SETTEMBRE 2019
Home Tags Posts tagged with "luigi centra"

luigi centra

0 1621
0x-Luigi-Centra

Il Maestro Luigi Centra

Il genio del maestro pittore romano Luigi Centra ha messo a segno un altro importante traguardo artistico. Il 26 luglio scorso l’artista ha inaugurato una grande mostra antologica dal titolo Quando il Colore fa Rumore con  opere che vanno dagli anni settanta ad oggi, presso il bellissimo teatro del Comune di Isola del Liri  nel frusinate che gli ha concesso il patrocinio.

All’inaugurazione sono stati consegnati numerosi premi internazionali a grandi artisti che si sono distinte nell’arte propria. All’evento c’erano pittori, musicisti e scrittori.  I riconoscimenti sono stati consegnati  dall’Assessore alla Cultura della Pro Loco di Fiuggi dott. Toni Loreti e dal Maestro Centra.  Hanno ricevuto il premio il Prof. Alberto Pelagalli, il Prof. Valerio Fazio, Nadia Loreti, Marzia Volpari, Cristina Fuoco, Valeria Molon, Niky Deli, Tony Centra, Susanna Corsetti. La mostra resterà aperta fino al 5 agosto prossimo.

 La performance è stata accompagnata dalle piacevoli note della chitarra del musicista Valerio Fazio e dalla voce  di Cristiano Lamberti. Dopo questa ennesima mostra l’artista Luigi Centra Volerà in America.

Luigi Centra  è un artista ormai  entrato a far parte dell’Olimpo dei grandi internazionali della pittura. Anche la Sicilia lo ha adottato e lo considera un proprio figlio d’arte  poiché  Da anni è un assiduo frequentatore dell’Isola ed in particolare di Giardini Naxos e della fascia Jonica  poiché: “con le sue bellezze naturali e la sua storia” come ama ripetere “è una preziosa fonte di ispirazione per i miei lavori artistici”. In Sicilia il Maestro Centra ha realizzato numerosi progetti con il nostro giornale e con l’associazione Scientifico Culturale “Mea Lux” (della quale è socio onorario) presieduta dal nostro editore Angela Lombardo.

Luigi Centra in Sicilia

Luigi Centra in Sicilia

Il dott. Rosario Messina con il Maestro Centra

Il dott. Rosario Messina con il Maestro Centra

Il Maestro Centra assieme ad Angela Lombardo premiano il fisico nucleare Fulvio Frisone

Il Maestro Centra assieme ad Angela Lombardo premiano il fisico nucleare Fulvio Frisone

Il Maestro Centra non è salito alla ribalta delle cronache nazionali ed internazionali per le sue originali mostre e per i numerosi libri che ha scritto  ma anche perché in molte occasioni ha messo la sua arte, che spazia dalla pittura alla poesia, al servizio di progetti umanitari. Il poliedrico artista romano (originario di Veroli) pittore, scrittore, poeta, scultore con la sua fondazione Onlus ha spesso promosso progetti umanitari per tanti bambini. Proprio per tale generosa dedizione qualche anno fa Luigi Centra era stato inserito tra i candidati per concorrere al Premio Nobel per la Pace dal Nobel Forum della Karolinska Institutet a Stoccolma in Svezia, dall’Amministrazione presieduta da Iornwall e Ann Margret Agneta, “per aver lavorato molto con la sua arte italiana nel mondo a favore dei bambini”.

Luigi Centra è stato definito uno dei più quotati pittori dell’impressionismo astratto, difatti la critica lo definisce uno degli ultimi esponenti della pop art italo americana e, possiamo affermare senza riserve e con orgoglio che  è  una nostra leggenda tutta italiana,  apprezzato e conosciuto in tutto il mondo.

I suoi lavori sono la base d’insegnamento per le nuove generazioni. Il nostro Governo dovrebbe avere grande considerazione verso questo straordinario artista per aver dato lustro alla nostra terra,  divulgando la sua Pop Art nel Mondo sin dal 1959-60 con un percorso artistico parallelo nella letteratura con ben 70 libri pubblicati. Ovunque è andato con le sue mostre ha riscosso plausi e apprezzamenti  che gli hanno valso il  Premio alla Cultura da parte della Presidenza del Consiglio dei Ministri. L’artista, che da tempo combatte i postumi di un’ischemia cerebrale, ha in programma  di andare, accompagnato dal suo manager spagnolo, a Los Angeles in USA in una clinica specializzata per cercare di curare la patologia.  Ricordiamo ancora che Luigi Centra è stato tra i primi artisti a dipingere e colorare le fotografie in bianco e nero con una tecnica personalizzata. Tra i tanti aneddoti che fanno parte della sua brillante e  movimentata vita di artista ricordiamo anche  un incidente diplomatico accaduto all’Aeroporto di Logan a Boston (USA) nel 2003, per fortuna risolto senza conseguenze, a seguito di una mostra realizzata nei pressi  di  Cambridge (UK).

Attualmente è uno degli artisti più quotati. Le sue numerose opere realizzate pare superino il valore di un milione di dollari. Quotazioni derivate dalle sue tecniche artistiche originali tra queste ricordiamo la collezione di abiti cuciti con stoffe “immaginate come tele” dove sono stati riprodotti  i suoi dipinti più famosi.  L’originale collezione è stata presentata in alcune sfilate di moda in Polonia e a Milano. Il Maestro Centra è anche conosciuto per le sue numerose e generose donazioni di sue opere alle istituzioni di Stato ed anche private. Nel 2006 si occupò dei bambini malati a Kiev (Ucraina) eseguendo numerosi master  nelle scuole accademiche e non. Per chi volesse conoscerlo il Maestro Centra lo si può incontrare ultimamente  presso il suo studio di Porta Romana a Veroli nel frusinate dove hanno transitato numerosi personaggi noti ed artisti. Giusto per citarne alcuni, ricordiamo il grande Mogol, Sgarbi, Balestra, una delegazione Russa, una delegazione araba, ambasciatori, Maraja e alcuni prefetti di Frosinone.   Dal 2015 è l’ideatore ed il direttore artistico del “Premio Internazionale Grandi Artisti Luigi Centra” che si svolge ogni anno al Centra Park di Stra (Venezia). In ogni edizione vengono premiati con l’originale statuetta della “Dea alata” personaggi di spicco nel mondo dello spettacolo e dell’arte in genere. la sua storia artistica una sorta di “work in progress”  prosegue spedita verso nuovi traguari poichè Luigi Centra per quest’anno ha già in programma altri interessanti appuntamenti con l’are e la cultura dove scriverà altre meravigliose pagine con i suoi penneli.   

Queste sono solo alcune notizie che riguardano l’artista romano poiché raccontare del maestro Luigi Centra è come aprire un libro magico sempre pieno di sorprese. La sua storia umana e artistica, una sorta di “work in progress”,  prosegue spedita verso nuovi traguardi poichè Luigi Centra per il futuro ha già in programma altri interessanti appuntamenti con l’arte e la cultura dove scriverà altre meravigliose pagine artistiche con i suoi pennelli e le sue poesie.   

Per chi volesse conoscerlo meglio può leggere la sua ampia biografia.

        Dott. ROSARIO MESSINA

Lo studio del Mastro Centra a Veroli

Lo studio artistico del Mastro Centra a Veroli

Luigi Centra e Vittorio Sgarbi

Luigi Centra e Vittorio Sgarbi

Centra e Sgarbi

Centra e Sgarbi

La cerimonia dei Premi per l'evento

La cerimonia dei Premi per l’evento svoltosi a L’Isola di Liri

La consegna dei premi a Liri

La consegna dei premi a Liri

Artisti premiati a Liri

Artisti premiati a Liri

Artisti premiati alla manifestazione artistica "Quando il colore fa rumore"

Artisti premiati alla manifestazione artistica “Quando il colore fa rumore”

Cercami amore mio, mi troverai nell’aria che tu respiri nei passi che tu cammini, in un fiore di tulipano tra le spighe del grano, nei fiore di zafferano………” inizia  così una delle poesie del nuovo libro pubblicato dal maestro Luigi Centra. Quest’ultima fatica del poliedrico artista di Veroli (FR) è intitolata “Quando l’amor invoca in poetici canti”. La modella milanese Maria Letizia Somma, di origine pugliese,   è la musa ispiratrice del libro. Diverse foto la ritraggono in pose sensuali vestita da odalisca, si tratta di capolavori degli scatti del fotografo milanese Enzo Viscuso che impreziosiscono le copertine del testo e diverse pagine del libro.

Il testo contiene una sessantina di poesie che regalano emozioni al lettore che li legge. I testi elaborati con parole che sgorgano dall’anima parlano d’amore. La poesia diventa territorio privilegiato di emozioni e sentimenti dell’autore verso la sua musa.

Da anni è un assiduo frequentatore della Sicilia e, in particolare,  di Giardini Naxos perché: “con le sue bellezze naturali e la sua storia” come ama ripetere “è una preziosa fonte di ispirazione per i miei lavori artistici”. A tal proposito nel libro non mancano poesie dedicate alla sua seconda patria, la Sicilia,  come “Riportami a Naxos tra i tuoi seni rassodati…”, “Con me osi amoreggiare mia bedda sicula palermitana”, “La tua pelle par che assomigli tanto ai bronzi delle donne di Manzù e di Messina”.  Alcune delle liriche sono state dedicate ad alcune muse ispiratrici come “Con te peccar vorrei d’amor mio” (dedicata alla stilista Irina), “Morir con te si ch’io vorrei” (Dedicato alla modella Maria Letizia) e “Mia avvenente donna svanita nel gran Jonio” (Dedicato alla cantautrice piemontese di origini siciliane Maria Russel che nel 2017 è stata premiata a Stra  -Venezia con il premio “Leone D’oro” per i suoi traguardi artistici.

Il maestro Centra non finisce mai di stupirci e, ancora una volta, ha lasciato il segno della sua grande maestria e sensibilità d’animo. Il suo è un libro che vale la pena leggere perchè scritto con la penna dell’anima capace di far sognare il lettore e trasferire in chi lo legge una cascata di emozioni particolarmente intensa e suggestiva.

                          ROSARIO MESSINA

Il maestro Luigi Centra a Piedimonte Etneo in Sicilia

Il maestro Luigi Centra a Piedimonte Etneo in Sicilia

Luigi Centra e Vittorio Sgarbi

Luigi Centra e Vittorio Sgarbi

Luigi Centra

Luigi Centra

Maria Letizia Somma

Maria Letizia Somma

Alcune pagine del libro con Maria Letizia Somma

Alcune pagine del libro con Maria Letizia Somma

0 2273

San Pietro di STRA (Venezia) – Sempre più ambita la dea alata del Premio Internazionale Grandi Artisti “Luigi Centra” che ogni anno si arricchisce sempre più di firme eccellenti, italiane ed internazional Quest’anno la collaborazione con l’artista poliedrica Flower Terry Tedeschi è stata preziosissima. Direttrice artistica e presentatrice dell’evento, anche lei premiata con la statuina per il suo talento artistico , è riuscita a “scovare” nomi eccellenti della musica e dello spettacolo che ci hanno onorato della loro presenza.

Questa V° edizione, svoltasi l’11 giugno 2017 sempre al Centra Park a Stra (Venezia), ha visto sul palco personaggi noti in Italia e all’estero, ma soprattutto è stata un’edizione speciale, gemellata con il “Festival Internacional de Cortometrajes de Loja” FICL.

A rappresentare la Spagna per l’occasione di nuovo il grande attore Luis Fernandez de Eribe, premiato con il Leone d’oro di Venezia; David Ferraro Jericoh, regista, produttore e attore e l’attrice spagnola Paloma Albero Asensio , entrambi premiati con la dea alata, quest’anno ideata e realizzata interamente dal maestro Luigi Centra; Santi Gomez, premiato come attore rivelazione dell’anno che ha ricevuto il leone stilizzato in premio.

Ancora dalla Spagna i famosi biscotti del dolcifico Bonachera con i quali sono stati omaggiati tutti gli ospiti al Premio, una vera bontà!!!

E a sorpresa, direttamente da New York il grande produttore Jerry Ferraro a ritirare il Leone d’oro.

Tanti i premi speciali assegnati quest’anno, come la statuina dello scultore ciociaro Romano Orgiti con la quale sono stati premiati il cantautore Pino d’Isola per i suoi primi 50 anni di carriera, Antonio Centra brillante architetto di Colleferro (Roma) e il dolcifico Bonachera di Loja (Granada).

Altro ambito premio il Leone in plexiglass, più moderno. È stato assegnato alla stilista di Seregno (MB) Rita Balestrieri che per l’occasione ha vestito alcune modelle con abiti da lei realizzati con i colori del Maestro Luigi Centra; l’attrice e modella spagnola Camilla Osto; il poeta calabrese Mercurio Arena che ci ha commosso con i versi di una sua poesia sulla sua infanzia e per finire il produttore Ezio Scimè da Milano.

Anche la fashion designer polacca Patrycja Plesiak ha ricevuto il suo meritato riconoscimento per la collaborazione avuta con Luigi Centra, creando degli abiti stampati con le opere dell’artista che ha presentato anche alla fashion week di Parigi.

Nel corso della cerimonia è stato consegnato anche un altro importante premio, il Leone d’oro di San Marco. Il simbolo di Venezia è stato assegnato  al regista veneto Claudio Polotto, al pittore dei Vip Ariedo Lorenzone di Milano, alla cantautrice di origini siciliane  Maria Russell.

Diverse le Menzioni d’onore che sono state assegnate:

alle modelle Carlotta Aldighieri, Francesca Lo Voi e Sonia Vieira, al cantante e polistrumentista Roberto Marigo, alla cantante Violetta Binetti, al gruppo musicale “The Rogers”, al pittore Ilario Pietribiasi, all’artista “Sir Flans” Jose Luis Corcoles, al comunicatore Davide Meneghini, all’art director Guido D’Annunzio, all’imprenditrice Teresa Musilli, al mitico Dr. Felix Dj e speaker di RDS (in postuma – ritira premio Joy Salinas), alla radio spagnola Alhamilla Radio Mar – Maria Cazorla e alla italianissima RGS – Radio Green Stage che ha trasmesso in diretta tutto l’evento dalla sua postazione al Centra Park, intervistando di volta in volta i vari ospiti e premiati. Grazie ad Azzurra, Isabetta e al presidente Francesco Pellovini.

I premiati con la Dea  Alata  invece sono stati:

la cantante Alessandra Ferrari, la cabarettista Giusy Zenere, il cantautore George Aaron, l’artista dj Angelus Marino, il cantante lirico Diego Bragonzi Bignami, la pop-star internazionale Joy Salinas, l’ex bassista dei Nomadi Umberto Gabriele Maggi, lo scrittore Fabio Melelli e il tenore lirico Rodolfo Maria Gordini.

“Un grazie di cuore per l’organizzazione impeccabile come sempreha commentato al termine della manifestazione Luigi Centrada ormai cinque anni, buona parte del successo è dovuto grazie all’attenzione e alla disponibilità dei padroni di casa Gianfranco Brusegan e Margarita Elsensohn ai quali vanno i ringraziamenti di tutti per l’ospitalità e la cordialità con i quali siamo stati accolti. Quest’anno abbiamo avuto l’onore di avere tra gli ospiti il Doge Presidente dell’ Associazione Cavalieri di San Marco di cui ora fa parte anche Gianfranco Brusegan, riconoscimento molto ambito. Grazie anche alla direttrice artistica Flower Terry Tedeschi, donna di un’energia unica e di grande professionalità.  Grazie alle due “storiche” vallette Sheila Brusegan e Priscilla Centra che con la loro bellezza impreziosiscono l’evento. Grazie anche a tutti i Media che hanno dato visibilità alla manifestazione in particolare al Web Magazine SiciliaFelix magistralmente diretto dal giornalista Rosario Messina per i numerosi articoli dedicati ad ogni edizione dell’evento.”

Ci sembra doveroso prima di concludere, ricordare anche il Maestro  Luigi Centra che quest’anno ha realizzato l’ambita statuetta  della Dea Alata ed ha svolto un grande lavoro di coordinamento.

The Family Photo

The Family Photo

La cantautrice Maria Russell premiata con il Leone D'Oro

La cantautrice Maria Russell premiata con il Leone D’Oro

La premiazione di Maria Russell

La premiazione di Maria Russell

Luigi Centra con il pluripremiato attore Spagnolo Eribe

Luigi Centra con il pluripremiato attore Spagnolo Luis Fernandez De Eribe

Premiati

Premiati

Premiati

Premiati

gruppo 1

Un momento della manifestazione

Ospiti  con Luigi Centra

Ospiti con Luigi Centra

I premi

I premi

La Radio intervista a Luigi Centra

La Radio intervista a Luigi Centra

Premiati

Premiati

Premiati

Premiati

un

Un numero del mangiatore di fuoco

Luigi e Terry con un premiato

Luigi e Flower Terry con un premiato

TV, Media e Reporter al Premio Centra 2017

TV, Media e Reporter al Premio Centra 2017

0 4036

Quest’anno il Premio Luigi Centra si gemella con il Premio Cinematografico di Loja (Spagna)

L’11 giugno 2017 si terrà a Stra (Venezia), presso il Centra Park, la quinta edizione del Premio Internazionale grandi Artisti “ Luigi Centra “ : il riconoscimento, dedicato e intitolato all’artista originario di  Carpineto Romano (Roma) che oggi vive a Veroli, ogni anno premia personalità che si sono distinte nel campo dello spettacolo, dell’arte, della musica, del cinema, della televisione, della fotografia, del management artistico, della diplomazia internazionale.

Un evento di risonanza internazionale che negli ultimi anni è diventato un appuntamento di grande rilievo, considerato anche  il grande livello degli ospiti e dei premiati.

Quest’anno il Premio vedrà la presenza di numerosi artisti  selezionati dallo staff organizzativo  con particolare cura e  maestria. L’evento è stato  affidato,  alla direzione artistica di Flower Terry Tedeschi, alla fama del  maestro Luigi Centra e al noto artista-fotografo Gianfranco Brusegan.

Come sempre i molti ospiti prestigiosi faranno da cornice al premio, che si svolgerà nell’intera giornata dell’11 giugno a partire dalle 14,30. La conduzione  della kermesse è dell’artista  Flower Terry Tedeschi, presente all’evento nella doppia veste di conduttrice e direttrice artistica del Premio internazionale Grandi Artisti “Luigi Centra” 2017.  Ad affiancarla nella conduzione saranno due belle giovani ragazze, Priscilla Centra figlia dell’artista Luigi e, la modella Sheila Brusegan figlia del fotografo Gianfranco Brusegan.

Nel corso delle varie edizioni il  Premio Centra ha visto premiati artisti di fama internazionale, come l’autore musicale Lorenzo Pilat, storico collaboratore di Adriano Celentano, il regista Giuseppe Ferlito, il regista austriaco Karl Fischer, la produttrice Carlotta Bolognini, il conduttore televisivo Alberto Francesconi, il musicista Umberto Scipione, autore di colonne sonore di film di grande successo per registi come Alessandro Benvenuti e Alessandro Siani.

Nell’edizione del 2017 di Giugno gli artisti che verranno con la dea  Alata e gli altri riconoscimenti previsti dal Premio Internazionale Grande Artisti “ Luigi Centra “ arrivano da tutte la parti del mondo, dalla Francia all’America, dal Giappone alla Cina, passando per Spagna, Grecia e Russia.

LISTA DEI PREMIATI  AL CENTRA PARK 11 GIUGNO 2017

PREMIO INTERNAZIONALE GRANDI ARTISTI “LUIGI CENTRA”-

Via Barbariga 108  San Pietro di Stra Venezia

 Conduttrice Artista Flower Terry Tedeschi, che ha organizzato l’evento mondiale     

 

PREMIATI CON LA DEA ALATA  DELL’ARTISTA LUIGI CENTRA E ATTESTATI INTERNAZIONALI  DI CERTIFICAZIONE AL PREMIO

1- Flower Terry Tedeschi  -Artista  conduttrice –

2 –Alessandra Ferrari  -Cantante-

3-Giusy Zenere  – Cabarettista –

4-George Aaron -Cantautore-

5-Angelus Marino – Artista DJ –

6- Diego Bragonzi Bignami –  Cantante Lirico –

7-David Ferraro Jericoh – Regista  – Attore  drammatico cinematografico –cantante produttore-compositore musicista-Cabarettista-

8-Paloma Albero Asensio –Attrice –

9- Joy Salinas– Cantante

10- Umberto  Gabriele Maggi  Dei Nomadi –Bassista-

11- FABIO MELELLI –Scrittore Cinematografico –

12 –Rodolfo Maria Gordini  Cantante Lirico

13 – Patrycja Plesiak  (Stilista)

14 – Rita Balestrieri (Stilista)

 

MENZIONI D’ONORE- (attestati)

1 –Carlotta  Aldighieri- Modella e Fotomodella-

2- Francesca Lo Voi – Modella- e Fotomodella-attrice-

3-Sonia Vieira —–Modella e-Fotomodella

4-Roberto Marigo —-Cantante –chitarrista-Polistrumentista-

5-Violetta Binetti….Cantante

6-The  Rogers-gruppo musicale

7-Ilario Pietribiasi –Pittore

8-Teresa Musilli -imprenditrice

9-Jose Luis Corcoles –Artista “Sir Flans”

10-Dr.Felix Rotimi Imevbore  – DJ – Attore – Cantante – Speaker –(ritira attestato Joy Salinas)

11-Davide Meneghini  ­-Comunicatore

12- radio – Radio Green Stage (RGS)

13- Santi Gomez -Attore

14 – Mercurio Arena – Poeta

15 – Guido D’Annunzio  (Art Director)

 

PREMI SPECIALI CON LA STATUETTA -OPERA DELLO SCULTORE ROMANO ORGITI (attestati) 

 

1-Pino d’Isola –   Cantautore “premio alla carriera “

2- Antonio  Centra -Architetto  –

3 Dolcificio-Bonachera Roscos De Loja-

 

 

SUPERPREMIO SPECIALE CON IL LEONE DI SAN MARCO

 

1.Luis Fernandez De Eribe –Attore

2-Claudio Polotto-regista

3-Ariedo Lorenzone -Pittore dei VIP

4- Maria Russell – cantautrice

 

TRA GLI SPONSOR è prevista anche la presenza del noto imprenditore spagnolo del dolcificio di biscotti Bonachera Roscos De Loja che distribuire oltre 150 confezioni di biscotti che portano il suo marchio a tutti i premiati e ospiti presenti al Festival.

L’istituzione del Premio Centra, nato nel maggio del 2013, si deve al noto fotografo Gianfranco Brusegan, amico e collaboratore di Luigi Centra, che ha individuato quale location il Centra Park, un magnifico spazio nel verde con la celebre Sala Centra, una sala dove sono raccolte alcune opere dell’artista Luigi Centra.

Una nota di merito va dedicata ad uno dei premiati, Radio RGS Green Stage che ha dato un apporto prezioso per veicolare messaggi e informazioni utili nelle aree terremotate.LOGO  RADIO

 

 

FESTIVAL CINEMATOGRAFICO DI LOJA (Spagna)

Promoter del prestigioso festival spagnolo è Loja Pablo Diaz Alamo

Il 27/28/29 Ottobre 2017 al Festival Cinematografico di Loja in Spagna, tra gli ospiti d’onore ci sarà anche l’artista Luigi Centra  assieme alla collaboratrice di studio Cecilia Minotti. Presenteranno il cortometraggio del regista Angelo Bianchi di Alatri (Frosinone) dal titolo “I Colori dell’Anima” girato al Campo di Concentramento delle Fraschette di Alatri nel frusinate.  Nel corso del Festival Luigi Centra premierà assieme ai noti attori Luis Fernandez De Eribe, David Ferraro e Santi Gomez  alcuni registi provenienti da tutto il mondo con il “Leone di San Marco di Venezia” realizzato dallo stesso artista romano.

La partecipazione di Luigi Centra al festival spagnolo sugellerà un gemellaggio internazionale tra il Premio Stra Luigi Centra di Venezia e il Festival del Cinema di Loja (Granada-Spagna)

Da sin. Brusegan, Luis Fernandez De Eribe e Centra

Da sin. Brusegan, Luis Fernandez De Eribe e Centra

Premio Centra 2016

Premio Centra 2016

Costumi Veneziani al Centra Park

Costumi Veneziani al Centra Park

Edizione del premio 2016

Edizione del premio 2016

I premiati del 2016

I premiati del 2016

Flower Terry Tedeschi

Flower Terry Tedeschi

Edizione 2016

Edizione 2016

Il direttore artistico del Premio edizione 2017 Flory Terry Tedeschi

Il direttore artistico del Premio edizione 2017 Flory Terry Tedeschi

il tenore Rodolfo Maria Gordini

il tenore Rodolfo Maria Gordini

Rodolfo Maria Gordini

Rodolfo Maria Gordini

La Cantautrice Maria Russell

La Cantautrice Maria Russell

0 1145

Nell’ambito delle manifestazioni estive dei “Fasti Verulani” Centra per la prima volta espone nel suo paese adottivo le sue tele. “GRANDI OPERE“ è il titolo della sua mostra  a Veroli nel frusinate al Vastissimo Chiostro Epocale Sant’Agostino  dal 27 agosto 2016  alle ore 18 al 18 settembre 2016 . L’Artista racconta con i suoi  dipinti, presentati dall’Ass. alla Cultura dott.ssa Cristina Verro  che ha concesso il patrocinio comunale,la storia dell’arte lunga una vita (1960-2016). Era il 1960 quando Centra iniziò a dipingere le fotografie in bianco e nero con il pennello nella sua materna casa a Carpineto Romano ( Roma) , quindi non furono gli inglesi ad essere i primi a dipingere le fotografie  in bianco e nero” (vedi fotografie Museo Centra nel frusinate)e con gli stencil da lui creati su carta paglia che veniva usata per incartare la conserva  che si comprava ad etti  nei negozi di generi alimentari nella spesa, caricava la pompetta dell’insetticida che aveva in casa e con il colore murale spruzzava i bordi delle camere a chi ne faceva richiesta insieme a suo fratello Mario. Questa fu  la sua prima pop art personale , soltanto negli anni sessanta /settanta divenne un esponente della pop art italo americana rivalutata in Italia  insieme a Mario Schifano, Lichtenstein e altri, non trascurando mai il suo impressionismo astratto che dipingeva sempre sulle lenzuola trafugate  a sua madre Maria. Commenta il Critico Vittorio Sgarbi : Centra comunica il senso dell’esistenza remota,presente e futura; numerosi altri critici di grosso calibro come il Prof. Carlo Giulio Argan e tanti altri hanno scritto di lui. Viaggio parallelo con la letteratura italiana (1976-2016) con 64 volumi pubblicati di vario genere  (vedi Biblioteche Nazionali)  facendo parte in seguito dell’olimpo degli scrittori e poeti d’Italia, premio alla cultura dalla presidenza  a Roma nel 1998 per il poderoso volume “Castelli di Ciociaria” e poi “Castelli del sud Lazio Latina e Roma Sud”.

Al Maestro Centra sono stati dedicati centri d’arte, musei  e quant’altro. Troppo vasta la sua biografia da raccontare . La sua vita e le sue conquiste artistiche meriterebbero  una trasposizione cinematografica e per tale motivo Centra si è offerto di raccontare la sua storia a qualche produttore e regista che fossero interessati a realizzare un film sulla sua vita e le sue opere.

00X  La FOTO DI GRUPPO

Il Premio Centra a Venezia

La locandina

La locandina

1XX Centrra e Lando Buzzanca

Luigi Centra e Lando Buzzanca alla Grotte di Pasterna alla inaugurazione, nel 2015, della Casa Museo di Nino Manfredi

Katia Ricciarelli e Centra Biennale Verona

Katia Ricciarelli e Centra Biennale Verona

Luigi Centra e Vittorio Sgarbi al Palaxepo di Verona

Luigi Centra e Vittorio Sgarbi al Palaxepo di Verona

interno studio veroli fr porta romana

interno studio veroli fr porta romana

Luigi centra con la figlia Priscilla

Luigi centra con la figlia Priscilla

Con Luis Fernandez De Eribe

Con Luis Fernandez De Eribe

Il Maestro Luigi Centra

Il Maestro Luigi Centra

0 2815

STRA (Venezia)- Si è svolta a Stra (Venezia) domenica 12 giugno 2016 la IV° edizione del Premio Internazionale Grandi Artisti Luigi Centra.

L’evento, con la direzione artistica di Pasquale Sorabella, si conferma un appuntamento di alto spessore culturale e vede la partecipazione di artisti provenienti da varie nazioni europee e perfino dagli USA.

Sedici sono stati i personaggi ai quali è andata la prestigiosa Dea Alata, la scultura bronzea creata dal Maestro Sergio Lombardi e otto invece gli artisti che sono stati insigniti della Menzione d’onore del Premio Centra.

Il Premio, che vuol essere un riconoscimento alla cultura e alla divulgazione dell’arte attraverso personaggi di spicco del mondo della televisione, del cinema, della musica, della pittura, della moda, della canzone, ha visto quest’anno sul simbolico “red carpet” nomi di assoluto prestigio.

Il Premio, nato nel 2013 per volontà di Gianfranco Brusegan, noto fotografo dei VIP, si è subito distinto per la scelta dei premiati, prediligendo nomi che rappresentano il mondo delle arti senza badare alla notorietà ma solo ed esclusivamente sulla base della qualità dei lavori svolti.

Nell’Albo d’oro del Premio si annoverano Lorenzo Pilat (autore di “Finchè la barca va”), Karl Fischer (produttore tv tedesco) nella I° edizione. Alla seconda edizione i Paps’n’skar (tra i loro successi “Stasera la luna”). Alla terza edizione il Maestro Umberto Scipione (autore delle musiche di “Benvenuti al sud” e “Un boss in salotto”), il regista Giuseppe Ferlito (attualmente al cinema con “Infernet” presentato nel corso della III° edizione), l’editore della WBE Channel USA Sebastiano Sandro Ravagnani.

Il Premio Internazionale Grandi Artisti Luigi Centra già dallo scorso anno si avvale della collaborazione dell’emittente televisiva americana WBE Channel che quest’anno ha effettuato una diretta streaming in concomitanza con altre tre dirette streaming mondiali, su RDL TV, su Euro Channel e su Istrione TV.

Sul palco del Centra Park sono saliti, per essere insigniti della Dea Alata, CECILIA GAYLE (la cantante di “El Pam Pam”); ENRICO BERUSCHI (attore e personaggio televisivo); LORELLA RIDENTI (direttore della rivista “ORA”); ADRIANO BONFANTI (autore e produttore di moltissimi programmi Mediaset – attualmente in onda con “La strada dei miracoli”); GIGI REGGI (Capostruttura reti Mediaset, giornalista e scrittore); MATTEO SETTI (attualmente in tourneè con “Notre dame de Paris” nel ruolo di Gringoire); UWE KOCKISCH (interprete della serie tv tedesca “Il commissario Brunetti – in arrivo dalla Germania); LUIS FERNANDEZ DE ERIBE (tra i più noti attori spagnoli, campione d’incasso con il film “Bajo un manto de estrellas” – in arrivo dalla Spagna); DANILO DAITA (ideatore e produttore televisivo di Sanremo DOC); CARLOTTA BOLOGNINI (produttrice cinematografica e scrittrice); ROY GERACI, ALEX NEWSOME e THOMAS TOFFOLI (registi cinematografici); GERARDO AVALLONE (organizzatore concerti di solidarietà); LUIGI DONADIO (discografico); ANNALISA MARTINISI (cantante) e MARINO RONCARI (pittore – dalla Florida USA).

Sono stati invece premiati con la Menzione d’onore del Premio Centra:

PATRYCJA PLESIAK (stilista polacca che ha realizzato i tre meravigliosi abiti delle vallette Sheila Brusegan e Priscilla Centra);

IZABELA KOSSOWSKA e SANDRA SKRZYPCZAK , stiliste polacche anche loro, rispettivamente madre e figlia che hanno creato un loro marchio di moda “BezAle” anche per i diversamente abili;

FEDERICA LAMBIASE, cantante, attualmente in classifica in America;

VALERIA SORLI, attrice e giornalista di costume;

TEODORO MURDOLO, fotoreporter, anche Ceo di RDL TV;

STILE LIBERO ROBI, dj e musicista, la cui musica ha fatto da colonna sonora all’intero pomeriggio;

ARIEDO LORENZONE, pittore dei VIP.

Tanti gli ospiti intervenuti al Centra Park a divertirsi e a divertire con le loro performance, come Domenico Altobelli, tenore del Teatro La Fenice di Venezia; Emanuele Cozzi dei Paps’n’skar; la show woman Flower Terry Tedeschi e ancora il cantante Pino D’isola.

Ha presentato l’evento Francesco Lombardi, più noto come Ghyblj (volto storico del Maurizio Costanzo Show), affiancato da due vallette d’eccezione, la modella Sheila Brusegan e Priscilla Centra, figlia del Maestro Luigi Centra al quale è dedicato il Centra Park e l’intero Premio.

Non sono mancati ospiti a sorpresa dell’ultima ora, come Davide Veronese, sosia ufficiale di Luca Zaia presidente della Regione Veneto.

La festa è stata impreziosita anche dai meravigliosi abiti di Aldo Zornetta, costumista della Regata di Venezia.

Tante le telecamere puntate a riprendere l’evento e altrettanti i fotografi pronti allo scatto ad ogni premiazione, uno fra tutti Angelo Gennaro.

La festa si è svolta in un clima di gioiosa allegria, un pomeriggio trascorso tra amici in assoluta tranquillità, grazie all’impeccabile organizzazione della padrona di casa, Margarita Elsensohn.

 

La Rivista  ORA:

Anche la rivista nazionale di gossip ‘ORA’ parla del Premio Internazionale Grandi Artisti ‘Luigi Centra’, svoltosi il 12 giugno scorso al Centra Park di Stra (Venezia) e dedicato all’eclettico artista, pittore della Pop-art americana ed impressionista astratto.

L'articolo sulla rivista ORA

L’articolo sulla rivista ORA

Il Premio, giunto ormai alla IV edizione, è nato da un’idea di Luigi Centra e del famoso fotografo dei VIP Gianfranco Brusegan che ha voluto addirittura intitolare un parco presso la sua abitazione a Stra (Venezia) al suo amico pittore, il Centra Park appunto.

Lo scopo principale del Premio Centra è soprattutto divulgare l’arte attraverso personaggi famosi e non, nazionali ed internazionali, che arrivino indistintamente dal mondo della musica, del cinema, della TV, della pittura,  per premiare i loro meriti artistici più che la loro popolarità.

Quest’anno hanno ricevuto la Dea Alata, realizzata dallo scultore ciociaro Sergio Lombardi:

registi come Roy Geraci, Alex Francesco Newsome e Thomas Toffoli; l’attore comico Enrico Beruschi; Adriano Bonfanti e Gigi Reggi, rispettivamente autore e dirigente Mediaset; la produttrice cinematografica Carlotta Bolognini; la direttrice della rivista ‘Ora’, Lorella Ridenti; la cantante napoletana Annalisa Martinisi e la cantante sudamericana Cecilia Gayle; Gerardo Avallone, organizzatore di eventi di beneficienza; l’ideatore di Sanremo DOC, Danilo Daita; il produttore discografico Luigi Donadio; l’attore spagnolo Luis Fernandez de Eribe; il cantante del musical ‘Notre dame de Paris’, Matteo Setti e il pittore italiano Marino Roncari, ora residente in America.

Consegnate inoltre varie menzioni d’onore a:

Patrycja Plesiak, Izabela Kossowska e Sandra Skrzypczak, stiliste polacche; Teodoro Murdolo, fotoreporter; Ariedo Lorenzone, pittore ritrattista dei VIP; Valeria Sorli, giornalista di costume; Stile Libero Robi, DJ.

Sono intervenuti come ospiti il cantante Pino D’Isola, la show woman Flowerterry , il tenore della Fenice di Venezia Domenico Altobelli, Emanuele Cozzi dei Paps’n’skar e il sosia ufficiale del governatore del Veneto Luca Zaia, Davide Veronese.

Presentatore della serata il mitico Ghyblj, affiancato da due bellissime vallette, Sheila Brusegan e Priscilla Centra.

Direttore artistico dell’evento Pasquale Sorabella.

FOTO GRUPPO

LA FOTO DI GRUPPO

Un momento della manifestazione

Francesco Lombardi con Sheila Brusegan e Priscilla Centra

Fotografi e Cameramen

Fotografi e Cameramen

Gli Ospiti

Gli Ospiti

Cecilia Menotti e Lorenzoni Ariedo

Cecilia Menotti e Lorenzone Ariedo

Protagonisti del  Centra Park

Protagonisti del Centra Park

Il Maestro Luigi Centra

Il Maestro Luigi Centra

Con Luis Fernandez De Eribe

Con Luis Fernandez De Eribe

Collage dei Premiati

Collage dei Premiati

La Manifestazione

La Manifestazione

Artisti

Artisti

Luigi centra con la figlia Priscilla

Luigi centra con la figlia Priscilla

Priscilla e la stilista Sheila

Priscilla Centra e la modella Sheila Brusegan con una premiata

 

0 1703

Da anni è un assiduo frequentatore della Sicilia ed in particolare di Giardini Naxos e della fascia Jonica  poiché: “con le sue bellezze naturali e la sua storia” come ama ripetere “è una preziosa fonte di ispirazione per i miei lavori artistici”. In molte occasioni ha messo la sua arte, che spazia dalla pittura alla poesia, al servizio di progetti umanitari e per questo qualche anno fa era stato candidato per il Premio Nobel per la pace. Stiamo parlando di Luigi Centra  poliedrico artista romano (originario di Veroli) pittore, scrittore, poeta, scultore il quale con la sua fondazione Onlus ha spesso promosso progetti umanitari per tanti bambini. Proprio per tale generosa dedizione qualche anno fa Luigi Centra era stato inserito tra i candidati per concorrere al Premio Nobel per la Pace dal Nobel Forum della Karolinska Institutet a Stoccolma in Svezia, dall’Amministrazione presieduta da Iornwall e Ann Margret Agneta, “per aver lavorato molto con la sua arte italiana nel mondo a favore dei bambini”. Il progetto che gli a valso la nomination è stato  soprattutto quello realizzato a Kiev in Ucraina quando fu ospite per una serie di seminari dell’Università Tars Scewschenko dove allestì anche una mostra ed il ricavato andò in beneficenza a favore dei bambini di Cernobyl  del reparto oncologico di Kiev. Raccontare del maestro Luigi Centra è come aprire un libro magico sempre pieno di sorprese. Ma noi cercheremo di farlo parlando della sua biografia.

                            ROSARIO  MESSINA

 

Cronaca di un artista che va in giro per il mondo in nome dell’arte

          L’Artista Luigi Centrai,  nato a Carpineto Romano (Roma), nei primi anni ’70 fa parte della corrente artistica che sta rivalutando  e reinterpretando in Italia la Pop-art americana, artisti del calibro di Mimmo Rotella e Mario Schifano del quale diventa amico e frequenta il suo studio a Roma e ad Arcinazzo (Roma).   Nei suoi numerosi  viaggi in Germania aveva già avuto modo di conoscere  Lichtstein,  anch’egli esponente della Pop-art. Ha frequentato nel 1977 uno studio insieme ai suoi amici tedeschi , professori che insegnavano alle rispettive accademie di belle arti di Tubingen in Germania e  nel  1979  anche lui si iscrive all’Accademia di belle arti di Frosinone ma non fu ammesso poi agli esami finali scritti per la sua avanzata età,  quindi egli resta un autodidatta.  Sempre nel 1979 esegue oltre trenta affreschi su rete da trasporto per inserirli nelle pareti.  Centra vive tra il frusinate,  Roma e Venezia, ha lavorato per lungo tempo a favore dei bambini in giro per il mondo. Si ricorda il suo viaggio a Kiev in Ucraina con l’Associazione del  luogo  “Italiamo” , ospite presso l’Università di Taras Scewschenko dove allestì una sua mostra nel  grande corridoio tra i lussuosi lucidi marmi e il ricavato andò naturalmente in beneficenza a favore dei bambini malati presso l’ospedale del reparto oncologico di Kiev, a causa dello scoppio del reattore di Chernobyl. Lui stesso si recò  in vari ospedali  del mondo portando gioia, pace, doni, progetti e quant’altro, con la sua accademia artistica denominata  Accademia Internazionale Artistica Nord Sud. Nello stesso periodo si recò spesso in tantissimi orfanotrofi dello Stato Ucraino insieme ad alcune associazioni tra cui “Fratello Sole” di Cimitile di Nola a Napoli; in queste occasioni l’artista ebbe modo di tenere anche dei seminari di pittura donando opere eseguite con i bambini a persone e insegnanti ,esponendo le altre in permanenza sulle pereti delle scuole . Nel corso della sua carriera Centra  ha collaborato a tante iniziative e ricerche a favore dell’umanità e sull’energia pulita, iniziative molto spesso patrocinate da: ONU, UNESCO ed UNICEF presso l’Università degli Studi di Milano a Crema (Cremona). Nell’ateneo cremonese inoltre gli è stato dedicato uno spazio permanente  con le sue opere esposte. Egli  è un artista vivente al quale  è stato dedicato un museo proprio con centinaia di opere e numerosissimi cartacei  e materiale elettronico ”MUSEO ARTE MODERNA LUIGI CENTRA” presso la Biblioteca del Comune di Monte San  Giovanni Campano (Fr), nonché una sala permanente ”SALA CENTRA”  nel Teatro Federico Secondo presso il Comune di Rocca d’Arce (Fr) ed altre ancora come nella Biblioteca Comunale  di Ceccano (Fr), una saletta con tantissimi cartacei, fotografie, testi, volumi e cd rom; gli è stato anche dedicato uno spazio verde “Centra Park” a S. Pietro di Stra (Venezia).

           Luigi Centra  è stato  dichiarato Ambasciatore dell’Arte Italiana nel Mondo ; hanno scritto di lui  critici come: Vittorio Sgarbi , Jonatan  Ziwago,  Rischard  Seidel,  Antonio  Oberti, Prof. Carlo Giulio Argan ; è inserito nelle più prestigiose enciclopedie d’arte moderna e nelle guide turistiche insieme ai più rinomati personaggi del cinema, della televisione, della  moda e dello spettacolo, come: Gucci, Gophard, Cavalli, con vari attori internazionali nel Festival del cinema di  Cannes  riportato sulla “ Tourisme  International  Guest  Guide“ Costa Azzurra Mediterranea,  Nizza (Francia) 2002  e nei migliori musei nazionali di arte moderna nel mondo, come: “Courtauld  Institute  Museum  of  ar Somerset  House”  London ,  il   “ Modern  Art  Museum  Moderner”  Klagenfurt  in Austria,  quello di   New York  negli  U.S.A.”il Museo Nazionale di Arte Moderna”,  “Louisiana National Museum  of  Modern  Art” Humleb/EK  U.S.A.,  ”San Francisco Museum  of Modern Art”  California U.S.A.,  “Museum  of  Contemporary  of  Toronto” Canada, “ National Museum “Hong  Kong”  ( Giappone) e tanti altri  in Italia, come per esempio “Museo Civico di Storia Naturale” e “Museo Del Mare” a  Giardini Naxos di  Messina (Sicilia),  ” Museo del  Vaticano”  e nei  “Saloni di Sua Santità”, il  “Museo  Comunale dell’Informazione  dell’Arte  Moderna”  Senigallia (Ancona) ”Museo dell’Occhiale” di Tai, a Pieve di Cadore (Belluno ),  “Museo Carnico delle Arti e Tradizioni Popolari Luigi Michele Giordani” Tolmezzo (Udine)  “Museo Etnografico di Palazzo Veneziano”  Malborghetto (Udine)  e tanti altri. E’ inserito su molte biblioteche nazionali e comunali in Italia, tra cui: ”Archivio Storico di  Stato  della Biennale di  Venezia”.  Per anni l’artista, che da tempo ha scelto il frusinate e Roma nel Lazio come punto di riferimento, ha lavorato presso la Croce Rossa Italiana contribuendo a favore dei terremotati  e laddove c’è stato emergenza di calamità naturale nel mondo; è stato nel Golfo di Aden, nello Yemen  e  a Tripoli e Bengasi , in Libia (Africa), nella Repubblica  Democratica  del  Congo  R.D.C. ex Zaire, in Somalia ed Etiopia.

         C’è da dire che è un artista a tutto campo che, come un “Gulliver” vagabondo nel mondo,  ha scritto e pubblicato oltre 65 volumi di storia , di guerra e sull’incastellamento delle fortezze e torri di tutto il Sud Lazio ; per questo ebbe il Premio alla cultura dalla presidenza del Consiglio dei Ministri nel 1998. Ha scritto libri d’ arte, racconti, narrativa e poesia, romanzi d’amore, sempre a sue spese. Anche se nel 1986 un suo volume  dal titolo “I Porci Portano La Gonna” gli fu censurato e  messo all’indice dall’Annunziatura  Apostolica, all’epoca Romana Chiesa di Stato. Comunque, non ha mai smesso di scrivere!  Nel suo primo volume di poesie dal titolo ”Pensieri Memorie e Canti” nel 1976 l’Editore Guido Massarelli  di Campobasso si legge:  ”Centra è un poeta per vocazione e un pittore per diletto”.

         Luigi Centra è  affreschista ed ha eseguito molti  lavori nei palazzi di antiche nobiltà e in diverse chiese dove ha donato molte opere religiose . Molti sono stati  i “Master Class” nel mondo , tanto che presso alcune accademie di Belle Arti,  gli studenti  hanno avuto modo di scrivere tesi sulla sua figura di artista contemporaneo.   Nel suo viaggio nell’arte lungo una vita  in giro per il mondo  “The  Italian  Art  In The World”, Centra  ha dovuto affrontare numerose  difficoltà , ha sofferto per  varie problematiche che accadono a chi viaggia di frequente , oltre a tanti  avvenimenti anche la fame, soprattutto negli  Stati Uniti d’America o a New York e a Boston  e nella Grand  Rue di Besancon dove scorre il Fiume  Le Dubs e lungo  La Senna  a Parigi in Francia e sulla riva del Tamigi a Londra. Negli anni in cui viveva in Germania  a   Munchen – Monaco di  Baviera- dove scorre il Fiume Isar  e a Hofeim Ried, nei pressi di Worms dove scorre  il  Reno  e l’acqua si adagia  gelida sul Lago di Starnberg  e a Sonthofen nei pressi di Kempten dove scorre il Danubio e il Fiume Iller  Centra  pagava i pasti nei  ristoranti  -Gasthaus- con le sue opere che a volte eseguiva sul posto, come ha fatto in diverse località in Italia, come a Castions  di Strada di  Udine, al  Ristorante Levade. E’ stato tra i primi artisti a dipingere le fotografie in bianco e nero con i colori ricavati dalla carta velina,  in cambio di pochi spiccioli o cibo. Nel 1960 dipinse la prima tela con le lenzuola usate di sua madre con gli smalti di suo fratello  Mario che faceva il pittore edile. Lui lo aiutava nell’esecuzione dei  geroglifici  e greche  intorno alle  camere e con la pompetta  per  l’insetticida  riempita di colore eseguiva  inconsciamente  la  Pop –Art  sui bordi delle camere intorno e sotto i soffitti.  Stiamo parlando della fine degli anni 50-60 (1959-60).

         Nel 2003 Centra si reca a Boston, a Cambridge, per una sua mostra personale presso la Società Dante Alighieri, ma al ritorno all’Aeroporto di Logan Centra fu scambiato per terrorista e gli furono sequestrati tutti i colori; ci fu un vero incidente diplomatico ma per fortuna si concluse tutto a buon fine.

      Nel 2008 presso la Prefettura di Frosinone gli è stato dedicato un annullo dalle Poste Italiane con lo slogan: ”QUANDO IL COLORE FA RUMORE” 

Nel 2010 è stato premiato nella serata dei Premi “Mea Lux” per i suoi molteplici meriti artistici assieme al fisico nucleare catanese di fama mondiale, Fulvio Frisone. I loro nomi figurano nell’Albo D’Oro dei Soci Onorari dell’Associazione Mea Lux 

In quell’occasione, ad entrambi, la presidente Angela Lombardo,  ha consegnato la tessera di Socio Onorario

dell’Associazione Scientifico Culturale  “Mea Lux”

Nel 2011 Centra incontra il prof. Vittorio Sgarbi alla  54esima  Biennale d’arte di Venezia.

       Nel corso della sua vita artistica (circa 50 anni) Luigi Centra ha pubblicato diverse sue  monografie; in occasione dei festeggiamenti dei  150 dall’unità d’Italia Luigi Centra ha effettuato uno stage di “Body Art” .

       Nel 2014 partecipa alla Biennale di Verona che ha come tema quello della “Creatività”. Tanti i personaggi noti del mondo dell’arte e della cultura che hanno dato lustro alla manifestazione con i loro interventi, tra questi,  il prof. Vittorio  Sgarbi , Katia Ricciarelli, Red Ronnie e il Critico prof. Paolo Levi di Torino. Alla Biennale  hanno partecipato oltre 900 artisti provenienti da tutto il mondo.  Nello stesos anno Centra partecipa e alla mostra nel Palaexpo di New York curata dal Prof. Francesco Saverio  Russo di Roma.

       Di recente, Centra è stato invitato da una organizzazione Russa ad esporre a Mosca con il Patrocinio dello Stato Sovietico, un’ esposizione a 360 gradi  di sicura  risonanza internazionale.Quest’anno,.

      Nel 2015  la nuova edizione del “Il Premio Internazionale Grandi Artisti Luigi Centra” al Centra Park a Stra Venezia dedicato all’artista in cui sono stati premiati con la dea alata personaggi di spicco nel mondo dello spettacolo e dell’arte in genere.  Sempre nello stesso anno, Centra ha realizzato una esposizione all’Amadeus Hotel, per l’ennesima volta  a Venezia, alla presenza del Critico Giorgio Grasso, dopodiché si è recato su invito di Mediaset con I’international Manager Pasquale Sorabella presso il Padiglione Cibus Italia all’Expo di Milano dove ha eseguito una cinquantina di opere con la Pop -Art  “Spaghetti per Tutti” ed è stato invitato nel padiglione dal Sultano del Qatar per progettare lavori futuri.

          Il giorno 8 dicembre 2015 le Poste Italiane gli hanno  dedicato un secondo annullo postale dal titoloQuando il colore fa rumore

In questo periodo Centra sta donando diverse opere di medie e grandi dimensioni ai musei italiani e stranieri, oltre a  libri, stampa e fotografie e quant’altro.

  Infine, è doveroso ricordare, i lavori esposti quest’anno a Villa Balestra presso il Comune di Rodigo in quel di Mantova dove sono state allestite due sale. Si tratta di  una mostra permanente con le opere del  M° Centra su Ippolito Nievo e Giovanni Verga, uno scambio culturale tra Nord e Sud Italia.

  Intanto la sua storia artistica una sorta di “work in progress”  prosegue spedita verso nuovi traguari poichè Luigi Centra per quest’anno ha già in programma altri interessanti appuntamenti con l’are e la cultura dove scriverà altre meravigliose pagine con i suoi penneli.      

                                                                           ROSARIO  MESSINA

Il Maestro Luigi Centra

Il Maestro Luigi Centra a Piedimonte Etneo

La consegna della targa della Mea Lux al fisico Fulvio Frisone

La consegna della targa della Mea Lux al fisico Fulvio Frisone

La prof.ssa Angela Vecchio consegna la targa della "Mea Lux" al Maestro Luigi Centra

La prof.ssa Angela Vecchio consegna la targa della “Mea Lux” al Maestro Luigi Centra

Il ringraziamento di Luigi Centra ad Angela Lombardo dopo la consegna della tessera di socio onorario dell'associazione  "Mea Lux"

Il ringraziamento di Luigi Centra ad Angela Lombardo dopo la consegna della tessera di socio onorario dell’associazione “Mea Lux”

Da sinistra la prof.ssa Angela Vecchio, la presidente della "Mea Lux" Angela Lombardo, la pittrice Melina Russo, Lucia Colletta la mamma di Frisone con Fulvio e Luigi Centra

Da sinistra la prof.ssa Angela Vecchio, la presidente della “Mea Lux” Angela Lombardo, la pittrice Melina Russo, Lucia Colletta la mamma di Frisone con Fulvio e Luigi Centra

Lo studio d'arte di Centra a Veroli

Lo studio d’arte di Centra a Veroli

Centra e Sgarbi a Venezia

Centra e Sgarbi a Venezia

Centra e  e Katia Ricciarelli

Centra e e Katia Ricciarelli

Assieme all'amico Centra

Assieme all’amico Centra

Assieme a Centra a Piedimonte

Assieme a Centra a Piedimonte

L'Expo di Centra a New York

L’Expo di Centra a New York

Luigi Centra e Vittorio Sgarbi

Luigi Centra e Vittorio Sgarbi

Lo Stendardo del Centra Park

Lo Stendardo del Centra Park

Tempesta di Primavera,cm 30X40 acrilico su tela,2016

Tempesta di Primavera,cm 30X40 acrilico su tela,2016

0 1887

Rodigo (Mn) – Il Comune di Rodigo in provincia di Mantova ha inaugurato un originale mostra di quadri dedicati ad una delle pagine più belle della storia della letteratura siciliana dell’ottocento, quella rappresentata dalla corrente letteraria del “Verismo” e del suo capostipite, lo scrittore Giovanni Verga. L’evento,  realizzato a Villa Balestra, famosa per il suo Parco Letterario, comprende anche dipinti dedicati ad un altro protagonista dell’800, Ippolito Nievo padovano di nascita ma di casa, a Rodigo, perché spesso passava lunghi periodi dai nonni che vi abitavano. I quadri di questa suggestiva collezione  portano la firma di Luigi Centra poliedrico artista romano a tutto tondo,  cultore delle tradizioni di Sicilia, terra che egli considera la sua seconda patria.  Affascinato da sempre dai miti e dai protagonisti dell’Isola del Sole dai quali trae ispirazione, Centra non perde occasione per dedicare alla nostra terra poesie e dipinti. Ed è proprio qui che è nata l’idea di realizzare una mostra dedicata a Verga e alle sue famose novelle. E’ stato in occasione del suo ultimo soggiorno in Sicilia, nel 2015,  che il nostro editore, Angela Lombardo, presidente dell’associazione scientifico culturale Mea Lux e la prof.ssa Manuela Speciale (Associazione Dante Alighieri sez. di Catania) proposero all’artista l’idea di realizzare un progetto storico-artistico finalizzato ad un gemellaggio tra una realtà siciliana ed una mantovana, altra terra cara a Centra. Occorreva individuare due personaggi simbolo di  queste due terre, più o meno tra loro contemporanei  e, rievocare le loro storie attraverso una serie di dipinti  che avrebbe realizzato lo stesso artista. Per la Sicilia fu scelto lo scrittore Giovanni  Verga e per la terra di Mantova Ippolito Nievo. L’abbinamento piace a Centra, conosce bene Nievo ed è affascinato dalle opere dello scrittore siciliano, come i Malavoglia  e le Novelle, in particolare quella intitolata “Libertà” (sull’eccidio di Bronte da parte dei garibaldini).  Per concretizzare il progetto fu organizzato un  mini tour nei luoghi dei racconti di Verga:  Catania (Casa Museo di Verga), Aci Trezza (i luoghi dei Malavoglia) e Vizzini (Museo Verghiano). L’artista romano dopo aver assaporato i colori e le suggestioni di questi luoghi storici, fatto tesoro “dell’esaltante esperienza” come egli stesso la definì, ritornò a casa nella sua bottega d’arte. Ispirato da quanto aveva visto in Sicilia si è messo subito a lavoro. In poco tempo il progetto è diventato realtà. Luigi Centra ha dipinto una serie di quadri dedicati a Verga, le sue novelle, i luoghi del verismo e persino qualche dipinto ispirato al film “La Terra Trema” di Visconti realizzato nella terra dei Malavoglia. Nel contempo dipinge anche diverse tele dedicate ad Ippolito Nievo. Realizzate le tele, Luigi Centra prospetta  il progetto culturale al Sindaco di Rodigo Gianni Ghizzoni confidando di voler donare i quadri per realizzare una mostra permanente e creare un ponte culturale tra la terra dei Mantova e la Sicilia. Il primo cittadino di Rodigo, entusiasta dell’originale proposta  accetta e mette a disposizione del pittore romano alcuni locali di Villa Balestra dove è stata allestita ed inaugurata la mostra alla sua presenza. Grato per aver permesso la realizzazione del progetto artistico-culturale Luigi Centra ha usato parole di apprezzamento per il sindaco.  “Vorrei ringraziare Gianni Chizzoniha detto Centraun noto imprenditore che si adopera molto per i fabbisogni del comune. Vorrei ricordare che di recente ha fatto restaurare la vecchia cascina di Rivalta sul Mincio ed il Teatro Verdi lesionato a causa del terremoto. Ha inaugurato un nuovo asilo nido e sta cercando di salvare il Museo Nievo di Fossato. Un amministratore sensibile alla cultura e all’arte che ha accolto questo progetto culturale con grande entusiasmo permettendo la sua realizzazione. Per questo ho regalato le 58 tele di questa mostra permanente. In parole povere un sindaco che tutti i comuni vorrebbero avere. Un grazie anche alle amiche Angela Lombardo e la prof.ssa Manuela Speciale che mi hanno motivato a realizzare questa esperienza artistica e facendomi conoscere i luoghi e le ambientazioni delle opere di quel figlio di Sicilia che ha dato lustro a questa meravigliosa terra con i suoi racconti. Adesso mi auguro che si possa realizzare il gemellaggio ipotizzato tra i comuni di Rodigo e quello di Aci Castello-Aci Trezza luoghi simbolo delle vicende verghiane.

La mostra, inaugurata alla presenza del sindaco di Rodigo, di numerosi artisti e cultori d’arte  ha già fatto registrare  diverse centinaia di visitatori che hanno apprezzato la tecnica, i virtuosismi delle pennellate e dei colori con i quali Luigi Centra ha raffigurato  luoghi, personaggi e fatti dei racconti di Giovanni Verga e Ippolito Nievo. Un modo originale per fare veicolare cultura e arte tra terre distanti tra loro ma accomunati dall’aver dato i natali a due personaggi emblema di un grande secolo culla del Risorgimento e della nascita dello Stato Italiano.         

Prosegue intanto il percorso artistico di Luigi Centra  con altri progetti in cantiere e traguardi raggiunti. Di recente all’artista nato a Carpineto Romano (Roma) nel 1946 le Poste Italiane gli hanno dedicato il secondo annullo postale intitolato “Quando il colore fa rumore” con la realizzazione di cartoline che ritraggono il “Centra Park”  nel Comune di Stra (Venezia)  a lui dedicato dal fotografo dei vip  Gianfranco Brusegan. Nella prestigiosa location veneziana ogni anno si svolge  il “Premio Internazionale Grandi Artisti Luigi Centra”  dedicato all’artista romano e curato dal  Direttore Artistico Pasquale. Lo staff sta già lavorando alla nuova edizione dove saranno consegnate  le statuette delle dee alate ai migliori artisti sparsi nel mondo. Il Maestro Centra, che ha girato tutto il mondo, portando le sue opere  in diverse nazioni, è stato insignito del titolo di “Ambasciatore dell’Arte nel Mondo“, essendo egli anche un esponente della Pop Art “Populaire”  che ha rivalutato in Italia nel 1970. Il poliedrico artista di recente ha scritto un libro sul Comune di Rodigo, con il quale sintetizza 40 anni di letteratura di produzione locale  dal 1976-2016. Ultimamente Centra ha esposto a Mosca presso il Cremellino, a Kiev in Ucraina, in Cina a Pechino, a Padova presso il Caffè Storico Pedrocchi, ad Alatri Frosinone a Palestrina Roma. Il 27 agosto fino al 18 settembre 2016 esporrà le sue opere presso il Chiostro Sant’Agostino nel suo paese di residenza a Veroli Frosinone.

Negli ultimi due anni  Centra, il quale non conosce limiti alla sua generosità artistica,  ha realizzato diversi quadri  (PALE) di ampie dimensioni di metri 3,00 x1,50 che ha donato a  vari musei ed istituzioni. Tra queste,  alle Poste Italiane Centrali e alla Prefettura di Frosinone, al Museo Civico Archeologico di Alatri (Fr), all’Archivio di Stato di Frosinone e, a diversi altri comuni e musei di Venezia e del Mantovano.

Infine ricordiamo che lo scorso anno,  Centra è stato protagonista di un video realizzato nell’ex Campo di concentramento le “Fraschette” di Alatri Frosinone dove  ha recitato come protagonista insieme alla bella Cecilia Minotti, sua collaboratrice, in un cortometraggio con la regia di Angelo Bianchi, recentemente premiato con la dea alata a Venezia al “Centra Park”. Nel filmato che si intitola “I Colori dell’anima”  l’artista, protagonista, fa rivivere attraverso la pittura,  le sofferenze delle migliaia di donne trucidate nei campi di concentramento della seconda guerra mondiale, rappresentate simbolicamente da Cecilia, l’altra protagonista del video.

                    ROSARIO  MESSINA

Lettera dell’Assessore Comunale di Rodigo che ha letto l’articolo

Ciao Luigi
ho appena parlato con il Sindaco. Un gemellaggio con Aci Castello-Aci Trezza non è fattibile di questi tempi, perchè le ultime leggi di stabilità hanno praticamente azzerato le spese relative a questo tipo di iniziative.
Poichè Rodigo è già gemellato con Berg (Germania), sarebbe difficile spiegare l’intenzione di costituire un nuovo gemellaggio.
Tuttavia il Sindaco ha apprezzato l’articolo, anzi ti ringrazia per le parole che hai usato nei suoi confronti, ed è disponibile a qualche iniziativa meno impegnativa di un gemellaggio.
Magari una visita di cortesia, uno scambio culturale basato sulla tua mostra Verga-Nievo, forse quella si può fare. I siciliani vengono qui e poi noi andiamo a trovare loro.
Un altro problema è anche la distanza fra Rodigo e Aci Castello/Trezza, che impone di fare il viaggio in aereo”.

Vedremo
ciao
Aristide

L'artista Luigi Centra

L’artista Luigi Centra

Villa Balestra

Villa Balestra

Una delle sale con i quadri

Una delle sale con i quadri

Il viale del Parco Letterario

Il viale del Parco Letterario

Ippolito Nievo

Ippolito Nievo

Giovanni Verga

Giovanni Verga

"Fotogrammi" del film La Terra Trema

“Fotogrammi” del film La Terra Trema

"Il naufragio" tratto dall'opera di Verga I Malavoglia

“Il naufragio” tratto dall’opera di Verga I Malavoglia

"La casa del nespolo" (luogo Verghiano)

“La casa del nespolo” (luogo Verghiano)

Porto di Acitrezza

Porto di Acitrezza

A Cunziria (luogo verghiano)

A Cunziria (luogo verghiano)

 

 

 

 

 

 

0 1878

Premiati personalità della musica, del cinema e della televisione

Stra (Venezia) – E’ calato il sipario sulla terza edizione del Premio Internazionale Grandi Artisti “Luigi Centra“. E’ stato l’ennesimo successo ben meritato dell’ispiratore dell’evento, il pittore romano Luigi Centra, artista a tutto tondo della Pop Art, conosciuto in tutto il mondo.  La consegna delle raffinate statuette delle Dee Alate è avvenuta all’interno del “Centra Park”  del Comune di Stra (Venezia). Una location raffinata e storica  immersa nel verde del parco di una villa d’epoca dove già da qualche anno è possibile ammirare una mostra permanente di opere dell’artista. La manifestazione, organizzata dal fotografo dei vip Gianfranco Brusegan e curata dal Direttore Artistico Pasquale Sorabella  è stata arricchita dalla presenza di numerosi artisti provenienti da ogni parte d’Italia. Tanti i premiati, personalità del mondo del cinema, della canzone, del cabaret, della musica, della televisione, della fotografia e perfino della diplomazia internazionale e del management artistico. Tra gli ospiti intervenuti ricordiamo la dott.ssa Stefania Fochesato, Presidente della Fondazione “La città della speranza” di Padova – Ospedale pediatrico per la ricerca e la cura dei tumori infantili; i produttori cinematografici Thomas Toffoli e Alex Francesco Newsome; lo scultore Sergio Lombardi autore delle raffinate statuette della “Dea Alata”; Emanuele Cozzi dei Paps “N” Skar, un gruppo dance noto per alcuni successi come “Voglio tornare negli anno 90″, “Vieni con me”, “Ti ricordi quella volta” e tanti altri. Alla manifestazione hanno partecipato anche nomi noti del mondo della moda, del Festival Show e della World Bilateral Agency per Expo Milano 2015, Astana 2017 e Dubai 2020. Articolata la manifestazione che è iniziata con un pranzo offerto agli ospiti ed è proseguita con intermezzi musicali, interventi e le premiazioni.

Tra coloro che sono stati premiati in questa edizione, nomi di spicco come, Umberto Scipione, quattro volte candidato al Premio David di Donatello; Giuseppe Ferlito, regista e sceneggiatore; Domenico Altobelli tenore del coro del Teatro “La Fenice” di Venezia; Claudio Alberto Francesconi, noto musicista; Sebastiano Sandro Ravagnati, autore Tv; Angelo Bianchi, regista di documentari e cortometraggi, fotografo professionista; Paolo Favaro cabarettista di Zelig; il cantante Giuliano dei Notturni; il regista Renzo Di Francesco; il manager Pasquale Sorabella. Nel corso della cerimonia delle premiazioni anche alcune menzioni d’onore assegnate a: Gianfrancesco Spina, conosciuto anche come “Il piccolo Lord”; Renato Converso (comico); Peter Zagar (fotografo professionista); sua eccellenza l’Ambasciatore onorario di Santo Domingo per l’Europa e l’America Latina, il Dr. Andrea Tasciotti, Presidente Europeo di INI Mission (Jesus International Mission India), membro del Consiglio Europeo, diplomatico della World Academy of Human  Science – Brasile; Laurea Honoris Causa della Human Science University di Miami.

E’ stata una manifestazione ricca di sorprese e tanta cultura, il tutto documentato dalle telecamere dell’emittente americana WBE  Channel, di Sarasola in Florida (USA) e quelle di Istrione Tv. Nel corso della cerimonia dei premi,è stato realizzato un collegamento in diretta con gli Stati Uniti per una breve intervista ad uno dei premiati, l’editore Sebastiano Sandro Ravagnani.  Madrina della serata la modella Sheila Brusegan la musa ispiratrice dello scultore Sergio Lombardi per la realizzazione della statuetta “Dea Alata” consegnata ai premiati. A consegnare i premi, oltre a Sheila si sono alternati l’ambasciatrice della bellezza per gli italiani all’estero Francesca Morreale e la figlia del Maestro Centra Priscilla.

Il Premio ha ricevuto i patrocini morali di prestigiosi enti internazionali: ADMIR (American Diplomatic Mission for International Relations of Miami); WAOHS  (World Academy of Human Sciences di Santa Maria do Sur – Brasile); World Jesus Mission International (India); World Business Entertainment (Gruppo editoriale di Sarasola in Florida), la TV Americana WBE Channel e l’associazione CinemArteAtro Arti dello Spettacolo di Milano.

E’ appena calato il sipario sulla terza edizione del premio ma già fervono i preparativi per la prossima kermesse per la quale già la direzione artistica ha in programma candidature da tutto il Mondo ed in particolare anche dalla Spagna e da New York (Usa).

Il Premio Grandi Artisti “Luigi Centra”

Il Premio Internazionale Grandi Artisti “Luigi Centra” è stato fortemente voluto dal fotografo dei Vip Gianfranco Brusegan che lo organizza da quando nel 2013, intitolò il suo parco a Luigi Centra, il “Centra Park” dove è stata allestita una mostra permanente delle opere dell’artista romano.

Voglio ringraziare l’amico fraterno Gianfrancoha detto al termine della manifestazione Luigi Central’anima di questo prestigioso premio. In sole tre edizioni, l’evento ha raggiunto una notorietà inaspettata e questo, grazie anche ai protagonisti che ogni anni si sono avvicendati nelle premiazioni, e soprattutto al costante e generoso impegno dello staff organizzativo che oltre all’amico Gianfranco Brusegan, ha visto lavorare dietro le quinte Margaretha la splendida moglie di Gianfranco, il nostro direttore artistico Pasquale Sorabella, la mia manager Cecilia Minotti e mia figlia Priscilla“.

L'artista Luigi Centra

L’artista Luigi Centra

Riprese al Centra Park

Riprese al Centra Park

Un Collage dei Premiati

Un Collage dei Premiati

Premiazione Ambasciatore Tasciotti

Premiazione Ambasciatore Tasciotti

RIMANI IN CONTATTO