FEBBRAIO 2020
Home Tags Posts tagged with "Taormina"

Taormina

0 1390

Paterno’ (Ct)- E’ stato presentato a Paternò, presso il Palazzo delle Arti, situato alle pendici della collina storica del luogo, il progetto “Paternò, terra di acqua e fuoco” portato avanti dalla Pro Loco paternese, a cui è stato assegnato un finanziamento europeo. Lo scopo dell’iniziativa è la promozione turistica del territorio; a tal proposito sono stati realizzati: un pulmino turistico, un museo interattivo sviluppato sulle direttrici acqua, aria e fuoco che attualmente è in fase di realizzazione ed ospitato al piano terra del Palazzo delle Arti e anche cinque spot ed un video promozionale andato in onda sulle reti nazionali “Marco Polo” e “Alice”.
Il progetto è partito quasi 4 anni fa – evidenzia la presidente della Pro Loco, Salvina SambataroOggi riusciamo a raggiungere quest’importante traguardo per la promozione turistica del territorio e la valorizzazione dei prodotti tipici. E’ stata una corsa ad ostacoli, ma abbiamo lavorato con un unico obiettivo: far conoscere le bellezze di questa città, per creare occasione di sviluppo ed opportunità di lavoro, soprattutto guardando ai giovani. Speriamo di avere ricadute concrete sul territorio. Da questo punto di vista l’Amministrazione comunale deve continuare ad essere da supporto.
All’incontro con la stampa erano presenti oltre a Salvina Sambataro, presidente della Pro- Loco di Paternò, il vice sindaco Carmelo Palumbo, l’assessore allo Sviluppo Economico Agostino Borzì e il responsabile regionale giovani di SiciliAntica Giuseppe Barbagiovanni. “Il museo multimediale è solo il punto di partenza – ha sottolineato l’assessore allo sviluppo economico, Agostino Borzì – Guardiamo all’utilizzo del piano superiore della struttura, sempre in un’ottica di gestione congiunta tra Comune e Pro Loco. Questo progetto è un traguardo importate. Senza la caparbietà della presidente della Pro Loco, Salvina Sambataro, oggi non saremmo qui. Si è saputo dare al territorio ciò di cui ha bisogno.” Fra gli altri, all’incontro era presente anche il maestro Barbaro Messina, famoso nel mondo per le sue opere di pietra lavica ceramicata che ha invitato l’amministrazione comunale a fare un ulteriore sforzo per un utilizzo pieno e totale del Palazzo delle Arti.
In occasione della conferenza sono stati presentati, poi, l’opuscolo, in italiano ed inglese, “Paternò perla del Simeto” e il sito internet www.terredipaterno.it .Infine, sempre nel corso della conferenza stampa, è stata presentata l’iniziativa sponsorizzata da “Garanzia giovani”, che ha permesso di realizzare un corso di promozione ed accoglienza turistica di 200 ore. Circa 30 i corsisti, cui verrà riconosciuto un attestato regionale.
  Milena  Arcidiacono

Paternò terra di acqua e fuoco

0 1509

Le celebrazioni hanno interessato la Base Aerea di Sigonella e la città di Catania

Il Capo SMA Consegna Crest al Col. Sicuso

Il Capo SMA Consegna Crest al Col. Sicuso

Base aerea di Sigonella (Ct) – Nell’ambito delle celebrazioni del 50° anniversario della costituzione del 41° Stormo Antisom di Sigonella dell’Aeronautica Militare (AM), sono stati organizzati alcuni eventi celebrativi tesi ad evidenziare i particolari legami esistenti tra i militari dello Stormo e la cittadinanza ed Autorità Locali.

Domenica 27 settembre 2015, concerto della Banda Musicale dell’Aeronautica Militare al Teatro “Vincenzo Bellini” di Catania: organizzato con il supporto del Comune di Catania, hanno preso parte il Sindaco della medesima città, Avv. Enzo Bianco, il Prefetto, Dott.ssa Maria Guia Federico e il Questore Dott. Marcello Cardona, il Prefetto di Siracusa Dott. Armando Gradone, il Capo di Stato Maggiore dell’AM – Gen.SA Pasquale Preziosa, il Comandante la Squadra Aerea – Gen.SA Maurizio LODOVISI, i vertici locali della Magistratura, tutte le Autorità responsabili dell’ordine pubblico, una significativa rappresentanza del personale del 41° e altri gentili ospiti.

Lunedì 28 settembre 2015, evento celebrativo all’interno della Base Aerea di Sigonella: alla presenza del Comandante la Squadra Aerea, Generale Squadra Aerea Maurizio Lodovisi, è stato organizzato presso il nuovo hangar “One” della base ha visto la partecipazione del Generale Squadra Aerea (in congedo) Giovanni Tricomi, Decano del 41° Stormo Antisom, dell’Ispettore dell’Aviazione per la Marina, Generale Brigata Aerea Roberto Azzolin, del Comandante Forze Supporto e Speciali (CFSS), Generale Brigata Aerea Roberto Boi, le Autorità delle provincie di Catania, Siracusa, Ragusa e Messina, unitamente ad uno schieramento del personale della Base Aerea ed alla presenza di ospiti civili e militari locali nonché di ex-Comandanti ed appartenenti allo Stormo.
Il Decano del 41°, Gen. Tricomi, Comandante dello Stormo negli anni 1976-77, ha ricordato quelli che sono i pilastri su cui si fonda l’attività dell’Arma Azzurra, e quindi del 41° Stormo, i risultati ottenuti costantemente negli anni e i tanti riconoscimenti che ne sono tangibile segno, lodando l’attività ed il servizio reso alla comunità a qualsiasi ora del giorno e della notte. Parlando del personale, ha detto che i valori e l’entusiasmo rimangono sempre gli stessi, cioè quelli ereditati dai grandi aeronautici del passato, sempre pronti anche per l’estremo sacrificio.
Il Comandante del 41° Stormo Antisom, Colonnello Vincenzo Sicuso, durante il suo intervento ha sottolineato l’importanza dell’evento celebrato, evidenziando come “…oggi ho il privilegio di poter festeggiare, insieme a tutti voi, questa importante ricorrenza quale Comandante e ciò mi consente di sottolineare l’alta valenza professionale degli uomini del 41° e la grande capacità operativa dell’Atlantic che, nonostante gli oltre 40 anni di servizio e la prossima dismissione, permette ancora di raggiungere gli obiettivi assegnati”. Ha poi proseguito”…Il nostro personale ha svolto i compiti istituzionali assegnati con passione, determinazione e senso dello Stato…. sono questi i pilastri su cui si fonda l’attività dell’Aeronautica Militare ed i risultati ottenuti negli anni, i riconoscimenti sia a livello nazionale che internazionale ne sono il più tangibile segno. La crescente richiesta di interventi, infatti, è stata ampiamente soddisfatta grazie soprattutto alla vasta preparazione professionale e alla disponibilità incondizionata del personale”.
Il Generale Lodovisi, in rappresentanza del Capo di Stato Maggiore AM ha ringraziato le personalità ed i gentili ospiti richiamando, nel corso del proprio intervento, l’attenzione dei presenti su quanto il personale del 41° ha saputo fare “oggi festeggiamo i 50 anni di attività aeronautica del 41° Stormo Antisom. Quello attuale è un periodo difficile per tutte le realtà istituzionali che devono fronteggiare quotidianamente ristrettezze di bilancio; in questo contesto, la revisione dello strumento militare ci ha imposto di effettuare alcune scelte coraggiose, prediligendo la qualità alla quantità, puntando sul maggiore impiego di tecnologie avanzate ed investendo sulla risorsa maggiormente importante, il personale appunto. Ed è proprio la componente umana che, se correttamente indirizzata da una leadership ispirata e lungimirante, può garantire quel quid in più necessario alla Forza Armata per eccellere nelle attività proprie ed a favore della collettività, come testimoniano in particolare gli ultimi due anni che hanno visto gli equipaggi dei nostri Atlantic concorrere alle delicate operazioni di pattugliamento del Mediterraneo per fronteggiare la nota emergenza umanitaria”.
Per illustrare l’importante ricorrenza, è stata allestita una mostra fotografica storico-culturale dal personale specialista dello Stormo catanese, curata in collaborazione con il Liceo Artistico “E. Greco” di Catania sotto il coordinamento della Prof.ssa Maria Eleonora Bonincontro, che ripercorre gli ultimi 50 anni del 41° Stormo e del proprio sistema d’arma (Breguet 1150 Atlantic). La ricca esposizione, allestita con cimeli storici e pannelli descrittivi raffiguranti importanti scorci di vissuto aeronautico, è stata inaugurata dal Capo di SMA insieme a studenti dell’istituto artistico coinvolto e dell’Istituto Aeronautico “Besta” di Ragusa; singolare e degna di nota, tra le lavorazioni eseguite, un pannello metallico realizzato adattando un’obsoleta paratia antighiaccio “fuori uso” di un Breguet 1150 con una serie stilizzata di scritte, a forma di Atlantic, riportanti una sintesi della storia del 41° Stormo e la firma autografa del Generale Preziosa.
E’ stata, inoltre, predisposta una mostra statica con assetti dello stormo, velivoli a pilotaggio remoto Predator dell’AM, aeromobili di stanza alla locale Naval Air Station Statunitense e, infine, agli MB-339 delle “Frecce Tricolori” rischierati a Sigonella in occasione della manifestazione area di Giardini Naxos organizzata dall’omonimo Comune domenica 27 settembre. L’evento dimostrativo ha visto la partecipazione di circa 50.000 persone sul litorale interessato, unitamente alla presenza del Sottosegretario di Stato alle Politiche Agricole, On.le Giuseppe Castiglione, del Prefetto di Messina, Dott. Stefano Trotta e del Capo di SMA che ha ricevuto direttamente dal Sindaco di Giardini Naxos, Pancrazio Lo Turco, la cittadinanza onoraria conferita all’Aeronautica Militare nell’occasione.
A seguito dell’entrata in linea avvenuta nel 1972, l’attitudine dell’Atlantic ad operare autonomamente o in supporto a Forze aeronavali complesse ha consentito al 41° Stormo – in modo naturale – di adattarsi e rendersi disponibile a diverse tipologie di impiego al variare dello scenario internazionale. Così, pur mantenendo tutte le proprie peculiarità e capacità, nel tempo, è passato da un’attività prevalentemente antisommergibili e antinave tipica della “guerra fredda”, ad un’attività di pattugliamento e di ricognizione ottica ed elettronica delle aree d’interesse, nonché anche ad un’attività volta al controllo dei flussi d’immigrazione clandestina nel mediterraneo. Tutto questo è da ascriversi unicamente alle capacità peculiari del velivolo Atlantic in termini di autonomia, attitudine al volo a bassissima quota e disponibilità di molteplici sensori e apparati di comunicazione e che gli permettono, di pattugliare agevolmente aree molto vaste, altrimenti esplorabili con l’impiego di numerosi altri mezzi navali ed aerei.

     1° M.lo Carmelo Savoca

Il Gen. Preziosa Capo SMA aGiardini Naxos

Il Gen. Preziosa Capo SMA aGiardini Naxos

Arrivo a Sigonella del  Capo SMA Gen. Preziosa

Arrivo a Sigonella del Capo SMA Gen. Preziosa

La cerimonia

La cerimonia

Il Concerto al Teatro Massimo Bellini della Banda AM

Il Concerto al Teatro Massimo Bellini della Banda AM

La visita alla Base del Gen. Preziosa

La visita alla Base del Gen. Preziosa

Visita alla Base del Gen. Preziosa e del Gen. Lodovisi

Visita alla Base del Gen. Preziosa e del Gen. Lodovisi

Il Gen.Preziosa firma l'Albo d'Onore

Il Gen.Preziosa firma l’Albo d’Onore

Il passaggio della PAN a Sigonella

Il passaggio della PAN a Sigonella

Il Gen. Prezionsa con gli alunni delle scuole

Il Gen. Prezionsa con gli alunni delle scuole

Visita alla mostra storica

Visita alla mostra storica

Il Capo SMA in visita lla mostra storico fotografica

Il Capo SMA in visita lla mostra storico fotografica

La foto di gruppo con gli studenti in visita alla mostra

La foto di gruppo con gli studenti in visita alla mostra

Il Capo di SMA appone la firma sulla "paratia  antighiaccio"

Il Capo di SMA appone la firma sulla “paratia antighiaccio”

0 847

Caldonazzo (Trento) – Sabato e Domenica 6 settembre a Caldonazzo Prov. di Trento si è svolta la gara Campionato Italiano canoa Giovani e Campionato delle Regioni sulla distanza dei 2000 e 200 mt, quest’anno gli atleti iscritti erano 1026, per un totale di 3357 atleti/gara e 2056 equipaggi. La gara ha concluso la stagione del canoa giovani Nazionale.
Buone le prestazioni degli Atleti della TISANDROS del Prof. Giovanni Leonardi,che dopo una lunga e calda stagione hanno dato tutto per la gara più importante del circuito. La Tisandros che negli anni scorsi per un lungo periodo stazionava tra le prime tre società d’Italia era presente con un’importante rappresentanza di atleti di qualità. Ha esordito nelle gare dei 2000mt Il Nazionale Alfonso Daniel nel K2 della Sicilia in coppia con un atleta dell’Acitrezza ,poi un buon 4° posto del duo Vadalà Rosario e il Taorminese Lorenzo Mangano nel k2 risolto al fotofinish , Poi bella ma sfortuna gara di Damiano Lo Pinto nel K1 cadetti A che a 5 mt dall’arrivo si è rovesciato mentre si trovava al 5°posto. Nelle gare di Domenica sulla distanza dei 200 mt, argento per Alfonso Daniel nel k4 cadetti a della Sicilia , nel k420 allievi B bel 2° posto di Rosario Vadalà e Lorenzo Mangano lo stesso Mangano nel k420 Allievi b ha quasi sfiorato la vittoria ottenendo il 2° posto al fotofinish , Solita e grande prestazione del Nazionale Alfonso Daniel che nel K1 cadetti A ottiene il 2° posto , buon 4° posto di Lo Pinto Damina nel K1 Cadetti A , che poi nel k2 la coppia Alfonso e Lo Pinto giungono al 2° posto battuti solo dai campioni d’italia .a chiudere la buona giornate i 4 moschettieri d’italia hanno ottenuto il meritato buon piazzamento nella classifica per società,meritandosi gli applausi di tutti. L’ASD Tisandros parteciperà al Prossimo appuntamento che chiuderà la stagione agonistica 2015 alla gara di Nicoletti (EN) .Dopo una buona stagione gli atleti avranno un mese di riposo fisiologico e poi ripartiremo per una nuova ed importante stagione.

0 1420

Il 41° Stormo “Antisom” compie 50 anni. Il 1° ottobre 1965 ricorre il 50° anniversario della costituzione del 41° Stormo Antisom di Sigonella dell’Aeronautica Militare. Nell’ambito di questa importante ricorrenza, sono stati organizzati i seguenti eventi ai quali prenderanno parte autorità religiose, civili e militari della Regione Siciliana e i Vertici della Forza Armata: – domenica 27 settembre 2015 ore 20.30, concerto della Banda Musicale dell’Aeronautica Militare al Teatro Massimo Bellini di Catania, alla presenza del Capo di Stato Maggiore Aeronautica (evento non aperto ai media); - lunedì 28 settembre 2015 ore 10.30, evento celebrativo all’interno della Base Aerea di Sigonella, alla presenza del Comandante della Squadra Aerea. Presso il nuovo hangar One della base di Sigonella è stata allestita una mostra storico-fotografica che ripercorre i 50 anni del 41° Stormo e del proprio sistema d’arma (Breguet 1150 Atlantic) in mostra statica unitamente ad altri velivoli dell’Aeronautica Militare, compresi quelli a pilotaggio remoto Predator e gli MB-339 delle “Frecce Tricolori” che domenica 27 prenderanno parte alla manifestazione area di Giardini Naxos, nonché velivoli di stanza anche alla locale Naval Air Station statunitense.

I media interessati a coprire l’evento possono accreditarsi presso l’Ufficio Pubblica Informazione e Comunicazione del 41° Stormo di Sigonella, ai recapiti di seguito riportati, avendo comunque cura di comunicare (via e-mail) nome e cognome, numero tessera media, recapiti e testata giornalistica di riferimento: 1°M. Carmelo Savoca, Addetto P.I. 41° Stormo Fisso 095/7852150 cell. 334/6993968 E-mail carmelo.savoca@aeronautica.difesa.it Le eventuali interviste potranno essere rilasciate solo al termine della cerimonia dal Comandante della Squadra Aerea – Generale di Squadra Aerea Maurizio LODOVISI e dal Comandante del 41° Stormo Antisom e dell’Aeroporto di Sigonella, Colonnello Pilota Vincenzo Sicuso.

     M.llo Carmelo Savoca

0 2082

Naxos Air Show 2015
Giardini naxos domenica 27 settembre 2015
Frontemare Giardini Naxos

Giardini Naxos (Me)Domenica 27 settembre 2015 avrà luogo nel cielo antistante Giardini Naxos la manifestazione aerea “Naxos Air Show 2015″ nella quale la Pattuglia Acrobatica Nazionale sarà la protagonista dello show aereo. Evoluzioni, spettacolari numeri acrobatici della pattuglia civile “Blu Circe” e del Campione Italiano pluri medagliato Rudy Natale, dimostrazione di elicottero del SAR di recupero naufrago, sorvolo di aerei militari dal familiare Atlantic del vicino 41° Stormo agli EFA del 37° Stormo di Trapani Birgi, passaggio di velivoli della Polizia di Stato e flotta dell’Aeroclub di Catania animeranno il cielo di fronte Giardini Naxos. La manifestazione culminerà con il carosello di evoluzioni dei piloti delle Frecce Tricolore che eseguiranno le più spettacolari acrobazie del loro famoso palinsesto. L’evento avrà inizio alle ore 14,30 e si concluderà alle 17,30.
Una manifestazione aerea, senza precedenti” commenta il sindaco di Giardini Naxos Pancrazio Lo Turcoche culminerà con l’esibizione della Pattuglia Acrobatica Nazionale. Avere le Frecce Tricolori volteggiare sul mare di Naxos rappresenta, oltre che un motivo di orgoglio e privilegio, una grande opportunità per la promozione del nostro centro turistico in Italia ed all’estero in aggiunta ai benefici effetti economici per l’economia locale che scaturiranno dalla presenza turistica generata in quel fine settimana dallo straordinario evento. L’eccezionale avvenimento segue ai recenti fatti di cronaca riguardanti l’alluvione che ha colpito la fascia ionica il 9 settembre scorso ed in particolare Giardini Naxos. A tal proposito nell’ambito della manifestazione è stata organizzata, in piazza Kalkis, dove avverrà l’esposizione e gli stand dell’Aeronautica, una raccolta fondi, sostenuta dall’Aeronautica Militare, il cui ricavato sarà destinato a quanti hanno subito danni a causa dell’alluvione. Sarà presente anche l’UNICEF tra le Associazioni umanitarie. Tutta l’Amministrazione Comunale insieme agli Enti preposti alla realizzazione dell’evento tra cui la Prefettura, l’Aeronautica Militare Italiana, l’Aeroclub di Catania, il Direttore della Manifestazione Col (congedo) Francesco Moraci, ENAC, ENAV, Guardia Costiera, Commissariato di PS, Polizia Stradale, Carabinieri, Guardia di Finanza, Dipartimento Protezione Civile Provinciale, Interforce e Comunale, Associazioni di volontariato (tra cui Garibaldini, Guardia Nazionale Ambientale, Misericordia), impiegati Comunali, 118, ASP, CRI, Lega Navale di Taormina, Demanio Marittimo solo per citarne alcune sono già al lavoro da parecchie settimane. Il vicesindaco Carmelo Giardina aggiunge:” Avere le Frecce Tricolori, simbolo dell’identità Nazionale, a Giardini Naxos è motivo di grande privilegio per tutta la città. Confido nella sana partecipazione dei cittadini, quelli veri che amano il proprio paese e mi auguro che tutto si possa realizzare nel migliore dei modi a beneficio dell’intera comunità“.
Per il Piano di Supporto Sanitario saranno impiegate, tra l’altro, due PMA, 13 ambulanze, 38 soccorritori distribuiti su tutto il territorio, una postazione di elisoccorso, mentre il soccorso in mare sarà assicurato da motovedette e squadre di sommozzatori della Guardia di Finanza e della Guardia Costiera .

CONFERENZA STAMPA:
La Conferenza stampa della manifestazione è programmata alle ore 11.00 del 26 (sabato) settembre 2015 al Lido Splash Beach  (Via Lungomare Schisò accanto al frontemare del Lido di Naxos) e sarà presieduta dal Comandante delle Frecce Tricolori, TCol Pil. Jan Slangen.

Sabato 26 Settembre 2015 Lido  Splash Beach (Accanto il Lido di Naxos)  ore 11,00
conferenza stampa

SABATO 26 settembre
Ore 11.00 Apertura della manifestazione: conferenza stampa presso il lido Splash Beach (accanto il lido di naxos).

10.00-22.00 Esposizione, Stand e Raccolta Umanitaria: Mostra statica AMI/Simulatore MB.339 (Piazza Kalkis). Stand Amministrazione Comunale/Fastweb/ UNIPOL/Ford (Presso Piazza Kalkis) e Stand UNICEF (Porto, tempietto).

16.00- 17.00 Prove manifestazione aerea: cielo antistante Giardini Naxos

DOMENICA 27 settembre

08.30 -20.00 Esposizione, Stand e Raccolta Umanitaria: Mostra statica AMI/Simulatore MB.339 (Piazza Kalkis). Stand Amministrazione Comunale/Fastweb/ UNIPOL/Ford ( Presso Piazza Kalkis).
Stand UNICEF (Porto, tempietto)

14.30 Passaggio velivoli Aeroclub Catania
14.40 Passaggio ultraleggeri
14.50 Passaggio Atlantic 41° Stormo Sigonella
15.00 Sorvolo n. 2 EFA 37° Stormo Birgi
15.10 Sorvolo n. 2 velivoli della Polizia Di Stato P68 e AW139
15.20 Esibizione pattuglia civile “Blu Circe”
15.45 Passaggio Sterman
15.55 Esibizione Campione di acrobazia sportiva “Rudy Natale” su CAP 231
16.25 DEMOSAR HH 139 del 82° Gr. Trapani
17.00 Esibizione Frecce Tricolori
17.30 Fine Manifestazione
Il programma potrebbe subire variazioni non dipendenti dalla volontà dell’organizzazione.

 

Conferenza servizi per organizzazione evento

Conferenza servizi per organizzazione evento

Conferenza Servizi al Municipio

Conferenza Servizi al Municipio

Il Sindaco di Giardini Naxos Pancrazio Lo Turco

Il Sindaco di Giardini Naxos Pancrazio Lo Turco

Il Vice Sindaco Carmelo Giardina

Il Vice Sindaco Carmelo Giardina

Mappa Parcheggi

Mappa Parcheggi

0 1623

 

AVVISO  AI  LETTORI

 

A GIORNI  SARA’  ATTIVATA LA NUOVA RUBRICA  INTITOLATA “AGORA’ – Liberi Pensatori a Confronto”

 

 

 

LIBERI  PENSATORI A CONFRONTO

 

Oriana Fallaci

 

“Lottate, ragionate col vostro cervello, ricordate che ciascuno è qualcuno, un individuo prezioso, responsabile, artefice di se stesso, difendetelo il vostro io, nocciolo di ogni libertà , la libertà è un dovere, prima che un diritto è un dovere”

 

Maria Teresa di Calcutta

Cosa puoi fare per promuovere la pace nel mondo? Vai a casa e ama la tua famiglia.Qual è la peggiore sconfitta? Scoraggiarsi!
Quali sono i migliori insegnanti? I bambini!

Io posso fare cose che non tu non puoi, tu puoi fare cose che io non posso. Insieme possiamo fare grandi cose.

Ama la vita e amala seppure non ti da ciò che potrebbe, amala anche se non è come tu la vorresti, amala quando nasci e ogni volta che stai per morire. Non amare mai senza amore, non vivere mai senza vita.

Non dobbiamo permettere a nessuno di allontanarsi dalla nostra presenza, senza sentirsi migliore e più felice.

La vita è un’opportunità, coglila.
La vita è bellezza, ammirala.
La vita è beatitudine, assaporala.
La vita è un sogno, fanne una realtà.
La vita è una sfida, affrontala.
La vita è un dovere, compilo.
La vita è un gioco, giocalo.
La vita è preziosa, abbine cura.
La vita è una ricchezza, conservala.
La vita è amore, godine.
La vita è un mistero, scoprilo.
La vita è una promessa, adempila.
La vita è tristezza, superala.
La vita è un inno, cantalo.
La vita è una lotta, vivila.
La vita è una gioia, gustala.
La vita è una croce, abbracciala.
La vita è un’avventura, rischiala.
La vita è pace, costruiscila.
La vita è felicità, meritala.
La vita è vita, difendila.

Non possiamo parlare finché non ascoltiamo. Quando avremo il cuore colmo, la bocca parlerà, la mente penserà.

 

BUDDHA

Migliaia di candele possono venire accese da una singola candela, e la vita della candela non sarà abbreviata. La felicità non diminuisce mai con l’essere condivisa.

Attraverso la violenza forse puoi risolvere un problema, ma pianti i semi per un’altro.

L’odio non si spegne con l’odio, ma con l’amore: questa è la legge Eterna.

Nella mente ha origine la sofferenza; nella mente ha origine la cessazione della sofferenza.

Ci sono solo due errori che si possono fare nel cammino verso il vero: non andare fino in fondo e non iniziare.

Non c’è una via per raggiungere la felicità. La felicità è la via.

La profondità dell’amore crea un oceano intorno a te e tu diventi un’isola.

Chi fa del male soffre in questo mondo e nell’altro. Chi fa del bene gioisce in questo mondo e nell’altro.

Il tuo compito è scoprire qual è il tuo compito e dedicartici con tutto il tuo cuore.

Il cambiamento non è mai doloroso. Solo la resistenza al cambiamento lo è.

La Via non è nel cielo; la Via si trova nel cuore.

Trattenere la rabbia e il rancore è come tenere in mano un carbone ardente con l’intento di getterlo a qualcun altro: sei tu quello che viene bruciato.

Come un bel fiore smagliante privo di profumo, altrettanto belle ma prive di frutto sono le parole di colui che non agisca conforme a loro.

La pace viene da dentro. Non cercarla fuori.

 

 

Paulo Coelho

Il mondo è nelle mani di coloro che hanno il coraggio di sognare e di correre il rischio di vivere i propri sogni.
(Le Valchirie, 2010)

Tutto l’universo cospira affinché chi lo desidera con tutto se stesso possa riuscire a realizzare i propri sogni.
(L’Alchimista, 1995)

Un bambino può insegnare sempre tre cose ad un adulto:
1. A essere contento senza motivo.
2. A essere sempre occupato con qualche cosa.
3. A pretendere con ogni sua forza quello che desidera.
(Monte Cinque, 1998)

Non cercare le apparenze, possono ingannare. Non cercare la salute, anche quella può affievolirsi.
Cerca qualcuno che ti faccia sorridere perché ci vuole solo un sorriso per far sembrare brillante una giornataccia.
Trova quello che fa sorridere il tuo cuore.
(Le cose che ho imparato nella vita)

Non ti arrendere mai. Di solito è l’ultima chiave del mazzo quella che apre la porta.
(Il manoscritto ritrovato ad Accra, 2012)

La miglior specie d’amico è quel tipo con cui puoi stare seduto in un portico e camminarci insieme, senza dire una parola, e quando vai via senti che è come se fosse stata la miglior conversazione mai avuta.
(Le cose che ho imparato nella vita)

Credo che solo una cosa renda impossibile la realizzazione di un sogno: la paura di fallire!
(L’Alchimista, 1995)

Quando la porta della felicità si chiude, un’altra si apre, ma tante volte guardiamo così a lungo a quella chiusa, che non vediamo quella che è stata aperta per noi.
(Le cose che ho imparato nella vita)

Ci vuole solo un minuto per offendere qualcuno, un’ora per piacergli, e un giorno per amarlo, ma ci vuole una vita per dimenticarlo.
(Le cose che ho imparato nella vita)

Nessun giorno è uguale all’altro, ogni mattina porta con sé un particolare miracolo, il proprio momento magico, nel quale i vecchi universi vengono distrutti e si creano nuove stelle.
(Sulla sponda del fiume Piedra mi sono seduta e ho pianto, 1996)

Un abbraccio vuol dire “tu non sei una minaccia. Non ho paura di starti così vicino. Posso rilassarmi, sentirmi a casa. Sono protetto, e qualcuno mi comprende”. La tradizione dice che quando abbracciamo qualcuno in modo sincero, guadagniamo un giorno di vita.
(Aleph, 2011)

Il vero io è quello che tu sei, non quello che hanno fatto di te.
(Veronika decide di morire, 1999)

Perfino Dio ha il suo inferno: è il suo amore per gli uomini.
(Il diavolo e la signorina Prym, 2010)

Ciò che chiamiamo “vita” è un treno con tanti vagoni. A volte ci troviamo in uno, a volte in un altro. In alcune occasioni passiamo dall’uno all’altro: accade quando sogniamo o quando ci lasciamo trasportare dallo straordinario.
(Istanti, 2011)

 

 

GANDHI

Il genere umano può liberarsi della violenza soltanto ricorrendo alla non-violenza. L’odio può essere sconfitto soltanto con l’amore. Rispondendo all’odio con l’odio non si fa altro che accrescere la grandezza e la profondità dell’odio stesso.

Se potessimo cancellare l’«Io» e il «Mio» dalla religione, dalla politica, dall’economia ecc. saremmo presto liberi e porteremmo il cielo in terra.

Tu e io non siamo che una cosa sola. Non posso farti del male senza ferirmi.

 

STEVE  JOBS

Il vostro tempo è limitato, perciò non sprecatelo vivendo la vita di qualcun’altro. Non rimanete intrappolati nei dogmi, che vi porteranno a vivere secondo il pensiero di altre persone. Non lasciate che il rumore delle opinioni altrui zittisca la vostra voce interiore. E, ancora più importante, abbiate il coraggio di seguire il vostro cuore e la vostra intuizione: loro vi guideranno in qualche modo nel conoscere cosa veramente vorrete diventare. Tutto il resto è secondario.
(Steve Jobs, Discorso all’Università di Stanford, 12 giugno 2005)

 

Jim  Morrison

La vita è come uno specchio: ti sorride se la guardi sorridendo.

Ognuno di noi ha un paio di ali, ma solo chi sogna impara a volare.

Se ami qualcosa lasciala andare via, solo se torna sarà veramente tua.

Sorridi anche se il tuo sorriso è triste, perché più triste di un sorriso triste c’è la tristezza di non saper sorridere.

Vivi la vita così come puoi, perché come vuoi non puoi.

È in questo che consiste il vero amore: lasciare che una persona sia ciò che davvero è. La maggior parte delle persone ti amano per quello che pretendono tu sia.

Penso a me stesso come a un essere umano intelligente e sensibile, ma con l’anima di un pagliaccio, che mi costringe a distruggere tutto nel momento più importante.

Smetterò di amarti solo quando un pittore sordo riuscirà a dipingere il rumore di un petalo di rosa cadere su un pavimento di cristallo di un castello mai esistito.

Sono nato piangendo mentre tutti ridevano e morirò ridendo quando tutti piangeranno.

Bimbo mi chiedi cos’è l’amore? Cresci e lo saprai. Bimbo mi chiedi cos’è la felicità? Rimani bimbo e lo vedrai…

Non dire mai che i sogni sono inutili perché inutile è la vita di chi non sa sognare.

A volte basta un attimo per scordare una vita, ma a volte non basta una vita per scordare un attimo.

 

 

0 1414

Alla cerimonia hanno preso parte i militari dell’Aeronautica Militare della Base Aerea

La corona di alloro commemorativa

La corona di alloro commemorativa

Base Nato Sigonella (Ct)“L’11 settembre 2001 ha cambiato per sempre il corso della storia umana. Oggi, esattamente a distanza di 14 anni, siamo qui riuniti insieme, personale Statunitense e dell’Aeronautica Militare Italiana – militari e civili – fratelli e sorelle tutti, per avvalorare e difendere il nostro comune istinto per la difesa della libertà che tiranni assassini hanno cercato invano di sottomettere nel corso di quella funesta mattinata di settembre”.
Queste sono le parole del Captain Christopher Dennis, Comandante della Naval Air Station (NAS) della Marina Statunitense di stanza nella parte ovest del sedime della base dell’Aeronautica Militare (AM) di Sigonella, durante la cerimonia per la commorazione dell’11 settembre alla quale ha preso anche il personale militare della Base Aerea e del 41° Stormo Antisom, capeggiati dal loro Comandante, Colonnello Pilota Vincenzo Sicuso.
Nel corso della cerimonia, non aperta al pubblico esterno, i due Comandanti delle Comunità Italiana e Americana hanno deposto una corona d’alloro ai piedi del monumento eretto per ricordare la strage delle Torri Gemelle nel piazzale antistante il comando della NAS nella parte ovest della Base Aerea Siciliana.
Aver preso parte a questa cerimonia, è per me un motivo di grande orgoglio e soddisfazione perché gli uomini e le donne della Base Aerea di Sigonella, intesi come Aeronautica Militare e US Navy, si sono ritrovati ancora una volta uniti per continuare ad avvalorare con sentita determinazione la convinzione della difesa delle libere istituzioni dall’infame politica del terrore. L’11 settembre ci ha insegnato che nessuno è sicuro, nemmeno a casa propria, ma ci ha mostrato che lottando fianco a fianco come fratelli d’armi è possibile vincere la battaglia contro il nemico comune…il terrorismo”. Sono le parole del Col. Sicuso che, a margine dell’evento, ha inteso esprimere la propria soddisfazione e la convinzione che quelle Italo-Americana di Sigonella sono due componenti che si completano e formano un dispositivo solidale ed efficiente al servizio della Comunità e delle Istituzioni.
Infatti, i rapporti e le attività della Base Aerea dell’Aeronautica Militare di Sigonella con la locale U.S. Naval Air Station sono improntati ad un profondo e convintissimo senso di collaborazione emerso, ancora una volta, durante quest’ultima cerimonia. Fondamentali in tal senso risultano le continue esercitazioni congiunte svolte sul sedime di Sigonella nonché l’impulso dei vertici locali del Paese ospite, al fine di ottimizzare i rapporti fra le due componenti nazionali, le quali, pur nell’assoluto rispetto delle reciproche sovranità, operano al meglio, attestandosi su vertici di cooperazione eccellenti sia nell’ambito aeroportuale, sia nei rapporti con la Comunità locale, ai vari livelli organizzativi ed istituzionali.

  M.llo Carmelo Savoca

1 La corona di Alloro

I due comandanti depongono la corona di alloro

Il discorso commemorativo del comandante Sicuso

Il discorso commemorativo del comandante Sicuso

Un momento della cerimonia

Un momento della cerimonia

Un momento della cerimonia

Un momento della cerimonia

0 2371

Per inaugurare l'evento esposto il Cippo Greco, in prestito dal museo Paolo Orsi di Siracusa, testimonianza delle origini della prima colonia greca di Sicilia

Il Cippo di Naxos

Il Cippo di Naxos

Giardini Naxos (Me) – Il Museo archelogico di Naxos si rifà un nuovo look. E’ stato rinnovato nell’esposizione integrata di nuovi reperti ritrovati negli ultimi scavi effettuati nel sito dell’antica colonia greca di Sicilia e nel contempo, è stato potenziato, nella leggibilità, da una serie di pannelli didattici esplicativi descrittivi dei reperti esposti, realizzati in lingua italiana ed in inglese. Domenica 13 settembre alla presenza dell’assessore regionale dei Beni Culturali e Identità Siciliana prof. Antonio Purpura è stato inaugurato il nuovo allestimento. Per la speciale occasione è stato esposto il Cippo marmoreo datato VII secolo a.c. concesso in prestito dal Museo Archeologico Paolo Orsi di Siracusa. Numerose le autorità intervenute alla manifestazione, tra questi la direttrice del Museo archeologico di Siracusa Paolo Orsi dott.ssa Gioconda la Magna. A fare gli onori di casa alle autorità ed agli ospiti intervenuti è stata la dott.ssa Maria Costanza Lentini Direttore del Parco Archeologico di Naxos la quale dopo i saluti di rito ha illustrato i nuovi reperti ritrovati e l’innovativo apparato didattico collocato nelle sale del museo. Dopo aver ringraziato per la preziosa collaborazione la direttrice del Museo archeologico di Siracusa Paolo Orsi dott.ssa Gioconda la Lentini ha spiegato che il Cippo marmoreo, contenente una dedica alla dea Enyo, fu scoperto nel 1977 . Era custodito dentro un bothros ellittico (fossa scavata nella pietra) all’interno del santuario ad ovest del torrente Santa Venera. Si tratta di un reperto che ha un valore documentario rilevante poichè i caratteri incisi appartengono inequivocabilmente all’alfabeto del VII secolo a.C. dell’Isola di Naxos delle Cicladi. Qui, come a Naxos Cicladica, i caratteri includono il segno del chet nella forma di un rettangolo chiuso e vuoto, usato sia come aspirazione, sia come ks. L’importanza del ritrovamento è notevole perché solo lo storico Ellanico (FGrHist. 4 F82) riporta i Nassi come fondatori della città. Tucidite (6.3) non ne fa menzione. Appiano (Bellum Civile 5, 109, 454-5) tramanda: “Archegete è una piccola statua che per prima cosa fu collocata da quelli che dall’Isola di Naxos migrarono in Sicilia”. E’ la ricerca archeologica, con il ritrovamento del cippo, ad avere prodotto la prova definitiva della partecipazione di Naxos Cicladica alla fondazione di Naxos in Sicilia.Ad individuare l’area sacra sulla riva destra del torrente, al di fuori delle mura della città e di fronte ad esse, sono state le ricerche condotte tra il 1975 ed il 1978 da Paola Pelagatti. In quella occasione furono scoperti porzioni di un edificio sacro arcaico (sacello A) e l’edificio bipartito B-C che si allinea lungo una strada nord-sud. All’interno del bothros ellittico H, ricadente nell’area ad est degli edifici descritti, venne ritrovato il famoso cippo con dedica alla dea Enyò. Iscritta nei caratteri dell’alfabeto arcaico della Naxos cicladica, la dedica rimane l’unica indicazione esplicita della sfera cultuale del santuario, sfera per il resto ancora sconosciuta.
L’Assessore Antonio Purpura, che qualche mese fa ha firmato il Decreto con il quale viene concessa l’autonomia al Parco Regionale di Naxos, nel corso della cerimonia si è congratulato per gli interventi migliorativi e le sostanziali innovazioni che rendono ancora più fruibile a pubblico e turisti il Museo ed il Parco archeologico a beneficio di un potenziamento del sito in termini di visitatori e di una maggiore visibilità e comprensione dei reperti esposti spiegati in doppia lingua. Al termine della cerimonia il pubblico intervenuto e le autorità presenti hanno visitato il museo e il parco archeologico.

                                       ROSARIO MESSINA

La dott.ssa Lentini espone il Cippo

La dott.ssa Lentini espone il Cippo

L'arrivo al Museo di Naxos dell'Assessore Purpura

L’arrivo al Museo di Naxos dell’Assessore Purpura

Il Cippo di Naxos e la dedica alla dea Enyo

Il Cippo di Naxos e la dedica alla dea Enyo

La sala del museo dove è esposto il Cippo di Naxos

La sala del museo dove è esposto il Cippo di Naxos

Gli autori dei pannelli didattici

Gli autori dei pannelli didattici

Da sin. la dott.ssa Maria Costanza Lentini, l'assessore reg. Antonio Purpura e la dott.ssa Gioconda La Magna

Da sin. la dott.ssa Maria Costanza Lentini, l’assessore reg. Antonio Purpura e la dott.ssa Gioconda La Magna

0 962

Taormina (Me) – Al via sabato 19 settembre la quinta edizione di TaoBuk il Taormina International Book Festival. É ancora tempo di muri, di divisioni che resistono. Le cronache quotidiane ci portano testimonianze di muri politici, religiosi, razziali ed economici, innalzati sul terreno fertile di una cronica incomunicabilità, mentre agli intellettuali spetta il ruolo di farsi veicolo di conoscenza della diversità ed occasione di promozione di una cultura del dialogo. Il Festival, che dedica la sua quinta edizione a questo tema, sarà palcoscenico di eccezionali personalità internazionali, dal premio nobel Orhan pamuk, figlio di una civiltà “di frontiera” e ponte privilegiato tra l’Oriente e l’Occidente, allo scrittore marocchino tahar Ben Jelloun, vera e propria icona nella lotta al pregiudizio sociale e all’intolleranza religiosa, senza dimenticare l’artista israeliana di origini yemenite noa, da sempre ambasciatrice di pace in Medio-Oriente, sino a blogger e giornalisti che in quella parte di mondo operano quotidianamente.

Forti dell’esperienza di un ritrovarsi fatto di contenuti e di intrattenimento di qualità” parole di Antonella Ferrara la presidente della kermesse  “la comunità delle Belle Lettere augura a tutti voi un buon taobuk 2015!”

Inaugurazione

Inaugurazione

Programma

Programma

La locandina

La locandina

 

0 716

Taormina (Me)Dal 19 al 25 settembre 2015 si terrà la V edizione di TaoBuk, il festival internazionale del libro di Taormina cha ha pensato anche alle famiglie con TaoFamily e con un ciclo di laboratori ludico-didattici a cura di Officine Culturali.
Il ciclo di iniziative dedicate ai più piccoli avrà per tema “Taormina tra mito e leggenda!” permettendo ai giovani partecipanti del TaoBok di scoprire la storia di una delle città più antiche della Sicilia. Taormina, che al cospetto della “Montagna” guarda il mare, è sempre stata simbolo di una Sicilia popolata da giganti, uomini-pesce e fate. Ambita meta dei viaggiatori, è indiscussa protagonista di storie misteriose tramandate nei racconti popolari. I giovani partecipanti durante ogni appuntamento avranno l’opportunità di conoscere le storie e le curiosità legate al territorio e di reinterpretarle. I laboratori sono composti da una prima fase narrativa alla quale ne seguirà una creativa durante la qiale i bambini potranno creare la loro storia, tramite l’illustrazione, il fumetto o un mini teatrino delle marionette.
I laboritori di TaoFamily a cura di Officine Culturali si terranno nelle giornate di sabato 19, domenica 20, giovedì 24 e venerdì 25 dalle ore 16.00 alle ore 18.00 presso la Biblioteca Comunale di Taormina.
Per maggiori informazioni sulla V edizione del TaoBuk scarica il programma della rassegna o consulta il sito www.taobuk.it. Per avere maggiori dettagli sul ciclo di laboratori a cura di Officine Culturali è possibile contattare i seguenti numeri 0957102767 | 3349242464.

RIMANI IN CONTATTO