 

La foto di gruppo con i premiati e la giuria

La foto di gruppo con i premiati e la giuria dell’edizione 2017

 

LA TRAMA DEI CORTI

FINO ALLA FINE:  Uno sparo squarcia il silenzio della notte, quattro Uomini fuggono dal luogo del delitto. Umberto “Si e NO”, infallibile killer del Clan Caputo, ha appena ucciso l’uomo sbagliato. Per sua sfortuna, la vittima è il nipote di Tonino O’ Infame, il boss più temuto della città. Ma questo pare non essere il problema più grande: Umberto “Si e NO” nasconde infatti un terribile segreto.

 

PEPITAS :  Andrea nonostante abbia superato i trent’anni, vive ancora in casa con la mamma e la nonna ipovedente. Ha un lavoro part-time ma nel tempo libero fa la drag queen anche se nessuno in famiglia lo sa. Proprio questa sera che ha uno spettacolo, sua nonna ha deciso di voler passare la serata con lui. Andrea farà di tutto per evitare che la nonna venga a sapere chi sia realmente, ma chi ti vuole bene sa tutto, al di là delle parole.

 

INVISIBILE: Una donna nella sua solitudine si accorge che un bambino la osserva. Fra i due esiste un forte collegamento.

 

SENZA PAURA: Una maestra guida un gruppo di bambini tra le vie di Palermo, alla scoperta di luoghi e realtà.

 

L’ORIGINE: La delusione amorosa, causata dal problema disoccupazione, dilagante soprattutto al sud, spinge il protagonista, motivato da vecchi e nuovi amici, a lasciare la comfort-zone della sua realtà e della sua terra e ad avventurarsi verso una nuova esperienza all’estero, qui conoscerà un altro se.

 

IN ZONA CESARINI : Un padre vecchio stampo troppo sicuro di sé e un figlio già adulto, ma ancora troppo pavido, hanno qualcosa che li divide da sempre ma che è rimasto celato per anni. Oggi, durante il pranzo della domenica che la mamma ha preparato con tanto amore ed alla presenza di un inaspettato ospite, emergeranno verità così amare da non potere essere addolcite neanche da una sfogliatella.

 

UNA COSA SU NAPOLI:  Un giovane, alle prese con le difficoltà della vita, incontra il suo scapestrato padre che non vede da molto tempo.

 

FILI:  Beatrice e Cristiano, sono due burattini siciliani, costretti a vivere ogni giorno un dramma d’amore, causato, dall’ostilità del padre. Una notte, guidata da un sentimento superiore e da una sorprendente potenza di volontà, i burattini prendono miracolosamente la vita.

 

 

FADE OUT: Giorni nostri, il rientro a casa di Marta, una sera come altre, è turbato da qualcosa che si cela dietro la porta del suo appartamento. O forse no. Forse Marta è solo entrata im un salone degli specchi e non riesce più a trovare l’uscita.

 

ADDIO CLOCHARD: Mario si ritrova in pochissimo tempo senza lavoro, una famiglia, né una dignità, per colpa della crisi economica. Vagabonda per la città come un barbone, aiutando pure gli altri barboni, dormendo dove capita finché una maledetta notte …

 

L’AMORE NON HA RELIGIONE:  Due famiglie, una Musulmana e una Cattolica, vengono chiamate d’urgenza dal direttore della casa di cura dove risiedono i loro rispettivi genitori, dopo essere scappati insieme. Così due culture distanti tra loro sono costrette a relazionarsi e a confrontarsi, pur se tra moltissimi preconcetti.

 

LA SCELTA:  Una ragazza sta tornando da scuola. E’ poco in ritardo quindi decide di prendere una scorciatoia.

  • Print
Computer Hope